05 nov 2012

Come conoscere i mercatini di Natale in Trentino Alto Adige


È vero, è ancora presto per parlare di Natale e dell’atmosfera natalizia, ma ormai da qualche anno a questa parte si tende ad anticipare questa festività grazie a mercatini sparsi in varie regioni d’Italia, tra cui anche il Trentino Alto Adige. Scopriamoli insieme. Vi consiglio l’ebook “Mini Guida ai Mercatini di Natale” di Federica Piersimoni, Best Western Italia. 
mercatini di Natale in Trentino Alto Adige

Perché visitare un mercatino di Natale? Oltre che per immergersi nell’atmosfera che solamente il Natale è in grado di regalarci, per scoprire molti oggetti e prodotti del luogo in cui si tiene il mercatino, che spesso sono difficili da trovare negli altri periodi dell’anno. Inoltre si può approfittare della visita al mercatino anche per conoscere la città o il paese dove si tiene, inoltre solitamente ai mercatini sono abbinate altre iniziative nel periodo pre e natalizio, basta informarsi alle Aziende per il turismo o alla Pro loco.

Cosa comprare? Partiamo dicendo che nella maggior parte dei casi i mercatini propongono diverse tipologie di oggetti, dagli addobbi per l’albero alle statuine, fino a piccoli giocattoli o prodotti tipici, tutti o quasi lavorati artigianalmente. In pratica nella maggior parte dei casi significa che ciò che trovate sulle bancarelle non esce da una fabbrica ma è stato realizzato da artigiani del luogo. Se parliamo del Trentino Alto Adige sono sicuramente artigianali tutti gli oggetti creati lavorando il legno, ad esempio angioletti, statue, gnomi, folletti, piccoli animali. Si tratta di un’ottima vetrina per chi scolpisce il legno e crea queste forme, un modo per farsi conoscere proponendo piccole e grandi idee regalo.


Quando la lavorazione è artigianale, il prezzo sale. Ovviamente quando trovate sulle bancarelle oggetti di questo tipo creati dalle mani di un artigiano, il prezzo sarà più alto rispetto ad un oggetto simile ma uscito da una fabbrica. Bisogna tener conto delle ore di lavoro di un artigiano, che oltre a scolpire spesso decora a mano i suoi lavori.


Gli oggetti in legno sono tipici del Trentino Alto Adige, se volete qualcosa di gastronomico è tipico il vino Teroldego (per il Trentino) lo speck (per l’Alto Adige), per entrambi i dolci che si trovano solo nel periodo natalizio, i biscotti glassati e speziati.


Quest’anno la stagione dei mercatini in Trentino Alto Adige inizia presto, in Trentino già questo sabato 10 novembre a Pergine Valsugana, con un mercatino che resterà aperto fino all’Epifania, seguito il 16 novembre da Arco (fino al 23 dicembre) mentre dal 23 novembre apriranno anche i mercati nelle località di Mezzolombardo e Caldonazzo, dal 24 invece aprono i battenti anche i mercatini nelle città di Trento e Rovereto, oltre che a Levico e Vezzano nella valle dei Laghi. Inoltre dal primo al 23 dicembre si potrà visitare anche quello di Rango.


Per quanto concerne l’Alto Adige, il primo ad aprire sarà quello di Merano dal 29 novembre al 6 gennaio, seguito da Vipiteno, Bolzano, Brunico, Bressanone che apriranno il giorno dopo, sempre visitabili fino al giorno dell’Epifania a parte Bolzano che resterà aperto fino al 23 dicembre. Dall’1 al 30 dicembre visitabile anche il mercatino a Santa Cristina in val Gardena.


Cogliete l’occasione per visitare castelli, musei e altri siti che si trovano in questi luoghi, così da arricchire la vostra visita.


Lara Zavatteri