23 ott 2013

Tradizione e Spiritualità di Riccardo Mangolini

Racconto di un percorso iniziatico

Tradizione e Spiritualità Riccardo Mangolini
Compralo su il Giardino dei Libri

In questo libro si segue la via “stretta” dei Maestri. Nel Novecento furono tali Guénon, Evola e Gurdjieff. La strada da essi tracciata può anche essere vissuta con creatività e liberalità. È quanto avviene nel percorso iniziatico qui presentato, nel quale Tradizione e libertà iniziatica sono positivamente coniugati.

Viviamo in un’epoca di crisi. Crisi economica. Crisi sociale. Crisi internazionale. Ma non di crisi spirituale se ammettiamo che ogni periodo di incertezza spinge alla ricerca, la quale è il lievito di ogni autentica spiritualità.

I Maestri di ogni epoca hanno indicato una semplice e fondamentale verità, e cioè che gli esseri e le cose sono intimamente collegati in virtù della loro comune origine: da un Principio che perennemente li include. Questa verità è l’autentica radice di ogni esoterismo, termine che è spesso fonte di timori e di fraintendimenti.

Generalmente chi si avvicina ad esso è attratto dal “meraviglioso” e pensa che i fenomeni paranormali siano di per sé segno di crescita personale. Questa non è la prospettiva dell’autore. In realtà l’esoterismo ricorda all'uomo che deve innanzitutto “costruire se stesso”, ritrovare il senso del suo essere, al di là di ciò che è contingente.

AUTORE
Riccardo Mangolini, nato a Genova nel 1961 è laureato in giurisprudenza e studioso di filosofia, di psicologia e spiritualità. Sotto la guida di un Maestro spirituale conosciuto anni or sono ha avuto modo di conoscere e approfondire le Tradizioni Spirituali.

Compralo su il Giardino dei Libri

Indicazioni per un Cammino Spirituale di Anna Maria Ferretti

Indicazioni per un Cammino Spirituale Anna Maria Ferretti
Compralo su il Giardino dei Libri

"Questa “antologia” è composta di comunicazioni di entità diverse, che si sono presentate con un nome dal 1993 al 2012 e da me registrate. Le entità parlavano con la voce della medium passiva, la quale leggeva sulla planchette o tavoletta di Oujia senza alterare con la sua mente i concetti dettati.

Non ho mai aggiunto una mia parola, una mia idea, una mia frase a quelle di questi straordinari, misteriosi autori per rispetto del fenomeno e nell'interesse di questi scritti, affascinata dal contenuto delle comunicazioni, ricche di significati, originali, a volte eccezionali. Le entità intervenute in parte rispondevano alle mie domande, in parte comunicavano spontaneamente senza mai contraddirsi.

Ho esposto con occhio il più acuto possibile gli argomenti trattati, cercando di cogliere il senso contenuto nelle comunicazioni senza distorcerlo con la mia immaginazione e togliendo i riferimenti personali. Molte sono le ripetizioni perché ritenute utili alla comprensione degli argomenti: “repetita iuvant”."

AUTORE
Anna Maria Ferretti nata ad Aosta il 31/12/1942 medico, pediatra ospedaliero, ha esercitato la sua attività per trentaquattro anni. Vive tra Torino e Cervo Ligure, dove rallegrata dalla compagnia dei suoi bellissimi ulivi coltiva il suo percorso di studio e lavoro interiore

Compralo su il Giardino dei Libri