30 ott 2011

Della storia d'Italia, v. 1-2 Dalle Origini Fino ai Nostri Giorni - Sommario di Balbo Cesare, 1789-1853

Record bibliografici
  • Autore: Balbo Cesare, 1789-1853
  • Titolo: Della storia d'Italia, v. 1-2 Dalle Origini Fino ai Nostri Giorni - Sommario
  • Lingua: Italiano 
  • Data di uscita: 14/11/2006
  • Download free ebook: Balbo Cesare, 1789-1853 - della Storia d'Italia, v. 1-2 dalle Origini Fino ai Nostri Giorni - Sommario



  •  Formato: Solo testo   Dimensione: 626 KB   Download Link:   Scarica gratis
  •  Formato: PDF            Dimensione:  787 KB  Download Link:   Scarica gratis  
Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store
Vuoi ricevere gli articoli via e-mail? Iscriviti ora

29 ott 2011

3 Trucchi del Poker...

Sapevi che ci sono 3 Trucchi per rendere il Poker Vincente?

Se li conosci, riuscirai a Usare le migliori tattiche di gioco tra psicologia e matematica :

1) Utilizzare gli Outs e gli Odds, che ti aiutano a calcolare facilmente le probabilità di vincere o perdere un piatto. Come sicuramente sai la matematica è uno dei pilastri del Poker, e padroneggiare il calcolo delle probabilità è proprio come avere una sfera magica che ti mostra e ti dice in anticipo le sorti della giocata.

2) Controllare lo stress e i propri stati emotivi. Riuscire ad avere il controllo totale e la consapevolezza di sè durante una partita, è una delle chiavi vincenti che devi assolutamente avere nel tuo mazzo per gestire efficacemente qualsiasi livello di stress, che come sai potrebbe venire a galla tramite il linguaggio del corpo che ogni avversario scruta scrupolosamente per capire la tua prossima mossa.

3) Studiare i gesti di ogni singolo avversario. Osservare e capire come si comportano i giocatori Weak, Tight, Loose, Aggressive e Maniac, ti darà sempre un fortissimo vantaggio su di loro, e ti aiuterà a prevederne le mosse, proprio come dice quel famoso detto cinese: osserva e conosci il tuo nemico.

Impara a giocare al tavolo ma anche online, acquisisci nozioni di psicologia e i trucchi del Texas Hold'em per anticipare le mosse dei tuoi avversari e diventare un vero campione di poker.

Se desideri  Scoprire le migliori tattiche di gioco tra psicologia e matematica , allora questo speciale manuale di Massimo Di Renzo fa proprio al caso tuo e con esso scoprirai:

  • Il poker da principianti: conoscere le basi;
  • Il poker per gli amatori: perchè applicare le tecniche;
  • Come giocare al tavolo da campioni;
  • Come utilizzare le strategie avanzate;
  • Come usare la psicologia nel poker;

E moltissimo altro ancora...

per approfondire:

Poker Vincente
Scopri le migliori tattiche di gioco tra psicologia e matematica


E se ti interessa l'argomento, ecco altri 3 testi che possono fare al caso tuo:

Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store
Vuoi ricevere i nostri gli articoli via e-mail? Iscriviti ora 

buy a kindle

28 ott 2011

Analisi tecnica per il Forex

 Sapevi che esistono 3 Trucchi per fare la differenza nel Forex?

Quando li conosci e li usi, aumentano notevolmente le tue possibilità di riuscita:

1) Usare e leggere i grafici strategicamente. Come sai un grafico è la rappresentazione precisa di un andamento, e senza di essa sarebbe molto più difficile capire chiaramente come procedere, se c'è continuità oppure se ci sono delle inversioni e così via...

2) Utilizzare le divergenze. Ciò ti aiuterà ad anticipare le forti inversioni di tendenza, e come sai bene saper giocare d'anticipo porta sempre i suoi vantaggi.

3) Usare efficacemente l'Awensome Indicator. Questo ti permetterà di generare validi segnali di ingresso, sarà proprio un indicatore al quale prestare molta attenzione.

Sono diverse le persone che si lasciano incantare dall'innegabile fascino che da sempre riscuote il mondo finanziario, ma sono pochissime quelle che conoscono le giuste strategie per regnare vincenti nel tempo.

Se desideri saperne di più sulle Applicazioni Pratiche per Investire con Le Rappresentazioni Grafiche e La Teoria delle Bande di Bollinger, allora questo speciale manuale di Marco Puzzarini fa proprio al caso tuo e con esso scoprirai:

  • Come acquisire le principali nozioni di analisi tecnica per il Forex;
  • Come interpretare intuitivamente le più importanti formazioni grafiche;
  • Come fare trading di successo con indicatori e oscillatori;
  • Come guadagnare con 5 strategie operative vincenti.


Per approfondire:
Analisi Tecnica per il Forex
Applicazioni Pratiche per Investire con Le Rappresentazioni Grafiche e La Teoria delle Bande di Bollinger




E se ti interessa l'argomento, ecco altre 3 strategie che possono fare al caso tuo:
Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store
Vuoi ricevere i nostri gli articoli via e-mail? Iscriviti ora 

Non avere un buon metodo di studio

Gli 8 errori da evitare all'università: Errore n. 4
Molti studenti universitari NON hanno un metodo di studio efficace!
QUESTO PERCHÉ NESSUNO HA INSEGNATO LORO A STUDIARE!
Se ci pensi bene, nessun professore ti ha mai spiegato come bisogna
studiare, ma ti ha solamente detto : “per domani devi studiare n. x di
pagine” e se il giorno dopo non avevi imparato la lezione “a memoria” ti
dava un brutto voto!


Questo fattore è molto importante perché non avere un metodo di
studio efficace rende il momento dello studio pesante e noioso, facendo
calare la tua motivazione sotto le scarpe!
Non avendo quindi avuto nessuno che ti dicesse come fare, ti sei dovuto
arrangiare e tramite una serie di tentativi ed errori hai creato un tuo
metodo di studio più o meno efficace.

Normalmente la maggior parte degli studenti usa uno dei seguenti
metodi di studio: sottolineatura e ripetizione, schemi e ripetizione,
nessuna sottolineatura e ripetizione. Noti qualcosa che li accomuna?
Tutti usano la ripetizione! Ma la ripetizione è un buon metodo di studio?
In parte può funzionare, perché comunque alla fine memorizzi quello
che ti serve, ma in realtà NON E’ UN BUON METODO DI STUDIO
perché è una memorizzazione di tipo passivo.

La nostra mente per funzionare al meglio, ha invece la necessità di
essere coinvolta in modo ATTIVO nella memorizzazione e non di subire
la semplice ripetizione. Essa inoltre migliora decisamente il proprio
rendimento se si associano delle IMMAGINI ai contenuti da
memorizzare.

Ecco perché già l’utilizzo di semplici schemi magari arricchiti da qualche
disegno, porta certamente maggior risultati rispetto al provare a
ripetere quanto si è sottolineato sul libro.

Esistono però delle tecniche di studio e di memorizzazione create
specificamente per sfruttare l’uso di IMMAGINI e di uno studio di tipo
ATTIVO, per cui mentre stai leggendo per la prima volta il libro sei già
in grado di estrapolare i concetti chiave e di ricordare con più facilità
ciò che hai appena letto.

Queste tecniche dimezzano i tempi di studio e facilitano enormemente
il tuo lavoro. Conoscere queste tecniche semplificherà notevolmente la
tua vita universitaria!

Quando le avrai apprese non potrai far altro che pensare : “quanto mai
non le ho imparate prima!” questa è normalmente la frase che tutti gli
studenti ci dicono dopo che gli abbiamo insegnato queste tecniche ed è
la stessa che noi stessi abbiamo detto quando le abbiamo apprese per la
prima volta!

Vuoi ricevere i nostri gli articoli via e-mail? Iscriviti ora

27 ott 2011

Come trovare idee per scrivere un libro - bambini

Per tutte le mamme, un’idea per scrivere un libro può esser quella di creare un testo in cui raccontano la loro personale esperienza e forniscono suggerimenti a chi è diventata da poco mamma.

Questo tipo di testo, a mio avviso, dev’essere leggero da leggere, vale a dire che non dev’essere uno di quei libri in cui si trovano statistiche sulla fertilità o simili e analisi di qualunque genere, inoltre dev’essere anche divertente. Chi ha avuto da poco un bambino sicuramente commetterà degli errori, il libro dovrà essere in grado di sdrammatizzare.

Chi può scriverlo. Tutte le mamme. Questo articolo non parla della possibilità di scrivere un testo da parte di pediatri o altre figure a contatto con i più piccoli, ma di come le mamme possano mettere a disposizione ciò che hanno imparato ad altre mamme. Ecco alcuni consigli su come strutturare il testo.


Deve “andare al sodo”. Chi ha bambini piccoli o piccolissimi ha poco tempo per leggere. Dovrà ritagliarsi qualche istante tra un cambio di pannolini, i lavori di casa, il lavoro e molto altro. Perciò, è necessario che non debba leggere cinque pagine prima di comprendere cosa deve fare. Praticità, anche nello scrivere, e sintesi. I consigli devono essere veloci e da mettere subito in pratica.


Parlate di voi. Iniziate raccontando per l’appunto la vostra esperienza, comprese paure, dubbi e timori che accompagnano le neo mamme. Scrivete come avete superato tutto e siete riuscite un po’ alla volta a comprendere come fare molte cose per allevare il vostro bambino al meglio. In questo modo vi “avvicinate” virtualmente alle lettrici che si sentiranno partecipi di un’esperienza comune eppure personale per ognuna.


Dividete il libro in capitoli, per praticità. Sarebbe utile anche contraddistinguere i vari capitoli con un titolo dal colore diverso, ad esempio i consigli sulle pappe potrebbero avere un titolo azzurro, quelli per la nanna giallo e così via. Questo per facilitare la fruizione del libro e renderlo più scorrevole. Non ci sarà bisogno di leggere tutto, ma solo le parti che, di volta in volta, interessano.


Pensate anche al risparmio. Tutto ciò che riguarda i bambini di solito costa molto, dai vestitini alle culle, perciò sarebbe importante dare consigli per spendere meno. Da un lato, magari scrivendo consigli per evitare gli sprechi, creare da sole alcuni oggetti di facile utilizzo, scrivendo indirizzi e link di negozi offline ma anche online che vendono articoli per bambini a prezzi bassi.


Potete pensare anche ad una parte del libro dedicata a quando il bambino sarà più grande. Cosa fare, ad esempio, quando inizia a camminare, a parlare, a muoversi da solo, cosa fare quando incomincia a chiedere il perché delle cose, quando giunge il momento di andare all’asilo, a scuola e insomma quando si relaziona con i coetanei e il mondo esterno.



Non sapete quali mamme acquisteranno il libro. Aggiungete, se ne avete la possibilità, anche qualcosa in più, come consigli per mamme che hanno avuto due gemelli, oppure link per trovare prodotti adatti ai bambini con la celiachia o altro.


Infine, non è detto che chi compra il libro sia al primo figlio. Perciò, scrivete, se ne avete avuto esperienza, come trattare il bambino più grande, come parlargli, quando arriva un fratellino o una sorellina.


Lara Zavatteri


Per avere altre idee su cosa scrivere leggete i miei articoli:




Leggete l’ebook “Diventare mamma” di Rita Bertacchini



DESCRIZIONE
Il giorno in cui scopri di aspettare un bambino inizia per te una nuova vita. Anche se quello che avverrà è la cosa più naturale del mondo, sentirai subito l'esigenza di saperne di più. Chi, meglio di una mamma entusiasta, può prenderti per mano e condurti pian piano lungo un nuovo ed entusiasmante percorso? Questo ebook accompagna la tua gravidanza passo dopo passo, dai primi istanti della maternità ai primi giorni di vita del bambino.

Come trovare idee per scrivere un libro-gli animali

Gli animali sono veri amici per chi sa amarli, di qualunque razza essi siano. Se sei alla ricerca di un’ispirazione per scrivere un libro, puoi pensare di ispirarti a loro, sia che tu lavori a contatto con gli animali sia che invece tu sia un amante di cani, gatti e co.

Chi può scriverlo. Come detto, un libro sugli animali può essere scritto da personale qualificato, come un veterinario, un forestale, per quanto riguarda notizie e consigli pratici mentre genericamente, ad esempio per scrivere storie o dare consigli non tecnici, in pratica da tutti.

A chi si rivolge. Un libro sugli animali, verrebbe da dire, può andar bene solamente per lettori che li amano. Questo è certamente vero, ma non del tutto. Anche chi non li ama particolarmente, o non li ama affatto, potrebbe grazie ad un libro imparare a conoscerli ed avvicinarsi pian piano al mondo animale, imparando l’amore per queste creature, sia domestiche sia selvatiche.

Cosa scrivere. Se sei un veterinario o un forestale, hai una buona esperienza a contatto con gli animali. Potresti pensare di scrivere un libro su come curarli, cosa fare in caso di incidenti, piccoli o grandi, come aiutare i nostri amici a quattro zampe o a due a crescere sereni e forti. Se si parla di animali selvatici si può fare altrettanto, magari scrivendo come ci si deve comportare quando si incontrano o come aiutarli durante la brutta stagione, quando trovano poco cibo.


Sempre più spesso si sente anche parlare di Pet-Therapy. Questa terapia, che viene adottata nelle case di cura, ospedali, case di riposo, ma anche in strutture che si occupano di minori o adulti con disabilità, permette alla persona di prendere confidenza con un animale, di solito un cane o un gatto e al contempo di sviluppare capacità nuove o che da tempo erano inutilizzate. Permette alle persone anche di prendersi cura di qualcun altro, di veder crescere un animale e di essere felici per questo.


Chi si occupa di Pet-Therapy può pensare di scrivere un testo, in cui spiega cosa sia questa terapia, dove si applica e soprattutto racconta storie vere di persone o gruppi di persone che hanno tratto dei benefici dalla terapia con gli animali. Si può pensare anche di creare una parte per consigliare quali animali sono più adatti, ad esempio ai più piccoli o alle persone con qualche disabilità, o ancora agli anziani.


Per chi non ha conoscenze mediche, si può optare per un libro con storie di animali, che possono essere vere, ad esempio quando un animale ci ha toccati profondamente e ha condiviso molta parte della nostra vita o quando abbiamo vissuto esperienze particolari con gli animali, ad esempio in Paesi lontani con animali esotici e strani.


Infine, si può pensare di creare un libro che parli degli animali ma per i più piccoli, in modo da avvicinarli a questo mondo. Essenziale sarà scrivere in stile semplice ed essere brevi, anche in termini di numero di pagine, perché i bambini si stancano presto. Ottima l’idea di abbinare al testo immagini o disegni, magari da colorare.


Lara Zavatteri


Per avere altre idee su cosa scrivere leggete i miei articoli:
Come trovare idee per scrivere un libro-ricette e consigli culinari
Come trovare idee per scrivere un libro-giardinaggio
Come trovare idee per scrivere-fai da te
Come trovare idee per scrivere un libro-viaggi


Leggete l’ebook “Tartarughe terrestri” di Marta Avanzi


DESCRIZIONE

Questo libro vi guida alla scoperta dei rettili più antichi presenti sulla terra, creature ancora in gran parte sconosciute, affascinanti e misteriose, non sempre facili da allevare.

Si propone, inoltre, di illustrare tutti gli aspetti pratici delle tartarughe di terra e semiterrestri, fornendo anche un aiuto concreto a chi intende allevare nelle migliori condizioni questi meravigliosi animali. Spiega accuratamente come funziona il loro organismo per rispettare meglio le loro esigenze, in modo tale da poter scegliere l'esemplare più adatto alle vostre possibilità di allevamento. Come mantenerle nel modo migliore, all'aperto e in un terrario, evitando gli errori più comuni, fornendovi le indicazioni più complete su alimentazione, letargo, riproduzione, salute e malattie.

E' ricco di schede con le immagini e le caratteristiche proprie di ogni specie: classificazione, habitat naturale, mantenimento e riproduzione in cattività; una particolare attenzione è dedicata a quelle a rischio di estinzione, per le quali esiste una legislatura internazionale di tutela.

3 Trucchi per creare le Reti Vendita di Successo


Sapevi che ci sono 3 Trucchi per creare le Reti Vendita di Successo?

Pensa che chi già li conosce e li applica genera risultati di gran lunga superiori alla norma.

La prima cosa essenziale è sicuramente creare la struttura della tua rete pianificando l'attività giornaliera su una base settimanale, mentre la seconda cosa importante che ti farà fare la differenza, è capire che i sogni dei venditori sono importanti e potrai alimentarli per aiutarli a fare carriera, facendo attenzione a dividere il piano dei compensi in base ad efficienza ed efficacia.

C'è un'altro punto che è necessario sapere: oltre al fatto di selezionare accuratamente i venditori, bisognerà formarli in modo tale che oltre a concludere le vendite lascino sempre il segno nella mente dei clienti, che saranno così sempre ben disposti a tornare ad acquistare, e a parlare bene di voi e dei vostri prodotti o servizi.

Se vuoi saperne di più su Come Creare le Reti Vendita di Successo trovi tutte le strategie necessarie in questo straordinario ebook che ti svelerà:



  • Come creare il metodo e la rete di vendita;
  • Come creare il piano di carriera per la rete;
  • Come ottenere tante visite da parte dei clienti;
  • Come ottenere successo in visita sfruttando i tre momenti;
  • Come creare il sistema e reclutare i venditori.
  • E moltissimo altro ancora...


Sei pronto a seguire i consigli ad hoc degli esperti nella gestione delle risorse umane?

Per tessere velocemente le tue reti vincenti dai subito un'occhiata a questo testo pratico di Luca Tripiedi:
Come Creare la Rete, Reclutare, Selezionare e Inserire il Personale

26 ott 2011

Lezioni e Racconti per i bambini di Baccini Ida, 1850-1911

Record bibliografici
  • Autore: Baccini Ida, 1850-1911
  • Titolo: Lezioni e Racconti per i bambini
  • Lingua: Italiano 
  • Data di uscita: 20/02/2006
  • Download free ebook: Lezioni e Racconti per i bambini di Baccini Ida, 1850-1911



  •  Formato: Solo testo   Dimensione: 162 KB   Download Link:   Scarica gratis
  •  Formato: PDF            Dimensione:  267 KB  Download Link:   Scarica gratis  
Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store

3 segreti per scrivere articoli online

Sapevi che ci sono 3 Segreti Per Scrivere Articoli Vincenti Online?

Grazie ad essi, riuscirai anche tu a passare facilmente Dal Cartaceo al Digitale imparando a Scrivere Articoli da Professionista.

1) Strutturare un articolo. Proprio come la struttura di un progetto darà vita  e renderà stabile una costruzione, anche la struttura di un articolo è fondamentale, ed è il primo passo da compiere per crearlo e renderlo vincente.

2) Dopo averlo strutturato a pennello, è importantissimo integrare e sfruttare le immagini e la fotografia negli articoli, perchè come sai anche l'occhio vuole la sua parte e tutti sanno bene che un immagine spesso conta più di molte parole, ed è proprio per questo che devi sapere come integrarle e sfruttarle efficacemente nei tuoi contenuti.

3) Indicizzare l'articolo creato. Questo passo è ciò che ti permetterà di far trovare i tuoi articoli dai motori di ricerca e quindi di essere trovati dalle persone a cui interessano. Se trascuri questo fattore chiave rischi di lasciare che i tuoi articoli rimangano invisibili nel web, e sarebbe proprio un peccato prepararli con tanta cura senza che nessuno li legga vero?
Dopo il boom dei blog in molti si sono cimentati nella scrittura interattiva; alcuni sono persino riusciti a fare della scrittura la propria fonte di reddito. Vuoi riuscirci  anche tu?

Se desideri saperne di più su come fare un balzo di qualità Dal Cartaceo al Digitale, e Fare Tue Tutte le Strategie e le Informazioni Necessarie per Scrivere Articoli da Professionista, allora questo speciale manuale di Eleonora Gurrieri fa proprio al caso tuo e con esso scoprirai:
  • Come funzionano i giornali;
  • Come funzionano i giornali online;
  • Come scrivere un articolo per il web.
  • Clicca qui per approfondire:


Dal Cartaceo al Digitale, Tutte le Strategie e le Informazioni Necessarie per Scrivere Articoli da Professionista



E se ti interessa l'argomento, ecco altre 3 strategie che possono fare al caso tuo:

Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store

Come trovare idee per scrivere un libro - viaggi

I libri sui viaggi sono sempre molto apprezzati e se avete viaggiato molto oppure avete vissuto a lungo in un determinato luogo, potete pensare di scrivere un libro su questa tematica.


Chi compra libri di viaggi? Non esiste un target specifico per questo genere di libro, solitamente si compra un libro che parla di viaggi perché s’intende visitare un posto e si vuole saperne di più prima di arrivarci. Oppure, si acquista il libro sperando, un giorno, dio poter fare le valigie e partire, un po’ come avere un sogno nel cassetto.


Cosa scrivere. Direi che per questo tipo di libro, essenziale è far scoprire sempre cose nuove ai lettori-viaggiatori. Esistono moltissimi libri e guide di viaggi, ma può essere la vostra esperienza a fare la differenza. Poniamo che abbiate vissuto in un paese della Cina per un anno, per esempio.


Conoscete usanze e tradizioni dal vivo, ma anche le cose che normalmente non si trovano sulle guide. In quel determinato paese o città, potete descrivere un’infinità di cose che il turista non sa. Potete scrivere ad esempio dove si mangia meglio un certo piatto o dove trovare i ristoranti più economici, quali negozi vendono gli oggetti più caratteristici del luogo, dove si lavora, magari, ancora artigianalmente. Potete suggerire viste e itinerari che voi avete scoperto e insomma raccontare il luogo come l’avete, per l’appunto, scoperto voi.


Potete pensare di incentrare un libro intero sul posto in cui avete vissuto, o magari dove vivete tutt’ora- oppure creare un libro di tutti i posti che avete visitato e dove siete stati. Non dev’essere un semplice diario delle vostre impressioni, ma riportare anche consigli utili, mappe, indirizzi, link e tutto quanto c’è da sapere.


Non dimenticate che a viaggiare sono varie tipologie di persone. Scrivete i posti dove poter lasciare i propri animali, quali hotel li accettano, i parchi dove farli correre. Raccontate dove trovare dei parchi gioco e altri divertimenti per i bambini, scrivete dei panorami più suggestivi e dei percorsi più facili per chi non è allenato e più difficoltoso per gli atleti. Non tralasciate nessuno, pensate alle esigenze di tutti.


Aggiungete alcune schede su cosa mangiare in quel posto. I turisti, quando capitano in luoghi lontani ed esotici, difficilmente sanno cosa ordinare e così a volte restano delusi. Dedicate una parte del libro anche a questo, così chi legge, una volta sul posto, saprà di non avere brutte sorprese.


Pensate ai trasporti. Come ci si muove più facilmente in questo posto? Quali sono gli itinerari più belli da vedere in auto? Oppure, se ci si sposta con mezzi locali, come le biciclette o le barche, quali sono i luoghi più suggestivi da non lasciarsi sfuggire? Cercate di essere una sorta di navigatore satellitare per i vostri lettori, con qualunque mezzo loro si spostino.


Potete optare anche per realizzare un libro fotografico con solo una parte descrittiva all’inizio o alla fine, ma questi sono libri belli, certamente, ma poco utili. A proposito di utile, scrivete tutti i numeri per varie emergenze con accanto le frasi dall’italiano alla lingua che si parla in quel luogo per farsi comprendere almeno all’inizio. Potete anche pensare a una parte dedicata alle frasi più comuni, con accanto alla scritta anche la pronuncia.


Lara Zavatteri


Leggete, per altre idee su cosa scrivere i miei articoli:
Come trovare idee per scrivere un libro-ricette e consigli culinari
Come trovare idee per scrivere un libro-giardinaggio
Come trovare idee per scrivere-fai da te



Leggete il libro “400 viaggi da sogno” di Autori Vari



DESCRIZIONE

Avvalendosi dell'esperienza dei migliori scrittori di viaggio e fotografi di National Geographic, questo libro offre al lettore un'occasione unica per compiere un tour attraverso le destinazioni turistiche più belle del mondo.

Pagina dopo pagina sono presentati 400 viaggi indimenticabili: esperienze memorabili, una ricchezza paesaggistica impareggiabile - oceani e montagne, colline e valli, villaggi e città - e una notevole varietà di mezzi di locomozione - treno, automobile, piedi e imbarcazioni.

Una gita in feluca sul fiume Nilo, una crociera sul Mississippi a bordo di un battello a vapore o ancora la navigazione tra i fiordi della Nuova Zelanda rappresentano esperienze indimenticabili per gli amanti dei viaggi in barca. Per chi cerca l'avventura, praticare il kayak nelle acque del Golfo di California, fare rafting nel Grand Canyon o seguire un safari sulle tracce dell'orso polare sono solo alcune delle elettrizzanti attività tra cui scegliere.

E per un viaggio immerso nel lusso? Niente di meglio di una carrozza dell'Orient Express. Per non parlare degli itinerari enogastronimici d'eccezione e delle migliori mete culturali del pianeta.

Questo volume non vuole essere solo una fonte di ispirazione per chi si accinge a programmare un viaggio da sogno, ma è anche una miniera di utili consigli e suggerimenti per la sua organizzazione, fornendo cartine, informazioni utili e consigli pratici.

Cybook Odyssey Il primo e-reader con tecnologia HSIS


Cybook Odyssey di Bookeen va più veloce della luce!

Parigi, 26 ottobre 2011 – Bookeen rivoluzionerà il mondo degli e-reader con Cybook Odyssey, il primo device dedicato alla lettura digitale dotato di tecnologia HSIS (High Speed Ink System) sviluppata in esclusiva dall’azienda francese. Questo eccellente sistema di hardware e software è in grado di ottimizzare la velocità di elaborazione e di refresh del dispositivo in modo da offrire agli utenti la migliore esperienza di lettura elettronica.


Fino a ieri gli schermi e-ink, pur vantando il notevole vantaggio di essere ben leggibili in qualsiasi condizione di luce, non avevano la reattività dei diplay LCD. Cybook Odyssey rompe le regole attraverso una tecnologia in grado di migliorare notevolmente i tempi di reazione del dispositivo a inchiostro elettronico. HSIS,  è il frutto di 2 anni di ricerca che hanno portato Bookeen a sviluppare un dispositivo unico in termini di confort di lettura, velocità di aggiornamento e efficienza nella durata della batteria.

Grazie a uno schermo touch-screen da 6 pollici E Ink Pearl e alla nuova tecnologia HSIS realizzata in collaborazione con Texas Instruments e E Ink, l’azienda francese presenta un prodotto con un’interfaccia utente completamente rivoluzionata, molto più vicina all’esperienza d’uso di un tablet in confronto con principali e-reader nel mercato. Cybook Odyssey vanta un processore 800MHz Cortex A8, un’elevata velocità di connessione wi-fi in un design elegante e compatto. In grado di supportare un numero maggiore di formati, il rapidissimo dispositivo per la lettura digitale è in grado di contenere fino a 2000 e-book e di resistere alla vita più spericolata grazia a un case rinforzato in alluminio sul retro.


CARATTERISTICHE TECNICHE
Display Multi-Touch
6’’ E Ink® Pearl Display
600 x 800 pixel
Risoluzione: 167 dpi
Technologia: E Ink Pearl (V220)
Processore veloce e potente
CPU: Cortex A8 TI OMAP3611 800MHz
RAM: 128MB LP DDR
High Speed Ink System (HSIS)
Interfaccia utente reattiva
Menù scorrevole
Zoom Dinamico
Design elegante e compatto
Dimensioni: 166mm x 120mm x 9mm
Peso: 195g - 6.87 oz*
Retro del case in alluminio
Connectività
Wi-Fi (802.11 b/g/n)
Micro-USB
Durata della Batteria
1650 mAh
Battery Life: approx 25,000 page flips
Archiviazione
Memoria interna: 2GB (iNAND),
Approx. 2,000 ebooks
Espansione: microSDHC up to 32GB,
USB: microUSB
Extra
Immagini dello screensaver personalizzabile
Audio: 3.5mm stereo
Software
Interfaccia utente in 23 lingue
Web browser
OS Linux 2.6.31
20 dimensioni dei font
Note/bookmark/highlights
Supporta: ePub, PDF,Adobe® DRM, HTML, TXT, FB2
JPEG, PNG, GIF, BMP, ICO, TIFPSD
Musica: MP3





Bookeen, società francese pioniera in Europa dal 1998 nel settore dei lettori per libri elettronici, crea e commercializza eBook reader in oltre 70 paesi. A Parigi, Bookeen riunisce un’équipe di Ricerca e Sviluppo riconosciuta in tutto il mondo per il suo livello di eccellenza e di innovazione nel settore. Bookeen fa parte delle aziende che inventano, creano e sviluppano i lettori e le interfacce software.

Come trovare idee per scrivere - fai da te


Tra le diverse idee che si potrebbero utilizzare per pensare di scrivere e pubblicare un libro c’è il fai da te. In periodo di crisi il saper fare le cose da soli, senza bisogno di un aiuto esterno e risparmiando, è sempre un argomento che affascina tutti.


Chi può farlo. Premetto che questo tipo di libro deve davvero essere dettagliato e deve servire a garantire al lettore di poter, da solo, aggiustare guasti, riparare oggetti o crearne di nuovi. Quindi per scrivere un libro di questo tipo bisogna essere preparati sul tema. Perciò, niente improvvisazione.


Possono scrivere perciò libri-guide su questo tema tutti coloro che sono nei settori dell’edilizia, della carpenteria, ma anche architetti, ingegneri, idraulici, elettricisti e insomma tutte le persone che di mestiere riparano o aggiungono qualcosa di nuovo ad una casa. Nulla vieta che un semplice appassionato possa scrivere un libro così, tenendo però presente che deve sapere il fatto suo, aver provato le soluzioni che propone, sapere che realmente funzionano.


A chi si rivolge. Un tempo forse avrei dovuto scrivere agli uomini, oggi la tendenza non è più questa. Anche le donne si dilettano sempre più con chiodi e martello, inoltre questo genere di libro può essere adatto anche a chi vive da solo e deve perciò far fronte ad imprevisti e spese improvvise o ai giovani che devono cavarsela sempre più con lavori che comportano collaborazioni e non assicurano sempre continuità.


Cosa scrivere. Penso che la prima parte di un libro sul fai da te dovrebbe spiegare, descrivere i “ferri del mestiere” con immagini allegate. Questo significa che tra i lettori ci saranno persone che già conoscono i nomi, le tipologie e gli usi degli attrezzi, ma ci sarà anche chi non ne conosce neppure l’esistenza. Per loro una parte introduttiva è quindi fondamentale.


Tutto il libro può essere improntato al “come fare a”, suddividendo magari il testo in capitoli, ognuno dei quali riguarda una parte della casa, ad esempio, ed i relativi problemi che possono sorgere. Come spiego sempre, siate semplici nel descrivere ogni passaggio, bisogna capire subito come fare, ma non tralasciate nessun dettaglio: come detto il lettore, alla fine, dev’essere riuscito nel suo intento.


Oltre a questo, vedrei bene in un libro sul fai da te una parte sul costruire. Fare da soli le cose è un’arte che è caduta molto in disuso, ma molti oggetti possono essere realizzati da soli senza dover essere comprati in negozio. Un’idea potrebbe essere quella di insegnare come creare oggetti utilizzando materiali da recupero, incentivando così, in contemporanea, anche il riciclo.


Non pensate solo alla casa. Proponete oggetti da creare per il giardino, l’orto, il terrazzo, ma anche per decorazione o altro, anche in occasioni di feste come il Natale. Create una sezione con facili oggettini che possono essere realizzati dai bambini.


Pensate anche ad una sezione che spiegherà cosa fare in caso di piccoli incidenti, ad esempio quando per una sbadataggine una riparazione non è andata a buon fine. Anche se scrivete bene i lettori possono commettere errori, create una parte dove possano trovare le risposte ai loro dubbi in questi casi.


Lara Zavatteri


Per trovare spunti diversi per scrivere leggete anche i miei articoli:

Steve Jobs: l'attesa biografia è disponibile!

Sicuramente alla base di tutto c'è un modo differente di usare la propria mente, il proprio credo, il proprio essere, e spinti da una passione infinita in ciò che fanno, riescono a liberare quella creatività che porta innovazione e miglioramento nel nostro mondo, proprio come ha fatto il grandissimo Steve Jobs, che come sai, negli ultimi anni è riuscito a portare la tecnologia ai massimi livelli e a renderla accessibile a chiunque. 

Una news veloce per dirti che è finalmente disponibile l'attesa biografia di Steve Jobs


Per comprendere ancora meglio la sua straordinarietà, guardalo e ascoltalo ora in questo speciale video in cui tiene una vera e propria lezione su come affrontare la vita. 


 


Insieme a lui, la biografia di altri 11 Super Miliardari alla ricerca di un minimo comune denominatore degli uomini più ricchi del mondo.


Dagli esordi al successo, dalle difficoltà ai tronfi, storie (stra)ordinarie dei Paperoni del XX secolo tutte raccolte in questo ebook:

Super Miliardari
Da Steve Jobs a Mark Zuckerberg, Vita, Morte, Miracoli, Storie e Segreti degli Uomini più Ricchi del Mondo

La dettagliata descrizione di episodi, anche marginali, della loro vita che però riescono a raccontare la loro anima economica per inquadrarne punti di forza e di debolezza e trarre qualche utile lezione dalla loro carriera imprenditoriale.

25 ott 2011

Come trovare idee per scrivere un libro- giardinaggio


Se avete il “pollice verde” e vorreste pubblicare un libro, potete farlo sotto forma di guida con cui il lettore potrà familiarizzare con fiori e piante. Molte persone vorrebbero essere in grado di creare un giardino e di mantenere belle e sane le loro piante, ma molte volte compiono errori fatali. Il vostro libro potrà seguire i potenziali giardinieri nel loro percorso di formazione. 


Chi può farlo. Se siete giardinieri, vivaisti, avete un negozio di fiori, o, come sempre, se siete appassionati del tema, allora potete scrivere un libro “verde”. Se avete un’attività vostra, potete poi anche decidere di vendere il vostro libro quando qualcuno compara da voi fiori o piante. Lasciatelo in bella vista sul bancone, vedrete quanti avranno bisogno dei vostri preziosi consigli.


Cosa scrivere. Questo, dovete deciderlo voi e dipende ovviamente da ciò che sapete fare. Potete pensare di dedicare un libro solamente alla cura delle piante da interno, oppure le piante grasse, o ancora scrivere un testo che spieghi come si realizzano varie tipologie di giardino. Dipende dalla vostra preparazione, da quanto volete scrivere e da cosa manca.


Intendo che nelle librerie troverete scaffali pieni di manuali per la cura delle piante, perciò non fate la stessa cosa. Osservate e cercate di capire cosa manca. Per esempio, potreste pensare di creare una guida per la cura di piante e fiori per negati, ma per negati sul serio, per quelle persone che solitamente si dimenticano di dare da bere alle piante oppure le affogano, o ancora le fanno arrostire al sole e così via. Potrebbe avere un tono divertente e nel contempo aiutare davvero chi non è un asso in questo campo.


Un’altra idea potrebbe essere una guida su come creare oasi verdi nei centri per gli anziani, nei parchi degli ospedali o nei luoghi, insomma, in cui le persone hanno bisogno di trovare un attimo di tranquillità nel verde. Potreste aggiungere anche consigli pratici e facili da effettuare per coinvolgere i malati o le persone anziane nel coltivare una piccola serra e così via.


Iniziate con qualcosa di facile. Se per esempio il libro parla della cura delle piante, iniziate proponendo consigli facilissimi e che il lettore può mettere subito in pratica. Ad esempio, che le orchidee crescono bene se trovano il loro posto ideale, schermate, ad esempio da una tenda, dalla luce del sole, o che le piante grasse devono essere bagnate pochissimo, anche solo una volta a settimana quando fa freddo, due in estate. Chi in casa ha già delle orchidee o delle piante grasse potrà mettere subito in pratica questi consigli.


Proponete soluzioni sia per chi abita in campagna-montagna sia per chi risiede in città. I primi avranno la possibilità di vivere normalmente in grandi spazi aperti e maggiormente a contatto con la natura, per cui se scrivete un testo su come creare un giardino abbastanza esteso potrete proporlo a loro, i secondi hanno poco spazio per le loro piante, perciò potrete proporre soluzioni diverse per abbellire sia l’interno di un appartamento sia un eventuale terrazzo.


Aggiungete un dizionario dei termini. Questa parte sarà dedicata a spiegare alcuni termini, ad esempio la terminologia usata per gli attrezzi da lavoro o tecniche particolari, in modo che chi legge possa trovare qui la risposta ai suoi dubbi.


Lara Zavatteri

Leggete anche il mio articolo per altri spunti per scrivere:
Come trovare idee per scrivere un libro- ricette e consigli culinari



Leggete il libro “Chiacchiere di giardinaggio insolito” di Maria Gabriella Buccioli


DESCRIZIONE 
Come una chiacchierata tra amici che condividono una passione - quindi in un tono piacevolmente informale - questo libro non vuole essere né una guida alle piante, né un manuale di giardinaggio, pur essendo in parte sia l'una sia l'altra cosa. È, in definitiva, una dichiarazione d'amore dell'autrice alle creature del suo giardino, vegetali o animali che siano (insetti compresi!) e un modo di trasmettere la sua straordinaria esperienza a tutti i lettori.

Come trovare idee per scrivere un libro - ricette e consigli culinari


Inizio con questo una serie di post che possono essere d’aiuto a tutte quelle persone che vorrebbero magari cimentarsi con la pubblicazione di un libro ma che non hanno nessuna idea di dove cominciare. Magari non vogliono scrivere racconti o romanzi, ma allora, che scrivere? Ci sono molte alternative.



Quella di cui parlo oggi è la cucina. Ormai in tv e un po’ ovunque impazzano trasmissioni e consigli su come cucinare, se sei un cuoco/a un esperto, un uomo o una donna che amano creare ricette, beh, perché non pensare ad un libro di questo genere?


Come iniziare. Come ho detto, trasmissioni e libri abbondano sull’argomento. Essenziale è differenziarsi. Per esempio, si potrebbe pensare di raccogliere le ricette antiche, quelle di un tempo, legate a un determinato territorio o anche a tutt’Italia, quelle ricette magari di piatti poveri ma ricchi di sapore che oggi non si cucinano più.


Per fare questo, potreste avere nel cassetto molte ricette scritte e tramandate per generazioni. Benissimo! Prendete le ricette e trascrivetele al computer. Occhio ad essere precisi con le misure, o chi leggerà non riuscirà a realizzare il piatto.


Siate semplici ma precisi. Quando scrivete la preparazione, fate in modo che tutti possano capire al volo come procedere. Evitate paroloni di alta cucina o da chef, che non servono a nulla, puntate a essere capiti immediatamente. Questo non significa essere sciatti, perché come detto sopra la precisione è importante. Controllate più volte se le dosi degli ingredienti sono corrette, oltre a tutto il resto.


Ottimo sarebbe abbinare alla descrizione anche un’immagine del piatto già pronto. Oppure, potete fare voi la ricetta e contemporaneamente fotografare fase per fase, così da offrire al lettore anche delle immagini su come la ricetta deve procedere. Vedere il piatto finito fa subito comprendere come deve risultare ma deve anche invogliare a provare. Curate anche le immagini, ad esempio impiattando in piatti colorati o con uno scenario particolare, ad esempio con sullo sfondo una finestra aperta sulle colline.


Se non avete nel cassetto simili ricette, potete pensare ad altro. Per esempio, mini menù per l’ufficio o la pausa pranzo, una cena in cinque minuti, tutta la cucina per chi vive da solo e così via. Sicuramente vi verranno in mente molte altre idee sfiziose.


In tutti i casi, potete aggiungere anche dei consigli alla fine della ricetta e anche delle varianti sul tema, in questo modo preparando un’unica ricetta il lettore avrà la possibilità di servirne in tavola, magari con l’aggiunta di un solo ingrediente, ben due.


Nessuno nasce imparato e tra chi compra libri di cucina c’è non solo l’appassionato, ma anche chi vorrebbe avere un po’ più di talento. Un’idea potrebbe essere quella di aggiungere a fine libro o dopo le ricette un vostro commento sia sulla ricetta sia sui vostri inizi, così da non scoraggiare chi magari è alle prime armi.


Stimolate i commenti. Come sempre vi consiglio di aprire un blog legato al libro e qui indirizzare i vostri lettori. Scrivete l’indirizzo del blog alla fine del libro e invitate i vostri lettori a visitarlo e a condividere successi (ed eventuali insuccessi). Potrebbe essere un buon modo per scambiarsi idee, opinioni e magari per scoprire anche nuove ricette.

  Lara Zavatteri                                                                                                                           
            


Leggete il libro “Il libro delle mie Ricette” di Autori vari


DESCRIZIONE
Questo volume vuole essere il luogo privilegiato dove potrai raccogliere le tue ricette più amate, da tenere sotto mano ogni volta che dovrai pensare a come organizzare la tua passione per la cucina e i tuoi momenti di incontro con il cibo.

Presenta otto "tasche" che suggeriscono una suddivisione delle ricette che potrai interpretare liberamente infilandovi ritagli di giornali, fogli di appunti o bigliettini volanti che rischierebbero altrimenti di andare dispersi. Vicino a ogni tasca trovi una pagina preimpostata per la compilazione di un elenco delle ricette che andrai a inserirvi.

E poi tanto spazio per scrivere le tue ricette, quelle che diventeranno il patrimonio personale a cui potrai attingere con sicurezza in ogni occasione.

Novelle lombarde - Avancini Avancinio

Record bibliografici
  • Autore: Avancini  Avancinio
  • Titolo: Novelle lombarde  
  • Lingua: Italiano 
  • Data di uscita: 12/05/2007
  • Download free ebook: Novelle lombarde - Avancini  Avancinio, 1830-1906


  •  Formato: Solo testo   Dimensione: 162 KB   Download Link:   Scarica gratis
  •  Formato: PDF            Dimensione:  267 KB  Download Link:   Scarica gratis  
Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store

23 ott 2011

Come avviare una tua attività con pochi soldi

Oggi è possibile avviare una tua attività con pochi soldi e un minimo di lavoro, a patto di seguire le 3 semplici regole del franchising:




1) La prima regola è tenere conto delle nostre capacità e delle abilità professionali di cui siamo dotati. Saper valutare le nostre attitudini e potenzialità è fondamentale per costruire il nostro successo imprenditoriale.

2) La seconda regola riguarda la capacità di investimento e di autonomia economica è importante. Dobbiamo pianficare con attenzione tutti gli aspetti del nostro progetto d’impresa e realizzare un obiettivo piano di fattibilità che tenga conto degli investimenti iniziali, le spese fisse e soprattutto la capacità della nostra azienda di produrre un reddito che ci consenta di avere un accettabile margine di profitto.

3) La scelta del partner giusto è il terzo elemento da considerare per il successo dell'attività. E’ importante che si stabilisca tra le parti un rapporto di fattiva collaborazione e che sia il franchising che il franchisee siano impegnati al meglio delle proprie capacità, soprattutto nella fase dello start-up del progetto.

Vuoi saperne di più? leggi qui:
Come Scegliere e Avviare la tua Attività Commerciale in Affiliazione


E se ti interessa l'argomento, ecco altre 5 strategie che possono fare al caso tuo:

Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store

Nanà a Milano di Arrighi Cletto, 1830-1906

Record bibliografici
  • Autore: Nanà a Milano, 1830-1906
  • Titolo: Arrighi Cletto  
  • Lingua: Italiano 
  • Data di uscita: 01/11/2005
  • Download free ebook:  Nanà a Milano di Arrighi Cletto, 1830-1906


  •  Formato: Solo testo   Dimensione: 162 KB   Download Link:   Scarica gratis
  •  Formato: PDF            Dimensione:  267 KB  Download Link:   Scarica gratis  
Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store

Come evitare la stanchezza nello studio (2^ parte)

Per la stanchezza motivazionale la questione è un pò più delicata, in quanto le ragioni possono essere diverse: - non ti piace ciò che studi: questo ovviamente è il caso più delicato, se sei sempre stanco perchè non ti piace nulla di ciò che studi potrebbe essere necessario rivedere la scelta fatta e fare una riflessione seria sul percorso intrapreso.


- potrebbe invece trattarsi di un momento passeggero dovuto magari ad un esame che non ti piace o che non riesci a terminare, oppure dal fatto che stai attraversando un periodo di poca fiducia. In questo caso la cosa migliore da fare è assicurarsi di avere un metodo di studio solido e una buona programmazione. Fare un passo alla volta con calma e avere un programma di studio ben fatto e distribuito è il modo migliore per superare un esame che non ti piace o che ti mette in difficoltà. E' importante che tu ti crei di piccoli obiettivi giornalieri e settimanali in modo da mantenere alta la motivazione e avere la percezione che stai progredendo. Ti consigliamo inoltre (soprattutto se sei uno studente-lavoratore) di tenere il contatto con gli altri studenti, perchè questo aiuta rimanere focalizzati e motivati.

 - per la stanchezza fisica/emotiva c'è una cosa sola da fare: staccare e recuperare le energie prima di mettersi a studiare. Se quindi torni a casa da una giornata di lavoro, di lezione o comunque da una giornata impegnativa, evita di metterti subito a studiare perchè la stanchezza prenderà il sopravvento. Prima di tutto quindi stacca ed elimina le tossine della gionata. Come? Facendo sport, yoga, meditazione, una passeggiata, shopping. Qualsiasi cosa che ti distragga dalla pesantezza della giornata e che ti permetta di recuperare le energie. L'importante è che non ti metti a guardare la TV!

 Se hai necessità di studiare la sera, ecco alcuni consigli per evitare la stanchezza:

 - mangia leggero a cena - non studiare nel letto o sul divano.
 - evita di strafare, fatti un programmino di studio fattibile, inizia magari con un ora di studio a giorni alterni e poi vedi come va.
- evita di bere caffè per tenerti sveglio, qualcosa di caldo da bere va bene, ma se sei troppo stanco vai a dormire!

Come evitare la stanchezza nello studio (1^ parte)

Come evitare la stanchezza nello studio (1^ parte)

La stanchezza nello studio va considerata un "segnale" inviato dal nostro corpo che però può avere diverse ragioni di base:

  - stanchezza intellettiva (che subentra di solito dopo lungo tempo passato sui libri, a lezione, oppure al computer) dovuta al fatto che il cervello ha proprio bisogno di una pausa

  - stanchezza motivazionale (quando non siamo motivati nello studio per poco interesse, per poca fiducia nella nostra capacità di raggiungere gli obiettivi o per il fatto di avere altre preoccupazioni per la testa)

  - stanchezza fisica/emotiva (quando torniamo a casa da una lunga giornata di lavoro, quando siamo stati impegnati in qualcosa di emotivamente stressante, in generale quando siamo stati coinvolti in un'attività intensa) Quindi prima di tutto è importante individuare il proprio tipo di stanchezza per poter adottare le giuste contromisure.



 Nel caso di stanchezza intellettiva c'è una sola cosa da fare: riposarsi!
Come abbiamo ripetuto molte volte è fondamentale imparare ad alternare studio e pause nella maniera corretta e crearsi un programma di studio fattibile per evitare di affaticarsi.

 Se quindi ti senti stanco e senti che il tuo cervello non ce la fa più, devi assolutamente prenderti una pausa! E' inutile insistere perchè il tuo livello di apprendimento sarà molto scarso e rischi di perdere motivazione.

 Quindi stacca per un ora, per mezza giornata per un giorno o anche per più giorni se ne senti il bisogno, fino a quando non sentirai di aver recuperato le energie.

Questo anche se sei sotto esame. Se sei troppo stanco il tuo cervello si rifiuterà di immagazinare ed elaborare informazioni, quindi... riposati!

Come evitare la stanchezza nello studio (2 ^ parte)

22 ott 2011

Orlando Furioso di Lodovico Ariosto, 1474-1533

Record bibliografici
  • Autore: Lodovico Ariosto, 1474-1533
  • Titolo: Orlando Furioso  
  • Lingua: Italiano 
  • Data di uscita: 01/02/2003
  • Download free ebook:  Lodovico Ariosto, 1474-1533 Orlando Furioso

  •  Formato: Solo testo   Dimensione: 162 KB   Download Link:   Scarica gratis
  •  Formato: PDF            Dimensione:  267 KB  Download Link:   Scarica gratis  
Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store