04 feb 2013

Come conoscere M’illumino di meno e risparmiare luce

M’illumino di meno è un’iniziativa che in Italia si ripete ormai da nove anni e che è curata da Caterpillar Radio 2, che vede coinvolti ogni anno Comuni, enti, strutture e privati. Si tratta di aderire all’iniziativa di spegnere le luci per un arco di tempo in una giornata, ma soprattutto di pensare e sensibilizzare tutti sull’importanza del risparmio energetico. A questo proposito vi consiglio di leggere il libro “Guida al risparmio energetico” di Franco Molteni, Daniele Russolillo e Giuseppe Serratì.



Perché è importante spendere meno. Prima di tutto, per le nostre tasche. Consumando meno energia, ovviamente si riducono i consumi e quindi avremo una bolletta della luce meno cara. Inoltre, consumando meno si rispetta di più l’ambiente e si produce meno inquinamento luminoso, quello, per intenderci, che non fa scorgere le stelle o il cielo per la troppa luce e che può essere dannoso per gli uccelli che quando la luce in certi punti è troppo intensa non riescono a riposare la notte o per quelli notturni che confondono notte e giorno.


Consigli di risparmio. Ho scritto varie volte sul risparmio energetico, ad ogni modo i consigli principali per iniziare da subito a risparmiare luce sono:

  • Sfruttare al massimo la luce naturale. Quando ci vedete, non accendete le luci. Sembra banale, ma quante volte durante il giorno passando in una stanza si accende la luce solamente perché è diventata un’abitudine, anche se non ce ne sarebbe bisogno?Anche un piccolo accorgimento può fare la differenza, come utilizzare tende leggere che lasciano filtrare la luce.
  • Sostituite le lampadine. Se ancora avete in casa quelle “normali” prendete quelle a basso consumo che riducono i consumi anche del 40%, oppure quelle a Led che li riducono ancora di più. Per queste ultime c’è da dire che costano di più, ma è un investimento che vale: si spende pochissimo in bolletta e durano tantissimo. Al massimo potete iniziare comprando una lampadina a Led per la zona che usate di più, come la cucina o il salotto.
  • Sfruttate il solare. Esistono in commercio lampade che si alimentano ad energia solare, vanno esposte al sole e la sera possono essere utilizzate. Per le prime volte devono normalmente essere esposte per più ore, ma poi avrete luce gratis, ad esempio per leggere in camera o quando lavorate di sera nel vostro studio.

Quest’anno M’illumino di meno si svolgerà il 15 febbraio con lo spegnimento delle luci a partire dalle ore 18. Per far conoscere l’iniziativa potete scaricare materiale come adesivi e locandine da appendere e regalare, così da promuovere la sensibilizzazione verso il risparmio energetico dal sito dell’iniziativa http://caterpillar.blog.rai.it/milluminodimeno/ e seguire l’evento anche via Facebook.


M’illumino di meno è una giornata simbolica che dovrebbe insegnare le buone pratiche per il risparmio energetico ai cittadini, responsabilizzandoli non solo per un giorno, ma per tutto l’anno e questo non solo per i privati ma anche e soprattutto per Comuni ed enti che possono cogliere questa occasione per avviare iniziative e strategie per consumare meno, per coltivare il rispetto per l’ambiente e riuscire a risparmiare.

Lara Zavatteri