3 gen 2013

Come guadagnare con Internet: creare blog

Siamo così abituati a utilizzare quotidianamente o quasi siti, blog e social network che pare strano che qualcuno non sia in grado di farlo, eppure ci sono molte persone che con la tecnologia hanno poca dimestichezza. Ecco come lavorare da freelance, creando blog per coloro che non sanno che pesci pigliare. Vi consiglio di leggere l’ebook “Io Bloggo” di Marta Traverso, già consigliato in precedenza ma che è una buona base.


Chi potrebbe essere interessato. Potenzialmente, tutti coloro che usano poco Internet o non l’hanno mai usato e vogliono iniziare a farlo, privati ma anche realtà associative, gruppi, realtà economiche. I clienti di chi crea blog possono essere infiniti.


Cosa proporre. Ovviamente, per iniziare un tipo di attività di questo tipo, dovete conoscere a menadito almeno una piattaforma che permette di creare blog, meglio anche più di una, ad esempio Blogger e Wordpress, ma ce ne sono molte altre. Io consiglio sempre Blogger perché lo uso, è facile e intuitivo, gratuito e collegato a Google, come ho detto altre volte questo è un vantaggio per il posizionamento nei motori di ricerca.


Conoscenze da avere:
  • Registrazione e creazione base di un blog
  • Inserimento di contenuti testuali come post
  • Inserimento di contenuti testuali in altri spazi, come le colonne
  • Inserimento di immagini (anche gif) e video all’interno dei post o in altri spazi del blog
  • Capacità di adattare sfondi, caratteri e stili a seconda delle esigenze del cliente
  • Capacità di inserimento link, iscrizione al blog, bottone per la ricerca interna nel blog, collegamenti vari
  • Collegamento tra blog e social network
  • Capacità di cambiare ogni aspetto del blog e di inserire nuovi gadget

Queste mi sembra possano essere le conoscenze necessarie per creare un blog per qualcun altro, ma siccome la persona vorrà aggiornare il suo blog con dei post o altro, dovrete fornire anche altro. La prima cosa sarà una sorta di tutorial scritto e stampato da voi sulle principali funzioni del blog (scrivere un post, inserire immagini). Scrivete in maniera semplice in modo che tutti possano capire e spiegate le parole che potrebbero generare confusione. Esistono in commercio guide cartacee, ebook o siti dove tutto questo viene illustrato, ma spesso risultano troppo tecnici per chi non ne sa nulla. La seconda cosa che dovrete fare è restare a disposizione qualora chi vi ha richiesto il blog abbia bisogno di voi per un problema o per chiedere come sia meglio fare una data operazione.

Oltre alla creazione del blog, abbiate cura di applicare le regole basilari del Seo per far apparire il blog stesso nei motori di ricerca, inseritelo nelle directory, nei siti dove si può segnalare gratuitamente un blog e così via.


Remunerazione. Dipende dal tipo di lavoro, dal tempo impiegato, in generale per una base di tariffa provate a capire quanto si fanno pagare altre persone che creano siti (anche se qui il discorso è più complesso) o i web designer. Poi potete accordarvi con il vostro cliente.



Se vi chiedono: Perché dovrei creare un blog? Ecco alcuni motivi.
  • Il blog è molto più flessibile rispetto a un sito, che è  generalmente statico
  • Sul blog si possono ricevere e leggere commenti
  • Può essere un buon mezzo per implementare la funziona di un sito, se già esiste
  • Può essere modificato e gestito facilmente dal vostro cliente, una volta realizzato, cosa più difficile con un sito.

Lara Zavatteri