29 mar 2012

Un libro per chi ha la mente aperta

Oggi vi propongo un libro che è adatto a tutte quelle persone che, oltre ad essere curiose, hanno la mente aperta per affrontare e mettere in discussione dogmi e certezze sulla religione. Si tratta di un testo che ribalta le convinzioni che finora avevamo sulla Bibbia, un libro per porsi delle domande sulle grandi questioni che riguardano il più grande libro mai scritto, appunto la Bibbia.



Da quando è uscito un libro come Il Codice Da Vinci, benché tratti argomenti molto differenti rispetto a questo testo, si è avuto un proliferare di testi che parlano in maniera differente dall’usuale del Cristianesimo, come Il vangelo di Maria maddalena, per dirne uno, e in generale libri che parlano della religione cristiana in maniera molto diversa rispetto a ciò cui siamo abituati.


Anche se Il Codice Da Vinci di solito è considerato un testo di pura narrazione, è invece un fatto storico quello che venne chiamato il Concilio di Nicea, voluto dall’imperatore Costantino, durante il quale si discusse su quali Vangeli diffondere al pubblico e quali invece scartare, tra cui quelli che oggi vengono definiti “apocrifi” ed altri che raccontano storie diverse sulla religione. Perché si decise di scartare alcuni di questi documenti resta un mistero, sta di fatto che i testi non inseriti nel corpus ufficiale della Chiesa raccontano storie diverse rispetto a quelli che conosciamo.


C’è da chiedersi anche perché fu Costantino a organizzare il Concilio, un uomo che aveva scelto il Cristianesimo solo perché questa religione si stava diffondendo sempre di più rispetto ai culti pagani, quindi in pratica più che altro per un interesse di tipo politico, senza contare che Costantino era sì cristiano, ma lo divenne ufficialmente solo in punto di morte. Eppure fu lui a decidere di promuovere il Concilio.


Cosa sia andato perso e cosa non sapremo mai a seguito di questa riunione, forse resterà un enigma per sempre. Perché non si sa quasi nulla sull’infanzia di Gesù? Aveva davvero dei fratelli? (Anni fa s’ipotizzò anche di aver trovato la tomba di uno di questi), era sposato? La Maddalena era davvero sua moglie e doveva essere lei a portare avanti il suo messaggio?


Questi enigmi si sommano a quelli che si troveranno leggendo il testo che vi propongo, che ovviamente fa nascere nuove domande, anche sulla figura di Dio. Molto si è parlato anche di questo, anche in relazione al sesso (sarebbe un uomo o una donna?) oltre alla sua natura divina e alla sua capacità di creatore.


Un aspetto trattato nel testo e che mi affascina è la possibile connessione tra ciò che racconta la Bibbia e gli alieni, come se nell’antichità sapessero dell’esistenza di creature extraterrestri su cui oggi noi c’interroghiamo. Ancora, si parla degli angeli, della loro esistenza o meno, un altro argomento su cui si può trovare una fiumana di libri. Alieni, angeli, i mitici giganti, ed altri argomenti come i Dieci Comandamenti sono trattati in questo testo che pone interrogativi sulla fede, sulle credenze che abbiamo e su ciò che potrebbe essere avvenuto. Leggere teorie di questo tipo non significa perdere la fede, ma avere la mente aperta a ciò che può essere la storia dell’umanità.


Lara Zavatteri


Leggete il libro
 “Il libro che cambierà per sempre le nostre idee sulla Bibbia” di Mauro Biglino