29 mag 2017

Apro la partita Iva: Una guida pratica per il tuo business: tutto su regimi fiscali, tasse e altri argomenti «spaventosi»

Formato Kindle di Carlotta Cabiati (Autore) 

Sì, mettersi in proprio può far paura, ma i primi tempi sono anche super emozionanti, pieni di energia, voglia di fare, idee, stimoli. Finché arriva il tragico momento di affrontare cose molto meno romantiche come: il regime fiscale giusto, le tasse (quanto pagherò?) e l’INPS (ma la pensione poi esiste o è come Babbo Natale?).
Certo, non sono argomenti divertenti, ma vanno affrontati, se si vogliono fare le cose sul serio. E vanno affrontati con consapevolezza. E siccome sappiamo che i primi tempi avrai già il tuo bel da fare, abbiamo pensato di aiutarti dandoti una bussola per partire con le idee più chiare. Si chiama Apro la partita Iva. Una guida pratica per il tuo business: tutto su regimi fiscali, tasse e altri argomenti «spaventosi», ed è un manuale scritto dalla commercialista Carlotta Cabiati.
Si parte dalle basi: cosa si intende per impresa? Che differenza c’è tra ditta e azienda? E tra artigiano e piccolo imprenditore?
Grazie a un approccio molto chiaro ed empatico, Carlotta ti spiegherà quali sono le primissime cose da fare per metterti in proprio: per esempio scegliere il codice Ateco giusto e il regime fiscale più adatto alla tua attività.
Purtroppo, come sai, ci sono alcune cosette antipatiche, quando si è in proprio: le più antipatiche di tutte sono le tasse. Ecco, le vedremo da vicinissimo in modo da imparare a gestirle. Irpef, Iva e Irap non avranno più segreti!
Ricco di esempi pratici e semplici (sappiamo che sono argomenti tosti e non vogliamo che tu perda il filo del discorso!), Apro la partita Iva parla anche di studi di settore, contabilità, fatturazione e si concentra in larga misura sul nuovo regime fiscale agevolato forfetario, usato da moltissimi freelance e professionisti.
Certo, ci sono molti numeri, percentuali e concetti che possono, all’inizio, apparire alieni, ma Carlotta si mette accanto a te, in questo inizio di viaggio, e ti guida passo passo. Per essere informato, consapevole e, di conseguenza, per diventare un professionista migliore.
Questo ebook è realizzato in collaborazione con C+B – la casa + bottega delle imprenditrici creative italiane, fondata proprio da Francesca Marano


16 mag 2017

Oxford english dictionary paperback (Inglese)

Copertina flessibile – 1 mag 2012 di Oxford Dictionaries (Autore)


This fully updated edition offers over 120,000 words, phrases, and definitions. It covers all the words you need for everyday use, carefully selected from the evidence of the Oxford English Corpus, a databank of 21st century English, containing over 2 billion words.The Factfinder centre section gives quick-reference entries on topics including famous people, countries, and science.


Descrizione prodotto
Recensione

[The] quick-reference English dictionary in a new paperback edition from Oxford is fully revised and excellent value for money ... [It is] ideal for quizzes and puzzle-solving. (Suite 101)


Complete dictionary and reference volume all rolled into one, at a splendidly low price. It includes all the words you will ever need for ordinary everyday use set out in the easy-to-use typography for which Oxford dictionaries are famous. (Writers Online)

Gli anni della leggerezza: La saga dei Cazalet 1

Formato Kindle di Elizabeth Jane Howard (Autore) 

È l’estate del 1937 e la famiglia Cazalet si appresta a riunirsi nella dimora di campagna per trascorrervi le vacanze. È un mondo dalle atmosfere d’altri tempi, quello dei Cazalet, dove tutto avviene secondo rituali precisi e codici che il tempo ha reso immutabili, dove i domestici servono il tè a letto al mattino, e a cena si va in abito da sera. Ma sotto la rigida morale vittoriana, incarnata appieno dai due capostipiti affettuosamente soprannominati il Generale e la Duchessa, si avverte che qualcosa sta cominciando a cambiare.

Ed ecco svelata, come attraverso un microscopio, la verità sulle dinamiche di coppia fra i figli e le relative consorti. L’affascinante Edward si concede svariate amanti mentre la moglie Villy si lacera nel sospetto e nella noia; Hugh, che porta ancora i segni della grande guerra, forma con la moglie Sybil una coppia perfetta, salvo il fatto che non abbiano idea l’uno dei desideri dell’altra; Rupert, pittore mancato e vedovo, si è risposato con Zoë, un’attrice bellissima e frivola che fatica a calarsi nei panni della madre di famiglia; infine Rachel, devota alla cura dei genitori, che non si è mai sposata per un motivo ben preciso. E poi ci sono i nipoti, descritti mirabilmente nei loro giochi, nelle loro gelosie e nei loro sogni, in modo sottile e mai condiscendente, dalle ingenuità infantili alle inquietudini adolescenziali.
Ma c’è anche il mondo fuori, e la vita domestica dei Cazalet s’intreccia inevitabilmente con la vita di un paese sull’orlo di una crisi epocale. Mentre le vicissitudini private dei personaggi vengono messe a nudo e vicende grandi e piccole intervengono a ingarbugliare le loro esistenze, si comincia a mormorare di una minaccia che viene dal continente, e che assume sempre più spessore nelle consapevolezze dei protagonisti, fino a diventare tangibile: la seconda guerra mondiale è alle porte.

La prosa sapiente di Elizabeth Jane Howard, il suo sguardo acuto e la sua ironia affilata ci accompagnano in queste pagine mano nella mano, fino alla fine del primo libro della saga dei Cazalet, lasciandoci con la voglia di andare avanti.

La principessa di ghiaccio: La prima indagine di Erica Falck e Patrik Hedström

Formato Kindle di Camilla Läckberg (Autore), Laura Cangemi (Traduttore) 

Erica Falck è tornata nella casa dei genitori a Fjällbacka, incantevole località turistica sulla costa occidentale della Svezia che, come sempre d’inverno, sembra immersa nella quiete più assoluta. Ma il ritrovamento del corpo di Alexandra, l’amica d’infanzia, in una vasca di ghiaccio riapre una misteriosa vicenda che aveva profondamente turbato il piccolo paese dell’arcipelago molti anni prima. Erica è convinta che non si tratti di suicidio, e in coppia con il poliziotto Patrik Hedström cerca di scoprire cosa si nasconde dietro la morte di una persona che credeva di conoscere. A trentacinque anni, con la sensazione di non sapere bene cosa volere nella vita ma stimolata da un nuovo amore, approfitta del suo status di scrittrice per smascherare menzogne e segreti di una comunità dove l’apparenza conta più di ogni cosa.


Recensione

La principessa di ghiaccio. Saga di disgrazie

Soria Piero, Tuttolibri - La Stampa

Spesso c’è del comico in questo virus scandinavo che ha contagiato l’intera editoria: nell’estenuante corsa al sorpasso (in genere c’è poi un titolo buono ogni sei o sette pubblicati) si arriva al punto di definire (in fascetta) Camilla Läckberg una sorta di Larsson in gonnella per contraddirsi (proprio sotto) battenzandola come la nuova Agatha Christie di Svezia. Premesso questo, la sua Principessa di ghiaccio (trad. Laura Cangemi) non è nè l’una nè l’altra cosa: si tratta infatti di un’onestissima saga gialla, permeata di amori e di disgrazie, che si fa leggere con qualche piacevolezza ma priva di particolari squilli. Tutto succede a Fjallbacka, la Portofino svedese, un centinaio di chilometri a nord di Gotheborg: Erica Falk trova il cadavere di Alessandra, antica compagnia d’infanzia, congelato nella vasca del suo cottage di vacanze. S’erano perse di vista a seguito di un misterioso, e mai confessato, evento che fa da perno all’intera vicenda. A indagare è uno scalcagnato commissario trombato e, dunque, relegato di fronte all’arcipelago per attutirne i danni. Fortuna che ha accanto il giovane Patrik Hedestrom, alle prime armi ma sufficientemente vispo per prendere nelle sue mani l’intero bandolo della matassa nonchè gli antichi fili del suo giovanile amore per Erica. Insieme (sono nati entrambi a Fjallbacka quando era ancora un vecchio ed affascinante borgo di pescatori) iniziano un lento beccheggio nel passato scrutando attraverso i vetri del tempo. Parentele, amicizie, odi, amori, rancori e, naturalmente, un mare di pattegolezzi: tutto serve, ogni sasso viene smosso per vedere che cosa nasconde o ha nascosto. Ritmo compassato, ma con un finale sufficientemente convincente.

15 mag 2017

IO X TE = TRE

 Formato Kindle di Maddalena A. Cecere (Autore), Mary Barbagallo (Illustratore)

Lui voleva lei. Lei l'ha umiliato.
Lei voleva lui. Lui l’ha rifiutata.
Dopo undici anni di incontri e scontri, Erika e Manuel si ritrovano all’abituale festa dei coscritti. Complici una generosa dose di alcol e un desiderio a lungo represso, i due finiscono finalmente a letto insieme.
Alleluia!
Ma c'è un piccolo, piccolissimo, effetto collaterale inaspettato: un M&M’s che lui ha impiantato nell’utero di lei senza chiederle il permesso. Ebbene sì, Erika e Manuel si sono moltiplicati. Due persone che non si sopportano e discutono continuamente sono destinate a condividere il resto delle loro vite. Può sembrare uno scherzo del destino, una punizione divina o il Karma che non dimentica, ma Erika e Manuel avranno un bambino, ed è un dato di fatto.
Una tregua che farà acqua da tutte le parti, un legame non desiderato, una convivenza che metterà entrambi a dura prova, un’attrazione difficile da contrastare e le cattive abitudini che saranno dure a morire. Questo, e molto altro, è ciò che dovranno affrontare nei nove mesi più duri della loro vita.

«Vuoi che io mangi qualcosa di sano? Bene, non me ne frega un fico secco della tua riunione. Tu sei insensibile davanti ai miei bisogni e io lo sarò davanti ai tuoi. Alza il culo dalla tua bella sedia imbottita e vai al supermercato».
«Sei nella fase “incattivita famelica”, vero?» domanda.
Il bastardo ha iniziato a dividere in fasi i miei stati d’animo. C’è la “fase geisha” quando sono dolce, quella “incattivita” quando sono leggermente turbata, quella “famelica” quando sono colpita da una fame compulsiva, quella “stronza” quando mi diverto a provocarlo, quella “pazza” quando non ragiono. E tante altre ancora.
«Aggiungici anche la “fase pazza” e avrai il quadro completo della situazione».
«Ahi!» si lamenta.
«Vai al supermercato: ho voglia di semi di girasole, o hai da ridire anche su quelli?».
Non giudicatemi, ho sparato il primo alimento che mi è venuto in mente e che di sicuro non ha in casa.
«Semi di girasole? Stai delirando?».
«Per niente. Hai venti minuti di tempo o lascio le chiavi dietro alla serratura e non ti lascio entrare».
«Non puoi dire sul serio» continua a ripetere. «Non posso muovermi, te li porto questa sera, promesso».
«Questa sera? Io esigo i miei semi di girasole immediatamente».
«Perché proprio questi dannati semi di girasole? Ci sono tanti alimenti più buoni. E poi non sei un criceto».
Mi copro la bocca con una mano per non scoppiare a ridere. Faccio un respiro profondo per riacquistare un minimo di contegno.
«Le voglie sono voglie, e non si contestano. Arrivano e basta, ed è compito dei papà assecondare le mamma. Ergo, è compito tuo».
«Ok, avrai i tuoi dannati semi di girasole, Hamtaro».
Questa volta non posso fare a meno di ridere. «Ti aspetto, non fare tardi o troverai la porta chiusa».
«Sì. Che nervoso che mi fai venire, donna!» esclama, prima di mettere fine alla chiamata.
Sia chiaro, io quei semi di girasole non li mangio: non sono un criceto.

Due uomini buoni

Formato Kindle di Arturo Pérez-Reverte (Autore), Bruno Arpaia (Traduttore) 

L'ammiraglio in pensione Pedro Zárate e don Hermógenes Molina, traduttore di Virgilio e Tacito, sono membri della prestigiosa Real Academia Española, ma soprattutto sono Due uomini buoni, colti e di ampie vedute in una Spagna che invece, alla fine del Settecento, sembra ancora sorda al richiamo dei Lumi, ai sommovimenti che di lì a poco sconvolgeranno la Francia e il mondo intero. Quando i due ricevono dai loro colleghi della Academia l'incarico di andare a Parigi per acquisire, quasi clandestinamente, i ventotto volumi della prima edizione dell'Encyclopédie di Diderot e d'Alembert, all'Indice nei due paesi, nessuno sospetta che il viaggio si trasformerà in un'avventura piena di pericoli e soprassalti, di difficoltà e di agguati. Lungo strade fangose e infestate dai banditi, i due raggiungono la capitale dei caffè e dei salotti, della vita libertina e delle agitazioni politiche alla vigilia della Rivoluzione, ma anche quella delle banlieues più povere e miserabili, alla ricerca del libro che, più di tutti, incarna l'ansia di libertà e fa vacillare troni e governi. In Due uomini buoni, romanzo d'avventura e di idee, basato su avvenimenti reali mescolati alla più spericolata finzione, Pérez- Reverte mostra come i suoi grandi successi siano il risultato di una riflessione profonda sull'arte della narrazione e ci regala un libro che è un inno all'amicizia e alla cultura in tempi di crisi come i nostri.

Le quaranta porte (Narrativa)

Formato Kindle di Elif Shafak 

Ella Rubinstein ha quarant'anni, una famiglia e una casa perfette, e da tempo ha dimenticato che gusto ha l'amore. Quando l'agenzia letteraria con cui collabora le invia il romanzo di un autore sconosciuto per un parere, di certo Ella non immagina che un oggetto tanto innocuo possa sconvolgere la sua esistenza. È così che Dolce eresia e la storia dell'immortale amicizia tra il poeta Rumi, lo "Shakespeare dell'Islam", e il derviscio Shams, suo discepolo, entrano come un vento caldo nella vita di Ella, per spalancare porte che sembravano chiuse per sempre. Dalla Turchia mistica all'America di una casalinga disperata, Elif Shafak tesse uno straordinario inno all'amore, alla sua inafferrabile bellezza, alla sua infinita capacità di travolgerci. E al tempo stesso una celebrazione delle storie che i libri sanno raccontare, a volte cambiandoci davvero la vita. Un grande romanzo acclamato dalla critica internazionale come il capolavoro di un talento fuori dall'ordinario.

Sette brevi lezioni di fisica (Piccola biblioteca Adelphi)

Formato Kindle di Carlo Rovelli (Autore) 

L’impresa che ha compiuto non è da tutti. Fisico teorico di fama mondiale, tra i fondatori della «gravità quantistica a loop», teoria dello spazio-tempo che cerca di unire meccanica quantistica e relatività generale di Einstein, ha spiegato la sua materia a chi ne sa poco o niente. E si è fatto capire. Il suo Sette brevi lezioni di fisica per mesi è stato in cima alle classifiche, tradotto in 24 lingue. L’idea è che l’amore per la conoscenza non debba restare chiuso in un’accademia, che tutti possano comprendere la complessa bellezza di cui facciamo parte. Recensione La fisica spiegata a chi ne sa poco o niente, Tuttolibri - La Stampa
Sinossi Ci sono frontiere della conoscenza dove brucia il nostro desiderio di sapere: sono nelle profondità più minute del tessuto dello spazio, nelle origini del cosmo, nella natura del tempo, nella destinazione dei buchi neri. Qui, a contatto con l’oceano di quanto non sappiamo, bellezza e mistero ci lasciano senza fiato. Queste ‘lezioni’ delineano una rapida panoramica della rivoluzione avvenuta nella fisica del XX secolo e della ricerca in corso, discorrendo, con ammirevole trasparenza, della teoria della relatività generale di Einstein, della meccanica quantistica, dell’architettura del cosmo, delle particelle elementari, della gravità quantistica, della probabilità e del calore dei buchi neri, della natura del tempo e di altro ancora.

L'aikido nell'arte di vivere

 Formato Kindle di Enzo Conte (Autore)

Indice generale
L'aikido nell'arte di vivere1
Premessa3
1 La dimensione mentale: mondo interno e mondo esterno (Ura-Omote)8
2. L'attività meditativa (Zen): cercare noi stessi15
3. La posizione (Kamae)23
4. La respirazione (kokyu)27
5. L'ispirazione (kokyu ryoku)33
6. Il tempismo (Awase)38
7. Il movimento (Irimi tenkan)44
8. La tecnica (Waza)47
9. Il superamento della tecnica (Waza no Yushutsu)56
10. La proiezione cielo-terra (Tenchinage)59
11. Andare verso la morte62
12. L'igiene psicofisica (Misogi)68
13. Le due vie71
15. Il tempo per pensare (Seiza)78
16. Sapere aspettare82
17. Il sapore della sconfitta (Ukemi)88
18. La via della pace93
19 La memoria e il dialogo: Ishin denshin104
20 La ricerca dell'aiki108
Questo testo è la continuazione ideale di Lo zen e l'arte dell'aikido. Alcuni dei temi lì trattati vengono qui ripresi da un diverso punto di vista.
L'aikido viene definito come una filosofia di vita: un'arte per vivere.
Vi sono quindi dei principi, dei modi di essere, delle tecniche e delle esperienze che possono avere un riflesso nella vita di ogni giorno. Il maestro disse: il dojo è come il camerino dell'attore, ci si prepara, ma il vero palcoscenico è la vita.
L'aikido tende in maniera naturale a realizzare la condizione di "Fudoshin", in genere reso con Spirito Immobile, o mente vuota, ma forse meglio è dire spirito o mente imperturbabile (vista la tradizione che il concetto di imperturbabilità dell'animo ha nella nostra cultura): un atteggiamento ottimale per affrontare le traversie della vita. La stessa realizzazione dell'unione fra la spada e lo Zen (Ken-Zen-Ichi-Nyo), cioè tra la mente-corpo e la spada, tra noi e ciò che facciamo, è un valido risultato di questo sistema di allenamento che deve avere riscontro nella nostra attività. L'aikido tende all'affinamento continuo delle proprie capacità, ed è la forma di budo che permette di mettere in pratica, rendendola attuale, la "Via dei Principi Spirituali" (Shinpo no michi o metodo di studio del rapporto uomo-universo), una via che può essere validamente utilizzata da tutte le persone, in ogni situazione dell'esistenza, e non limitata alle arti marziali (così: Tada H., Spirito-Tecnica-Corpo, in Tempu, n°14, giugno 2004).
In questo lavoro si cerca di esaminare gli elementi che possono avere dei punti di contatto con situazioni che si verificano nella vita di ognuno.
Ciononostante questo scritto non è un ammirabile manuale delle istruzioni dalla stupenda chiarezza didattica, come quelli che si trovano allegati ai mobili ikea, né si troveranno brillanti soluzioni come quelle in cui il bianco muove e vince in due mosse. Non è nemmeno un Oracolo manuale alla maniera di Baltasar Gracián. Ogni uomo è un continente diverso e nelle mutevoli circostanze dell'esistere è pericoloso progettare opere così ambiziose, e pesa forse in chi scrive l'obiezione: medico cura anzitutto te stesso.
Serve avvicinarsi alle dottrine orientali, anche all'aikido, con uno spirito non prevenuto ma critico, evitando il rischio di divenire preda di ciarlatani o esaltati, schiavi delle facili formule salvifiche o della vana ricerca della tecnica risolutiva, vagheggiando il mito dell'invincibilità o dell'eterna giovinezza.
Ciononostante l'aikido è un'arte bella che può dare delle sensazioni particolari, e pur non essendo un toccasana, può rivelare un'utilità inaspettata in molte circostanze della vita, e tutto sommato le persone che la praticano non sono peggiori di quelle che abitualmente incontriamo. Anzi, serve dire a completamento di questo disclaimer, che è l'occasione per conoscere persone che al di là dei limiti connaturati alla condizione umana, spesso sono piene di idealità, di ricerca e di aspirazioni, certo non è detto che siano sempre coerenti con quanto professano, ma chi sotto il sole potrebbe mai vantarsi di questo.

Trentino 1:50 000: 3 Wanderkarten 1:50000 im Set inklusive Karte zur offline Verwendung in der KOMPASS-App. Fahrradfahren. Skitouren. Reiten (Tedesco)

Mappa – Cartina ripiegata, set 2017 di KOMPASS-Karten GmbH (a cura di) 

-Die Provinz Trentino erstreckt sich vom Tonalepass im Westen bis zur Pala-Gruppe bei San Martino di Castrozza im Osten. In der Nord-Süd-Ausdehnung reicht sie von Canazei im Norden und im Süden bis zum Gardasee. -Geprägt wird die östliche Trentino-Region durch einzeln stehende Kalkmassive wie Pala- und Sellagruppe, Latemar-Rosengarten, Marmolata und Langkofelgruppe. Daran schließt sich im Süden der Höhenzug des Lagorai an, zwischen dem Fleimstal im Norden und Passo Rolle im Süden. -Zum westlichen Trentino gehören bekannte Berg gruppen wie das Adamello-Presanella-Massiv zwischen Ortler und Gardasee mit Dreitausendern wie Cima Presanella (3556 m) und Monte Adamello (3554 m). -Ebenso die Brentadolomiten, die einzige Dolomitengruppe westlich der Etsch, mit ihren zackigen Türmen und Spitzen (höchste Erhebung Cima Tosa); bekannteste Ausgangsorte für die zentralen Dolomiten sind Madonna di Campiglio und Molveno. -Bedeutendste Städte und Orte sind Trento, Rovereto, Madonna di Campiglio, Riva; die bekanntesten Seen sind der Gardasee, Ledro- und Idrosee, Molvenosee. -Der blitzblaue Molvenosee, die Vajoletttürme im Rosengarten, die Klettersteige der Brenta, der „Sentiero della Pace – Friedensweg“ im Adamellomassiv, ein Stadtbummel in Trient, eine Wanderung in der Lagoraigruppe, im Fassatal oder auf den Piz Boe am Passo Pordoi – all das ist drin in der Region Trentino. Die GPS-genauen KOMPASS Karten sind ideal für Ihre nächste Tour! Der lesefreundliche Maßstab und nützliche Informationen über die Region erleichtern Ihre Planung. KOMPASS Karten enthalten alles Wissenswerte für den Outdoor-Genießer. Wander- und Radwege mit Markierungen je nach Schwierigkeitsgrad, entsprechende Höhenlinien und Vegetationsformen sowie umfassende touristische Informationen. Ausgezeichnet mit dem ITB BuchAward 2010.