11 apr 2012

Giovanni Pellicciotta - Arredo Facile


Ebook disponibile su Bruno Editore

Tante possono essere le situazioni che ci spingono ad avvicinarci
alla scelta di nuovi arredi o anche solo a un rinnovamento delle
stanze che abitiamo. Magari sei alle prese con una semplice
ristrutturazione o hai la necessità di creare all’interno della tua
abitazione una stanza da dedicare al lavoro o a un hobby oppure è
l’arrivo di un bebè a portarti a un ripensamento dello spazio!


Hai appena acquistato la tua nuova casa e ti sembra di aver
raggiunto un grande traguardo; in parte è così ma, tuo malgrado,
ti rendi subito conto di trovarti a un nuovo punto di partenza: la
casa nuova c’è ma intorno a te hai solo grandi e vuote pareti
bianche. Ti starai chiedendo da dove iniziare, vero? Qual è la
prima stanza da arredare, di quanti e quali mobili avrai bisogno?

Questo ebook può aiutarti dandoti degli spunti all’approccio
progettuale dell’arredamento fai da te, argomento molto
complesso che richiede competenze specifiche e studi
approfonditi, e che necessiterebbe del sostegno di personale
qualificato. Ma, comunque, questo manuale è un’ottima base di
partenza per te che hai tempo da dedicare all’arredamento e
voglia di farlo.

Forse ti sarà capitato di chiederti: «Perché la mia amica ha
arredato la sua casa da sola e ha ottenuto un ottimo risultato,
mentre io sono solo capace di fare pasticci?» Pensi che lei abbia
più gusto di te? Ti sbagli! Hai solo bisogno di qualche
suggerimento per affrontare l’impresa con lo spirito adatto!

Questo libro non vuole sostituire l’apporto tecnico di un
professionista ma vuole essere una valida guida, dato che si
commettono spesso errori, a volte banali e quindi facilmente
eliminabili.

Con i nostri consigli, il giusto impegno e tanta determinazione
potrai imparare a capire e interpretare le regole del gioco,
diventando estremamente creativo, capace di poter superare anche
noi tecnici del settore, spesso legati a preconcetti costruttivi che
pongono limiti alle infinite possibilità creative.

Buona lettura! Giovanni Pellicciotta