11 dic 2012

Come regalare libri- Vianne Rocher


Ieri ho scritto il pezzo “Come regalare libri-Lo Hobbit” del libro di Tolkien, prequel al Signore degli Anelli. Oggi invece vi suggerisco un libro che in ambito cinematografico si chiamerebbe un sequel, cioè ciò che viene dopo la storia raccontata. Si tratta del libro “Il giardino delle pesche e delle rose” di Joanne Harris, l’autrice di Chocolat. 

Chi è Vianne Rocher. Se avete letto Chocolat, è un nome che conoscete bene, altrimenti, Vianne è una giovane donna che con la sua bambina, Anouk (e il suo canguro fantasma Pantufla) arriva in un piccolo villaggio francese e apre una cioccolateria. Fin qui nulla di strano, se non fosse che Vianne è diversa da tutti coloro che abitano nel villaggio. Veste colori vivaci, dove tutti sono moderati, non va a Messa e “osa” aprire la cioccolateria nel periodo di Pasqua, cioè quando bisognerebbe moderarsi.


La cioccolateria fa da sfondo alle storie raccontate nel libro e nel film che ne è stato tratto: Vianne è una maestra cioccolataia e grazie alla magia del cioccolato scopre i gusti di tutti, risolve i loro problemi e porta l’allegria nel piccolo paesino. Suo acerrimo nemico nel libro è il parroco (nel film invece è un conte) che non vede di buon occhio le sue iniziative e il suo modo di vivere (non è sposata e tira su da sola una bambina) e che le tenta tutte per allontanare i parrocchiani dalla cioccolateria, ma inutilmente.


Chocolat racconta prima di tutto la storia di una donna fuori dal comune, osteggiata per questo, ma che nonostante tutto non rinuncia ad essere se stessa, a sfidare gli altri-come quando fa amicizia con i nomadi con le barche sul fiume o aiuta Josephine a lasciare il marito violento-e a portare il buonumore e la gioia di vivere grazie al cioccolato.


Chocolat è stato un grande successo e Joanne Harris torna a scrivere di Vianne nel libro che vi consiglio, da regalare a chi ha già letto (o visto al cinema) Chocolat o da regalarvi. In questo libro Vianne è alle prese con il problema dell’integrazione, perché nel piccolo villaggio dove aveva aperto la cioccolateria vivono delle famiglie mussulmane. Sarà proprio il suo antico nemico, il parroco, a richiamarla per cercare di far funzionare la convivenza fra culture e religioni diverse. Vianne come sempre accetta la sfida e torna nel paesino dove tutto è iniziato per capire cosa può fare per modificare in meglio la situazione. Come sempre, lo farà grazie al prezioso ausilio del cioccolato.

In realtà un sequel la Harris l’aveva già scritto di Chocolat, è il libro “Le scarpe rosse” in cui si racconta la vita di Vianne e delle figlie (ne avrà un’altra oltre ad Anouk) lontane dal paesino, ma inaspettatamente con il ritorno di un personaggio, interpretato nel film da Johnny Deep, centrale per la vita di Vianne.

Un libro che consiglio come regalo per donne forti, indipendenti e magari anche fuori dal coro, per prendere spunto dal coraggio di Vianne, dalla sua intraprendenza e dalla sua capacità di non abbattersi mai di fronte a nessun ostacolo.

Lara Zavatteri