18 aprile 2015

Un cliente soddisfatto è per sempre...

Senza clienti soddisfatti il tuo business è morto

Oggi il cliente chiede sempre di più in termini di servizi, qualità e velocità, in sostanza un’assistenza con la A maiuscola. E’ noto che le aziende perdono continuamente clienti principalmente perché l’assistenza che forniscono non risponde adeguatamente ai reali bisogni e mancano contemporaneamente di coinvolgimento e di gentilezza. Un cliente insoddisfatto non fa altro che cambiare azienda magari rivolgendosi alla concorrenza e questo ovviamente genera un passaparola negativo, un grande dispendio di energie ma soprattutto delle significative perdite economiche. Il prezzo da pagare per mantenere e fidelizzare la propria clientela è sicuramente meno oneroso rispetto a quello necessario per riconquistare dei clienti che sono persi o che sono passati alla concorrenza. Il cliente cerca sempre più chiarezza, velocità nelle risposte ed un contatto diretto con l’azienda. E' necessario instaurare un rapporto diretto con il cliente e di rispondere efficacemente alle sue lamentele ma anche alla sue richieste e curiosità, insomma è il modo migliore per creare un rapporto diretto e aumentare la fidelizzazione. Implementare un servizio di questo tipo non è cosi facile come sembra, il personale dedicato deve essere estremamente formato, deve saper comunicare in modo chiaro e semplice, deve riuscire a stabilire un rapporto con chi sta dall’altra parte, in sostanza deve sapere essere estremamente orientato al cliente. Ci vuole formazione, organizzazione e la conoscenza di tutti gli strumenti più idonei al proprio settore. Ricorda: ogni cliente fidelizzato è una vittoria tanto per le risorse che lo hanno gestito quanto per l’azienda che ne guadagna in termini di immagine ma anche in termini economici.

Beatrice Pasciuta - Il diavolo in paradiso

Diritto, teologia e letteratura nel «Processus Satane» (sec. XIV)

Il diavolo sale in Paradiso, deciso a riprendersi l'umanità utilizzando un nuovo formidabile strumento: il processo. Possibile? Composto nel XIV secolo, tramandato come opera giuridica falsamente attribuita a Bartolo da Sassoferrato, il "Processus Satane" è un processo simulato, in forma di dialogo, fra il diavolo, Cristo e la Madonna. Bollato come opera minore e pressoché ignorato dalla storiografia, il testo costituisce in realtà uno straordinario esempio di sincretismo culturale: il linguaggio della teologia serve al diritto come fonte di legittimazione, e di contro la costruzione escatologica e la stessa teoria della Salvezza sono impiantate su una struttura giuridica. In questa prospettiva, il "Processus Satane" viene qui riproposto come punto di osservazione ideale per cogliere le interazioni di una cultura poliedrica e complessa, insieme di teatro e di letteratura, di diritto e di teologia, di scuola e di piazza.








Libro: Il diavolo in paradiso. Diritto, teologia e letteratura nel «Processus Satane» (sec. XIV)

17 aprile 2015

Eugenio Borgna - Come se finisse il mondo. Il senso dell'esperienza schizofrenica

Le psicosi sono le forme più gravi di turba psichiatrica. Proprio intorno a questa forma inquietante si snoda il discorso di Borgna. Le cause prime andrebbero associate a un malfunzionamento dei centri cerebrali e le cure dovrebbero incentrarsi su terapie chimiche (farmaci) o di tipo affine (elettroshock). Questa impostazione è spesso viziata da motivi tutt'altro che scientifici. L'organizzazione sanitaria del nostro paese, come di altri, non è in grado di sopportare i costi di una psichiatria più umana. Eugenio Borgna, pur dichiarando che l'ausilio dei farmaci può essere indispensabile quando si tratta di psicosi e non di nevrosi, difende la necessità di porsi in relazione con il paziente e di "penetrarne" il mondo.


Libro: Come se finisse il mondo. Il senso dell'esperienza schizofrenica

3 segreti per allenarti a casa efficacemente

Al giorno d’oggi non tutti hanno la possibilità di uscire a correre vuoi per problemi di tempo vuoi per mancanza di percorsi adatti. Anche la palestra non è per tutti e non è da tutti: comporta un costo di abbonamento, spesso non indifferente, e in alcune palestre si rischia di essere poco seguiti rendendo gli allenamenti poco efficaci. A causa di questi problemi molte persone decidono di allenarsi a casa.

Questa scelta porta a diverse domande: come mi posso allenare da solo? Che esercizi devo fare? Il movimento che sto eseguendo è corretto? Mi rendo conto che sono domande giuste, legittime. In risposta a queste domande l’ebook “Training at Home” vi darà tutte le soluzioni che cercate.

In questo articolo voglio rivelarti tre segreti per iniziare ad allenarti al meglio a casa.

1) Impara a riconoscere ed eseguire correttamente gli schemi motori e posturali che il tuo corpo può fare. Conoscere la teoria è la base per eseguire correttamente la pratica. Apprendere il movimento dalle fondamenta ti permetterà di praticare perfettamente gli esercizi.

2) Esegui sempre tutte e tre le fasi di un allenamento. Non trascurare il riscaldamento, non fare con sufficienza la fase centrale e non dimenticare il defaticamento che spesso viene tralasciato per stanchezza o noia. L’allenamento è una scienza e come tale ci sono dei principi da rispettare.

3) Impara a respirare. Tu vivi grazie a questa funzione. Respirare correttamente è importante sia durante la giornata che in ogni esercizio che eseguirai. La respirazione che dovrai attuare sarà quella addominale cercando di dimenticare giorno dopo giorno quella toracica.

Solo apprendendo e mettendo in pratica alla perfezione questi piccoli trucchi, puoi già essere in grado di allenarti al meglio. Ora cosa stai aspettando? Infila le scarpe, metti nello stereo una musica che ti piace e … buon allenamento!

A cura di Paolo Babaglioni

14 aprile 2015

Come curarsi con acqua e limone


Se non ci laviamo e se non abbiamo cura della nostra persona, dopo un certo tempo, emaniamo cattivo odore, ci sentiamo in disordine, abbiamo una sensazione sgradevole e non siamo posto.

E ora ti facciamo una domanda: succede la stessa cosa per quanto riguarda l'interno del nostro corpo?

Purtroppo la risposta spesso è: no. Non ci si occupa con la stessa cura e attenzione della pulizia interna del corpo.

Come conseguenza, nell'organismo si accumulano scorie e tossine che nel tempo lo inquinano e lo affaticano, causando malattia.

Come fare allora? con questa preziosa guida "Curarsi con acqua e limone" , Simona Oberhammer spiega come rendere una bevanda semplice un vero e proprio farmaco naturale, che ti aiuterà a mantenere il benessere, a migliorare la linea, a sentirti vitale e a risolvere tanti piccoli e fastidiosi disturbi.

Potrai utilizzare questo rimedio sia per te che per i tuoi famigliari, anche per i bambini e gli anziani. Cosa aspetti? Preparati ad una vera e propria doccia interna.

11 aprile 2015

Guerrieri stanchi di lottare di Samantha Fumagalli: un libricino interessante e agile da leggere.

In un’epoca in cui la competizione, la lotta e il predominio sembrano rappresentare l’unica strada per il successo, l’autrice di questo libro propone un modo diverso di giungere alla realizzazione personale e alla felicità.


“Non sempre chi lotta vince e spesso chi ha successo non combatte o lo fa molto meno di quanto si possa immaginare. – scrive Samantha Fumagalli - Quando apriamo gli occhi su questa verità, anche per un solo istante, avvertiamo tutto il peso della lotta gravare su noi e ci accorgiamo con sgomento di essere stanchi di combattere”.

Il libro si rivolge in particolar modo a tutte quelle persone che sono stanche di passare la vita a combattere e iniziano a intuire che il successo e la lotta non sempre vanno d’accordo. Con semplicità e un pizzico di ironia, ci mostra che gli eroi non sono soltanto guerrieri e amazzoni, ma ne esistono altri dentro di noi, che hanno bisogno di esprimersi. Archetipi come l’amante, il cercatore, il saggio e il mago concorrono a formare la nostra personalità e ognuno di essi ha una lezione da insegnarci.

Il libro è diviso in due parti. Nella prima, vengono affrontate le problematiche di chi vorrebbe “deporre le armi”, ma si sente prigioniero della dinamica del guerriero e vengono offerti suggerimenti e spunti di riflessione per capire da dove origina l’abitudine a lottare e come imparare a godersi la vita da subito. Nella seconda parte, troviamo un percorso pratico di psico-alchimia (corredato da illustrazioni), supportato da una nuova e interessante disciplina: la Dermoriflessologia.

9 aprile 2015

Ilaria Pasqua - Il nostro gioco. “Sogni sospesi”

“Devo portarla via di qui” è l’unico pensiero che Davide ha in mente mentre corre via dal ghetto insieme a sua sorella Flaminia, di cinque anni.

È la mattina del 16 ottobre 1943 e i due ragazzini sono rimasti soli in una Roma che non riconoscono più. I tedeschi hanno preso in mano le redini della città, e loro non sanno dove rifugiarsi per sfuggirgli.

Davide porta avanti il gioco iniziato dai loro genitori per impedire alla bambina di capire cosa sta succedendo. E così farà anche Enrico, un ragazzino dei quartieri ricchi che li nasconde in casa sua rischiando molto. Nonostante una prima iniziale diffidenza nascerà una bellissima amicizia che li salverà da un destino orribile. Continueranno a giocare tutti insieme, trascinati dai sogni magnifici di Flaminia, fino a quando non finirà la guerra, fino a quando non sfiorirà del tutto l’infanzia.

Biografia: 
Ilaria Pasqua nasce a Roma e si laurea alla magistrale del Dams. Da sempre coltiva la passione per il cinema e la letteratura, ma anche per la scrittura che ha il tempo di approfondire durante gli anni dell’università. Da quando ha ricevuto il primo sì e ha capito che poteva davvero scrivere non solo per se stessa non si è più fermata. Ha messo in piedi un sito internet (www.ilariapasqua.net) in cui si diverte a pubblicare recensioni e cerca di dare voce a tutte le idee che la braccano. “Il bambino nascosto nel buio”, il suo primo romanzo, è in pubblicazione con La Ponga Edizioni, “Le tre lune di Panopticon – Anime Prigioniere” è uscito a maggio 2014 per Lettere Animate Editore che ha pubblicato anche il racconto “Quel sigaro” nell’antologia “Aquarium”. Con Nativi Digitali Edizioni ha pubblicato invece i primi due volumi della trilogia “Il giardino degli aranci” (“Il Mondo di Nebbia” e “Il Mondo del Bosco”), e il racconto “You Make Me Feel So Young” nell’antologia “Musica in Lettere”. Con il racconto "Drago da Taschino" ha vinto il concorso "Occhi di drago", tenuto dalla Gainsworth Publishing che l'ha inserito in un'antologia digitale uscita il 27 febbraio 2015.

8 aprile 2015

Instant Profits with Alibaba: Cash in on the World's Largest Economy - China


Instant Profits with Alibaba will teach you how to cash in on the world’s largest economy, China!

Learn Issa Asad’s methods for making money using Alibaba.com, the world’s largest online business-to-business marketplace and Tmall.com, the world’s largest and fastest-growing business-to-consumer marketplace.

Located in China, Alibaba operates a marketplace similar to Amazon and eBay. The company’s initial public offering (IPO) made history and raised more than $25 billion. China is now the largest e-commerce market in the world and market analysts suggest that sales on all of Alibaba’s websites will exceed $700 billion by 2017.

Although these numbers are impressive, very few business owners in the United States have a solid idea on how to make money on Alibaba. Don’t be left behind—learn how to take advantage of the Alibaba opportunity today!

What’s Inside the Book?

• Learn the Alibaba Opportunity
• Discover How to Get Started
• Establish Your Ideal Business Strategy
• Choose Your Products
• Set Up Your Account
• Hire Great Contractors and Agents
• Maintain Respectful Relationships
• Avoid Scams and Fraud
• Promote Your Business
• Think Outside of the Box

Author Issa Asad is the Chief Executive Officer of Quadrant Holdings, LLC, and best-selling author. His book, Instant Profits with Instagram is the first publication of his “Instant Profits” series. Asad’s area of expertise is developing innovative and effective marketing strategies. Through his leadership, he has established several multimillion dollar companies with consistent yearly profit growth. eBook autore Issa Asad

4 aprile 2015

Sebastiano Mauri - Il giorno più felice della mia vita: Ogni coppia ha diritto al suo sì

Siamo gli unici in Europa, insieme alla Grecia, a non aver legiferato sui diritti delle coppie dello stesso sesso. Ci è mancato il coraggio di accantonare vecchi luoghi comuni e di considerare che i pari diritti riguardano la vita di ognuno. Ci è mancato anche un libro come questo. Pagine taglienti e ironiche, che spiegano come in altri Paesi, dopo l’approvazione del matrimonio per tutti, la famiglia tradizionale non sia stata messa in discussione. Che raccontano di società ed epoche in cui l’unione tra persone dello stesso sesso era legale. E mettono a fuoco i gesti di omofobia contro i quali Sebastiano Mauri, e troppi italiani con lui, deve combattere. Un pamphlet acuto e anche ottimista. Perché una cosa è certa: è solo questione di tempo. A scendere in piazza, a breve, saranno madri e padri, fratelli e sorelle, amici, vicini di casa e colleghi di qualsiasi orientamento affettivo. L’obiettivo è uno solo, che ognuno possa sposare la persona che ama.

3 aprile 2015

Oggetto quasi - José Saramago

E se gli oggetti sfuggissero alla loro natura di muti testimoni, per diventare diversamente protagonisti, soggetti dotati di un proprio pensiero e proprie capacità decisionali? Nell’immaginario surreale di José Saramago può succedere. Gli effetti di questo spostamento onirico sono straordinari. Gli oggetti assumono una personalità e un’inedita moralità, ribellandosi ai loro proprietari e guidandoli in comportamenti bizzarri e autolesionistici. Nei racconti di questo libro – raccolti nel 1978 – l’e-pidemia di indipendenza delle cose si diffonde e si radicalizza. In Sedia la protagonista è una sedia occupata da un uomo che al rallentatore viene indotto a cadere (metafora neppure troppo velata della fine del dittatore portoghese Salazar, morto in seguito a una rovinosa caduta da una sedia). In Embargo invece, un racconto ambientato ai tempi del blocco petrolifero sancito dai paesi arabi, l’auto utilizzata da un comune impiegato per andare a lavorare diventa protagonista. Non solo essa si ribella, decidendo fermamente di bloccare il conducente con le cinture di sicurezza, ma porta l’uomo alla morte, in una struggente scena finale di fronte all’oceano. Questi, insieme ad altri quattro racconti, compongono un libro straordinario per capacità creativa e scrittura, degno delle migliori pagine del grande autore portoghese, in cui appare al meglio la sua grande vena fantastica e surreale.