21 gen 2013

Come vivere la val di Sole camminando in inverno

La val di Sole è una valle del Trentino conosciuta in inverno per le sue numerose piste da sci. Ma se non amate particolarmente questo sport, oppure non ne capite proprio nulla, o ancora se volete scoprire paesaggi e percorsi in modo diverso, da soli o in compagnia, potete farlo con la guida dell’Azienda di promozione turistica “A piedi d’inverno”. Leggete anche “Nordic Walking” di Pino Dallasega.


Cos’è. Più che di una guida si tratta di un opuscolo che racconta tutti i percorsi che si possono intraprendere in valle (intesa come bassa, media e alta valle) in tre maniere, alternative allo sci:

  • Camminando
  • Con le classiche “ciaspole” chiamate anche “caspole”, cioè le racchette da neve che si applicano ai piedi e permettono di non affondare nella neve
  • Con il Nordic Walking, disciplina che si pratica con i bastoncini per le camminate che allenano tutto il corpo.

A parte per il camminare, tutta l’attrezzatura la potete trovare in qualsiasi negozio di sport, sia in valle sia fuori.


Una prima parte della guida vi spiega i comportamenti giusti da adottare (non fate fuori pista, sono sempre pericolosi), informatevi sul meteo per le vostre escursioni e soprattutto informate sempre qualcuno sulla vostra destinazione. Potete scoprire anche la fauna che potreste incontrate passeggiando in itinerari che in val di Rabbi o Peio attraversano il Parco nazionale dello Stelvio settore Trentino.


Ogni percorso riporta varie indicazioni, necessarie per poter capire chi può intraprenderlo (anche bambini, anziani, persone più o meno allenate) quindi il grado di difficoltà, la descrizione del percorso nel dettaglio con a lato le caratteristiche dell’itinerario. Per fare un esempio, in valle di Rabbi tra le caratteristiche troverete la possibilità di vedere i classici masi della tradizione contadina, costruiti in legno e pietra ancora oggi, molte volte, adattati ad abitazione del luogo, mentre verso la val Meledrio (tra le località di Dimaro e Folgarida) si possono scorgere le Dolomiti di Brenta.


A chi è adatto. Come detto, a tutti coloro che cercano un’alternativa per vivere la montagna senza dover sciare, ma anche agli sciatori che alternano questo sport alle camminate nella natura. È appunto un ottimo modo per conoscere l’ambiente della valle, grazie da un ritmo più lento e lontano dal brusio delle piste. In questo periodo inoltre è caduta parecchia neve e potreste approfittarne per mettere subito in pratica i suggerimenti e i consigli che si trovano descritti nella piccola guida.


Come trovarlo. Se siete in valle o pensate di visitarla, potete richiedere l’opuscolo nei vari Uffici informazioni sparsi sul territorio o alla sede che si trova nel paese di Malé, oppure potete scaricarlo o leggerlo online, gratuitamente e direttamente dal sito dell’Azienda di promozione turistica delle valli di Sole, Peio e Rabbi all’indirizzo http://www.valdisole.net cliccando poi nella sezione pubblicazioni. Dal sito, negli eventi, potete scoprire anche iniziative con le racchette da neve che si svolgono da qui a marzo in valle e a cui potreste prendere parte. Tra l’altro si possono trovare molti altri spunti per una futura vacanza anche nei mesi estivi.

Lara Zavatteri