26 apr 2015

Incontro sui temi di Sovranità Individuale: Introduzione al Diritto

Alessandro della Famiglia d'Angelo Currò terrà un workshop al Vivi Benessere Venerdì 8 Maggio 2015 al Palacongressi di Rimini dal pomeriggio sino a sera inoltrata nel quale condividerà le sue ricerche le esperienze per facilitare l'Introduzione al diritto di sovranità.

Descrizione
In quest'ultimo periodo di grandi cambiamenti si avvicendano sulla scena italiana, come su quella di numerosi altri paesi della sedicente comunità europa, nuovi concetti di sovranità e libertà affiancati da vecchi modelli di governo. Inutile esprimere a parole ciò che ognuno di noi, nel proprio intimo sente, rivolgendo l'attenzione ai governi e alle politiche attuate in nome e per conto del popolo.

Il popolo sovrano pare oggi giorno uno slogan piuttosto che un'espressione di quell'etica che i padri fondatori o meglio l'insieme degli individui che tesse la trama della società, hanno partorito e richiesto a gran voce venisse messa nero su bianco, nei patti fondativi la struttura della nuova società, quella risorta dalle macerie del secondo conflitto mondiale. Il Diritto, inteso come l'insieme di atti, norme, statuti e regolamenti di qualsivoglia genere, volti a regolare le relazioni pacifiche tra gli individui, falliscono miseramente il loro compito, anche se sarebbe meglio affermare che centrano l'obiettivo burocratico-rituale di meccanizzare e disumanizzare le relazioni stesse.

Quanti di noi si sono chiesti come funzioni il mondo, e quante volte abbiamo avuto l'illusione di afferrarne il significato, mentre poi rimanevamo con un palmo dal naso. Otteniamo quello che vogliamo? Oppure riduciamo progressivamente le aspettative fino ad adattarle al misero risultato che conseguiamo, per giunta con un dispendio di forze irragionevole da un punto di vista funzionale, di efficacia.

La scienza parzialista indaga in modo analitico aspetti dell'esistenza, attribuendovi nomi altisonanti ed elevandosi al rango di ufficiale, mentre l'intera creazione, non curante, si manifesta strettamente ed esclusivamente interconnessa in tutti i suoi aspetti. In questo modo la scienza ufficiale parzialista, genera il suo opposto, perpetuando il modello della separazione che è il modello della scarsità e generando il suo modello antagonista che è la scienza olistica o sincretica, conosciuta anche come sincretismo. La biologia dal canto suo ci ricorda che la vita come la conosciamo, su questo pianeta si esprime attraverso la biodiversità, diversa dall'unicità. Biodiversità che risponde a leggi universali che l'uomo erudito ha travisato o mistificato fino a perdersi. Oggi in molti, come pochi in passato, abbiamo a disposizione informazioni iniziatiche che fanno la differenza sul piano evolutivo, sul piano delle opportunità.

Certo è, che cogliere le opportunità è una condizione di chi disponibile, apre la propria mente, in primis, a nuovi significati, senza i quali la vita e l'intera esistenza, declina verso gli abissi della miseria, intesa come povertà di valori.
Quando ci rendiamo conto di quanto abbiamo rilegato le nostre esistenza al solo piano materiale, tangibile attraverso i cinque sensi e indagabile attraverso la mente raziocinante, allora ci accorgiamo di aver tralasciato qualcosa di molto importante, la nostra essenza spirituale.
Spiritualità che ci collega istantaneamente con i nostri antenati e ricorda noi che la ricerca della felicità oltre ogni ragionevole dub-bio è l'obiettivo che unisce infiniti individui, rendendoci parte del meraviglioso creato.
La spiritualità d'oggi va vista come una parte importante di un insieme fondamentale, all'interno del quale la mente razionale e la mente intuitiva hanno un ruolo di primo piano.
La mente raziocinante, che soppesa tutto, classificandolo e limitandone il significato in relazione alle nostre credenze è ancora predominante, rispetto la mente intuitiva, ciò nonostante siamo in grado , quand'anche usassimo solo il raziocinio, di giungere alla verità, attraverso uno strumento tanto efficace, quanto antico, la logica deduttiva.

Oggi all'essere umano gli è data l'opportunità di crescere, evolvere, di migliorarsi anche solo attraverso il ragionamento, a condizione di utilizzare questo potentissimo strumento che come per miracolo, dischiude la propria spiritualità, facendola tornare dal lungo esilio cui l'abbiamo rilegata.
Per tanto, che siate spiritualmente consapevoli o meno, attraverso il ragionamento logico vi è una chiave di accesso al proprio Sé interiore, scrigno di valori e centro di potere assoluto, nell'ambito della nostre esistenza.
"Li dove rivolgi il tuo pensiero, vivi la tua vita".


  • alessandro della famiglia d'angelo currò: Introduzione al Diritto di Sovranità Individuale

892 funzionari amministrativo-tributari nell'Agenzia delle Entrate. Guida per affrontare la prova oggettiva attitudinale 2015

Esercizi guidati, test e prove ufficiali di precedenti concorsi nell'Agenzia delle Entrate.

Una guida per affrontare la prova oggettiva attitudinale del concorso per 892 Funzionari amministrativo-tributari indetto dall'Agenzia delle Entrate (G.U. 24 febbraio 2015, n. 15). L'iter concorsuale prevede una prima prova che consiste nella somministrazione di una serie di quesiti a risposta multipla volti ad accertare il possesso da parte del candidato delle attitudini e delle capacità di base necessarie per acquisire e sviluppare la professionalità richiesta. Il volume risulta organizzato in 4 sezioni: sezione A, in cui sono fornite molte informazioni relative allo svolgimento dei concorsi e suggerimenti sull'approccio ottimale da adottare; sezione B, in cui sono trattati gli argomenti che più frequentemente l'Agenzia delle Entrate ha assegnato nelle selezioni svolte in passato: l'obiettivo principale di questi capitoli non è solo mostrare come siano impostati i quiz, ma soprattutto fornire delle indicazioni sulle tecniche che aiutino a risolverli più rapidamente; sezione C, in cui sono elencate le prove attitudinali che l'Agenzia delle Entrate ha assegnato in passato nelle selezioni per l'assunzione di funzionari amministrativo-tributari: di ciascuna di queste vengono ampiamente commentate le risposte; sezione D, in cui sono trattate tipologie di quiz differenti rispetto a quelle mostrate nelle sezioni precedenti, usate meno frequentemente dall'Agenzia delle Entrate, ma molto comuni in concorsi banditi da altri enti.




  • 892 funzionari amministrativo-tributari nell'Agenzia delle Entrate. Prepararsi alla prova oggettiva attitudinale