13 apr 2012

Come scoprire i Comuni virtuosi e applicare le loro strategie

In un’Italia di cui soprattutto ultimamente emergono solamente i fatti negativi, oggi vi propongo un libro dedicato ai Comuni virtuosi, a quei Comuni cioè che si distinguono per aver applicato pratiche a difesa dell’ambiente con azioni eco-compatibili.
Molti comuni italiani, ad esempio, in questi anni sono stati o sono in fase di certificazione Emas. Quest’ultima è un’iniziativa promossa dalla Comunità Europea per, in sintesi, promuovere buone pratiche ambientali nei Comuni (ma anche all’interno di altri enti, organizzazioni, aziende ecc..) valutando cosa già si sta facendo e le azioni che si possono intraprendere con un miglioramento costante e continuo della politica relativa alla gestione ambientale.


Comuni virtuosi sono anche quelli che mettono in pratica iniziative per consentire il risparmio energetico, ad esempio pensando all’installazione su edifici di proprietà comunale, come il municipio, le scuole, l’asilo ed altri di pannelli fotovoltaici che producono energia pulita e pannelli che invece servono per l’acqua calda, con un risparmio in termini economici ma anche un occhio di riguardo nei confronti dell’ambiente, poiché si utilizzano energie pulite.


Oltre a questo, i Comuni virtuosi sono anche quelli attenti alla mobilità sostenibile. Non è praticabile ovunque, ma ad esempio si parla di iniziative per incentivare la popolazione ad utilizzare il più possibile la bicicletta anziché l’auto, mettendone anche a diposizione della popolazione, sono azioni che vanno in questa direzione, così come prestare attenzione alla manutenzione e alla creazione di piste ciclabili ed itinerari da percorrere in bicicletta in tutta sicurezza e senza inquinare.


Altre iniziative sono quelle per la riduzione dei rifiuti, introducendo ad esempio abitudini come quella di non utilizzare più, come si è fatto per molto tempo, piatti, bicchieri e posate in platica in occasione di feste o incontri che si svolgono sul territorio comunale. In questi contesti sono disponibili piatti, bicchieri e posate in ceramica e vetro, così anche se magari sono meno pratici si riduce la produzione di rifiuti.


Il coinvolgimento della popolazione in queste attività e il saper cogliere le indicazioni che possono arrivare dai cittadini è indispensabile per da un lato diffondere buone pratiche e far conoscere cosa sta facendo il Comune, dall’altra per dar voce alla gente e magari scoprire che altre iniziative a favore dell’ambiente e per il benessere comune possono essere attuate.


Sono diversi i Comuni che si affidano anche alla pratica della bioedilizia, che per la realizzazione degli edifici sfrutta materiali naturali, come il legno, l’illuminazione naturale ed altri accorgimenti per rendere più ecologico e allo stesso tempo confortevole l’edificio. Casa Clima è una certificazione che è attenta a questi aspetti grazie a specifici criteri progettuali e che oltre alle abitazioni private può essere applicata anche a quelle pubbliche e agli hotel, così da valorizzare anche l’aspetto turistico creando alberghi attenti alla tutela dell’ambiente e al rispamio energetico.


Infine i Comuni virtuosi sono attenti anche a rendere partecipi i bambini attraverso le scuole. Fin da piccoli i bambini imparano l’importanza di tutelare la natura e il territorio, anche attraverso iniziative e attività svolte a scuola ma anche durante incontri pensati per loro.

I Comuni virtuosi in Italia sono molti, in futuro saranno, si spera, sempre di più.


Lara Zavatteri



Leggete il libroComuni Virtuosi” di Marco Boschini


DESCRIZIONE 
Decine di amministrazioni comunali sparse in tutta Italia sono impegnate a dare vita a un coordinamento nazionale, allo scopo di mettere in comune esperienze, progetti e idee riguardanti pratiche di politica energetica e ambientale che dovrebbero essere diffuse su tutto il territorio italiano.

Questo libro è un invito a estendere le prassi eco-compatibili e a fare pressione sulle forze politiche e sulla società civile affinché si rendano consapevoli della reale necessità di:

- intervenire in difesa dell'ambiente
- migliorare la qualità della vita della cittadinanza
- contrastare le cause dei conflitti internazionali e l'iniqua ripartizione delle risorse tra i popoli del Nord e del Sud del mondo.