03 dic 2014

Ancora un successo per la scrittrice di Marie Therese Taylor

Nel nuovo romanzo "Un insolito natale in Australia", amori, passioni, intrighi internazionali si susseguono, in una emozionante avventura  dalla rutilante Sidney alla placida Perth, rincorrendosi anche nello sconfinato bush.

Il nuovo romanzo di Marie Therese Taylor "Un insolito natale in Australia" è un libro completo, non banale e ricco di colpi di scena. 

La vicenda di cui sono protagoniste le stesse amiche del libro precedente percorrono l'Australia sulle tracce di un cartone di Raffaello custodito dai monaci,   ci sarà uno scontro drammatico, che fa emergere strane storie .

Il viaggio prosegue fra i paesaggi estremi del continente australiano, alternando emozioni, sintonie, incomprensioni e qualche mistero. La sera, dinanzi ai fuochi, continuano i racconti, ripercorrendo la stessa tecnica narrativa di un decamerone, come quello già sperimentato nel primo libro ‘Noi ancora una volta’

Finché arriva la notizia che un frate è stato ucciso e il Raffaello rubato: il sospetto scende su tutti i viaggiatori e la tensione cresce.

Tornati a Sidney, i misteri si sciolgono, ma le strade di alcuni prendono direzioni inaspettate…

Per maggiori dettagli venitemi a salutare alla fiero del libro Più libri più Liberi 8 dicembre a Roma.

Sul mio blog troverete le informazioni http://marietheresetaylor.blogspot.it/

Marie Therese Taylor

L'Atelier dei miracoli di Valerie Tong Cuong



È un romanzo toccante, diverso da tutti quelli letti finora, che permette di capire come certe situazioni e persone possano contribuire a cambiare la nostra vita; aiuta a riflettere e a credere maggiormente in sé stessi.
Penso che questo piccolo capolavoro dovrebbe avere un posto nella libreria di ciascuno di noi.

Ci sono momenti, nella vita di una persona, in cui sembra che nulla vada come deve andare.
Eppure anche in questi momenti rimane, sottile come un velo, un'insopportabile voglia di felicità, la sensazione di avere comunque il diritto a una porzione di serenità, la speranza lieve ma tenace di trovare, là fuori, qualcuno che possa aiutarti.
Così accade anche ai protagonisti di questo romanzo, due donne e un uomo sull'oro di un baratro, ai quali un incontro fortuito sembra aprire uno squarcio nel buio...
È vero, la salvezza può arrivare nelle maniere e dalle persone più impensate, e il confronto con i propri fantasmi e con lo spregiudicato Jean, che aiuta le persone uscite dalle crisi a reinserirsi nella società nel suo Atelier dei miracoli, potrà aiutare Mariette, Millie e Mike a risollevarsi.
Ma quanto bene si mescolano, nella vita reale, il bene e il male? Dov'è il confine? Chi non ha mai incontrato una persona che l'aiuta ma, al tempo stesso, lo manipola?

La storia si divide tra tre protagonisti: Millie, il signor Mike e Mariette. Tre personaggi che vivono ai margini della società, esclusi e maltrattati da tutti, sull'orlo di decidere di porre fine alla propria inutile vita. Tre personaggi tormentati dal passato e dai sensi di colpa, che in questo Atelier avranno modo di rinascere e avere la loro rivincita sulla vita. Giorgia


DILUVIO SILENZIOSO - l'ennesimo libro apocalittico?

Il mondo viene lentamente sommerso dalle acque e le persone cercano di sopravvivere rifugiandosi ad altitudini sempre più elevate.
L'unica possibilità di conservare una società civilizzata come la conosciamo oggi, sembrerebbe raggiungere l'altopiano del Tibet: il più grande e alto di tutta la terra. Voci insistenti circolano tra i superstiti del diluvio silenzioso e parlano di una città preparata per questa evenienza ed in grado di fluttuare nell'aria. Gruppi di persone di diverse nazioni e culture scelgono di non intraprendere il viaggio e colonizzare le montagne, ma l'acqua si fermerà o sommergerà tutto? Solo alcuni temerari tenteranno di dirigersi con ogni mezzo verso quelle terre isolate dal resto del pianeta.

Sì!
Mi rendo conto che non sia il modo migliore per iniziare un articolo che dovrebbe invogliare a leggere un libro. D'altronde molte opere appartengono ad un genere magari molto inflazionato, ma non per questo raccontano una storia che non valga la pena di ascoltare.
Questa è la mia storia e voglio raccontarvela.
Come in molte storie sulla fine del mondo si seguono le vicende di persone normali e di come reagiscono alla catastrofe; di come vogliono sopravvivere a tutti i costi e di come non vogliono farlo. Non ci sono eroi nella mia storia e il libro vorrebbe gridarvi: non siate come loro! Siate delle persone migliori anche nella vita normale, quando non c'è bisogno di dimostrarlo perché "il sonno della ragione genera mostri". Nel tema per l'esame di maturità scrissi che la frase corretta a mio parere dovrebbe essere: "il sonno della ragione libera mostri"; e quando tutto è perduto, quando non si può più tornare indietro, se non vi sarete liberati dei vostri mostri essi spezzeranno le loro catene e non ci sarà più speranza.
Perciò di cosa parla il mio libro? di azione? avventura? mistero? fantascienza? Sì certo, ma in verità parla di noi e di quello che ci portiamo dentro.

Ho scelto di pubblicare il libro a puntate su un blog dedicato. http://diluviosilenzioso.blogspot.it/
vi troverte i capitoli leggibili gratuitamente. Se vorrete dargli un'occhiata e vorrete scrivere cosa ne pensate ne sarei molto felice. Alessandro Armiento