12 set 2012

Come scoprire la casa di Dante

Se state per visitare Firenze o siete degli appassionati di storia –in questo caso anche di letteratura- potete visitare la casa di Dante Alighieri.
 

La casa. L’abitazione, in realtà, non è quella originaria in cui visse il poeta della Divina Commedia, perché la casa è stata ricostruita rispetto a quella che doveva esserci nel Medioevo, ma grazie ai documenti e alle ricerche svolte è stato individuato il sito esatto dove sorgeva casa Alighieri e dove Dante scrisse alcuni dei suoi capolavori. La casa ha uno stile medievaleggiante, così come la piazzetta, il pozzo e la torre e ricrea per l’appunto un angolo di Medioevo all’interno della città. La casa, inoltre, all’interno ospita un museo da visitare.  

Cosa vedere. Il museo, dislocato su più piani, offre uno spaccato della vita, delle opere di Dante e in generale della situazione politica e topografica di Firenze negli anni in cui visse l’Alighieri. Nella prima sala si può ammirare l’arte dei Medici e degli Speziali, cui Dante apparteneva, con mortai, alambicchi, minerali e l’occorrente per preparare pozioni varie. Interessante anche l’albero genealogico dell’intera famiglia Alighieri.

Una seconda sala racconta le lotte tra guelfi e ghibellini e tra guelfi Bianchi e Neri, la vita politica di Firenze e le cariche pubbliche ricoperte da Dante; oltre a questo si possono ammirare reperti unici del 1300 tra cui la cosiddetta “Brocca di Beatrice”, mentre in un’altra sala si può capire com’era organizzata l’economia fiorentina.

Una sala particolare è quella delle armi, con la riproduzione della famosa battaglia di Campaldino tra i guelfi fiorentini e i ghibellini aretini alla quale partecipò lo stesso Dante poco più che ventenne. Oltre a un diorama con la dislocazione esatta delle truppe si possono ammirare armi e armature dell’epoca e un pugnale che, forse, secondo le fonti appartenne al poeta.

Successivamente si trovano sale che ricordano l’esilio di Dante da Firenze e la peregrinazione in varie corti italiane e ci si sofferma sulla sua condanna, mentre è stata ricostruita anche una stanza da letto del Medioevo, del tutto simile a quella che doveva essere quella di Dante. Un pannello spiega com’era la città al tempo di Dante, dove si trovavano le mura, quali monumenti esistevano e quali dovevano ancora essere costruiti.

 Infine uno spazio è dedicato alla riproduzione di come il poeta ha descritto l’Inferno, il Purgatorio e il Paradiso nella sua opera più famosa, la Divina Commedia.

  La casa-museo di Dante insomma è una tappa obbligata quando si visita Firenze, insieme alla chiesa di Santa Croce dove sono tumulati grandi come Galileo Galilei, ma non Dante, sepolto a Ravenna, cui però la città di Firenze dedicò un monumento commemorativo all’interno dell’edificio religioso.

Per saperne di più sulla casa di Dante vi basta cliccare “casa di Dante” su Google e vi comparirà il sito del museo, oppure potete rivolgervi all’Azienda di promozione turistica di Firenze. Un viaggio nella vita e nelle opere del più grande poeta italiano e di una Firenze molto diversa da quella attuale, una sorta di viaggio nel tempo da non perdere.

 Lara Zavatteri 


 Leggete il libro “Medioevo Sconosciuto” di Paolo Cortesi

 
libro “Medioevo Sconosciuto” di Paolo CortesiDESCRIZIONE Esistono ancora isole inesplorate nel grande mare del Medioevo? Pare proprio di sì, anche perché l'immagine popolare più diffusa di questo periodo è una miscela di leggenda e tradizione che ha cristallizzato personaggi ed eventi in moduli spesso stereotipi. Ma basta guardare, con curiosità irriverente, tra le pieghe della Storia per avere sorprese: episodi, figure, usanze che pure hanno fatto il Medioevo ma che sono stati dimenticati o travisati. In questo saggio, brillante ma basato su fonti storiche, tutto sembra inventato e invece nulla lo è...

eBook: Ultimissime novità

eBook: Bestseller

Novità eBook di Diritto

eBook: Informatica, Web e Digital Media

eBook: Economia, affari e finanza