20 mag 2012

Le buone abitudini per risparmiare subito

Prima di intraprendere costosi lavori di coibentazione, cambiare gli infissi o addirittura
sostituire la caldaia, per dare un bel taglio alle bollette vi basterebbe mettere in atto
alcuni semplici accorgimenti che sono davvero alla portata di tutti. Potrete così 
combattere gli sprechi in modo semplice e immediato.

Piccoli accorgimenti in cucina.



Forse non tutti sanno che per risparmiare sulla bolletta del gas è possibile adottare
qualche astuzia anche in cucina. La pentola dovrebbe essere sempre più grande
del fornello sul quale viene posta, e la fiamma non dovrebbe mai debordare.
Inoltre l'uso del coperchio durante la cottura consente un utilizzo migliore
del calore, con un conseguente risparmio energetico del 20%. In caso di
preparazioni lunghe, conviene utilizzare la pentola a pressione, che ha il vantaggio
di far risparmiare energia (e anche tanto tempo).

Risparmiate energia termica.
  • Evitate di coprire i caloriferi con tende o rivestimenti: il calore non riesce a diffondersi nel locale.
  • Per migliorare il rendimento termico dei termosifoni inserite dei pannelli di materiale riflettente tra i caloriferi e il muro.
  • Fate sfiatare i caloriferi all'inizio della stagione invernale. L'aria intrappolata all'interno degli apparecchi ostacola il flusso dell'acqua calda e li mantiene parzialmente freddi.
  • La sera abbassate le tapparelle o chiudete le persiane per impedire la dispersione del calore attraverso vetri e infissi.
  • Nelle ore notturne, o in caso di lungo assenza, spegnete la caldaia. Potete regolare il timer per farla riaccendere un'ora prima della sveglia, o prima di tornare a casa (potete acquistare timer giornalieri, settimanali o addirittura mensili).
  • In casa mantenete una temperatura intorno ai 19-20°C. Considerate che i costi aumentano del 6-8% per ogni grado di temperatura in più.
  • Prendete la buona abitudine di chiudere sempre la porta dei locali non utilizzati (ripostiglio, stanza degli ospiti, ecc.) ed eventualmente anche la valvola dei termosifoni. 
Risparmiate energia elettrica

  • Sostituite le lampadine tradizionali con lampade a basso consumo, che garantiscono la stessa luminosità e durano più a lungo: soprattutto non lasciate mai accese le luci nei locali non utilizzati.
  • Regolate la temperatura del frigorifero intorno ai 6°C e quella del congelatore tra i -18 e i -15°C.
  • Utilizzate lavatrici e lavastoviglie solo a  pieno carico, preferendo i programmi di lavaggio a temperature non elevate (40-60°C). Rinunciate al prelavaggio se i capi non sono eccessivamente sporchi.
  • Evitate di mantenere la funzione di stand-by agli apparecchi elettrici: otterrete un risparmio immediato del 10%.
  • Se cuocete con il forno, sfruttatene il calore residuo spegnendolo prima che sia terminata la cottura. Ricordate che cucinare al forno conviene solo per certe quantità (circa 1,5 kg). Aprendo lo sportello il meno possibile durante la cottura  potrete risparmiare anche il 30% di energia. Inoltre è noto che il forno a gas consuma meno di quello elettrico.
  • Prima di passare l'aspirapolvere provvedete a mettere perfettamente in ordine la stanza da pulire: renderete l'operazione più rapida, evitando di tenere inutilmente acceso l'apparecchio.
  • Se utilizzate il condizionatore evitate possibilmente di regolarlo a una temperatura "polare": non tenete aperte le finestre mentre è in funzione, e programmatelo con il timer.


Risparmiate acqua

  • Chiudete il rubinetto mentre vi lavate i denti o vi insaponate, e non apritelo al massimo.
  • Pensate che utilizzando la doccia al posto della vasca  potete ottenere un risparmio di circa 1 200 litri di acqua  all'anno a persona.
  • Non rimandate la riparazione di rubinetti che gocciolano e water che perdono. Sappiate che per la goccia del rubinetto se ne possono andare in un anno ben 20 000 litri di acqua e per la perdita del water la bellezza di 50 000 litri!
  • Un sistema "artigianale" per ridurre la quantità di acqua erogata dallo sciacquone è quello di occupare una parte del volume della cassetta con un oggetto, come un mattone o una bottiglia riempita con un liquido (fate attenzione a non intralciare il funzionamento del sistema di scarico e del galleggiante, e a inserire il mattone o la bottiglia quando la cassetta è scarica).
  • Quando lavate i piatti evitate di farlo sotto il getto di acqua corrente, ma riempite il lavabo con acqua calda e un po' di detersivo. Utilizzate il getto d'acqua corrente solo per il risciacquo finale.
  • Lasciate a bagno frutta e verdura in una bacinella anziché lavarle sotto l'acqua corrente.Sembra incredibile, ma in questo modo potrete risparmiare anche 4 500 litri in un anno! Non buttate l'acqua utilizzata: potrete usarla per annaffiare i fiori. Ci avevate pensato?
  • L'acqua piovana può essere raccolta e incanalata dalla grondaia verso il proprio giardino, o in apposite cisterne di raccolta, per essere poi utilizzata in seguito.