7 mag 2013

Come prendersi cura di un cane di 9-10 mesi

Come prendersi cura di un cane di 9-10 mesi

Se avete un cane in casa che ha raggiunto quest’età, avrete notato alcune differenze di comportamento. Vi consiglio a questo proposito di leggere il libro "Cani felici" di Liz Dalby e Helen Dennis.


Come prendersi cura di un cane di 9-10 mesi

Finalmente un po’ di calma. Dopo il terremoto dei primi mesi, il cane è più tranquillo. Non allarmatevi, non ha nulla che non va, solo che crescendo ha dei momenti di ozio più frequenti e quindi risulta essere più tranquillo di prima. Anche se è ancora un cucciolo, non è scatenato come all’inizio.

Mangia meno. All’inizio e per diversi mesi, può darsi che il vostro cane sia stato molto vorace e non vedesse l’ora di mangiare. A quest’età invece cominciano a mangiare meno, se prima mangiava tre volte al giorno (colazione, pranzo e cena) ora può darsi che non abbia fame a pranzo. Man mano che crescono tendono a mangiare meno, per cui è normale. Può anche darsi che la sera non si avventino sulla ciotola, come facevano invece all’inizio, ma trascorra del tempo prima che si decidano a finire il contenuto della ciotola. Anche qui, nessun problema. Il cane comincia a mangiare quando ha fame, non più appena mettete per terra la ciotola, inoltre con il cambio di stagione sente anche che le giornate sono più lunghe e tende ad aspettare il momento giusto per mangiare.

L’acqua che passione. Se per la neve i cani impazziscono, amano molto anche l’acqua. Con l’arrivo della bella stagione e soprattutto i cani a pelo lungo, che soffrono maggiormente il caldo, cercano corsi d’acqua per entrarci, a volte anche completamente. Abbiate pazienza, per loro il caldo è difficile da sopportare e questo è un modo per combatterlo. Basterà asciugarlo bene una volta arrivati a casa.

Tutto è una scoperta. Se sono nati in autunno, non hanno mai visto la primavera perciò non stupitevi se, quando lo portate a passeggio, notate che si ferma ad osservare fiori, insetti o ad annusare odori. Per lui tutto è nuovo e curioso com’è deve vedere sempre di cosa si tratta.

Occhio alle zecche. Con la primavera ricompaiono anche le zecche che il cane può trovarsi addosso per essersi rotolato nell’erba. Per toglierle non usate nulla che potrebbe arrecare prurito o fastidio al cane, prendete solo dell’ovatta imbevuta d’olio e premetelo lì dove la zecca è attaccata. L’olio le impedirà di respirare e sarà costretta a mollare la presa, così potrete toglierla senza problemi e anche la pelle del vostro cane non ne avrà risentito.

Non fatevi ingannare. Anche se il cane è più tranquillo, rimane sempre un cucciolo. Se in precedenza vi ha rosicchiato divani o tappeti, non cedete all’impulso di comprare un copridivano o addirittura un divano nuovo, aspettate ancora qualche mese. Infatti anche se con meno frequenza il vostro cane continuerà a mordere questi oggetti, per cui sarebbe assurdo cambiarli per vederli rovinati in poco tempo. Aspettate che diventi più grande per questo genere di migliorie.

Un posticino tutto per sé. A volte i cani di quest’età gironzolano per casa cercando un posto tutto per loro. Può essere un posticino tranquillo e fresco, specie nelle giornate più torride, o un posto per nascondere i suoi oggetti preferiti (giocattoli, ossi di gomma ecc...). Preparate il suo posto con cura, eventualmente togliendo oggetti che potrebbero dargli fastidio o rompersi. Cerca solo un po’ di privacy.

Lara Zavatteri