9 nov 2012

Come capire che la sfiga non esiste.

Ci sono giornate e periodi della vita in cui tutto sembra andare male, o va male sul serio. Ecco perché è importante dire basta e capire che venirne fuori dipende da noi, un concetto che trovate nell’ebook, disponibile volendo anche in versione cartacea “La sfiga non esiste” di Massimo Rodolfi.


La fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo. È una di quelle frasi che si sentono ma in realtà anche la fortuna non è cieca, basta sapercela creare. Non che sia facile, ma non è nemmeno impossibile! Ecco alcune tattiche per non restare impantanati in piagnistei e lamentele varie.


Fate l’elenco mentale delle cose che non vanno, poi cercate la soluzione per tutte, dalla più piccola alla più grande difficoltà che affrontate in quel momento. Significa proprio fare mente locale e anziché crogiolarsi nel “capitano tutte a me” darsi da fare per cambiare le cose. La soluzione può essere scrivere una mail, fare una telefonata per problemi d’amicizia/sentimentali, imparare a risparmiare se spendete troppo, darsi da fare online e offline per cercare un nuovo lavoro o una nuova collaborazione o semplicemente, a volte, attendere con un po’ di pazienza che tutto si aggiusti. A volte non si può intervenire direttamente in un problema e allora l’unica cosa da fare è pensare che, con il tempo, passerà. E passerà davvero.


Con questa tattica avrete la sensazione di controllare quello che non va e di avere in mano le redini della vostra vita. È importante sentirsi in questo modo, perché si capisce come possiamo davvero influire e non essere in balia degli eventi.


Le cose che avete costruito. Quando siete a terra, pensate a quello che avete realizzato fino a quel momento, ciò che avete raggiunto nella vostra vita, quali obiettivi avete concretizzato. In questo elenco potete mettere di tutto, dalla vostra storia sentimentale all’ebook che avete pubblicato, dalla casa che avete ristrutturato al fatto di essere indipendenti economicamente o di avere un lavoro che vi piace, dall’essere una persona bella esteticamente e interiormente alle azioni che avete fatto per aiutare gli altri (beneficenza, adozioni di animali ecc…). Vedrete quante cose potete elencare e come vi sentirete subito meglio.


Quanta importanza avrà a fine giornata? Pare incredibile ma anche delle sciocchezze spesso hanno il potere di farci imbestialire, ma solo qualche ora dopo ci sembra di aver reagito in un modo sproporzionato. Qualunque sia il problema, prima di pensare di essere le persone più sfigate sulla faccia della Terra, chiedetevi quanto ve ne importerà a fine giornata e se vale la pena arrabbiarsi o disperarsi. Nove volte su dieci no.


Ogni giorno almeno una cosa positiva. Per allenarvi a stare meglio, ogni giorno per quanto possa essere stato disastroso pensate ad almeno una cosa positiva che vi è capitata, una, anche piccola, c’è sempre. Può essere anche solo un messaggio di un amico o aver fatto una bella passeggiata con il cane, non importa, basta che ogni giorno troviate qualcosa per cui essere felici.


Le frasi da dirvi. Frasi come “Adesso basta con questa storia!” o “Non c’è niente che potrà fermarmi” o ancora “L’ho già fatto in passato e ce la farò anche stavolta” sono tutte frasi che vi aiutano a credere in voi stessi e vi fanno capire che potete farcela a superare qualunque cosa.


Lara Zavatteri