11 set 2012

Come cambiare aspetto alla casa grazie ai rivestimenti

Se siete stanchi dei colori o di altre parti della vostra casa e vorreste rinnovarla, potete farlo concentrandovi sui rivestimenti, dai pavimenti alle pareti.

Come cambiare aspetto alla casa grazie ai rivestimenti
Per i pavimenti. Se avete i pavimenti della casa rivestiti di piastrelle e vorreste applicare il parquet (o un finto parquet che non ha nulla da invidiare a quello vero e costa meno) tenete conto che in alcuni spazi le piastrelle sono più comode e pratiche anche per la manutenzione e l’igiene, ad esempio lo sono in bagno o in cucina, anche se vanno di moda appartamenti i cui pavimenti sono ovunque di parquet.

 Il parquet o il finto legno ha la capacità di rendere subito un ambiente più accogliente e più “caldo”, perciò sono ideali in uno spazio come il salotto. Sia per il parquet che per il finto esistono colori differenti a seconda delle tipologie, sceglietelo a seconda di com’è l’ambiente circostante e anche dell’effetto che volete avere. Se, ad esempio, le pareti sono colorate con colori chiari, evitate di scegliere un rivestimento troppo scuro.  

A volte non serve togliere le piastrelle. In alcuni casi se volete sostituire il rivestimento sarà necessario togliere quello precedente, soprattutto se le piastrelle risultano molto usurate e danneggiate dal tempo, ma è anche possibile scegliere come opzione l’idea di costruire il nuovo rivestimento sopra quello vecchio, così si riducono anche i tempi di lavoro.

Bello ma difficile: il cotto. Tra i vari tipi di piastrelle c’è anche il cotto, molto bello esteticamente ma che richiede una costante manutenzione con la cera, per evitare di vedere aloni, striature e quant’altro. Evitate di scegliere questa tipologia di piastrella se preferite la praticità e non volete dover perdere tempo con queste necessarie operazioni.

Un’alternativa alla pittura alle pareti è la carta da parati. Se avete una casa senza carta da parati o una dipinta di bianco e volete ravvivarla, potete scegliere tra una varietà praticamente infinita di carte, di ogni colore e disegno. Se invece avete già la carta da parati ma è usurata, dovrete prima togliere quella vecchia, così da preparare il muro al meglio, utilizzando una spatolina e acqua tiepida. Un altro accorgimento è quello di evitare di applicare carta da parati in stanze che normalmente sono piuttosto fredde-umide, perché si possono formare macchie antiestetiche o ci possono essere problemi di vario genere.  

Quale carta? Come detto, potete scegliere tra un catalogo infinito, sia in negozi specializzati sia via Internet. Se non siete esperti e non l’avete mai fatto, per la prima volta meglio sarà acquistare in un negozio, anche perché sapranno consigliarvi su quanta carta occorre e, se volete farlo voi, su come applicarla alle pareti, in alternativa potete rivolgervi ad un professionista, perché non è così semplice far da soli soprattutto per le bolle che si formano facilmente sotto la carta e che, se non spianate, restano come gobbe antiestetiche sulla carta.

 Finti materiali. Tra le tante carte che potete trovare sono belle e geniali quelle che riproducono dei materiali, come il legno o la pietra e che una volta applicate danno davvero l’impressione che la parate sia fatta di tale materiale, oppure quelle che riproducono delle immagini scattate da voi-qui ci si deve rivolgere a chi offre un servizio specifico-o ancora quelle a rilievo o che creano illusioni ottiche come crepe o vortici, se volete stare sul moderno, altrimenti vanno sempre bene quelle che riproducono paesaggi o ad esempio geometrie floreali.

Volete avere un’idea di quante carte da parati potete trovare? Cominciate dando un’occhiata in Rete. Sul motore di Google Immagini scrivete “carta da parati” e avrete un’idea della vastità di offerte presenti sul mercato e di quale potrebbe andar bene per la vostra casa.

Lara Zavatteri 

Leggete il libro “Rivestimenti di casa mia

DESCRIZIONE Per migliorare profondamente l'aspetto di una casa non sono necessari grandi lavori di ristrutturazione: basta cambiarle il "vestito" con nuovi rivestimenti delle pareti e del pavimento con tinteggiature, perlinature, tappezzerie, pannellature, parquet e moquette. Ma anche un intelligente uso di bordini adesivi, la creazione di controsoffitti e la costruzione di nuove leggere tramezze con il cartongesso sono alla portata di chiunque per raggiungere l'obiettivo. Il tutto senza grandi difficoltà e risparmiando veramente molto.

 libro “Rivestimenti di casa mia”

eBook: Ultimissime novità

eBook: Bestseller

Novità eBook di Diritto

eBook: Informatica, Web e Digital Media

eBook: Economia, affari e finanza