30 nov 2012

Come visitare la rassegna dei presepi di Ossana

L’ho già segnalato anche in precedenza ma la rassegna dei presepi ad Ossana, paese della val di Sole (Trentino) si ripete ogni anno, è tutta da scoprire e si scovano sempre belle novità artigianali, inoltre, apre proprio in questi giorni. Vi suggerisco di leggere anche l'ebook, disponibile anche in versione cartacea "I misteri di Natale" di Olivier Manitara.



Cos’è la rassegna. La rassegna si chiama “Incontri d’inverno.Magie sotto la neve” ed è giunta alla sua tredicesima edizione. Permette di scoprire percorrendo a piedi il paese di Ossana oltre un centinaio di presepi, allestiti all’interno di cornici suggestive come antiche stalle, masi, finestrelle delle abitazioni, cantine e molto altro.

I presepi. I presepi esposti sono realizzati artigianalmente da privati, ma anche scuole della zona, associazioni varie, gruppi provenineti sia dalla val di Sole sia da altre valli del Trentino e da diverse parti d’Italia. Se ne trovano di minuscoli e di enormi, uno in movimento (accanto alla chiesa con un orario d’apertura a parte) diversi anche per i materiali in cui sono stati concepiti, come il legno, il ferro, la plastica, il rame, ma anche la carta, le tegole usate sui tetti, la gommapiuma, tanto per citarne qualcuno. Ogni presepe è segnato con un numero, riportato su una mappa (basta rivolgersi all’Azienda di promozione turistica della val di Sole o su www.valdisole.net ) mentre di notte il percorso è illuminato per intero da una luce azzurra che fa da guida ai visitatori.


Visitare la rassegna è gratuito ed è possibile da oggi fino al giorno dell’Epifania con orario 10-23: ovviamente è molto più suggestivo il percorso notturno (temperature permettendo), ma la rassegna non è solo questo. Sono infatti previsti anche mercatino di artigianato locale e stand gastronomici dei prodotti tipici della valle, oltre ad attività per i bambini con la presenza di Babbo Natale e la Befana, tutte le date si possono trovare all’Apt.


Il percorso è chiuso al traffico, perciò dovrete lasciare la macchina un po’ distante. Alcuni parcheggi si trovano sia nella piazzetta accanto all’Ufficio turistico a Fucine o più giù verso il bocciodromo, o ancora risalendo (dopo il ponte) verso Ossana, ai piedi del castello di San Michele. C’è un po’ da camminare, ma ne vale la pena. L’itinerario non presenta grandi difficoltà, può essere fatto da persone anche anziane o portatrici di handicap con un po’ d’attenzione (se le strade dovessere essere sdrucciolevoli per il ghiaccio o la neve) e per quei luoghi come le stalle che magari hanno un gradino per entrare e quindi risultano più problematici, ad esempio, per persone in carrozzina. Un consiglio: prendete o scaricate dal sito la piantina, perché i presepi sono davvero molti e altrimenti rischiereste di perderne qualcuno.


Ci sono persone che hanno visitato la rassegna e in seguito sono diventate esse stesse creatrici di uno o più presepi poi esposti. Se avete creatività, amate la val di Sole e il Natale, non mancate l’appuntamento con la rassegna dei presepi ad Ossana, potreste proporre anche voi un originale presepe per il futuro, arricchendo di magia tutto il percorso.

Lara Zavatteri  

eBook: Ultimissime novità

eBook: Bestseller

Novità eBook di Diritto

eBook: Informatica, Web e Digital Media

eBook: Economia, affari e finanza