17 apr 2013

Come essere creativi per trovare lavoro

In questi duri tempi di crisi, ormai trovare lavoro pare un’utopia per molti. Ma se anziché cercare un lavoro, lo creaste voi, con le vostre idee e le vostre mani? Oggi vi suggerisco l’ebook “Essere creativi” dell’autore Marco Orlandi, che uscirà per la Bruno Editore il prossimo 10 maggio. Nel frattempo se cliccate sul sito e su calendario, trovando l’ebook potete scaricare gratis un’anteprima.

Come essere creativi per trovare lavoro


Perché essere creativi. Perché attualmente pensare nuovi modi per guadagnare pare essere l’ultima frontiera prima di inabissarsi nella disperazione della mancanza di lavoro. Creare il proprio lavoro, anziché aspettare di trovare l’annuncio giusto, potrebbe essere la strada giusta anche per voi.


Che tipo di lavoro. Ecco alcune idee che potrebbero esservi utili per creare un vostro lavoro, cominciando dalle vostre passioni. Non è un’assurdità, perché proprio ciò che sapete fare meglio e che vi da gioia nel farlo può essere la chiave per creare un lavoro che non vi aspettavate. Fare da sé non è facile, ma non è impossibile. Se siete motivati, potete fare qualunque cosa (anche quando vi dicono che è impossibile). Potete, per esempio:

  • Iniziare a scrivere un ebook o un libro sulla vostra passione, che può essere il giardinaggio, la pesca, la falegnameria, pubblicarlo con un sito di print on demand come Photocity o Youcanprint e guadagnare grazie a questo prodotto.
  • Vendere online oggetti che realizzate voi, da piccole sculture a bracciali, da manufatti creati con lana, pizzo o altro a lavori in legno o altri materiali. Se non avete uno spazio espositivo, affidatevi al web, create un vostro blog con le immagini dei vostri lavori, la descrizione e il prezzo, cercate di essere accattivanti e di proporre cose originali e inizialmente almeno a prezzi moderati. Su Internet trovate anche siti che vi permettono di vendere le vostre creazioni, come eBay.
  • Fate consulenze. Siete particolarmente esperti di una tematica e magari avete sempre aiutato gratuitamente le persone, quando ve lo chiedono? Iniziate a farvi pagare per le informazioni che fornite. Per esempio, se siete dei maghi con il computer, Internet, siti e blog, e finora avete date dritte o avete addirittura creato gratis dei siti, blog o forum per gli altri, ora pensate a questo come a un lavoro.
  • Create dispense su ciò che gli altri cercano. Agganciandomi a quanto detto sopra, potete anche creare delle guide, dei tutorial che venderete a chi vi chiede aiuto, offline o online.
  • Progettate dei laboratori. Siete brave in cucina? Attualmente spopola la mania di creare torte spettacolari e dolci che stupiscono, non solo per la bontà, ma anche esteticamente (avete presente Buddy Calastra su Real Time o Torte in corso con Renato?), per cui potreste specializzarvi in questo. Insegnare agli altri ciò che voi sapete fare alla perfezione è un’arte che può farvi guadagnare, con il passaparola il marketing è assicurato. Ovviamente può valere per molti laboratori, da quello sull’arte al teatro, dal fai da te alle letture per bambini e così via.
  • Organizzare corsi. Se avete competenze specifiche, ad esempio per insegnare arti marziali, yoga, esercizi di questo genere, oppure se volete approfondire ulteriormente ciò che potete fare a livello ridotto in un laboratorio (i corsi durano di più), organizzate un corso.


Trovate le risorse. Per laboratori e corsi potete utilizzare la vostra casa, il garage (se si tratta del fai da te, falegnameria o simili) o chiedere in Comune se potete usufruire di sale (chiedete anche se sono a pagamento) o rivolgervi a qualche associazione.

Fate ricerche su Internet per trovare siti che possano ospitare i vostri lavori, oppure per aprire un blog e per iniziare a farvi pubblicità.


Marketing a tutto andare. Ovviamente, dovete farvi conoscere per iniziare a guadagnare. Come detto il passaparola è un potente strumento di marketing da non sottovalutare, potete poi crearvi pagine sui social network, iscrivervi a forum di settore e lasciare il vostro link nei commenti (leggete sempre prima il regolamento del forum stesso), trovare altre persone che potranno darvi dei consigli. Realizzate bigliettini e brochure con le vostre attività e i vostri lavori e distribuiteli, lasciateli in luoghi come le biblioteche, i punti lettura e se acconsentono anche in negozi specializzati. Per esempio, se volete fare dei laboratori sul giardinaggio, potreste lasciare il vostro materiale in fiorerie, serre e posti simili.


Chiedete ai vostri primi clienti di lasciarvi un commento, su Internet o scritto su un guest book, un libro che avrete quando organizzate corsi o altro. Insomma fate in modo che se altre persone volessero rivolgervi a voi, possano in futuro trovare dei commenti positivi sul vostro lavoro: è uno dei motivi principali per cui altri potranno contattarvi e un potente strumento di marketing.


Fate più cose. Magari avete iniziato con un laboratorio, è andato bene e ne avete fatti altri sempre con successo. Da queste esperienze potrebbe nascere un ebook da vendere online oppure un libro in edizione cartacea (o entrambi), così dalla vostra prima esperienza potrete guadagnare anche in altri modi, ad esempio offrendo consulenze specifiche del settore per cui organizzate laboratori. Insomma partendo da un’idea potrete creare molti modi per guadagnare.

Ci vuole del tempo per trovare l’idea giusta, iniziare a metterla in pratica e per cominciare anche a guadagnare, ma la motivazione è la molla capace di farvi andare avanti. Se avrete costanza e inventiva, se sarete intraprendenti vi verrà in mente il lavoro giusto da cui ripartire, il resto verrà da sé un po’ alla volta anche con il lavoro di marketing che farete.

Non scoraggiatevi se non avete alti guadagni, l’importante è iniziare, valutare la cosa, eventualmente cogliere anche suggerimenti per migliorarvi. Ci vuole, ripeto, del tempo, ma creare da soli il vostro lavoro potrebbe essere l’idea vincente di questi tempi. Segnatevi l’uscita del nuovo ebook per imparare a essere maggiormente creativi e intanto scaricare l’anteprima. Non sempre la creatività si raggiunge da soli, bisogna stimolarla, specie se non l’avete mai fatto prima d’ora. Ecco perché questo ebook può aiutarvi a tirare fuori nuove idee e soluzioni per un lavoro su misura per voi.