11 gen 2013

Come scoprire il seguito de “La biblioteca dei morti”.

Oggi essendo venerdì vi consiglio un libro da leggere nel week-end, se già avete letto il precedente “La biblioteca dei morti” dell’autore Glenn Cooper. Si tratta de "I custodi della biblioteca".




La biblioteca dei morti vedeva come protagonista Will Piper, un poliziotto che per una serie di accadimenti avvenuti nel presente-vengono recapitate a persone a caso delle cartoline con la data della loro morte e poi queste soccombono davvero-si trova a indagare sul caso e a scoprire un mistero di molti secoli prima.


Will Piper e la sua assistente Nancy scoprono infatti che a mandare le cartoline è un impiegato all’interno della famigerata Area 51, quell’area conosciuta da tutti noi come luogo misterioso e inaccessibile e, forse, custode di segreti sul mondo alieno. Invece Will scopre che l’Area 51 custodisce un segreto ben più gravoso, l’esistenza di una biblioteca sterminata, creata secoli prima nell’abbazia di Vectis.


La biblioteca è unica al mondo perché è composta di infiniti volumi che riportano la data di nascita e di morte di tutte le persone che hanno abitato o abitano la terra, compresa quella di Will stesso. A crearla furono degli uomini all’abbazia di vectis, che spinti da una sorta di dono dedicarono tutta la loro vita a redigere i preziosi volumi, vivendo sotto terra e praticamente senza vivere davvero, se non per scrivere.


Come va a finire non lo svelo per coloro che non hanno ancora letto il libro, dico solo che Will riesce a scoprire di essere un Olo, cioè uno che vivrà Oltre l’Orizzonte, fissato per il 9 febbraio 2027. A quella data infatti terminano i documenti della biblioteca e nessuno sa che cosa significhi. In molti credono che la data sia la fine del mondo, una fine che appare ancora lontana perché quando Will scopre la biblioteca siamo nel 2009. Nancy diventa sua moglie e hanno un bambino, Philip.


In “I custodi della biblioteca” ritroviamo Will Piper, ormai in pensione, malandato per via del suo cuore ma con l’occhio allenato del poliziotto che gli servirà in una nuova avventura. Siamo, infatti, nel 2026, a poca distanza dal fatidico 9 febbraio e inizia a scatenarsi il panico tra le persone, poiché nessuno sa se sopravviverà a quella data e cosa significa la data stessa. A peggiorare le cose, tornano anche le cartoline spedite per informare le persone sulla data della loro morte, stavolta tutte destinate a persone di nazionalità cinese.


Mentre Nancy indaga sul caso, il figlio Philip scompare dopo aver conosciuto una ragazza su un social network. Toccherà a Will cercare di scoprire dove sia finito il figlio, perché sia fuggito e cercare di riportarlo a casa, non prima di aver scoperto un altro mistero incredibile, un segreto che potrebbe svelare cosa accadrà il 9 febbraio 2027.


Anche questo libro è giocato sull’alternanza tra il presente-il 2026- e il passato, dove ritroviamo l’abbazia di Vectis e i suoi scrivani, ma anche un importante pezzo mancante della storia raccontata nel precedente libro, oltre alla presenza di un testimone d’eccezione come Benjamin Franklin. Un libro da non perdere per scoprire il destino del mondo, secondo Glenn Cooper.