20 nov 2012

Come formarsi nell’edilizia green



Climabita è una fondazione nata da un’idea di Norbert Lantschner, già direttore dell'Agenzia Casa Clima, per promuovere tematiche, eventi e formazione legati al mondo della sostenibilità e dell’efficienza energetica in edilizia. Per saperne di più su questi temi vi consigliol'ebook "L'idea della DTM Green Haus per una casa in bioedilizia in legno made in Italy" di Fulvio Santagati

Il corso. Si tratta di un corso di primo livello dal titolo “Abitare Green” che appunto esplorerà in vari moduli tutto ciò che c’è da sapere per avere un quadro completo sulla sostenibilità (tecnologie impiegate, materiali), l’efficienza energetica e il comfort in edilizia e all’interno delle abitazioni, il tutto puntando alla realizzazione di edifici sempre più green, poco impattanti per l’ambiente e che consentono di risparmiare. Si tratteranno anche temi inerenti l’isolamento, l’acustica e altri aspetti interni ed esterni degli edifici, oltre alle fonti di energia rinnovabile.


A chi è rivolto il corso. Il corso di formazione si rivolge ai progettisti che intendono avvicinarsi a queste tematiche, applicandole poi al loro lavoro, quindi periti, geometri, ingegneri (ambientali, ma anche civili ecc...). Si rivolge anche a chi lavora nel capo dell’edilizia e vuole applicare nuove tecnologie nel suo lavoro.


In aula oppure online. Il corso è previsto per i primi di dicembre e si può scegliere di frequentare direttamente in aula, nella città di Trento, oppure per chi ha difficoltà o vive troppo lontano è prevista anche la possibilità di frequentare il corso di formazione via Internet, anche se i posti sono limitati e occorre perciò iscriversi al più presto.

A cosa serve. Oltre ad imparare o approfondire meglio determinate tematiche legate al costruire sostenibile, il corso è un ottimo biglietto da visita (ormai si guarda sempre più con attenzione a coloro che conoscono metodologie e tecniche del costruire green) e arricchirà il vostro curriculum professionale.

Il legno. Il legno è uno di quei materiali che specialmente in questi ultimi anni si sta riscoprendo per la costruzione degli edifici. Tra le sue caratteristiche c’è una buona resistenza sismica (non a caso le casette costruite a l’Aquila dopo il terremoto del 2009 sono appunto in legno) e al calore. Alcuni anni fa fu fatta una prova in merito al progetto Sofie con un edificio in legno sul quale veniva appiccato il fuoco, dimostrando una grandissima resistenza da parte di questo materiale, anche se non lo si direbbe mai. Insomma come materiale il legno è sostenibile, amico dell’ambiente e presenta diverse priorità, tra cui anche la leggerezza, che lo predispongono ad essere uno tra i materiali preferiti nella costruzione green.

 I lavori verdi. Oltre alle professioni elencate sopra, si fanno strada altri lavori legati alla sostenibilità, come il certificatore energetico (la certificazione è obbligatoria quando si vende un edificio o anche solo una parte di esso) o l’ecoauditor, ovvero un professionista che all’interno di un’azienda ne verifica impianti e processi produttivi controllando se sono in linea con le norme ambientali. Le nuove fonti energetiche, invece, possono essere studiate anche da professionisti come l’ingegnere elettrico o dei materiali.

Per avere tutte le informazioni sul corso di Climabita, sui costi e sulle modalità di partecipazione vi rimando al sito di Climabita che trovate all’indirizzo Internet

http://www.climabita.it/
con molte altre informazioni su convegni, eventi e attività di questa realtà.

Lara Zavatteri