08 gen 2013

Come conoscere e utilizzare le biblioteche virtuali

Sono biblioteche che, sparse un po’ in tutta Italia, hanno aderito all’iniziativa Medialibraryonline, in gergo MLOL, per dare la possibilità agli utenti di scaricare materiale in poco tempo e senza passare in biblioteca. Vi consiglio di leggere anche il libro “Biblioteche in Rete” di Fabio Metitieri e Riccardo Ridi.

Come conoscere e utilizzare le biblioteche virtuali


Cos’è. Medialibraryonline è in sostanza una piattaforma per il prestito di contenuti digitali cui hanno aderito oltre duemila biblioteche italiane e una ventina di straniere, con moltissimi titoli disponibili e generi diversi di libri che si possono leggere e scaricare in formato ebook, quindi sul proprio computer, ebook reader o tablet. Oltre agli ebook sono disponibili anche audiolibri, ad esempio per le persone che hanno difficoltà nella lettura e che potranno ascoltare il testo oppure è possibile anche scegliere e scaricare musica.


Per chi è adatto. In sostanza per tutti coloro che amano la lettura, ovviamente è necessario avere qualche conoscenza di tecnologia o impararla per poter accedere alla piattaforma e che la biblioteca della vostra zona sia collegata alla stessa (verificate che abbia aderito). Non è adatta per coloro che amano di più i libri tradizionali con le pagine da sfogliare, perché qui è tutto visibile grazie ad uno schermo.


Come si fa. Dopo aver verificato che la vostra biblioteca abbia aderito alla piattaforma, basta richiedere in sede un account con password e accedere all’indirizzo Internet che vi sarà fornito: c’è un sito ufficiale ma è possibile che le biblioteche di una zona abbiano un link con il nome del territorio nell’indirizzo e dovrete accedere da quello. Non c’è nessun costo, tutto è completamente gratuito ed inoltre non sarete più vincolati agli orari della biblioteca perché la piattaforma è aperta, consultabile tutto il giorno e tutta la notte. Potete scaricare ebook e gli altri contenuti che ho elencato, il prestito dura 15 giorni.


Altre caratteristiche del servizio. Nella piattaforma si possono trovare anche contenuti liberi, cioè ormai senza copyright per cui il prestito può durare molto di più, inoltre accedendo alla piattaforma è possibile restare sempre aggiornati anche sulle novità, accedere a contenuti e anche ad anteprime ed estratti di libri. Si possono anche sfogliare e leggere i quotidiani, trovare immagini (anche archivi iconografici), per gli studiosi è possibile anche consultare manoscritti in formato immagine. Il tutto senza spostarsi per andare in biblioteca, risparmiando tempo e potendo organizzare il prestito in totale autonomia. Un sistema che in questo modo viene incontro anche a persone con handicap, specie se motori, che in questo modo potranno leggere senza il problema di arrivare in biblioteca e che promuove anche per chi è digiuno di tecnologia la possibilità di imparare un nuovo modo per leggere con il supporto di bibliotecari ma anche di parenti e amici più “ferrati”.

Per conoscere tutto il mondo di Medialibraryonline e avere una panoramica generale, devi accedere e procedere come scritto in precedenza. Inoltre, MLOL ha anche una pagina sul social network Facebook, accessibile anche a chi ancora non è iscritto alla piattaforma, per trovare sempre le novità e gli approfondimenti disponibili.

Lara Zavatteri