17 gen 2012

Come fare pubblicità ai vostri infoprodotti durante un evento che ne riguarda uno solo


Se da tempo avete creato alcuni infoprodotti, come ebook, video corsi o audio, ma anche libri, sapete che è difficile fare pubblicità a tutti, specialmente a quelli che avete creato per primi e che, quindi, risultano i più “vecchi”. Per farlo potete sfruttare tutte le occasioni in cui si parla di un solo vostro prodotto, con qualche piccola strategia di marketing.


Vi porto, per farvi un esempio, una mia recente esperienza. In questo periodo un gruppo teatrale della mia zona (il Trentino) sta portando in scena uno spettacolo tratto dal mio primo libro, “La strada di casa”. È appunto il mio primo libro e chi assiste agli spettacoli spesso non sa che dopo quel testo ne ho pubblicati degli altri. È più facile se si tratta di persone che navigano su Internet, ma gli altri spesso ne sono all’oscuro.


Vi raccomando sempre, prima di effettuare strategie di marketing, di tener conto delle eventuali limitazioni sul vostro prodotto, ad esempio delle regole stabilite dalla casa editrice per la pubblicità sul vostro infoprodotto, se ve ne sono. Poi, procedete pure.


Cosa sto facendo io.
1) Tengo conto che chi assiste agli spettacoli non è detto che abbia anche già letto il libro, magari è mosso solamente da curiosità. 
2) mi ricordo che il pubblico è variegato, ci sono persone che sanno chi sono e conoscono i miei lavori ed altri che mi vedono per la prima volta.
3) come detto, mi ricordo che è facile che non sappiano che ho pubblicato altro.


Con queste premesse, partendo da un evento che coinvolge un unico libro, nel mio caso, posso fare pubblicità agli altri e al libro stesso. Come? Per quanto riguarda il libro, portando delle copie che ho acquistato al fine di avere sempre delle copie disponibili e chiedo di poterle disporre su un tavolino (o altri supporti). Un’ottima cosa è pensare di creare anche un foglio che spieghi che i libri si potranno acquistare dopo lo spettacolo, per evitare che arrivino persone prima, durante o magari durante la pausa dello spettacolo. Per farlo basta scrivere un volantino con il computer e attaccarlo sul supporto dove si trovano i libri, ben visibile, magari anche con il prezzo del libro stesso.


Un consiglio: portatevi già il resto. Può darsi che il luogo dove si porta in scena lo spettacolo, ma anche durante una presentazione, non abbia o abbia poco denaro in cassa, così se vi portate spiccioli da casa sarete pronti a dare il resto, perché non tutti arriveranno con i soldi contati. Un piccolo espediente per essere certi di poter vendere il libro.


Un'altra strategia di marketing è creare al computer un semplice ma completo volantino che dovrà contenere queste informazioni:

1) chi siete (in breve)
2) informazioni sull’infoprodotto di cui si è parlato, ad esempio dove trovarlo (su Internet o anche in librerie o altrove.)
3) informazioni sui vostri altri prodotti, con titolo, breve descrizione e dove trovarli
4) i vostri contatti, compreso il vostro blog personale dove si potranno vedere tutti i vostri libri, ebook e insomma tutto ciò che avete creato fino a quel momento
5) ringraziamenti.


Quando il pubblico esce dalla sala, sia che acquisti il vostro infoprodotto sia che non lo faccia, porgete loro questo volantino. Sapranno così tutto ciò che c’è da sapere su di voi e anche di più, volendo potranno contattarvi se avessero difficoltà nel reperire un vostro libro. Insomma, potranno iniziare a conoscervi, tutto grazie a un volantino.


Lara Zavatteri


Leggete il libro “Guerrilla Marketing” di Jay C. Levinson, Paul R. J. Hanley


Libro disponibile su il Giardino dei Libri


DESCRIZIONE
Gli studiosi di marketing hanno sempre applicato le grandi teorie strategiche di guerra alle loro campagne di vendita. Oppure, quando si sono distaccati dall'arte della guerra, si sono rivolti agli psicologi e ai sociologi.

Questo libro sostiene invece che i primi maestri di marketing, in un mondo come quello attuale, dominato da conflitti asimmetrici e consumi atipici e imprevedibili, sono proprio i guerriglieri. Perché sono imprevedibili. Perché vengono allo scoperto e attaccano quando gli altri dormono. Perché si ritirano prima che parta il contrattacco. Perché conoscono le insidie del terreno e sanno ottenere risultati enormi con mezzi economici e leggeri.

eBook: Ultimissime novità

eBook: Bestseller

Novità eBook di Diritto

eBook: Informatica, Web e Digital Media

eBook: Economia, affari e finanza