7 nov 2012

Come conoscere Anna dai capelli rossi

Oggi vi suggerisco un libro novità appena presentato sul sito Il Giardino dei Libri, dedicato a uno dei personaggi più amati da chi è stato bambino negli anni Ottanta: Anna dai capelli rossi. Il libro è “Anna dai capelli rossi” di Lucy Maud Montgomery, si tratta di un testo indicato per bambini dai 9 anni.



Chi è. Anna è una bambina orfana che viene adottata da due fratelli, Marilla e Matthew Cuthbert, due persone anziane che hanno sempre vissuto insieme e gestiscono una fattoria in Inghilterra. Proprio per avere due braccia in più per i lavori alla fattoria decidono di adottare un ragazzo, ma il giorno in cui il bambino deve arrivare si presenta invece Anna.


I due rimangono sorpresi per lo sbaglio e non sanno che fare, inizialmente Marilla pensa di rimandare indietro Anna perché è una ragazzina ossuta che certo non potrà sopportare le fatiche di lavorare in fattoria ma alla fine sarà Matthew a non riuscire nell’intento, così gira il calesse e porta Anna a casa, la “Casa dal tetto verde”.


I personaggi. Anna è ovviamente il personaggio principale. Ha capelli lunghi e rossi che odia (una volta, tingendoli, per errore diventeranno verdi provocando l’ilarità di Marilla) ha la lingua lunga, dà nomi fantasiosi a ogni cosa (il laghetto diventa “La polla di Driade”) e sogna spesso ad occhi aperti. Marilla è una donna seria e dai principi ferrei, ma dopo l’arrivo della ragazzina saprà anche lasciarsi andare a sonore risate, mentre il fratello, cui Anna è legata in modo speciale, è timido e parla poco (“Ecco io veramente …” è l’inizio di ogni sua frase) ma molto meno rigido della sorella. Diana diventa la migliore amica di Anna. Fisicamente è proprio come Anna vorrebbe essere, con i lunghi capelli corvini, frequentano la stessa scuola e dividono tutto. A volte compare anche la sorellina di Diana, la piccola Minnie May.


I luoghi. Oltre alla Casa dal tetto verde il luogo in cui Anna e Diana si incontrano è un ponticello che divide la casa di Anna da quella dell’amica. Vivono immerse nella natura e quindi i loro giochi e le loro fantasticherie sono tutti ambientati nei boschi. La scuola è un altro scenario importante, per la presenza di Gilbert, il compagno che perseguita Anna (la chiama “Pel di carota”) e a cui Anna stessa rivolge scherzi e arrabbiature e la maestra che saprà coinvolgere le sue allieve e farle studiare, a loro volta, per diventare insegnanti. La scuola vede la presenza di altre ragazze con cui Anna diventa amica-cantano sempre la stessa canzone, “Nelly nella valle dei noccioli”- ma l’amica del cuore resterà sempre Diana, anche quando quest’ultima decide di rimanere al paese e non studiare per diventare un’insegnante.

Anna dai capelli rossi è un libro (e un cartone animato) bello per vari motivi. Parla di buoni sentimenti, commuove molto spesso –quando Matthew riporta a casa Anna, o quando muore-sorprende-Marilla che scoppia a ridere sembra impensabile-fa ridere per i comportamenti di Anna, le sue battute o i pasticci in cui si caccia (come quando per sbaglio fa ubriacare Diana). Anna è un personaggio unico, divertente ma anche caparbio, che sa cosa vuole dalla vita, una figura da far conoscere a tutti i bambini.

Lara Zavatteri