03 feb 2012

Come attingere alla creatività quando si attraversano periodi negativi

Oggi vi suggerisco un ebook speciale, perché parla di come si possono superare i problemi attingendo alla creatività.

Si tratta dell’ebook Creatività, che narra una storia comune a molte persone, quando per motivi diversi come un forte dispiacere, un trauma o altro si arriva a precipitare nel tunnel della depressione. Ho scritto precipitare proprio perché all’inizio magari sembra solo un giorno storto, poi i giorni diventano settimane e mesi e non si riesce più ad uscirne.

La mamma dell’autrice ha sofferto appunto di depressione fino a che a un certo punto ha iniziato a domandarsi cosa potesse fare per stare meglio e iniziare a risalire la china. La risposta l’ha trovata nella pittura, iniziando a dipingere fiori e trovando in quei momenti pace e tranquillità, ma anche maggiore forza per andare avanti.

È stata quella la sua ancora, quel qualcosa che l’ha fatta andare avanti, fino a che non ha rivisto la luce. Quindi, vi consiglio in generale di trovare una o più ancore per superare i vostri problemi, anche i più gravi. All’inizio saranno solo piccoli aiuti, poi diventeranno ciò che vi fa stare bene e vi fa credere che uscirete anche voi dai problemi che vi attanagliano. Ecco alcune possibili ancore che vi suggerisco:

1) La pittura, come in questo caso. Non occorre essere Picasso, ricordatevi che l’importante è fare qualcosa che vi dia gioia e che vi aiuti, perciò potete sceglierla anche se non avete mai dipinto in vita vostra o non avete un talento particolare per questa (e per le altre) arti.

2) La scultura. Potete pensare di iniziare creando piccoli oggetti e sculture con un materiale duttile e facile da plasmare come il Das o la pasta pane, magari creando piccoli oggetti per decorare la casa o da regalare.

3) La scrittura. Scrivere è un modo per allontanarsi dai problemi grazie a personaggi e ambienti che creiamo noi. Scrivere può essere inteso sia come scrivere un diario, sia come scrivere racconti o altro. Personalmente opterei per la seconda, perché scrivere un diario quando si è troppo a terra non è altro che un modo per stare ancora sui problemi. Intendo che è più utile impegnarsi in uno sforzo di fantasia, creando un racconto, che scrivere nero su bianco, giorno dopo giorno, il nostro problema, perché è come averlo sempre sotto gli occhi.

4) Il lavoro. Quando tutto va male, darsi da fare più del solito nel lavoro può essere un buon metodo. Qualunque sia il lavoro che svolgete, darsi nuovi obiettivi, portarli a termine ed essere letteralmente stanchi morti per il lavoro aiuta a pensare meno e comunque a sentirsi soddisfatti almeno nella sfera professionale.

5) L’attività fisica. Iniziare a muoversi, con l’obiettivo di rimettersi in forma, tonificare il corpo è un’altra buona ancora. Non occorre iscriversi in palestra, basta uscire a correre, fare qualche esercizio all’aria aperta con una certa costanza, se non potete tutti i giorni, almeno tre-quattro volte a settimana. Se è troppo freddo, come in questo periodo, allenatevi la sera a casa, bastano pochi esercizi e per correre potete farlo davanti al vostro programma tv preferito, correte piano sempre nello stesso punto e allenate le braccia con dei pesetti. Se non li avete, bastano due bottiglie da litro piene d’acqua.

6) Il giardinaggio. Se è inverno, potete creare una piccola serra, se non avete spazio perché abitate in città, dedicatevi alle piante d’appartamento e nella bella stagione coltivatele sul balcone.

Sono molte le ancore che potete trovare oltre a quelle che vi ho suggerito e che vi aiuteranno a stare meglio, insieme alla forza di volontà che avete e che vi permetterà di uscire dai periodi neri.



Leggete l’ebook “Creatività. 10 mosse per la creazione consapevole della tua vita” di Bianca Rita Bogel


Ebook disponibile su Bruno Editore


DESCRIZIONE
CREAtiVITA' è un manuale pratico per la crescita personale. Narra la storia di una donna (la mamma dell’autrice), che ha trasformato la sua depressione dipingendo fiori e attingendo esclusivamente alla sua forza interiore. Si tratta di un testo chiaro, semplice e ben strutturato, a portata di mano e capace di portare per mano ciascuno, senza perdersi in termini scientifici e spirituali.

Il lettore viene pian piano accompagnato nella scoperta della sua unicità, della sua bravura e saggezza, e infine del suo collegamento con il mondo intero, valorizzando se stesso e le sue azioni individuali.

In questo libro le parole e i concetti scorrono con grande semplicità, ma in maniera molto profonda. Rivolgendosi al lettore in tono colloquiale, l’autrice trasmette il coraggio per accettare e trasformare gli eventi della vita, se si accetta di concedere tutti giorni uno spazio per se stessi.

Il testo si basa sulla consapevolezza dell'azione, integrando le nostre esperienze di vita nella loro complessità, al di là del fatto che vengano percepite in modo positivo o negativo, partendo dallo spazio del cuore, dove si trova la forza per cambiare la percezione del nostro mondo.

Un percorso dall'interno all'esterno, dal io al noi, che ci connette con la nostra forza interiore, per vivere una vita serena, consapevole, in armonia con noi stessi e con il mondo.

Training at Home - Paolo Babaglioni


Ebook disponibile su Bruno Editore
Prima di scrivere un ebook ho l’abitudine di navigare molto in
Internet, cercando di capire quali siano i problemi della gente. Ho
fatto così anche prima della stesura del mio primo ebook:
Resistenza fisica e mentale, una guida pratica e teorica
sull’allenamento prettamente all’aperto e basato sulla corsa.

Dopo questa importantissima analisi, ho rilevato che le suddette
domande vengono indicizzate ogni giorno e a ogni ora. Sono
molte le persone che non hanno la minima idea di come si possa
iniziare un allenamento a casa e, visto che sei interessato ad acquistare
questo ebook, vuol dire che anche tu vuoi conoscere tutte le risposte alle
domande prima enunciate.

Ho per te un’ottima notizia: mediante questo testo non solo ti
descriverò molti esercizi pratici (sia aerobici che di
potenziamento), ma ti preparerò anche dal punto di vista teorico.

Capirai che conoscere i vari movimenti, dal punto di vista tecnico,
ti aiuterà molto nel lavoro pratico. Ti consiglio di leggere l’ebook
per intero, non una volta, ma almeno due, affinché i concetti
espressi siano nella loro totalità chiarissimi. Prima si comprende
la teoria, poi si può cominciare, a ritmo incalzante, con la pratica.

Sperando di contribuire, grazie a questa guida, alla tua crescita
personale sia fisica che psicologica, ti auguro una buona lettura e
un buon allenamento.

Buona letture! Paolo Babaglioni