24 lug 2012

Come liberarsi dal disordine

Se avete visto recentemente la serie su Real Time “Sepolti in casa” avete un’idea di come il disordine possa rovinare la vita alle persone. In questo caso si tratta di casi al limite, ma se vi trovate nella situazione in cui vivete nel caos più completo, è ora di mettere tutto a posto.



Perché c’è questo disordine? I casi possono essere diversi, per esempio abitate in uno spazio piccolo o molto piccolo e non avete trovato le soluzioni adatte per sfruttare ogni spazio per le vostre cose, oppure siete per natura disordinati o vivete con persone che lo sono. Qualunque sia il motivo, rimandare non è più possibile, specie se perdete regolarmente documenti o altri oggetti perché il caos è davvero fuori controllo.


Partiamo dal primo caso, se quindi abitate in uno spazio ridotto. È possibile vivere bene e con ordine anche in ambienti molto piccoli, basta avere una buona organizzazione e saper sfruttare gli spazi che solitamente non si considerano tali. Per fare qualche esempio, sono spazi anche quelli che potete avere tra l’armadio e il muro, dietro le porte, sopra le credenze o i mobili. Per non accatastare gli oggetti, potete trovare soluzioni come ganci per appendere o scatole e cestini che vi consentono di riporre le cose ma sono anche belli da vedere e danno subito l’idea di ordine.


Credo che un leader nell’organizzazione degli spazi sia Ikea, la marca svedese conosciuta per i mobili funzionali venduti ad ottimi prezzi. Ma Ikea non è solo mobili, infatti pensa proprio a chi vive in appartamenti piccoli con soluzioni come quelle elencate sopra, oltre a diversi tipi di contenitori, ad esempio in plastica trasparente se avete necessità di vedere subito il contenuto, oppure colorate per le stanze dei bambini. Vi basta visitare un negozio o il sito per capire quante soluzioni potete trovare, per ogni stanza del vostro appartamento, anche se vivete in un monolocale.


Se siete disordinati cronici, adottate delle regole di comportamento e fatele adottare anche se vivete con qualcuno di troppo disordinato. Una di queste, che può sembrare banale ma non lo è, è riporre subito le cose e non abbandonarle in giro. Ad esempio per la posta archiviatela in contenitori a seconda del contenuto, in uno potete mettere le bollette pagate, in un altro pagamenti effettuati e ricevuti, in un altro ancora posta varia che non rientra in queste categorie e che volete conservare, come cartoline o lettere. Così sarà più facile trovare tutto al momento del bisogno, non perderete nulla e tutto sarà più in ordine.


Se avete molti libri ma non lo spazio per una grande libreria, cercate mensole e ripiani più piccoli da posizionare in vari punti della casa, così potrete avere i libri in ordine anche se lo spazio è poco. Potete anche qui sfruttare ambienti che si pensa di non poter utilizzare, come ad esempio l’ingresso, che potrà risultare più “pieno” con degli scaffali con dei libri.  


Usate le mensole non solo per i libri. Se ad esempio in cucina avete pochi cassetti, potete usarle per aggiungervi barattoli o utensili a vista, oltre ad essere una soluzione pratica è anche una tendenza sempre più di moda.


Lara Zavatteri