24 ott 2012

Come, quando e perché tradurre un vostro libro o ebook


Se avete scritto e pubblicato un libro o ebook, potete decidere di farlo tradurre in un’altra lingua per farlo conoscere maggiormente ed avere così la possibilità di raggiungere più persone. Vi consiglio l’ebook “Guida completa a Omega T” di Marco Cevoli e Sergio Alasia, per avvicinarvi e per comprendere il programma omonimo di traduzione assistita open source.

Come. Per tradurre un libro o un ebook dovete decidere per prima cosa in quale lingua volete tradurlo. L’inglese è ormai la lingua internazionale, perciò a meno che non abbiate scritto un testo specifico su un territorio, o una storia ambientata in una particolare zona (ad esempio Madrid, la Provenza ecc…) optate per l’inglese, altrimenti nei casi particolari che ho elencato scegliete la lingua del posto cui fa riferimento il libro, quindi lo spagnolo o il francese.


Se conoscete bene un’altra lingua, potete decidere di fare da soli, ma solo se veramente siete esperti e parlate una lingua diversa con scioltezza, quasi fosse la vostra lingua madre. In questo caso potete fare da soli, soprattutto se conoscete anche espressioni non di base, come possono essere i modi di dire, proverbi, abbreviazioni che spesso si usano nella lingua parlata e che conosce chi parla fluentemente questa lingua.


Dovrete prendere il vostro libro tradurre parola per parola, riga per riga, quindi armatevi di pazienza. Se avete dei dubbi oltre al dizionario cercate una persona madrelingua che possa assicurarvi la correttezza di ciò che state scrivendo. Prima di pubblicare la versione in una lingua diversa, fate leggere il testo appunto ad una persona madrelingua, così che eventualmente possa evidenziare errori o passaggi da sveltire o che si possono tradurre in maniera più corretta.


Affidatevi a qualcun altro. L’ideale è un traduttore che si occupa proprio di tradurre testi letterari nella lingua che v’interessa, in alternativa anche un insegnante madrelingua. Alcune case editrici (come la Faligi) o piattaforme di self publishing stanno iniziando a rendere disponibile questo servizio, perciò tenetene conto prima di inviare il manoscritto o inserirlo in un servizio di print on demand.


Come trovare una persona che traduca il vostro testo. Verificate se nella vostra zona ci sono traduttori letterari, utilizzate un po’ di passaparola, un annuncio sul social network Facebook, ma anche su Twitter, cercate tra i profili lavorativi su Linkedin, caricate un annuncio su Ebay Annunci o piattaforme simili.


Costi. I costi dipendono ovviamente da molti fattori, in primis da quanto è corposo il vostro libro o ebook, perché da più pagine sarà composto più alto sarà il prezzo. A volte il costo può dipendere anche dal genere di testo che sottoponete alla traduzione: narrativa, fantasy, saggio e così via. Si può conteggiare a caratteri, anche se è una maniera di procedere poco usata oppure a cartella, che è quella più utilizzata. In pratica si stabilisce un tot di euro che verranno conteggiati e pagati a fine lavoro per ogni cartella di cui si compone il vostro testo. Accordatevi con il vostro traduttore, in modo da non avere sorprese in seguito.

Quando. Quand’è il momento giusto per pensare ad una traduzione del vostro libro? In realtà non c’è un momento ottimale, può essere quando avete appena pubblicato, per cercare nuovi lettori oppure in seguito, perché magari avete visto che il libro ha suscitato un certo interesse.


Perché. I motivi possono essere molteplici:

  • Farvi conoscere da un pubblico più esteso;
  • Dare la possibilità anche a lettori non italiani di leggere il vostro libro, anche a chi magari è emigrato molti anni fa o ha una famiglia oriunda italiana;
  • Come detto prima, per tradurre il testo nella lingua dove è ambientato;
  • Per inserire il libro o ebook anche su piattaforme/siti in lingua non italiana e quindi con la possibilità di aumentare le vendite;
  • Per avere un certo prestigio.


Tradurre il vostro testo e renderlo disponibile per l’acquisto infatti gli consente di avere un certo prestigio proprio perché inserito all’interno di un circuito non più solo nazionale, con la possibilità di estendere il target del libro/ebook oltre i confini del nostro Paese.


Quando il testo è pronto e pubblicato, valutate come procedono le vendite. Se, per esempio, avete tradotto il libro in francese perché il testo è ambientato in Provenza, tenete d’occhio come viene valutato il libro in questa lingua, se è apprezzato, quanto vendete. Può essere un buon modo per capire se è il caso di tradurre il libro o ebook anche in un'altra lingua, come l’inglese, in poche parole, per comprendere se ne vale davvero la pena.


Valutate perciò se è il caso di procedere con l’idea di tradurre il vostro testo, anche relativamente ai costi che l’operazione potrebbe avere. Prima di iniziare, cercate opinioni e consigli da parte di altri scrittori che in precedenza si sono avventurati in questa esperienza. Su Internet si trovano molti forum per scrittori dove chiedere consigli, capire come funziona e orientarvi sui costi, così da non buttarvi proprio alla cieca.  Sul motore di ricerca Google cercate “forum scrittori” e ne troverete diversi dove postare le vostre domande e leggere i post degli utenti che magari hanno già tradotto il loro libro.


Se avete scritto un saggio e avete un impiego in ambito scolastico-accademico, far tradurre il vostro testo può essere utile per rivolgervi a tutti i vostri studenti, quelli italiani ma anche, eventualmente, quelli stranieri, per esempio quelli che frequentano le lezioni per aver aderito al programma Erasmus, oppure può essere utile a voi per presentarvi al meglio in occasione di convegni nazionali e non per far leggere il vostro testo anche a colleghi che parlano un’altra lingua. Se invece siete voi stessi dei traduttori, può essere una buona esperienza di lavoro da inserire nel vostro curriculum.

Insomma ci sono diversi motivi per cui un autore può decidere di far tradurre il suo testo, l’importante è informarsi con cura su ogni aspetto ed essere certi di proporre in seguito al pubblico un lavoro preciso, ben fatto e che non si discosta dal testo del vostro libro/ebook, che ne rispecchi oltre che le parole anche lo stile. Insomma, far sì che il testo tradotto rifletta quello originale in lingua italiana.


Lara Zavatteri