02 ago 2012

Come scegliere alternative alle vacanze al mare

Se siete tra quelle persone che non amano particolarmente il mare e la folla, potete organizzarvi delle vacanze alternative in vari modi. Ecco alcuni consigli.


Come scegliere alternative alle vacanze al mare

Mete alternative. La più classica, in opposizione al mare, è la montagna, oppure la campagna, il lago, le città d’arte in Italia o all'estero. Decidete in base ai vostri gusti e organizzatevi bene prima di partire, così da sapere cosa fare.


Se state via per più giorni, prima di fare la valigia non dimenticate di organizzare virtualmente le vostre giornate. Ovviamente non occorre pensare ad ogni minuto (dopotutto siete in vacanza!) l’essenziale è programmare alcune cose da fare nei giorni che avete a disposizione, poi capiterà magari che i vostri piani cambino perché sul posto avete trovate un’altra opportunità, ma comunque non partite alla cieca.


Ogni zona ha un proprio sito di promozione turistica, oltre a questo potreste trovare anche uno sulle attività della Pro Loco (o realtà simili) del Comune. Visitateli e stampate cosa c’è da vedere nei posti che visiterete, gli eventi e le manifestazioni da non perdere, gli itinerari possibili. Stampate un po’ tutto, magari non vedrete ogni cosa ma avrete sotto mano, subito, delle alternative. Pensate anche a cosa potreste fare in caso di pioggia, per non trovarvi impreparati.


Se decidete di andare in montagna, sfruttate questa occasione. Non ciondolate in albergo tutto il giorno ma vivete la montagna, zaino in spalla. Potete consultare l’albergo stesso e farvi consigliare diversi itinerari, occhio ai livelli di difficoltà, soprattutto se non siete allenati os e avete con voi dei bambini, che potrebbero stancarsi presto. Anche se andate al lago o in campagna cercate di scoprire itinerari diversi, per non annoiarvi ogni giorno nella stessa zona.


Se invece optate per le città d’arte, tenete conto che troverete molti turisti ma anche che spesso c’è veramente molto da vedere e senza una buona organizzazione rischiate di perdervi il meglio. Oltre a tutti i posti da visitare, una buona idea, se la trovate in Internet, è quella di stamparvi una cartina della zona, in questo modo potete orientarvi subito. Se non la trovate in Rete, di solito si trovano negli Uffici informazioni, a volte anche gratuitamente-segnatevi la via dell’Ufficio così da trovarlo immediatamente-.


Se decidete di visitare una città straniera, prima di stampare le pagine inserite il contenuto del testo in Google traduttore, poi stampate le pagine in italiano, anche se non è tradotto tutto non fa nulla, basta capirne il senso. Potete anche pensare di non usare la macchina ma il treno. Città come Barcellona, Parigi, Vienna, Salisburgo si possono raggiungere appunto con il treno, così non avrete il problema della macchina e dei parcheggi. Visitate il sito delle Ferrovie Italiane per scoprire queste opportunità. Portatevi un dizionario tascabile, utile soprattutto in caso d’emergenza, per farvi capire subito.


Qualsiasi sarà la vostra meta, pensate anche agli altri. Se viaggiate con bambini, persone anziane o portatrici di handicap, pensate anche a loro. Informatevi sulle attività dedicate ai più piccoli, su quelle meno faticose per gli anziani e sui luoghi accessibili anche ai portatori di handicap, come i musei.


Ferie a settembre? Niente paura, per tutte queste mete alternative è il mese migliore dell’estate, fa meno caldo e c’è meno gente. Aspettare ha anche i suoi vantaggi!


Leggete il libro “2012 Agriturismo-Mangiare & Dormire in Campagna” della De Agostini

eBook: Ultimissime novità

eBook: Bestseller

Novità eBook di Diritto

eBook: Informatica, Web e Digital Media

eBook: Economia, affari e finanza