10 set 2012

Come organizzare la vostra libreria

Se leggete molto prima o poi avrete il problema di trovare posto ai libri. Ecco come potete organizzare al meglio la vostra libreria.

Come organizzare la vostra libreria

Dove crearla. Se ancora non avete una libreria, cercate un posto della casa che vi permetta di incastrare più ripiani in altezza ma anche in lunghezza e che eventualmente vi consenta di aggiungere dei moduli anche in seguito.

 Quale libreria. In commercio trovate ormai librerie di ogni genere. Prima di acquistarne una tenete conto del contesto in cui andrà inserita, ad esempio non scegliete un materiale come l’acciaio se avete una casa-o una stanza- in stile rustico e quindi neppure in legno o finto legno dove l’intero spazio è di tipo moderno.

Ripiani o cubi, i più funzionali. Una volta tenuto conto dell’ubicazione, potete scegliere una libreria componibile a ripiani, che sfruttano la lunghezza oppure a cubi, che invece sfruttano l’altezza. In entrambi i casi potete trovare librerie componibili, nel senso che potete scegliere quanti moduli acquistare (6-9 o più grandi) e può darsi che dobbiate montare voi il mobile. Non è complicato, basta avere un po’ di pazienza.

A colori o neutri, bilanciati o “sbilenchi”. Le librerie modulari solitamente si trovano nei colori di base-nero o bianco-oppure in tinte forti, come il rosso o il verde acceso. Inoltre, sempre questo tipo di librerie, possono essere lineari, quindi totalmente dritte, oppure potete trovarne alcune che sono sbilanciate, storte insomma. Lo sono per dare un effetto particolare, quello del movimento, e sono adatte per persone creative e in spazi moderni e colorati.

Catalogare i libri. Una volta che avete la libreria, dovete iniziare a mettere in ordine i libri. Potete scegliere di procedere a casaccio (mettete sempre quelli più pesanti in fondo) oppure con un ordine preciso.  

Libri per genere. Questa è un’opzione che potete scegliere se non volete sprecare molto tempo e se comunque volete trovare subito i libri che cercate. Ordinarli per genere significa catalogarli-meglio fare questa operazione prima di inserirli nella libreria-a seconda se i libri sono gialli, rosa, horror, romanzi, racconti, saggi storici, manuali del fai da te e così via. Se li ordinate prima di metterli sulla libreria potete capire quanto spazio porteranno via, dove è più giusto collocarli ed esteticamente (anche per le dimensioni del libro stesso) dove stanno meglio. 

Libri per autore. Quest’altra è un’opzione che vi consente di trovare i libri alfabeticamente. Il procedimento è quello di prima, cioè catalogarli a parte prima di inserirli nella libreria, ma richiede molto più tempo e pazienza. Dovete catalogarli secondo il cognome dell’autore procedendo da A a Z, dove A starà nel ripiano più alto e Z in quello più basso.

Mettete a parte gli “extra”. Potete avere, oltre ai libri, anche dei dossier (per esempio quelli sui personaggi del mondo dell’arte), molto più sottili dei libri. Catalogateli, con l’una o l’altra opzione, a parte, ad esempio in un piccolo modulo (come un cubo) che li raccoglierà. Quando avrete riempito la libreria, con lo spazio intorno potete creare altre piccole librerie. Quelle a cubo hanno un altro vantaggio rispetto a quelle con i ripiani: oltre allo spazio all’interno, i libri possono essere appoggiati anche sopra la libreria, perché i cubi sono costruiti come scatole e quindi hanno anche la parte sopra che potrete sfruttare.

 Lara Zavatteri 

 Leggete il libro “In principio era il caos. 101 consigli per tenere in ordine la casa” di Mary Lambert 

DESCRIZIONE
In principio era il caos... offre 101 consigli - tutti facilmente realizzabili - per vincere il caos nella propria casa, in giardino e all'interno di se stessi. Si comincia rispondendo a un questionario che aiuta a valutare la gravità del vostro disordine, quindi si passa a osservare le varie stanze, in modo da evidenziare le «zone più a rischio»...