02 ott 2014

Come valorizzare la propria sensibilità

Oggi vi consiglio un libro "Le Persone Sensibili Hanno una Marcia in Più" di Rolf Sellin che trovate  su Il Giardino dei Libri e che parla delle persone ipersensibili, quelle persone cioè che sono molto più sensibili delle altre e che possono risentire di questa condizione.

Come valorizzare la propria sensibilità

Se siete delle persone ipersensibili, per prima cosa smettetela di farvene una colpa. Chi è troppo sensibile spesso si sente anche differente dagli altri, proprio perché concepisce il mondo in maniera molto più partecipata. Quando si accorge che non tutti sono così, la persona sensibile tende a credersi anormale e ad isolarsi.

Non siete nessuna di queste cose, ma solamente persone che hanno una forte sensibilità e per questo riescono a cogliere sfumature e lati della vita di cui gli altri neppure si accorgono. Anziché sentirvi meno degli altri, imparate a sfruttare questo vostro dono in maniera efficace. Per esempio, l’empatia, cioè la capacità di immedesimarsi negli altri, è tipica di queste persone.

Valorizzate la vostra empatia per creare nuovi legami.
Poiché capite molto bene cosa sta provando un’altra persona, potete usare questa vostra caratteristica per instaurare rapporti d’amicizia o rafforzarne altri. Sapete anticipare le reazioni degli altri, cosa gli altri si aspettano. Se, ad esempio, volete migliorare la vostra vita sociale, iniziate dall’empatia. Basta una frase detta al momento giusto, un incoraggiamento, un messaggio per la persona che soffre per far sì di farvi apprezzare di più. Ovviamente questo è valido anche a livello lavorativo. Chi è ipersensibile di solito individua subito il carattere delle persone e comprende gli atteggiamenti prima ancora che si manifestino. Conoscere le reazioni degli altri, del capo o dei colleghi, ma anche dei vostri collaboratori, può darvi il grande vantaggio di giocare per primi, ovvero di anticipare le mosse altrui. Portate a termine quel lavoro anche se ancora non vi è stato chiesto, correggetelo, proponetevi, motivate i collaboratori. Sono cose che sicuramente stanno per accadere davvero nella vostra vita, ma anticipandole “guadagnerete punti” agli occhi degli altri.

Di fronte alla negatività, cercate di mettere un freno alle vostre emozioni. Va bene commuoversi per una disgrazia altrui, per i disastri ambientali del nostro Pianeta e via dicendo, ma senza esagerare. Se siete ipersensibili anche fatti accaduti lontano da voi e che non vi toccano personalmente vi intristiscono molto. Cercate di non lasciarvi trascinare troppo da questi stati d’animo, mettete un freno cercando nel brutto qualcosa di positivo.

Non fatevi sfruttare. Spesso se gli altri conoscono questa vostra caratteristica possono provare a sfruttarla a loro piacimento. Siete sempre voi la persona disponibile ad ascoltare, a elargire consigli, su cui contare. Se vi accorgete che è così ma dall’altra parte non ottenete nulla di tutto ciò, mai, c’è qualcosa che non va. Qualsiasi tipo di rapporto dovrebbe essere paritario, un dare e ricevere, ma se date solo voi e non ricevete mai nulla vuol dire che qualcosa non va. Ovviamente gli ipersensibili sono portati a dare molto di più agli altri, quindi un po’ di sproporzione ci sarà sempre, ma cercate di non trovarvi nella situazione in cui dagli altri non avete mai ricevuto le stesse attenzioni che riservate loro. Se succede, imparate a dire di no e a dosare meglio le attenzioni che riservate alle persone.


Invision Pro creates custom layout for your business collateral and marketing materials. InvisionPro provides company with unique e-books layout, which will engage your prospects and customers to share it in social media.