27 lug 2012

Come difendersi da chi cerca di rubare dati online

Oggi scrivo questo articolo a seguito di una brutta esperienza che mi è accaduta, relativa a false mail inviate con la mia casella di posta elettronica e con la mia firma, mail di cui non sapevo nulla e che sono state inviate da qualche malintenzionato. Se vi succede qualcosa del genere, ecco cosa fare.



Parliamo un attimo del prima. Queste persone sono truffatori che conoscono bene Internet ed escogitano continuamente nuovi sistemi per rubare dati oppure per far prendere qualche virus informatico agli ignari utenti che usano Yahoo, Google o altri servizi di posta elettronica.


Svuotate la cartella spam senza aprire i messaggi o, se li avete aperti, non cliccate sui collegamenti che vi vengono proposti, la maggior parte dei link. Fin qui è abbastanza semplice, ma dovete stare attenti anche se aprendo un messaggio di spam trovate la schermata di qualche servizio di posta elettronica, o di banche o altro (una dei più “gettonati” è quello delle Poste italiane) che sembrano proprio i siti autentici. In realtà sono fasulli, non inserite nulla e ricordate che le Poste, la banca o altri non vi chiederanno mai i vostri dati via mail.


Occhio all’antivirus. Fate in modo di averne sempre uno funzionante sul vostro computer, anche se purtroppo anche l’antivirus non garantisce la sicurezza al cento per cento, ma comunque filtra la maggior parte dei messaggi di spam. Come detto si tratta di gente che conosce bene la tecnologia e che quindi potrebbe escogitare nuovi modi per aggirare l’antivirus ed entrare ugualmente.


Può capitare, se avete scaricato programmi nuovi o anche per altre cause, che quando accendete il computer vi compaia una finestra che vi domanda se un dato programma, che voi non avete scaricato, può apportare modifiche al computer. Rispondete sempre di no per evitare problemi e aggiornate l’antivirus in modo che messaggi di questo genere non si ripresentino.


Cambiate la password. Se qualcuno si è introdotto abusivamente su una vostra casella di posta elettronica, cambiate la password in modo che non possa più farlo. Alcuni servizi permettono di farlo cliccando su “hai dimenticato la tua password” e inviandoti una mail ad un altro indirizzo di posta elettronica alternativo (è sempre meglio averne più di uno) da cui reimpostare una nuova password. Molti hanno anche un sistema che vi dice subito, una volta digitata, se la password è sicura o debole, per renderla più sicura scrivete qualcosa non riconducibile a voi, no ad esempio a dati che su Internet si possono recuperare, e aggiungete dei numeri. La password è ancora più sicura se ne scegliete una con una parte scritta in maiuscolo e una in minuscolo.



Se ai vostri contatti sono arrivate delle mail fasulle dal vostro indirizzo di posta, scrivete una mail unica per tutti i vostri contatti e spiegate l’accaduto, specificando che è meglio cancellare tutto definitivamente e che ignorino e cancellino altre mail strane provenienti dal vostro indirizzo di posta. Se la cosa si ripete e avete altri problemi, contattate la Polizia postale e spiegate l’accaduto, sapranno come aiutarvi a risolvere la situazione ed evitare di cadere di nuovo in trappola.


Lara Zavatteri