30 apr 2012

Come aumentare gli effetti della Legge di Attrazione

Ho scritto molte volte sulla Legge di Attrazione e il web è pieno di notizie e informazioni relative a questo argomento. Per chi ancora non sapesse di cosa si tratta, in pratica (e in sintesi) di mettere in pratica dei comportamenti in grado di “attirare” ciò che vogliamo nella nostra vita, ovviamente sempre con l’aiuto della nostra tenacia e determinazione.



Una delle tecniche è quella di scrivere degli obiettivi e poi leggerli, visualizzarli come già realizzati nella mente e collegarli ad un’emozione. Ma non per tutti è così facile vedere con la mente, soprattutto cose che non esistono ancora ma sono i nostri desideri. Allora, per rafforzare questo metodo, ecco due consigli dal “futuro”. 


Fatevi un’intervista. Sì, può sembrare sciocco, ma fatelo lo stesso. Prendete il computer e fingete che un giornalista vi ponga delle domande. Scrivetele e scrivete poi le vostre risposte. Potete inserire nell’intervista dal “futuro” tutti gli obiettivi che per il momento dovete ancora raggiungere ma che volete assolutamente concretizzare a breve o in un prossimo futuro. 


Quindi, se il vostro scopo principale nella vita è diventare un certo professionista, fate finta che ad intervistarvi sia una rivista che si occupa di queste tematiche, oppure se avete obiettivi di tipo culturale, che sia un mensile o un quotidiano che si occupa di arti e letteratura ad occuparsi di voi. Per rendere il tutto più credibile, mettete in cima il nome della rivista, se volete una data e il titolo, che dev’essere evocativo, ad esempio “Come ho fatto a diventare (qui il nome della professione) in un anno- lo racconta (qui il vostro nome e cognome)”.


Fate in modo che chi vi intervista scenda nei dettagli, quindi vi chieda come avete fatto ad arrivare fin lì, quali sono i vostri punti di forza e via dicendo. Poi, il discorso può toccare tutti i vostri obiettivi, potete inserire domande di tipo economico, relazionale e insomma tutto ciò che per voi è un obiettivo da raggiungere assolutamente nella vostra vita. 


Ottimo sarebbe abbinare l’intervista a un fotomontaggio, si trovano di gratuiti su Internet (cercate su Google “fotomontaggi gratuiti”) con la copertina di una rivista-quotidiano e il vostro volto sullo sfondo, con il titolo dell’intervista che si può leggere “all’interno”. Quando avete finito, usate questa intervista per credere che riuscirete nei vostri obiettivi. Leggetela più volte al giorno, anche prima di dormire, sentite le emozioni che provate e immaginate come vero tutto ciò che avete scritto.


Può sembrare una sciocchezza, ma è uno dei modi per programmare la vostra mente verso quegli obiettivi, per concentrare l’attenzione verso ciò che volete davvero.


Un altro modo è quello di creare una scatola con immagini, foto e scritte che vi aiuteranno sempre a focalizzarvi su ciò che desiderate. Potete iniziare ritagliando da giornali e riviste le cose che vi piacciono, ad esempio un paio di scarpe che vorreste acquistare, ma anche le fotografie dei luoghi che vorreste visitare, oppure delle scritte che rimandano alla professione che vorreste fare “scrittore”, inserito in un contesto, basterà ritagliarlo, o frasi capaci di motivarvi come “vincere” o “talento”. Guardate spesso la scatola, da un lato per motivarvi, dall’altro per ricordare alla vostra mente obiettivi, mete e cose che volete raggiungere ed avere.


Lara Zavatteri


29 apr 2012

Principale o agente

Noioso ma importante: l'effetto di pagamenti istantanei sugli scarti di compravendita

Uno dei problemi nell'ambiente del trading finanziario moderno è
che le compravendite avvengono direttamente con il principale
della controparte. Il principale è chiunque stia vendendo quando
Lei compra, e chiunque stia comprando quando Lei vende.

L'interesse del principale è in conflitto con il Suo interesse
perché quello che è meglio per lui (ad es. vendere qualcosa al
prezzo più alto possibile) è chiaramente in contrasto con il
Suo interesse. I professionisti sul mercato molto presto
sviluppano un sesto senso per capire se una persona è un
compratore o un venditore al momento della compravendita, e
prontamente adeguano il prezzo a loro favore. Di solito non
c'è molto da fare per evitarlo.

Questo conflitto di interessi è conosciuto molto bene da oltre
300 anni e molte compravendite finanziarie tradizionali in tutto
il mondo sono strutturate al fine di eliminare questa pratica
imponendo l'accesso ai mercati tramite gli agenti.


Nei mercati strutturati con agenti, ciascun agente conosceva a
fondo il mercato, ma non possedeva alcun inventario e non aveva
il diritto di comprare o vendere ai propri clienti. Questo significa
che un agente non aveva alcun conflitto di interessi nell'alzare
il prezzo di acquisto per conto di un cliente, e c'era la certezza
che l'agente avrebbe agito nel miglior interesse del cliente.
Uno dei modi migliori per farlo era di nascondere abilmente al
principale se l'agente stava agendo per conto di un compratore
o di un venditore.

Il problema con questa antica struttura era che gli agenti erano
pagati in base ad una commissione che in teoria essi guadagnavano
monitorando frequentemente i mercati, negoziando abilmente con
i principali presenti sul mercato e in generale prendendosi cura
dei loro clienti. Ma con l'ammassarsi del potere d'acquisto nelle
mani di un numero decrescente di corporazioni finanziarie sempre
più larghe, queste ultime non vollero più pagare commissioni così
salate ad agenti quando loro stessi potevano trovare e trattare da
soli con i principali della controparte.

Questi grossi utilizzatori di scambi hanno richiesto il diritto
di trattare direttamente con i principali sul mercato.

Quindi la struttura basata sugli agenti è stata smontata in buona
parte e il conflitto dei principali è tornato in esistenza. Si
pensava che se si permettesse al conflitto di tornare sui mercati,
ma con regole ferree per cui le grosse aziende non avrebbero
potuto abusarne, allora non l'avrebbero fatto. E allo stesso tempo
anche le grosse aziende sarebbero state soddisfatte.

Le principali regole implementate per smussare le compravendite
dirette tra i principali erano:


 1. Quando un'azienda trattava quale principale avrebbe dovuto
   dichiararlo al fine di palesare il conflitto al cliente.
   Purtroppo la maggior parte dei clienti non comprendeva
   la sottigliezza del dilemma principali vs. agenti, clienti
   che credevano di essere trattati correttamente finché la
   seconda regola veniva rispettata.

 2. La seconda regola era che quando un'azienda trattata quale
   controparte principale con i suoi clienti, l'azienda deve
   corrispondere il miglior prezzo disponibile in un altro
   punto del mercato. Questo veniva comunemente chiamato
   il "dovere della miglior esecuzione".

Ma le regole non vennero rispettate.


Uno dei problemi con quasi tutti gli scambi finanziari è che
il pagamento della compravendita è posticipato, cosa che comporta
il rischio di inadempienza di una delle due parti (ovvero il
rischio che la controparte non sia in grado di pagare o fornire
quanto trattato).

Uno scambio basato su prezzi competitivi funziona solamente se
l'identità del principale della controparte non è rilevante in
termini di rischio creditizio. In caso contrario i compratori e i
venditori trattano solo con persone di cui si fidano, e lo scambio
finisce per essere un sistema di vendita al banco in cui offrire
il prezzo migliore non significa necessariamente aumentare le
compravendite.

Così negli scambi moderni il pagamento posticipato - e il rischio
creditizio di inadempienza - finisce per essere gestito da un
meccanismo di clearing centrale che garantisce il rendimento di
ogni compravendita, indipendentemente dalla controparte. Questo
fa sì che il prezzo sia l'unico vero motivo nella scelta della
controparte con cui contrattare.

Tuttavia nessun sistema di clearing centrale è disposto ad
concedere tale garanzia di inadempienza a meno che non abbia
una qualche misura di controllo sul ricevente. Questo è il
motivo per cui le aziende di clearing al centro degli scambi
richiedono di trattare con chi appartiene ad una determinata
categoria, misurata con il rating creditizio. Dopodiché la
pubblicizzazione di prezzi competitivi viene riservata
esclusivamente a questi membri.

E a questo punto le cose iniziano a prendere la piega sbagliata.
Quando le aziende di questo ristretto gruppo ricevono l'esclusiva
a riguardo della decisione dei prezzi, ciascuna di loro ha
interesse a diventare la migliore azienda in una particolare
nicchia del mercato. E mentre sviluppano questa liquidità
specializzata, fanno apposta a non rendere pubblici i propri
prezzi di compravendita, e consentono agli spread di allargarsi
quando la liquidità diminuisce tra tutti i competitori meno
specializzati.

Ma ai loro stessi clienti offrono compravendite in una situazione
di scarsa liquidità e di scarti larghi, in apparenza trattando
bene i loro clienti e migliorando la loro reputazione nella
propria specializzazione.

Il risultato finale è che molti ordini non arrivano alle borse
pubbliche, e nessuno sa quale sia il prezzo migliore. Uno scarto
ampio si accumula in fretta a favore degli specialisti ad un
rischio molto basso, e il costo viene pagato da chi compra e da
chi vende non tramite le commissioni ma tramite la differenza
tra il prezzo di acquisto e quello di vendita.

BullionVault offre un'attesa soluzione a questo problema. A
differenza dei diritti legali relativi ad un'azione o ad
un'obbligazione, registrati in un'azienda centrale di clearing,
lo scambio tra la proprietà dell'oro fisico e il denaro avviene
immediatamente - come se venisse comprato in un negozio.

Questo è il motivo per cui BullionVault paga le compravendite di
oro immediatamente. Questo elimina l'esposizione al rischio
creditizio implicita nei pagamenti posticipati.

Il problema dell'aggregazione esclusiva di soci non sorge nemmeno
dal momento in cui tutti i partecipanti sul mercato di BullionVault
devono necessariamente avere sul proprio conto una quantità di
denaro o di oro sufficiente per la compravendita. E la tecnologia
del pannello degli ordini può essere utilizzata da tutti
apertamente tramite internet.

L'unico modo per comprare o vendere oro sul portale di BullionVault
è mediante la trasmissione dei propri ordini direttamente sul
mercato, e chiunque può farlo con il proprio conto. Il risultato
è che al momento della compravendita tutti hanno la sicurezza
assoluta al 100% che in quel momento non sono disponibili prezzi
migliori. BullionVault non può tenere nascosti i prezzi dei
clienti, sopprimere la concorrenza e "sparire". Tutti competono
apertamente per i prezzi migliori.

E questo è esattamente il motivo per cui gli scarti delle
compravendite disponibili ai clienti finali sono così tanto
ridotti sul portale di BullionVault.

28 apr 2012

Le forme giuste

Opinione femminile dettata dall'esperienza sulla salute, la moda e il complotto
dei vestiti taglia 40.
Quante volte avete guardato la vetrina di un negozio con il desiderio segreto
di poter entrare in quel favoloso mini abito? Ho passato anni della mia vita
cercando di far sembrare lontanamente alla moda uno dei tanti classici abiti
over-size che non hanno forma. Entri in un negozio, chiedi una 48 o peggio
una 50 e ti guardano come se si stessero chiedendo da che pianeta vieni.
E quindi come molte altre giovani ragazze un po' troppo formose, mi sono
presa l'impegno di girare, tutto il paese e anche buona parte di internet per
trovare qualcosa di over che fosse anche decente e lontanamente
assimilabile al mio stile.

Sentiamo sempre più spesso parlare di modelle anoressiche, poi scopriamo
che lo stilista Karl Lagerfeld aveva detto che la cantante era diventata troppo
grassa per i suoi gusti, ma lei in ogni caso assicura che l’unico motivo per il quale
ha deciso di impegnarsi a dimagrire è solo per il suo bene
(http://blog.dituttodipiu.org/2012/03/page/10/).

In che modo le giovani ragazze possono accettare se stesse senza farsi del male
bombardate come sono da stereotipi taglia 38 (che per inciso non sapevo
neanche che esistesse, almeno non in età adulta), paragonate costantemente
a personaggi che non sono necessariamente la perfezione? Come possiamo
convincerle che l'unica cosa che conta è la salute, e non la taglia?

Io credo che il mondo non si adeguerà mai alla taglia 48, possiamo solo dare
il meglio di noi e puntare su tutte le nostre qualità non solo sull'aspetto fisico
che è la prima cosa che sfiorisce.  Francesca

27 apr 2012

Come e perché piantare alberi

Piantare un albero può significare tante cose: aiuta a ripulire l’aria nelle zone più inquinate e a dare un tocco di verde, ma può essere anche un gesto simbolico, legato ad un’occasione particolare, o un modo per abbellire il vostro giardino.


Perché piantare alberi. Come ho scritto, i motivi possono essere diversi. A livello ecologico-ambientale piantare un albero significa molto, specialmente nelle città dove l’inquinamento è maggiore. Un albero non è solo un elemento decorativo ma un valido alleato per ripulire l’aria da smog, polveri sottili e altro. Ecco perché sarebbe importante creare delle oasi verdi nelle città, specialmente nelle aree sprovviste di parchi che quindi necessitano maggiormente di questo tipo di “pulizia”. Ovviamente lo stesso discorso vale anche per i paesi, anche se in montagna o in campagna c’è molto più verde e quindi piantare alberi non è una priorità come nelle aree urbane.

Un altro motivo per piantare un albero può essere quello di avere della frutta a portata di mano. In questo caso sono adatti gli alberi da frutto come i meleti, ma anche quelli che producono ciliege o prugne. Ci vuole del tempo perché le piante attecchiscano e producano frutti, perciò è meglio comprarle da un vivaio, dove si trovano già abbastanza grandi, piuttosto che in un negozio (se ne trovano anche in quelli per il fai da te, nella parte dedicata al giardinaggio) dove invece sono ancora piccole. Ci vuole anche pazienza, anche se li piantate per tempo il primo anno possono dare solo fiori e niente frutti e cominciare a produrre dal secondo.

Si può piantare un albero anche per un’occasione speciale. Ad esempio, quando si acquista casa e si desidera ricordare quel momento, o quando nasce un figlio. Il significato qui è nel qualcosa che duri, che resti. Se avete spazio nel vostro giardino, ma volendo potete piantare l’albero anche altrove (purché consentito) scegliete una quercia. Una quercia è una pianta che impiega molti anni a diventare l’albero imponente e solido che si vede nelle fotografie, ma è un albero che può durare secoli. Ecco perché simboleggia qualcosa di importante, che non viene spazzato via.

Un altro motivo è abbellire il giardino. Se volete creare una sorta di boscaglia, potete scegliere il nocciolo. È una pianta che si moltiplica e cresce in fretta, creando dei boschetti e producendo appunto le nocciole. L’unico inconveniente è che bisogna stare attenti o invaderanno il giardino, appunto perché si moltiplicano in fretta. Se il clima è giusto e volete avere una pianta che in primavera-estate vi regala degli splendidi fiori, potete scegliere la magnolia, che produce dei fiori rosa e bianchi bellissimi e molto ornamentali. Oppure, potete creare un boschetto di lillà, ne esistono con fiori rosa, azzurri o bianchi, anche in questo caso tendono a diventare molto alti e a creare un bosco fitto, quindi è indispensabile potarli e fare in modo che non crescano eccessivamente.

Come piantarli. Se non siete esperti su quali piante vanno bene per il vostro scopo, chiedete in un vivaio. Dovete tener conto dello spazio a disposizione, ma anche del clima, di quanta attenzione richiedono (potature, innaffiature ecc..) dopodiché non vi resterà che scegliere il posto, scavare una buca e mettere a dimora la piantina, avendone sempre cura.


 
The dark world is on the rise. None will live. None now will rest. The dark lord will unleash his vampire minions upon the free people of Elysium and the rest of the world of Alamptria. Enter the literary world of dark fantasy. www.richardaericson.com From the award winning author of epic dark fantasy.

Scrittura Creativa - Giuliana Salerno


Ebook disponibile su Bruno Editore

Questo ebook spero ti darà quello che stai cercando e anche
qualcosa che non ti aspetti. Se vuoi coltivare la tua voglia
di scrivere e la tua creatività, qui troverai degli spunti appropriati.
Se desideri imparare a raccontare storie che facciano emozionare
e sognare i tuoi lettori, con questo manuale potrai muovere
i primi passi di un cammino impegnativo, ma gratificante.

Ti verrà chiesto di scrivere tutti i giorni. Di farlo anche quando
non ne hai voglia. Di trattare la scrittura e la creatività come
muscoli che devono essere allenati di continuo. Ti verrà inoltre
chiesto, per un periodo di tempo limitato, di attenerti alle regole
proposte, anche quando ti sembreranno ostacoli all’ispirazione.

Sarà la tua passione per la scrittura a sostenerti in questo viaggio.

Dopo i primi tempi, ti accorgerai che idee e intrecci inizieranno
ad affollarsi nella tua mente. Che nuovi personaggi busseranno
alla porta, chiedendo di prendere vita e di camminare dentro e
Fuori i libri che scriverai. Fammi sapere com'è andata!

Buona lettura! Giuliana Salerno

24 apr 2012

Come trasformare un testo in un saggio su un personaggio storico

Poniamo il caso che avete realizzato una tesina, o un testo simile, ispirata a un personaggio storico. Ora questa tesina sta lì, in un cassetto e non vi serve più a nulla. Potete riutilizzarla e rivederla per farne un saggio, in questo caso parliamo di un saggio su un personaggio storico.



Prima cosa da fare: rileggere. Riprendete in mano il testo che avete elaborato, così da farvi un’idea di ciò che avete prodotto. Magari avete scritto questo testo anni fa, per cui è logico non ricordarsi molto su quanto è stato scritto, men che meno i dettagli. Rileggete e fate mente locale su quanto scritto.


Cercate del materiale sul web. Normalmente le tesine sono abbastanza striminzite, per cui se volete pubblicare un saggio dovete rimpolpare il testo. Iniziate cercando notizie del personaggio storico su cui state lavorando su Internet, vi basterà inserire nome e cognome nel motore di ricerca di Google per trovare subito le prime informazioni. Wikipedia è un’enciclopedia virtuale da cui partire, che in fondo alle pagine suggerisce anche siti da consultare. Partite da qui e ampliate la ricerca attraverso i siti consigliati. Se non esistono siti consigliati, continuate la ricerca su Google e salvate le pagine che v’interessano.


Quando avete raccolto sufficiente materiale in Rete, stampate le pagine e tenetele in una cartellina. Per il momento basta questo, le riprenderete in mano in seguito. Ora, passate alla ricerca più specifica in biblioteca. Chiedete al bibliotecario che testi sono disponibili su quel personaggio, eventualmente fatevi consigliare se ve ne sono molti e soprattutto se sono molto simili. Se la biblioteca è piccola può non avere subito a disposizione il libro, ma con il prestito interbibliotecario (cioè fra varie biblioteche) lo potrete avere a disposizione nel giro di pochi giorni.


Spulciate anche fra i dossier. Specie se il personaggio su cui state lavorando è un artista, è facile che la biblioteca abbia anche un dossier, una sorta di riassunto a colori della vita e delle opere della persona, che può essere molto utile se, ad esempio, volete saperne di più su un particolare dipinto, scultura o opera d’arte di altro genere.


Per i libri, oltre a vita e opere, cercate anche quelli che trattano argomenti specifici della vita del personaggio, ad esempio le sue amicizie illustri, fatti della sua esistenza ancora oggi avvolti nel mistero, opere scomparse e così via.


Prendete le pagine che avete stampato da Internet, leggetele e sottolineate per tutte i punti salienti da tenere a mente. Quando trovate uno spunto interessante magari riferito solo in quella pagina, approfondite su Internet e cercate di scoprire maggiori informazioni. Iniziate a leggere anche i libri, ovviamente senza sottolinearli, visto che sono della biblioteca ma prendendo appunti a parte. Anche in questo caso, prestate particolare attenzione a curiosità che magari potrebbero emergere tra le righe, per esempio se si fa cenno ad un carteggio tra il protagonista ed un altro personaggio storico. Potreste addirittura basare tutta la tesina su un particolare cui gli altri avevano dato poca importanza.


Potete anche arricchire il vostro saggio con una documentazione fotografica fatta da voi. Dipende ovviamente dalla lontananza, da quanto tenete a questo progetto, da che cosa ancora esiste da fotografare e se non ci sono vincoli particolari (ad esempio la casa di questo personaggio esiste ma chiusa al pubblico). Informatevi, partite e scattate le immagini che v’interessano. Potete pensare di realizzare un’intera sezione al centro del libro.



Con tutto il materiale raccolto e altro che via via potrà aggiungersi (ad esempio la testimonianza di un lontano parente) iniziate a scrivere e aggiornare la vostra tesina, che in molti casi potrebbe venire stravolta anche in merito allo stile. Le tesine hanno uno stile di tipo scolastico, per un saggio mantenetevi su un linguaggio medio-alto, anche se il testo dev’essere capibile da tutti. Utile è creare a fine testo un piccolo dizionario che spiega i termini più difficili e i tecnicismi.


Quando avete terminato, rileggete e valutate come pubblicare la vostra opera. Potrebbe essere utile far leggere il saggio ad uno storico, meglio se ha trattato anche il personaggio di cui parlate, o ad un docente universitario che si occupa anche di quell’argomento, o comunque a persone che saranno in grado di darvi un giudizio, anche su com’è meglio pubblicare, fermo restando che ovviamente l’ultima parola resta a voi. Se vi arrivano dei suggerimenti per arricchire il vostro lavoro, non indispettitevi ma fatene tesoro. Fate nuove ricerche, aggiungete, limate dove necessario.



Potete pensare di proporre il manoscritto a case editrici specializzate in saggi, saggi storici o storia, o che hanno una sezione dedicata a questi settori, oppure potete affidarvi al print on demand (stampa su richiesta) pubblicando il libro in Rete sotto forma di libro cartaceo o ebook. Ci sono molte piattaforme di print on demand, cercate su Google e ve ne appariranno molte. Valutate bene aspetti come 1) il libro è acquistabile anche su altri siti? 2) Quali sono i metodi per acquistare il mio libro e 3) Come sarò pagato?


Per il primo quesito, alcune piattaforme di print on demand pubblicano il testo ma in seguito questo si può reperire anche su siti che vendono libri, come Ibs o Bol, quindi sarà più facile trovarlo. Per il secondo caso, tenete a mente che non tutti hanno un account Paypal o una carta Postepay, quindi potete optare per una piattaforma che oltre a questi permette altri metodi di pagamento all’utente, come il bonifico o il contrassegno. Per l’ultimo, varia a seconda dei siti, può essere via Paypal o bonifico.


Createvi una pagina Facebook sul vostro libro e soprattutto cercate siti, blog e forum che trattano lo stesso argomento, segnalando il vostro libro. Anche su Facebook, cliccate su “mi piace” sulle pagine dedicate al “vostro” personaggio, o comunque ad argomenti affini e fate sapere che avete pubblicato il libro.


Ovviamente anche per un saggio valgono le regole di promozione che consiglio di solito, oltre a Facebook la creazione di un blog e così via, ma in questo caso potete proporre l’acquisto del vostro testo anche ad Università, scuole, istituti o enti, musei, circoli o altro che si occupano di far conoscere la storia del personaggio.


Lara Zavatteri



Ebook consigliato:

Scrittura Creativa” di Giuliana Salerno.

Tecniche di Narrazione per Trovare l'Ispirazione e Coltivare il Tuo Talento di Autore.


L'Oroscopo degli Investimenti - Marina Roveda


Ebook disponibile su Bruno Editore

Azienda che incontri, segno che trovi. Questo perché anche le
industrie, le società e le attività individuali possiedono un proprio
segno zodiacale. Così, per esemplificare al massimo, la
pionieristica Apple Inc. appartiene al segno dell’Ariete (data di
fondazione: 1 aprile 1976), il motore di ricerca Google a quello
della Vergine, simbolo della catalogazione e della tecnologia
avanzata (data di fondazione: 4 settembre 1998), l’idealista
Gruppo Benetton al segno dei Pesci (data di fondazione: 2 marzo
1965), mentre la società calcistica del Napoli ha visto la luce sotto
il segno più energico e solare dello Zodiaco, il Leone (data di
fondazione: 6 agosto 1926).

Per stilare un attendibile quadro astrologico (anche previsionale)
di queste realtà imprenditoriali, non solo è necessario conoscere
la data in cui sono state fondate, ma anche il luogo e il momento
di sottoscrizione dell’atto costitutivo (se trattasi di società), o
quello in cui l’azienda ottiene (ove questa prassi sia vigente)
presso la locale Camera di Commercio, o i competenti uffici
fiscali, la documentazione necessaria perché possa iniziare a
operare.

Tuttavia potrebbe sorgere una domanda: se anche le aziende e le
attività individuali possiedono un segno zodiacale e spesso anche
un Tema natale, possiamo allora considerarle alla stregua di
organismi viventi?

La risposta è sì, anche se le corrispondenze di segni, pianeti e
Case vanno analizzate in chiave finanziaria. Facciamo un
esempio: la seconda Casa (legata fra l’altro all’immagine
esteriore, all’estetica e alla bellezza) del Tema di un’azienda non
ci informerà tanto su come l’azienda appare all’esterno, quanto
sulle sue risorse finanziarie, sul suo acquisire in termini di denaro
e sul suo atteggiamento economico.

La quinta Casa (riconducibile al gusto per le gioie della vita, i
piaceri e i desideri) svelerà invece la sua creatività e la sua
tendenza alle speculazioni nel senso più ampio del termine come
tentativo di accrescimento finanziario.

Sorprendente vero? Ecco perché in questo corso ho deciso di
passare in rassegna tutti gli argomenti di maggiore attualità e
interesse relativi agli affari e al denaro, sperando di fare un dono
gradito a coloro che vogliono saperne di più su questa
affascinante branca dell’astrologia.

Buona lettura! Marina Roveda

23 apr 2012

Come credere in voi stessi con la musica

A volte è molto difficile credere in noi stessi, specialmente quando si attraversano periodi storti e si vede tutto nero. Oggi vi suggerisco un libro novità che trovate sul sito de Il Giardino dei Libri: “Credi in te e realizza i tuoi desideri” di Tiberio Faraci,  proprio per iniziare ancora a credere in voi e vi scrivo alcuni miei consigli.


Per riprendere fiducia, domandatevi perché l’avete persa. Forse state attraversando un periodo nero, in cui l’autostima praticamente non esiste più, forse siete stanchi, stressati e vi sembra di ripetere ogni giorno sempre le stesse cose, che però non vi portano nuovi risultati. Quindi, individuato il perché, lasciate andare stress e cattivi pensieri con la musica.

Scegliete un brano rilassante, che vi permetta di distendervi e fare in modo che la vostra mente si concentri su pensieri positivi. Mentre ascoltate la musica sforzatevi di immaginarvi senza quel particolare problema che è la causa della vostra insicurezza, immaginatevi liberi e in grado di realizzare qualunque cosa. Non limitatevi a questo, mentre la musica e le vostre immagini mentali scorrono, cercate di “sentire” quello che vedete e udite, in pratica partecipate con tutto il vostro essere a questo momento.

Fate questo esercizio con regolarità, ovviamente in un momento in cui siete certi di non essere disturbati in nessun modo (ottimo se lo fate la sera) e mettete sempre la stessa musica. Questo perché facendo così assocerete automaticamente quelle note al pensiero che vi libererete di quel problema, quel brano sarà il segno distintivo che dirà alla vostra mente che può e deve stare ancora bene. Scegliete la musica che volete, a mio parere è adatta quella di Enya.

Fatto questo, scegliete un altro brano più stimolante che vi servirà invece per fare lo stesso esercizio ma immaginando cosa volete realizzare a breve o, se pensate in grande, nella vostra vita. Il procedimento è lo stesso del precedente, solo che nel primo caso vi verrà più spontaneo ascoltare ad occhi chiusi, mentre con una musica più energica sarà più difficile, ma non c’è nessun problema perché potete immaginare cosa volete anche ad occhi aperti o muovendovi. Se le cose che vorreste realizzare sono diverse, scrivetele su un foglietto e cercate di memorizzarle prima che parta la musica, in modo da immaginarle senza dover leggere.

Anche in questo caso, non cambiate il brano, quando lo sentirete penserete a cosa volete dalla vita e cosa sarete in grado di fare. Immaginatevi come se già aveste ottenuto gli obiettivi che avete in mente, così in qualche modo la mente si “riprogramma” secondo ciò che desiderate. Ovviamente, più vi dedicate a questo esercizio più si rafforzano i pensieri che attireranno le cose che volete e vi arriveranno le occasioni che volete. Non è magia, né utopia, solo il grande potere di ogni essere di sfruttare la propria immaginazione per creare cose, immaginare prima di avere e poi poter dire di avercela fatta.

Quando vi capita di essere giù, ascoltate un altro brano, o più d’uno, orecchiabile e in grado di tirarvi su in un attimo. Memorizzatene il motivo, vi basterà canticchiarlo quando siete a terra per sentirvi subito meglio.

A parte quest’ultimo caso, gli altri due esercizi fateli sempre ad una certa ora, sarà un appuntamento quotidiano per rinforzare il vostro focus mentale e regalarvi maggiore autostima, ogni giorno che passa. 


Lara Zavatteri


Libro consigliato: “Credi in te e realizza i tuoi desideri” di Tiberio Faraci


DESCRIZIONE 
Le persone che incontri non hanno fiducia in te? La loro prima impressione a volte è negativa? E tu, non credi abbastanza in te, nella tua forza e nelle tue possibilità?
Se non ti fidi di te è perché hai paura! Se non sei predisposto a raggiungere i tuoi obiettivi, se pensi di non poter contare sulle tue forze, allora il timore di non farcela ti convince che non c’è soluzione. La paura, infatti, è la peggiore fede che si possa scegliere, e come ogni fede può essere devastante per chi la interpreta in modo assoluto.


DietaCuore - Sabrina Giacardi

Ebook disponibile su Bruno Editore

Benvenute, amiche. Eccovi qui di fronte all’ennesimo corso che
parla di dieta, di dimagrimento, ma di fronte all’ennesima
speranza, forse tra queste pagine troverete davvero una soluzione
ai vostri problemi di peso
. Innanzitutto vi ringrazio per avermi
voluto dare questa fiducia, nonostante i probabili precedenti
fallimenti. Poi vi faccio le mie congratulazioni, perché se avete
già provato più volte a mettervi a dieta senza riuscirci e siete
ancora disposte a provarci, allora meritate tutti i miei più sinceri
complimenti.

Quante pillole miracolose, strategie magiche, quante illusioni
sono già riusciti a propinarvi? Quante variopinte diete avete già
provato senza portarle a termine? Io tantissime prima di capire
che nessuna funzionava davvero. Dopo tutta una serie di
fallimenti e anni di frustrazioni, con un peso che ostinatamente
oscillava tra i cinquantotto e i settantatré chili in su e giù
repentini, un armadio riempito con abiti di almeno tre taglie
differenti, in modo da potermi adattare ai periodi… be’ ho deciso
che la formula magica dovevo trovarmela da sola. Così ho
cominciato a leggere, a fare ricerche, a sperimentare su me stessa
e alla fine ho scoperto qualcosa che ha cambiato il mio approccio
al regime alimentare.


Ho capito che avrei potuto passare la vita a tentare tutte le diete
più improbabili
: zona, hawaiana, californiana, del minestrone ecc.

Nessuna di queste avrebbe funzionato perché tutte si basano su un
concetto totalmente sbagliato: e cioè che alimentarsi sia qualcosa
di legato alla nutrizione del corpo
, ignorando che l’atto del
mangiare ingloba ben altre componenti, nutre la mente, nutre
l’anima e scalda il cuore. E solo capendo questo, accettandolo, si
può arrivare a comprendere quanto una dieta non possa basarsi
solo su una tabellina con qualche nuova regola alimentare. Si
tratta di un percorso, di un vero e proprio cammino verso il
cambiamento.

Voglio essere sincera da subito con voi, in questo ebook non
troverete una formula magica. Dimagrire e mantenere il giusto 
peso corporeo non è facile e nemmeno immediato. E non credete
alle favolette che raccontano in giro. Non basta tirare la cinghia
un mesetto o due per aggiustare la situazione.

Anticipo che non fornirò nessuna speciale strategia nutritiva. Ho
lasciato le regole alimentari e le indicazioni sull’esercizio fisico
come ultime, proprio perché devono essere il nostro ultimo
pensiero. E non vi troverete nulla di nuovo… è tutta la parte
prima quella interessante, quella che dovete assaporare con
lentezza per essere certe di aver assorbito ogni minimo concetto.

Se volete raggiungere l’immagine mentale di voi stesse snelle,
sane e in perfetta forma,
dovete effettuare una vera
trasformazione a trecentosessanta gradi, dovete tirarvi su le
maniche e cominciare un lavoro su voi stesse che andrà a scavare
in profondità, andrà ad attaccare parti sepolte della vostra identità,
un lavoro che vi plasmerà e vi rimodellerà assecondando l’antica
saggezza del cuore.
E allora, se ve la sentite, cominciate a leggere
e cogliete l’occasione al volo: partite dalla dieta e cambiate la
vostra vita
. In bocca al lupo a tutte.

Buona Lettura! Sabrina Giacardi

20 apr 2012

Le Aste Immobiliari - Arcangelo Fabrizio - Cristiano Giulini


Corso di Formazione Digitale disponibile su Bruno Editore
Il mio primo approccio al mondo delle aste immobiliari è stato
alquanto prudenziale, leggendo i pochi testi a disposizione e
partecipando da spettatore alle gare d’asta, fattore che mi ha permesso
in poco tempo di conoscere esperti del settore con i quali scambiare
informazioni e strategie. Con il tempo ho partecipato anche a seminari utili non
solo in termini nozionistici ma anche per chiarire dubbi e per
imparare nuove strategie operative utilizzate e sperimentate sul
campo successivamente, con buoni risultati.

Nell’ultimo anno, forte di quanto appreso, ho iniziato ad
affiancare parenti e amici nell’affrontare l’acquisto di immobili
all’asta, con risultati ottimi e con grande soddisfazione personale;
questi fattori mi hanno convinto a scrivere un corso
sull’argomento. Le aste immobiliari sono per molti un tabù.

Vengono a volte viste come fenomeni riservati a pochi
“privilegiati” e l’ambiente che le circonda viene spesso associato
alla malavita. In realtà le aste rappresentano oggigiorno, in
particolare dopo la riforma del 2006, una grande opportunità
aperta a tutti, un’opportunità da sfruttare per acquistare la casa dei
tuoi sogni con uno sconto medio del 20-30%, piuttosto che per
compiere operazioni speculative o finalizzate al rendimento dei
tuoi risparmi.

Questo corso è nato dalla volontà di supportare chi, come te,
condivide la mia stessa passione per il mercato degli immobili e
per quello che rappresenta uno dei canali principali di
acquisizione degli stessi, ossia il mondo delle aste immobiliari.

Come scoprire il bello di camminare

Camminare è qualcosa che si fa sempre meno e che invece oltre ai benefici a livello fisico fa bene anche al morale. Inoltre, camminando si possono scoprire nuovi itinerari, avvicinarsi alla natura, ma anche agli aspetti storici e culturali di un luogo.

In questi giorni è in corso a Bolzano il Festival del Camminare, alla sua prima edizione, destinato sia ai residenti che solitamente camminano poco sia a chi proviene da fuori, anche da altri Stati. Domani e domenica saranno gli ultimi due giorni del Festival, che ufficialmente si è aperto oggi ma che ha avuto anche alcuni giorni di pre festival con eventi.


Cosa offre il Festival del Camminare? Per tutti coloro che vorranno partecipare, la possibilità di conoscere una città come Bolzano a piedi, grazie a itinerari in calendario giorno per giorno. Domani, ad esempio, è prevista una camminata all’alba che però è stata pensata per renderla fruibile anche alle persone con qualche handicap, mentre durante il giorno si potrà camminare partendo da castel Roncolo, ma anche partecipare a  passeggiate pensate per i genitori con bambini anche piccolissimi per ammirare i panorami più belli di Bolzano, una camminata poetica multilingue con poeti italiani, tedeschi e ladini, o ancora la camminata artistica, sulle tracce degli antichi pellegrini e la camminata al tramonto, anche questa per persone diversamente abili, con ritrovo sotto il ponte Talvera.


Tra le esperienze che si potranno fare l’ultimo giorno del Festival, domenica 22, la camminata in nordic walking, disciplina che prevede la camminata con i bastoncini, la visita guidata al Messner Mountain Museum di castel Firmiano, creato dall’alpinista Reinhold Messner con cimeli, opere e molto altro che raccontano la sua esperienza e il rapporto che da sempre lega l’uomo alla montagna, in qualsiasi parte del mondo. Anche in questa giornata sono previste attività per bambini, giochi di orientamento e un incontro sul camminare e l’handicap.


Tre appuntamenti che saranno sempre accessibili durante il festival sono in piazza del Grano la Piccola fiera del camminare dove scoprire libri e realtà legate al mondo del camminare, camminare sulla slackline sul fiume Talvera e sempre qui una camminata nel labirinto. Insomma si tratta di un evento adatto a tutti, che propone escursioni più impegnative per i più esperti oppure itinerari più soft per tutti gli altri.


Se volete conoscere tutti i dettagli dell’iniziativa questo è il link della manifestazione Festivaldel Camminare.


Al di là dell’evento di Bolzano, potete iniziare a camminare quando volete (tempo permettendo), non occorre correre, anzi la filosofia è proprio quella di scoprire lentamente, osservando la natura, ma anche scorci di paesi e città che magari utilizzando i mezzi pubblici o l’automobile non avreste mai visto. Il bello è che si può fare dappertutto e a qualunque età, in montagna, in pianura, nelle grandi città, dappertutto.


Siccome camminare è una buona pratica fin da bambini, oggi vi suggerisco questo libro adatto appunto ai ragazzi che spiega la bellezza del camminare, oltre all’itinerario in sé e che può essere da spunto per iniziare a vedere il mondo con occhi diversi.


Lara Zavatteri


Libro consigliato “A piedi” di Paolo Rumiz


DESCRIZIONE 
Paolo Rumiz, racconta "passo dopo passo" (in questo caso letteralmente) l'esperienza di un itinerario a piedi lungo una settimana. Una narrazione che consente di aprire finestre su mille temi: lupi, orsi, stelle, bivacchi, incontri, mappe, orientamento, frontiere, storia e storie.
Il tema più importante è però "camminare", tecnica che abbiamo dimenticato sostituendo sempre di più viaggi virtuali a quelli reali.

19 apr 2012

Come moltiplicare il fatturato della tua azienda

Non tutte le aziende possono farlo. Eppure è una delle più potenti strategie
per moltiplicare la ricchezza e il fatturato di un'azienda.

Sto parlando di internazionalizzare l'azienda, esportando o traducendo
i propri prodotti all'estero.

I più grandi finanziamenti da parte di venture capitalist e business angels
avviene proprio con la finalità di internazionalizzare un'azienda italiana.

Il motivo è molto semplice: l'Italia è un mercato minuscolo rispetto
al resto del mondo o anche solo rispetto al mercato di lingua inglese.

Parliamo di 1.000.000.000 di persone contro i nostri 60.000.000.

Se qui in Italia fatturi 1.000.000 di euro, internazionalizzando l'azienda
è normale moltiplicare per almeno 10 volte il fatturato.

I passaggi per poterlo fare sono questi:
  • creare un team che si occupi dell'estero
  • trovare nuovi clienti all'estero
  • imparare a fare vendite all'estero
Se vuoi approfondire questi temi, ti consiglio questo corso specifico in 4 moduli
per imparare come rendere internazionale la tua impresa.

Per saperne di più:
Internazionalizzare l'Azienda.
Come Aumentare il Fatturato della Tua Azienda Attraverso
un Approccio Strategico ai Mercati Esteri.


Si tratta di un corso completo che ti guida passo passo a internazionalizzare l'Azienda.

Come ottimizzare al meglio i vari social network a cui siete iscritti in contemporanea

Se siete iscritti ad un social network, ad esempio Facebook, potete aver selezionato l’opzione per cui ogni volta che scrivete un post sul social questo viene ripreso su altri a cui siete iscritti. Ottimo per velocizzare il tutto, però è meglio tenere a mente anche alcuni consigli.

Per prima cosa, sarebbe una buona regola usare la stessa immagine per tutti i social cui siete iscritti. Quando create un profilo inserite una delle vostre immagini migliori e usate quella per tutti, in questo modo quando qualcuno vi cercherà in Rete vi individuerà subito. Quando cambiate l’immagine su un social o la modificate, fatelo anche negli altri.


Stessa cosa per gli aggiornamenti, nello spazio dedicato alle informazioni. Probabilmente vi siete iscritti in periodi diversi a Facebook, Myspace, Twitter o altri, per cui alcune informazioni potrebbero trovarsi su un social ma non sugli altri. Controllate periodicamente se sulle informazioni la vostra biografia è completa, soprattutto se, ad esempio, avete aperto un nuovo blog e quindi aggiungendo il link relativo per farvi raggiungere facilmente, o se avete iniziato a collaborare con altre persone o avete fatto nuove esperienze (come dei corsi) se state cercando lavoro.


Non occorre che il design (questo per Myspace e Twitter) sia identico, anzi meglio differenziarli per non far apparire i vostri spazi virtuali come delle fotocopie. Però cercate di curarli facendo attenzione che per prima cosa si leggano bene sia i post sia tutte le altre scritte e in secondo luogo per evitare di dare un senso di “cupezza”, quindi niente tinte troppo scure sui social.


Controllate di tanto in tanto i link. Anche se avete collegato i vari social network e i post che scrivete su uno si vedono automaticamente anche sugli altri, per sicurezza di tanto in tanto provate a fare una prova e cliccate sui collegamenti, per assicurarvi che il tutto funziona e chi vi segue è rimandato sulle pagine giuste.

Normalmente si utilizza di più un social e molto meno o per nulla gli altri, per questo si è scelto di collegarli. Però, se usate Facebook quotidianamente e gli altri quasi mai, avrete amici e persone che vi seguono di cui non sapete assolutamente nulla. Prendetevi del tempo per conoscere almeno un po’ chi vi richiede l’amicizia anche sugli altri social, per lasciare commenti o rispondere a domande, così da instaurare un rapporto anche sugli altri social.


Per tutti i social, potete pensare di dare una sorta di benvenuto a chi visita la vostra pagina e vi ha richiesto l’amicizia, grazie a un video. Potete realizzarlo facilmente con una webcam e usando Youtube, creando un breve video in cui vi presentate (in sintesi), se avete un’attività che sponsorizzate sui social la presentate e infine ringraziate. Sarà un ottimo biglietto da visita.



Infine, non dimenticate di far sapere che siete sui social ai lettori del vostro blog. Potete farlo facilmente integrando un gadget o un badge dei diversi social sul blog, oppure semplicemente inserendo un’immagine (come il logo di Facebook) collegato alla vostra pagina personale. Se avete un sito, create uno spazio con le icone piccole dei diversi social collegati alle pagine, invitando i lettori a seguirvi anche lì.


Lara Zavatteri

Leggete il libro "Facebook per tutti" di Chiara Cini


DESCRIZIONE  
Vorresti raggiungere i milioni di utenti italiani che sono già su Facebook? Iniziare a muovere i primi passi nel social network più famoso del mondo e utilizzarlo al meglio è più semplice con questa pratica guida.
L'autrice ti accompagnerà passo passo dall'iscrizione alle impostazioni relative alla privacy per mettere al riparo le tue informazioni personali; dalla costruzione della tua rete di relazioni alla gestione delle richieste di amicizia e dei messaggi; dalla pubblicazione delle fotografie e dei tuoi link preferiti fino all'utilizzo di applicazioni e alla partecipazione a gruppi e pagine.

18 apr 2012

Come risparmiare subito sulla spesa

La spesa quotidiana può essere un vero salasso, specie di questi tempi. Ecco alcuni suggerimenti per evitare di spendere troppo e risparmiare.


Comprate tutti i giorni solo l’indispensabile, come il pane e il latte e fate solo quando serve una spesa grossa, una spesa cioè che vi permetta di andare avanti tranquillamente per alcune settimane. Fate una lista di tutto quello che vi serve prima di lanciarvi in questo tipo di spesa, così da non dimenticare nulla e non dover ritornare al supermercato.


Per questo tipo di spesa, affidatevi ai supermercati che vi permettono di risparmiare senza scadere in qualità, come le catene Eurospin, dove potete trovare a prezzi stracciati o quasi anche piccoli prodotti o elettrodomestici per la casa, oltre che per il giardino. I prezzi sono buoni e si trovano periodicamente offerte vantaggiose.


Nei supermercati i prodotti non sono disposti a caso. La maggior parte delle persone entra in un supermercato per acquistare due-tre prodotti ed esce con il carrello pieno. Perché? Semplicemente perché vengono messi in bella vista prodotti allettanti dal punto di vista estetico, oppure golosità o altro che “colpiscono” l’occhio e tentano il compratore. Tenete a mente che i prodotti che costano meno sono quelli, di solito, posizionati sugli scaffali più bassi.


È una pratica che si sta diffondendo anche quella di offrire a metà prezzo i prodotti che sono in scadenza, ad esempio yogurt o altri prodotti alimentari costituiti da latticini. Solitamente potete trovarli accanto alla cassa, approfittatene, vi basta consumarli prima della scadenza e intanto avrete risparmiato.


Informatevi se esistono giornate con sconti speciali, ad esempio alcuni supermercati un certo giorno della settimana applicano sconti sulla carne, per cui vi basterà tenerne conto per risparmiare anche su questo. Fatevi mandare a casa i volantini promozionali con le offerte da non perdere, così resterete sempre aggiornati.


Coltivate le erbe aromatiche. Anche se abitate in città, basta un terrazzino per far crescere nei vasi piante come il basilico, il rosmarino o la salvia che serviranno ad insaporire i vostri piatti, a zero spesa! Volendo anche in città potete coltivarvi anche alcune piante di pomodoro, tenendo conto che necessitano però di sole, perciò dipende dal luogo in cui vivete e dall’esposizione della casa.


Piccoli trucchi durante la spesa. Portatevi da casa una o anche più di una borsa in tela, così da non utilizzare le borse di plastica che costano comunque dei centesimi. Inoltre, ricordate di far presente alla cassiera che avete già la borsa prima che batta lo scontrino, altrimenti in automatico vi conteggerà una borsa (o più d’una) di plastica nel conto. Se non avete una borsa di tela, ormai si trovano in tutti i supermercati, oppure potete utilizzare anche le scatole di cartone che si trovano in fondo al bancone. Anche in questo caso, ditelo prima alla commessa, così non vi consegnerà né vi farà pagare le borse di plastica. Inoltre, potete riutilizzare gli scatoloni come contenitori e se non prendete le borse contribuite a difendere il Pianeta dai rifiuti.


Infine, fate qualche sacrificio. Magari siete abituati a mangiare da anni quella marca di brioche, provate a comprarne altre che costano meno, potreste fare deliziose scoperte!



Lara Zavatteri


Ebook consigliato: “Tutti i segreti per spendere meglio” di Giuseppe Altamore, disponibile anche in versione cartacea.


DESCRIZIONE 
Una guida che offre consigli per risparmiare senza farsi mancare nulla: dalla spesa quotidiana alla casa, all'auto. Le risorse familiari sono limitate e il miglior incremento del reddito che possiamo realizzare è spendere con oculatezza senza sprecare. Per raggiungere l'obiettivo è necessario conoscere alcuni trucchi e avere una buona organizzazione. Il volume offre molti spunti e indicazioni pratiche per dare una svolta al nostro bilancio familiare.


Super Core Training - Simone Casagrande


Ebook disponibile su Bruno Editore

Dopo vent’anni trascorsi a preparare atleti, sento il desiderio di
aiutare quei giocatori, giocatrici e, soprattutto, semplici
appassionati di fitness a ritrovare quella forma tanto desiderata
attraverso l’allenamento della parte più importante del nostro
corpo: il core. Il core non è altro che l’insieme dei muscoli che
formano la parte centrale del nostro corpo.

Durante la mia settimana super impegnata, trovo comunque il
tempo per tre ore di allenamento rivolte alla mia persona. Gli
esercizi per il core fanno sempre parte del mio programma, anche
perché, avendo giocato fino a trentasei anni, ho provato su me
stesso i benefici che questi movimenti apportano al fisico. Gli
esercizi che troverai in questo ebook sono fondamentali per tutte
le discipline sportive (basket, calcio, nuoto, ciclismo, volley ecc.),
ma soprattutto per quelle persone che si allenano solo per il
piacere di stare in forma.

Quando parliamo di core training, infatti, parliamo di movimento
e non esiste nessuna azione dinamica che non passi per il nostro
centro. Anche semplici azioni quotidiane richiedono l’intervento
del core, come lavare una macchina, sollevare un bimbo, passare
l’aspirapolvere ecc., ed è proprio per questo che è importante
renderlo funzionale. Personalmente, ho lavorato e sto lavorando
con tanti atleti; alcuni di loro giocano in serie A e per me è una
soddisfazione enorme aver contribuito nel mio piccolo alla loro
“scalata” sportiva.

Gli esercizi di core stability hanno sempre fatto parte
dell’allenamento giornaliero dei miei ragazzi e, proprio grazie al
lavoro sul nucleo centrale del corpo, questi atleti hanno migliorato
la loro velocità, potenza, resistenza e flessibilità. Ma attenzione,
perché le proposte che vedrai in questo ebook sono perfette per
tutti gli sport, per uomini e donne e soprattutto per chi si allena da
solo con l’unico scopo di migliorare il proprio fisico.

Allenare questa parte del tuo fisico ti permetterà di praticare più a
lungo lo sport che preferisci. Come tutte le cose che danno
benefici, anche allenare il core non è una passeggiata. Gli esercizi
sono impegnativi e ci sarà da sudare, ma il risultato che otterrai ti
ripagherà alla grande di tutti gli sforzi fatti. Schiena protetta,
addome scolpito, più velocità, più forza, più potenza, più
resistenza e più flessibilità. Non mi sembra cosa da poco per chi
vuole migliorare le proprie prestazioni sportive.

Fare addominali, lombari per tantissime ripetizioni, oppure
correre, saltare, sprintare, lanciare, senza passare attraverso
l’allenamento del core, non è un’esercitazione completa. Questo
corso ti aiuterà e guiderà attraverso un percorso graduale verso
un fisico invidiabile e i benefici saranno incredibili!

Al termine dell’ebook sarai in grado di far lavorare il tuo core in
maniera perfetta e gli esercizi svolti ti permetteranno di avere un
fisico scolpito e definito fuori, forte e potente dentro. Anche quei
fastidiosi dolori lombari spariranno alla svelta perché un core
forte protegge il rachide e ti permette di svolgere i tuoi
allenamenti preferiti in tutta tranquillità.

Buona lettura! Simone Casagrande

17 apr 2012

Come applicare facilmente la Legge di Attrazione

In linea con il precedente post, vi propongo un dvd che vi farà capire cos’è la Legge di Attrazione e come si applica. Questa legge si basa sul fatto che noi, come esseri umani, siamo come magneti, capaci di attirare qualsiasi cosa, ovviamente sia bella sia, purtroppo brutta.

Già, ma come? Semplicemente con il pensiero, perché, come recita appunto la Legge di Attrazione “i pensieri diventano cose”. Vuol dire quindi che basta pensare a una Ferrari perché compaia nel vostro giardino? O forse che basta pensare alla donna/uomo dei vostri sogni perché di punto in bianco bussi alla vostra porta? Certamente no, sarebbe troppo bello!


Questa legge prevede che noi stessi diventiamo creatori della nostra vita, sia di quella attuale sia del futuro, grazie al pensiero, ma anche con altri supporti. Per esempio, se nella vostra vita volete a tutti i costi diventare un certo tipo di professionista, per prima cosa dovete imparare a crederci, anche quando la vostra mente vi dirà che per voi è impossibile, che non siete all’altezza e via dicendo.


Ripetetevi, con convinzione ed entusiasmo che siete quel professionista, anche se non lo siete ancora. Immaginatevi al lavoro, immaginate i vostri successi finanziari, professionali e fatelo ogni giorno. Bastano pochi minuti ma la vostra mente rafforzerà sempre di più questa convinzione. Non solo. Secondo la Legge dell’Attrazione in questo modo attirerete quella particolare cosa.


Ancora una volta, come? Rifacendoci all’esempio precedente, potrebbe essere un’opportunità che per caso (ma non lo è) vedete su Internet, un corso per diventare quel professionista o dei laboratori, oppure un’esperienza, per iniziare, via Internet. Sono tutte occasioni che vengono seminate sul cammino, basta saperle vedere e non lasciarsele sfuggire. Come in un puzzle, alla fine tutto s’incastrerà alla perfezione e otterrete quel che volete.


Chiaramente, non tutto capiterà dall’oggi al domani. Bisognerà avere la pazienza e la tenacia per continuare, prima o dopo i primi segnali arriveranno. Il bello è che potete applicare questa semplice modalità, che poi si articola anche in altri esercizi, a tutti i campi della vostra vita, dal lavoro al benessere, dai rapporti con le altre persone alla vostra vita sentimentale.


Sembra troppo facile per essere una cosa reale. Provate con delle piccole cose, per iniziare. Il bello è che state cambiando voi e il vostro modo di pensare a voi stessi ed è per questo, perché diventate man mano persone nuove, che le risposte che cercate arriveranno.


Oggi vi suggerisco un dvd perché per molte persone può risultare più semplice comprendere questi concetti grazie a questo strumento, basta ascoltare e in seguito mettere in pratica ciò che avete recepito. L’autore è uno dei maestri del libro The Secret, Il Segreto, che svela appunto cos’è e come funziona la Legge di Attrazione. Potete guardare il video un po’ per volta, quando avete tempo e gli esercizi sono semplici e non noiosi. Se poi volete approfondire, vi suggerisco anche un libro dello stesso autore, una novità, che illustra in sette “passi” come abbiamo il potere di cambiare le cose, giorno per giorno.


Lara Zavatteri




DVD consigliato: "Ottieni i cambiamenti che desideri" di Mike Dooley


DESCRIZIONE
In questo film potente ed estremamente semplice ed efficace possiamo scoprire la magia della vita e capire che siamo veri creatori divini.

Il video contiene esercizi pratici che richiedono meno di cinque minuti al giorno e possono esseremessi subito in pratica, facendoti ottenere obiettivi stupefacenti in ogni area della vita.




Libro consigliato "La magia di cambiare le cose" dello stesso autore 



DESCRIZIONE 
Bastano sette passi per rivoluzionare il proprio sguardo sul mondo: dal primo "comprendi il tuo potere" all'ultimo "aggiusta la tua rotta", l'autore propone le strategie pratiche e i semplici esercizi che aiuteranno il lettore a far propria la magia dell'universo.

Come iniziare a conoscere e applicare la Pnl con un corso base

La Pnl, che sta per Programmazione neuro linguistica, è una serie di azioni che agiscono sul cervello grazie all’uso del linguaggio, della ripetizione, della visualizzazione. In questi ultimi anni se n’è parlato molto, ma non per questo bisogna dare per scontato che tutti la conoscano, anzi. Ecco perché oggi vi propongo questo testo.



Il testo permette a chi non ne ha mai sentito parlare di avvicinarsi a queste pratiche, comprendere ed iniziare a metterle in pratica. In sostanza la Pnl si basa molto sul fatto che siamo noi stessi a poter cambiare la nostra realtà, a determinare cambiamenti, anche ad uscire da situazioni negative. Basta volerlo? Certo, ma bisogna anche passare all’azione.


I peggiori nemici di noi stessi siamo noi. La maggior parte delle volte, quando abbiamo un problema, siamo noi stessi ad ingigantirlo, a renderlo quasi insormontabile, a criticarci e sentirci delle nullità. Insomma siamo noi i nostri nemici numero uno. La Pnl insegna a cambiare direzione, facendo in modo che ognuno si attivi per rimuovere blocchi e pregiudizi che lui stesso ha creato.


Quello che diciamo a noi stessi condiziona la nostra realtà. A meno che non abbiate una forte autostima, difficilmente vi loderete quando avete portato a termine un progetto o, in generale, siete riusciti a concludere positivamente qualcosa, o avete raggiunto un traguardo. Solitamente fate il contrario, cioè sottolineate i vostri errori, vi date degli sciocchi, rimuginate sulle vostre incapacità (presunte incapacità) che credete di avere. Il peggio è che oltre a fare questo, lo ripetete a voce alta. Se vi date degli stupidi, non sarà una buona cosa per il vostro morale né per il vostro cervello. Evitate di sgridarvi tutte le volte che fate un errore, cercate invece di premiarvi, anche solo dicendovi un “bravo” quando riuscite in qualcosa.


Paure, ansie, fobie e tutto quello che vi viene in mente condizionano la vostra vita. Sono percepite così grandi da apparire come mostri nella vostra mente. Rimpicciolitele. Immaginate la situazione di cui avete paura, o la paura stessa e nella vostra mente rimpicciolitela di dimensioni e fatela perdere colore. Fatela sempre più piccina e sfocata, è un modo per avere meno timori. Per sentirvi meglio, insegna la Pnl, fate il contrario: immaginate una situazione positiva, rendetela coloratissima e molto grande e assaporate le sensazioni che vi comunica.


Come ho scritto prima, come parliamo è molto importante per la Pnl, tanto che i problemi non vengono chiamati così ma sfide, qualcosa da superare. Fa meno paura detto così, non è vero? La Pnl insegna a parlare a noi stessi in maniera differente, in estrema sintesi non a dire “ma perché questa cosa spaventosa è capitata a me?” ma a dire invece “ va bene, mi è capitata questa cosa, non me l’aspettavo, ma ne uscirò di certo. Come faccio?” e ad iniziare a cercare soluzioni, rimedi. Insomma, attivarsi per stare bene, senza cedere all’impulso di piangersi addosso e a credere che certe situazioni non cambieranno mai. Siete voi che dovete cambiare, il resto cambierà con il vostro nuovo atteggiamento.


Lara Zavatteri



Ebook  consigliato:“PNL: Corso base” di Ileana Moretti e Vincenzo Palma



DESCRIZIONE 
Questo volume si pone come punto di partenza per chi voglia avvicinarsi alla PNL, migliorando la propria capacità di capire e farsi capire.
Con un linguaggio diretto e concreto offre gli strumenti di base per intraprendere il miglioramento della propria vita personale e professionale.
Integrazione di varie discipline (psicologia, linguistica, cibernetica, teoria dei sistemi), la PNL consente lo studio e l'interpretazione delle potenzialità umane.
Postasi come approccio rivoluzionario allo sviluppo personale e alla comunicazione, ha conosciuto una diffusione sempre più ampia perché fornisce idee, strumenti, tecniche e modelli per migliorare il controllo delle emozioni, avere più sicurezza e motivazione, usare il linguaggio con precisione, modificare comportamenti indesiderati in sé e negli altri, aumentare le capacità di comprendere.




Tecniche Pubblicitarie - Michele Liuzzi


Ebook disponibile su Bruno Editore

Il futuro del web è diventato il presente. La seduzione delle
pubblicità televisive, che si basa sul concetto di marketing
dell’immagine, deve necessariamente lasciare spazio a una nuova
visione: il marketing operativo, non più basato sull’immagine per
sedurre il consumatore, ma su dati empirici.

Analizzando il mondo della comunicazione pubblicitaria online e
offline, ho deciso di arricchire questo corso con esempi concreti e
casi di studio al fine di presentare la reale tangibilità di tali
argomenti. La motivazione che mi spinge nasce da un personale
interesse verso la comunicazione aziendale pubblicitaria, con
particolare attenzione alle dinamiche del web. Io sono un
consulente di marketing per diverse aziende e quotidianamente mi
trovo a discutere di tali questioni con i miei clienti.

Il soggetto moderno è costantemente invaso da messaggi
pubblicitari multisensoriali tali da avere la forza, in alcuni casi, di
spogliarlo del fattore critico e portarlo a compiere scelte di
acquisto incoerenti con i reali bisogni. Intendo fare luce sui
meccanismi di persuasione e manipolazione che le aziende
mettono in atto al fine di monopolizzare il mercato, creando
tendenze commerciali.

Il contenuto di questo ebook, dunque, potrebbe essere utilizzato
come materia formativa nelle scuole di istruzione superiore per
fornire a ogni futuro consumatore gli strumenti necessari per
valutare consapevolmente la decisione di acquisto di un prodotto,
evitando di farlo sotto la spinta della seduzione emotiva del
bisogno sociale, e procedendo sulla base di una scelta autonoma e
in totale libertà. In base, quindi, a gusti personali o alla reale
necessità di acquisto di un determinato bene.

Buona lettura! Michele Liuzzi

Spiritual Marketing - Tania Di Massimantonio


Ebook disponibile su Bruno Editore

Sulla pubblicità, il marketing e le tecniche di vendita esiste una
vasta letteratura; ognuno in base alla propria esperienza e al
proprio successo personale ha creduto bene di cogliere e di
rivelare la chiave per aumentare la produzione, le vendite e i
profitti. Per la pubblicità, però, è soprattutto un problema di idee,
perché sono quelle che muovono il mercato.

E non è tutto. L’idea deve trovare necessariamente un mezzo che
la possa diffondere efficacemente. Qual è il mezzo migliore?

Sono convinta che, come dice Philip Kotler, grande stratega di
marketing: «La pubblicità migliore è fatta dai clienti soddisfatti,
migliore è il prodotto, meno deve essere speso per
pubblicizzarlo». Il punto è che ognuno di noi desidera mostrare
qualcosa di speciale a qualcun altro che ha bisogno di “vederla”.

La pubblicità è assolutamente democratica! Tutti devono poter
trovare uno spazio, il problema è che non sempre gli spazi
possono essere a disposizione di tutti e vedremo perché.

Lo spazio della dimensione materiale, tuttavia, non è che un
problema secondario, perché quello che principalmente dobbiamo
trovare è lo spazio della dimensione immateriale, che è di gran
lunga superiore e costituisce lo spirito necessario per dare forza
attrattiva al nostro messaggio.

Non ci sono concessionarie sponsorizzate per questo spazio e
l’unica concessione possibile è quella che dobbiamo fare a noi
stessi disponendoci a riscoprirlo!

Buona lettura! Tania Di Massimantonio

16 apr 2012

Pnl e Kabbalah - Corso Multimediale

Se esistesse una forza universale che ti può aiutare a raggiungere i tuoi obiettivi, vorresti conoscerla?

Secondo alcuni è la PNL.
Per altri è la Legge di Attrazione.
C'è chi dice che è la Kabbalah.

Io non so chi abbia ragione, so solo che queste 3 forze funzionano tutte molto bene.

Se hai degli obiettivi da raggiungere, allora hai bisogno di tanta motivazione e di strategie solide per fare il tuo percorso.

Se vuoi approfondire questi temi, ti consiglio questo corso specifico suddiviso in più volumi, ognuno dei quali comprende a sua volta diversi moduli.

Per saperne di più: 
Corso Multimediale di Pnl e Kabbalah

Vol.1) Pnl e Kabbalah (5 moduli)
L'Antica Sapienza della Kabbalah e la Praticità della PNL per Attuare il Cambiamento e Centrare gli Obiettivi

Vol.2) Il Libro della Vita (4 moduli)
Tutte le Tecniche per Strutturare gli Obiettivi nel Tempo, dalle Mappe Mentali al Cerchio della Vita

Vol.3) Obiettivi in 3 Passi (3 moduli)
Guida Strategica per Definire, Valutare e Raggiungere ciò che Vuoi


Vol.4) La Nuova Legge di Attrazione (7 moduli)
Come Mettere in Pratica la Legge di Attrazione e Trasformare i Tuoi Sogni in Obiettivi Concreti e Realizzabili

15 apr 2012

L’Alimentazione Macrobiotica - Dealma Franceschetti

Ebook disponibile su Bruno Editore
Questo corso è dedicato a chi, come te, ha già
fatto una scelta importante sulla strada della salute: la scelta
della consapevolezza. Il campo dell’alimentazione è forse
quello dove tutti dicono di tutto e di più, così ci ritroviamo
immersi in un mare di informazioni contraddittorie e spesso
molto tecniche che si rivelano, alla fine, poco comprensibili.

Ma il cibo dovrebbe essere vissuto come qualcosa di naturale, di
immediato. Dovremmo poter accedere a quella saggezza
profonda, seppellita sotto troppi hamburger e patatine, in grado di
farci “sentire” istintivamente che cosa ci fa bene e che cosa invece
ci fa male. Purtroppo i nostri sensi vengono annebbiati da uno
stile di vita frenetico e da un modo di nutrirci sempre più lontano
dalla natura. Così ci affidiamo alle informazioni che troviamo a
portata di mano, che sembrano suggerire l’idea che saper
mangiare sano appartenga a una scienza complessa, per i soli
addetti ai lavori. Ma non è così. Mangiare è l’atto più semplice e
naturale per l’uomo. Bastano pochi concetti essenziali per aprirti a
un nuovo modo di guardare al cibo.

Improvvisamente, scegliere cosa mangiare per rimanere in salute
diventa facilissimo. Come? Rifacendosi alla millenaria tradizione
alimentare di tutti i popoli della terra e approfittando dell’antica
saggezza orientale, attraverso quella che io chiamo, la “bussola
yin e yang”, per orientarsi nella scelta del cibo. Tornando a
un’alimentazione naturale, potrai risvegliare in te la capacità di
“sentire” ciò che mangi e l’effetto che ha sul tuo corpo, per sapere
all’istante di cosa hai bisogno in ogni momento della tua vita.

In questo percorso imparerai a ragionare in termini diversi
riguardo al cibo, semplificandoti la vita. Non dovrai preoccuparti
di calcolare le calorie o valutare quante vitamine, proteine o sali
minerali sono contenuti nel tuo piatto. Mangiare sano è molto più
semplice. Vedrai…

Buona lettura! Dealma Franceschetti