28 apr 2012

Le forme giuste

Opinione femminile dettata dall'esperienza sulla salute, la moda e il complotto
dei vestiti taglia 40.
Quante volte avete guardato la vetrina di un negozio con il desiderio segreto
di poter entrare in quel favoloso mini abito? Ho passato anni della mia vita
cercando di far sembrare lontanamente alla moda uno dei tanti classici abiti
over-size che non hanno forma. Entri in un negozio, chiedi una 48 o peggio
una 50 e ti guardano come se si stessero chiedendo da che pianeta vieni.
E quindi come molte altre giovani ragazze un po' troppo formose, mi sono
presa l'impegno di girare, tutto il paese e anche buona parte di internet per
trovare qualcosa di over che fosse anche decente e lontanamente
assimilabile al mio stile.

Sentiamo sempre più spesso parlare di modelle anoressiche, poi scopriamo
che lo stilista Karl Lagerfeld aveva detto che la cantante era diventata troppo
grassa per i suoi gusti, ma lei in ogni caso assicura che l’unico motivo per il quale
ha deciso di impegnarsi a dimagrire è solo per il suo bene
(http://blog.dituttodipiu.org/2012/03/page/10/).

In che modo le giovani ragazze possono accettare se stesse senza farsi del male
bombardate come sono da stereotipi taglia 38 (che per inciso non sapevo
neanche che esistesse, almeno non in età adulta), paragonate costantemente
a personaggi che non sono necessariamente la perfezione? Come possiamo
convincerle che l'unica cosa che conta è la salute, e non la taglia?

Io credo che il mondo non si adeguerà mai alla taglia 48, possiamo solo dare
il meglio di noi e puntare su tutte le nostre qualità non solo sull'aspetto fisico
che è la prima cosa che sfiorisce.  Francesca