30 mar 2012

Come scoprire la Ruota della Vita

La Ruota della Vita è uno strumento semplice ma molto efficace per comprendere meglio la nostra esistenza, suddividendola in varie parti. Oggi vi propongo un libro che vi insegna come utilizzarla per comprendere a che punto siete, in che cosa potete migliorare e anche per fare un confronto con il passato e un salto nel futuro.


L’ebook si chiama “Il meglio di te con il coaching” e potete scaricare un’anteprima gratuita dal sito della Bruno Editore, per approfondire ciò di cui parlo in questo articolo. La Ruota della Vita mi è sembrato un concetto molto interessante perché permette di tenere a mente che siamo fatti di molte parti e che se una va male, non è detto che le altre facciano altrettanto, se in una progrediamo, non è automatico che accada anche per le altre.

http://www.autostima.net/shopping/prodotto.php?id_prodotto=708&pp=57598&utm_source=Aff57598&utm_medium=linkAff&utm_campaign=Aff57598id708

In sostanza quest’anteprima vi insegna che la vostra persona all’interno di questa ruota è caratterizzata da vari settori:
  • Fisico
  • Emozioni
  • Ambiente
  • Crescita personale
  • Svago
  • Famiglia
  • Vita sociale
  • Lavoro
  • Finanze
  • Spirito-contributo al mondo
Li ho elencati così ma sono tutti più dettagliati e completi, comunque per ognuno nel libro trovate delle domande da porvi per capire a che punto siete arrivati, quanto siete soddisfatti, cosa vi manca per esserlo e via così. Quando avrete risposto alle domande, dovrete segnare un punteggio da 1 a 10, a seconda della vostra soddisfazione, sulla Ruota della Vita. In questo modo scoprirete ad esempio che vi siete dedicati moltissimo alla carriera e quasi per nulla allo svago, oppure che non avete fatto abbastanza per la vostra salute mentre va bene nel settore famiglia ecc..


Il libro vi farà poi unire i punti segnati per ogni settore e colorare la figura che si è formata: sarà quella la vostra Ruota della Vita, anche se probabilmente, proprio perché i vari ambiti appaiono sbilanciati, non sembra una ruota. Così facendo, sarete in grado di avere un’idea precisa della vostra vita attuale e di agire di conseguenza. Chiaramente è quasi impossibile avere sempre tutto sotto controllo, ma esercitarsi con questo strumento vi farà ricordare che dovete bilanciare al meglio i vari settori, e che potete, nel caso dello svago e del divertimento.


Non è tutto. Il testo vi invita a fare la ruota tenendo presente la vostra situazione del passato, precisamente di cinque anni fa, in questo modo potrete confrontarla con la ruota di oggi e capire che risultati avete raggiunto, inoltre dovrete realizzarne una anche per il futuro, sempre tra cinque anni, cercando di inserire cosa vorreste diventare e quali obiettivi volete aver raggiunto.


Si tratta insomma di una sorta di mappa che può guidarvi nell’equilibrare il momento attuale, che potete ripetere per verificare come sta procedendo la vostra vita, ma che può aiutarvi a stabilire una rotta anche per il futuro. L’aspetto più significativo a mio avviso sta proprio nella suddivisione in ambiti, perché normalmente tendiamo a concentrarci solo su alcuni trascurandone altri, ma con la Ruota della Vita vi sentirete spronati a fare sempre meglio in generale.


Lara Zavatteri

Pnl per Donne - Claudia di Matteo

Ebook disponibile su Bruno Editore
Il testo è dedicato, con passione ed entusiasmo, alle donne
di tutte le età,  perché possano arricchire la propria identità,
sintonizzarsi con gli altri, esprimere la leadership personale 
e liberare veramente l’energia femminile. Per aiutarti a raggiungere
risultati eccellenti in ogni area della Tua vita, voglio introdurti
uno strumento di straordinaria efficacia, la Programmazione Neuro Linguistica.

Alla base della PNL vi sono una serie di tecniche che conducono
ad alcune modifiche del comportamento, per conseguire nuovi
risultati. In sostanza, possiamo dire che la PNL è un modo di
vedere la vita una continua e preziosa opportunità per apprendere,
migliorare e crescere.

La PNL ti renderà più curiosa e libera e, come è accaduto a tutte
le donne che ho avuto il piacere e l’onore di seguire, promuoverà
notevolmente la tua crescita personale. Imparerai gli
atteggiamenti mentali che ti consentiranno di avere un miglior
rapporto con gli altri e con te stessa. Capirai come smettere di
autosabotarti e apprenderai come distruggere gli ostacoli alla tua
realizzazione. Scoprirai una nuova donna in te: totalmente
padrona di sé e profondamente entusiasta della vita. Con le
conoscenze che apprenderai, durante questo percorso e con
l’esercizio pratico e costante, la Programmazione Neuro Linguistica
diventerà un automatismo, un istinto naturale, un
modo di vivere e potrai contare su questo strumento di
straordinaria efficacia per tirare fuori il meglio di te.

Stai per imparare a esprimere al massimo le infinite potenzialità
che ognuna di noi ha già dentro. Puoi migliorare ogni giorno, con
poche, semplici e preziose strategie vincenti, create proprio per la
dimensione femminile, che mi accingo, tramite questo ebook, a
condividere con Te. La Programmazione Neuro Linguistica
sviluppa e chiarisce le idee e i sogni, fa concretizzare le
aspirazioni e insegna a sfruttare le proprie capacità naturali. Se mi
stai leggendo, sei anche tu una donna che crede nel miglioramento
continuo. La “PNL per le donne” è certamente lo strumento che
attendevi, uno strumento prezioso, pratico ed efficace che ti
accompagnerà in ogni pagina di questo libro e in ogni tuo giorno.

Attraverso un percorso che parte da te stessa, con la tua volontà e
tanta partecipazione attiva, in sinergia con le competenze che
acquisirai, cambierai completamente la tua vita e raggiungerai
ogni tuo obiettivo, personale e professionale.

Apprenderai, inoltre, come motivare te stessa e gli altri e come
superare credenze e abitudini limitanti che, da sempre, ti
impediscono di arrivare dove desideri. Imparerai anche come
comunicare efficacemente con gli altri e con la tua mente. Non
secondario, inizierai a volerti più bene e ti emozionerà sentir
crescere la fiducia in te stessa.

A questo punto, cara donna speciale, non ci resta che allacciare le
cinture e goderci questo viaggio emozionante alla scoperta delle
tue straordinarie risorse.

Buona lettura! Claudia di Matteo

29 mar 2012

Un libro per chi ha la mente aperta

Oggi vi propongo un libro che è adatto a tutte quelle persone che, oltre ad essere curiose, hanno la mente aperta per affrontare e mettere in discussione dogmi e certezze sulla religione. Si tratta di un testo che ribalta le convinzioni che finora avevamo sulla Bibbia, un libro per porsi delle domande sulle grandi questioni che riguardano il più grande libro mai scritto, appunto la Bibbia.



Da quando è uscito un libro come Il Codice Da Vinci, benché tratti argomenti molto differenti rispetto a questo testo, si è avuto un proliferare di testi che parlano in maniera differente dall’usuale del Cristianesimo, come Il vangelo di Maria maddalena, per dirne uno, e in generale libri che parlano della religione cristiana in maniera molto diversa rispetto a ciò cui siamo abituati.


Anche se Il Codice Da Vinci di solito è considerato un testo di pura narrazione, è invece un fatto storico quello che venne chiamato il Concilio di Nicea, voluto dall’imperatore Costantino, durante il quale si discusse su quali Vangeli diffondere al pubblico e quali invece scartare, tra cui quelli che oggi vengono definiti “apocrifi” ed altri che raccontano storie diverse sulla religione. Perché si decise di scartare alcuni di questi documenti resta un mistero, sta di fatto che i testi non inseriti nel corpus ufficiale della Chiesa raccontano storie diverse rispetto a quelli che conosciamo.


C’è da chiedersi anche perché fu Costantino a organizzare il Concilio, un uomo che aveva scelto il Cristianesimo solo perché questa religione si stava diffondendo sempre di più rispetto ai culti pagani, quindi in pratica più che altro per un interesse di tipo politico, senza contare che Costantino era sì cristiano, ma lo divenne ufficialmente solo in punto di morte. Eppure fu lui a decidere di promuovere il Concilio.


Cosa sia andato perso e cosa non sapremo mai a seguito di questa riunione, forse resterà un enigma per sempre. Perché non si sa quasi nulla sull’infanzia di Gesù? Aveva davvero dei fratelli? (Anni fa s’ipotizzò anche di aver trovato la tomba di uno di questi), era sposato? La Maddalena era davvero sua moglie e doveva essere lei a portare avanti il suo messaggio?


Questi enigmi si sommano a quelli che si troveranno leggendo il testo che vi propongo, che ovviamente fa nascere nuove domande, anche sulla figura di Dio. Molto si è parlato anche di questo, anche in relazione al sesso (sarebbe un uomo o una donna?) oltre alla sua natura divina e alla sua capacità di creatore.


Un aspetto trattato nel testo e che mi affascina è la possibile connessione tra ciò che racconta la Bibbia e gli alieni, come se nell’antichità sapessero dell’esistenza di creature extraterrestri su cui oggi noi c’interroghiamo. Ancora, si parla degli angeli, della loro esistenza o meno, un altro argomento su cui si può trovare una fiumana di libri. Alieni, angeli, i mitici giganti, ed altri argomenti come i Dieci Comandamenti sono trattati in questo testo che pone interrogativi sulla fede, sulle credenze che abbiamo e su ciò che potrebbe essere avvenuto. Leggere teorie di questo tipo non significa perdere la fede, ma avere la mente aperta a ciò che può essere la storia dell’umanità.


Lara Zavatteri


Leggete il libro
 “Il libro che cambierà per sempre le nostre idee sulla Bibbia” di Mauro Biglino


28 mar 2012

Come scoprire Google Play


Recentemente Google ha lanciato Google Play, un nuovo servizio che consente di acquistare o scaricare giochi e applicazioni varie sul Web o sui dispositivi Android. Se avete una mail con Google, vi sarete accorti che in cima da qualche giorno si trova la scritta Play con accanto la parola novità. Ecco di cosa si tratta.



Cliccando per avere maggiori informazioni, il sito cita queste parole di spiegazione:
“Trova tutti i giochi e le applicazioni Android che ami su Google Play. Con oltre 400.000 applicazioni, Google Play offre qualcosa per tutti. Sfoglia e installa le tue applicazioni Android preferite dal tuo dispositivo o dal Web istantaneamente.”


Sfogliando le pagine, si possono infatti trovare applicazioni e giochi dei più disparati, differenziate tra quelle a pagamento, quelle gratuite, quelle considerate le più redditizie e le novità a pagamento o gratis. Ce n’è davvero per tutti i gusti, diamo un’occhiata a quelle gratuite per farci un’idea, ricordando che nuovi giochi o applicazioni possono essere disponibili man mano che Google Play si svilupperà ulteriormente.


Oltre a molti giochi, vi segnalo alcune applicazioni che potrebbero tornarvi utili nella vita di tutti i giorni, ad esempio il TrovaPrezzi che permette di trovare i prezzi più convenienti dei prodotti e in questo modo di iniziare a risparmiare, o il Solar Charger, che permette di caricare il telefono utilizzando un caricatore solare gratuito, attraverso lo schermo con la potenza del sole. Come viene spiegato, basta avviare l’applicazione, mettere il telefono alla luce del sole e attendere che si ricarichi la batteria. L’avanzamento della carica si può vedere grazie ad un pannello che segna per l’appunto quanta carica sta accumulando il vostro smartphone.


Tra le altre applicazioni gratis si trova l’orologio notturno per il telefono, così da non sprecare la batteria o un rilevatore di banconote false per non avere brutte sorprese. Recentemente anche il Fai (Fondo per l’ambiente italiano) ha sviluppato un’applicazione in occasione della Giornata di primavera, per scoprire i luoghi più belli d’Italia da visitare. Tra quelle gratis si trova anche un programma utile per le telefonate come Skype e Facebook per Android.


Queste sono solo alcune delle applicazioni che si possono trovare e scaricare gratuitamente da Google Play, come detto oltre a quelle gratis ne potete trovare altre a pagamento mentre nella home page Google Play vi suggerisce anche i giochi best seller e le migliori applicazioni scelte dal team, così da orientarvi su ciò che è stato finora giudicato migliore.


Per iniziare a scoprire giochi e applicazioni vi basta andare sulla vostra casella di Gmail e cliccare in alto con il mouse sulla scritta Play, vi apparirà la home page del sito e potrete navigare per trovare applicazioni e giochi secondo i vostri gusti e necessità, tenete d’occhio la pagina anche per gli aggiornamenti di Google che periodicamente inserirà delle novità.




Prima di acquistare o scaricare e quindi di cliccare su installa, cercate di capire di più sull’applicazione o il gioco che desiderate. Cliccate sul titolo e vi apparirà la sua pagina, con una descrizione sul funzionamento e anche le recensioni di utenti che già l’hanno provato, così da farvi un’idea sul prodotto. Sempre da questa pagina, trovate anche altri suggerimenti su giochi o apps dello stesso sviluppatore o simili, visualizzati dagli utenti.


Lara Zavatteri



Leggete il libro “Tutto su Google” di Rosario Viscardi
(anche se ovviamente non contiene info su Google Play)




27 mar 2012

Arredo facile

Oggi vi presento un ebook che uscirà per la Bruno Editore ad aprile e che tratta di arredamento in tutte le sue parti.


Perché un ebook sull’arredamento? Comprare un ebook di questo tipo vi può essere di grande aiuto se avete appena acquistato o restaurato una casa o un appartamento e ora vi trovate a dover gestire tutta la parte che riguarda l’arredamento. Può essere divertente, ma sembra che non si finisca mai ed è  veramente stancante. Perciò, prima di inziare, potete apprendere trucchi e segreti da un ebook e orientarvi poi di conseguenza, anche a seconda degli spazi che avete a disposizione e del vostro budget.

L’ebook spiega inanzitutto una regola fondamentale, che è quella di combinare il proprio gusto personale alla praticità, oltre che a tener conto del ruolo che avranno le varie stanze. Spesso infatti si scelgono mobili e arredi solo perché sono belli esteticamente, sull’onda dell’entusiasmo del momento, senza tener conto di dove dovranno essere posizionati e, appunto, di quanto sono pratici o meno rispetto a quell’area. Stessa cosa bisognerà pensarla per i materiali.

Un altro punto che mi pare molto importante su cui si sofferma il testo è la luce e il colore. La luminosità in una casa è importantissima, perciò bisogna tener conto anche di quella naturale, oltre che della luce artificiale che andremo a creare utilizzando faretti, piantane, punti luce e lampade, senza contare che una casa ben illuminata e che riceve molto sole vi fa risparmiare anche sulla bolletta della luce, perché ve ne servirà meno per illuminare gli ambienti. Per quanto riguarda i colori, armonizzarli tra loro nei vari ambienti crea subito diverse atmosfere e sapere come disporre e combinare i colori per creare vivacità, ma anche tranquillità alla vostra casa è essenziale.

L’ultima parte dell’ebook è dedicata ai complementi d’arredo, tra cui le tende,  ma anche la carta da parati ed altro. Un punto rilevante che viene sviluppato è anche come e dove trovare gli oggetti d’arredo, perché è importante ricordarsi sempre del budget che abbiamo a disposizione, senza per questo rinunciare alla qualità.

C’è da dire che oltre a tutti coloro che stanno per entrare in una casa/appartamento nuovi questo testo può sicuramente essere utile anche a tutte le persone che già vivono in un appartamento ma magari cercano il modo per rinnovarlo, per svecchiarlo e cambiare il look alle varie stanze senza spendere una fortuna, anche con piccoli ma corretti accorgimenti da mettere in atto.

A volte non occorre pensare a grandi progetti ma solamente cambiare il colore dei tendaggi, aggiungere qualche complemento d’arredo azzeccato, ridipingere le pareti in una tinta particolare perché la casa assuma subito tutt’un altro aspetto. Vi consiglio quindi di leggere questo ebook e, nell’attesa di collegarvi al sito della Bruno Editore e scaricare dalla sezione “calendario”, dopo aver trovato il testo, l’anteprima gratuita dell’ebook, così da farvi un’idea di cosa leggerete e degli argomenti trattati, inserendo semplicemente il vostro nome e la vostra mail nel modulo apposito. Buona lettura e buon arredo!

Lara Zavatteri


Leggete l’ebook “Arredo facile” di Giovanni Pellicciotta

"Libera la Tua Creatività Imparando ad Arredare la Tua Casa
 con Pochi e Semplici Trucchi"

26 mar 2012

Come fare marketing “con il cuore”

Fare marketing non è solo promuovere un prodotto, qualunque esso sia. Fare marketing significa entrare in contatto con le persone-potenziali clienti e cercare di far conoscere ciò che si intende vendere senza dimenticare mai l’aspetto umano. Ecco alcuni consigli ed un ebook in uscita verso fine mese che vi aiuterà in questo.

  • Fate sempre sentire speciale il cliente. Come detto sopra, non dimenticate mai che state parlando con delle persone, non solamente con gente che scucirà forse dei soldi per comprare ciò che vendete.
  • Ecco alcuni esempi. Se avete un negozio, instaurate buoni rapporti con i clienti abituali, che  vanno oltre il rapporto venditore-cliente. Per esempio, salutateli chiamandoli per nome, informatevi sulla famiglia o sui loro successi professionali. Insomma, siate sempre partecipi. Anche con i clienti nuovi cercate di coinvolgerli, per esempio se si tratta di turisti che si fermeranno sul posto per un po’ parlate un po’ delle loro impressioni sul luogo e consigliate degli itinerari o dei luoghi da visitare, saranno indicazioni molto apprezzate e sarà più facile che tornino da voi, semplicemente per la vostra cordialità.
  • Se comunicate via mail, anche qui mettete sempre il nome del vostro cliente. Sarà capitato anche a voi di essere clienti e di ricevere offerte via mail con l’intestazione “gentile cliente”, totalmente impersonale. Dotatevi di un Autoresponder in cui inserire i nomi degli iscritti alla vostra newsletter, se ne avete una, altrimenti se vi occupate personalmente delle mail non scrivete mail in blocco ma personalizzatele per ogni cliente.
  • Se fate quest’ultima cosa (altamente ausbicabile) oltre a scrivere il nome, aggiungete qualche altro dettaglio che farà capire al cliente che state parlando proprio con lui. Per esempio, se in passato ha già acquistato un vostro prodotto e ve ne ha poi parlato in termini lusinghieri, accennatelo nella mail, in modo che la persona capisca che vi state rivolgendo a lei e non ad altri. 
  • Quando avete dei clienti davvero speciali, cioè che vi seguono da anni, comprano solo da voi, si fidano dei vostri prodotti, riservate a quelli offerte speciali o altro. Inviate una mail o fatelo sapere con un volantino (distribuendolo ovviamente solo a chi volete) specificando che si tratta di offerte pensate solamente per i clienti più fidati, così le persone si sentiranno gratificate anche per questo. Fate così anche quando applicate degli sconti, magari con una percentuale maggiore per i vostri clienti più affezionati.
  • Pensate a degli omaggi solo per loro.
  • Ringraziate sempre, sia faccia a faccia, via mail o, se l’avete, sul blog. Non dimenticatelo mai.
  • Non scordatevi degli altri clienti, quelli appena acquisiti e quelli che potrebbero diventarlo. Siate disponibili ad offrire informazioni e siate anche flessibili. Per esempio, se vendete un libro via Internet ma il vostro potenziale cliente non è molto pratico, potete spiegare passo passo come fare o, se ha poco tempo, trovare nuovi modi per fargli avere il libro, per esempio se avete delle copie personali potete inviarlo voi al suo indirizzo e farvi pagare in un modo che concorderete.
  • Ricordatevi delle pratiche, semplici ed efficaci se portate avanti con regolarità della Legge di attrazione per il vostro marketing.

Il Carattere Vincente - Fabio Galetto

Ebook disponibile su Bruno Editore
Questo manuale è destinato a tutti, uomini e donne, giovani e
anziani, ragazzi e ragazze. È adatto a chi si lascia condizionare da
persone o situazioni, ma è anche utile per chi già possiede un
carattere definito e vuole acquisire delle marce in più, perché
insegna a potenziare e mantenere la forza di volontà, l’autostima e
la serenità.

Ho deciso di scrivere questa mia terza guida pratica dopo avere
sentito diverse persone fare un discorso simile a questo: «Il
carattere non si cambia! È scritto nel dna. Si nasce con il proprio
carattere, quindi gli altri devono adeguarsi. Mi devono accettare
per quello che sono!»

Sei d’accordo che il carattere sia impossibile da cambiare
completamente? Io ritengo di sì, ma è un grosso errore
rinunciare a migliorarlo! Puoi migliorare moltissimo il tuo
carattere. Anzi, lo devi migliorare! Innanzitutto per te e poi per le
persone che ti sono vicine.

Conosco molta gente che dedica tempo ed energie a migliorare il
proprio fisico e il proprio aspetto. In un anno quante ore investi
per la cura del tuo corpo in palestra o in qualche attività sportiva?

Quante ore trascorri davanti allo specchio prima di uscire?

Tuttavia, in un anno, la maggior parte delle persone investe zero
tempo per arricchire il proprio carattere. Perché è molto più
comodo dire che è impossibile cambiarlo piuttosto che impegnarsi
a potenziarlo!

Eppure è un traguardo alla portata di tutti! Ti sembra impossibile?

Guarda il mio video.

 


Si tratta di una diretta televisiva in un talk show su un canale Rai.
È una testimonianza concreta di come sia possibile migliorare la
personalità senza stravolgere la base caratteriale.

Il video evidenzia la mia personalità mite, ma anche la mia
serenità nel comparire in una diretta tv senza provare il terrore
delle telecamere o svenire! Alcune risposte erano concordate ma
la forma delle domande era a discrezione dei conduttori, pertanto
ho dovuto trovare il modo migliore per rispondere.

E vuoi sapere cosa è successo? Mi ero preparato una serie di
monologhi, ma mi è mancata la possibilità di usarli. Ho dovuto
improvvisare tutte le risposte in diretta senza la possibilità di
ripetere in caso di errori!

Ho lavorato sulla mia timidezza senza diventare sfacciato. Ho
lavorato sul mio senso di inadeguatezza senza diventare sfrontato.
Questo manuale insegnerà anche a te a crescere caratterialmente
migliorando con costanza e per sempre.

Buona  lettura! Fabio Galetto

23 mar 2012

Come essere anticonformista

Probabilmente, anche se state leggendo questo articolo, già lo siete. Una persona anticonformista infatti non deve imparare ad esserlo, solitamente lo è e basta. Detto questo, anche se è già anticonformista, può aver timore nel mettere in pratica le sue idee e uscire allo scoperto.


Modi per essere anticonformista sul lavoro:

1)mettersi in proprio anche se con un’idea nuova e mai sperimentata da nessuno, ad esempio un prodotto che create voi e che nessuno ha mai commercializzato. Ovviamente prima di fare il salto nel buio dovrete capire se può esserci un minimo di mercato per questo prodotto, dopodiché molte volte è proprio il nuovo che spinge le persone a comprare.

2)Brevettare una propria idea. Se siete dei creativi, potreste inventare qualcosa di rivoluzionario e brevettarlo.

3)Creare un nuovo lavoro da uno vecchio. In tempo di crisi, bisogna inventarsi il lavoro. Come? Ci sono moltissime storie di giovani e meno giovani che hanno rivisto il loro mestiere e l’hanno adattato a nuove esigenze. Per fare un esempio, un tassista privato che utilizza il suo mezzo per fare itinerari turistici per coppie in luoghi storici e culturali.

4)Essere freelance. Avere più collaborazioni e proporre idee, come sono molti giornalisti o blogger.

5)Sempre di più si apprezza il ritorno alla vita semplice, ne parlavo ieri nel post dedicato a Pecoranera. Un’idea potrebbe essere quella di creare dal vostro orto un orto didattico dove spiegare come crescono gli ortaggi o, se si tratta di un giardino, piante e fiori, a scolaresche e gruppi.

6)Sfruttare ciò che si ha per nuovi usi. Tornando all’esempio dell’orto, se coltivate piante aromatiche e siete esperti nel loro utilizzo in cucina o, magari, per creare creme, potete pensare di avviare dei corsi in cui spiegate agli altri come farlo.

7)Integrare un lavoro con altre attività. Se prendiamo l’esempio dell’allevamento, chi già è in questo settore potrebbe pensare di aprire la sua azienda agricola ai visitatori, decidendo una cadenza, spiegare il funzionamento, avviando delle dimostrazioni pratiche su come si fa il formaggio o come si tosa una pecora e come si tesse la lana, magari facendo provare i visitatori, con l’opportunità di creare anche laboratori.

8)Trovare i canali per pubblicare i vostri scritti. Se volete pubblicare un ebook o un libro, informatevi su tutte le piattaforme di print on demand per la pubblicazione. Potete gestire voi la messa in Rete del vostro libro, anche se poi dovrete rimboccarvi le maniche per la promozione. Ma vuoi mettere la soddisfazione di pubblicare un libro e venderlo ad altri?


Essere anticonformisti sul lavoro significa, quindi, essere aperti a nuove possibilità, concretizzare le proprie idee ed essere flessibili, portando avanti la propria attività con coraggio anche quando può sembrare-agli altri-un azzardo. Per questo oggi vi propongo un libro che uscirà a breve e parla proprio dell’anticonformismo, non limitato al settore lavoro ma a tutti gli aspetti della vita, perché di solito una persona anticonformista lo è a tutto tondo, anche nella vita privata e in generale in tutte le scelte che fa.


Lara Zavatteri


Leggete dal 4 aprile il libro “L’Esperienza di un Anticonformista” di Chris Guillebeau



L'Organizzazione Commerciale - Carlo Andreatta


Ebook disponibile su Bruno Editore
Questo ebook è pensato e organizzato come un manuale operativo
per addetti ai lavori, una sorta di guida che consenta a tutti coloro
che hanno la responsabilità di gestire un’organizzazione
commerciale di conoscere gli elementi concettuali fondamentali
che caratterizzano il ruolo e, contestualmente, definire quali siano
i fattori logistici e metodologici che influiscono sui risultati del
loro team, per migliorarli.

La realtà operativa è talmente vasta, come è talmente vasta la
materia presentata, che non si ha la pretesa di poter affrontare nel
dettaglio tutti gli argomenti e le situazioni organizzative. Si lascia
all’iniziativa del lettore la possibilità di approfondire i temi
proposti. Esistono moltissimi libri di management, ma raramente
sono stati scritti da persone realmente attive in azienda né, tanto
meno, da chi ha svolto un ruolo operativo commerciale. Il motivo
è presto detto: i responsabili commerciali, tradizionalmente, sono
uomini d’azione che vivono al presente e normalmente non hanno
una grande predisposizione all’analisi critica e
all’approfondimento concettuale di quello che fanno. Possiedono
una grandissima esperienza pratica nel loro settore, conoscono
tutto e tutti e, in genere, sono molto scettici sul fatto che un libro
possa servirgli e insegnare loro qualcosa di utile. Si sono fatti le
ossa in anni di battaglie commerciali con clienti, con venditori,
con titolari e si sentono i portatori della verità, credono di non
avere nulla da imparare.

Questo ebook nasce dalla mia esperienza diretta più che
ventennale nella gestione di strutture commerciali in aziende di
varia dimensione, dalla multinazionale alla piccola azienda
familiare, dall’esperienza di consulente nella direzione d’impresa
e di formatore, integrata da una continua attività di aggiornamento
con un’ambizione precisa: fornire uno stimolo per
l’accrescimento professionale di tutti i sales manager disponibili
all’innovazione, amanti delle sfide, curiosi di recepire nuovi
concetti e metodi operativi, predisposti all’accrescimento
personale e professionale e soprattutto desiderosi di migliorare le
performance del loro sales team.

Ho utilizzato un linguaggio professionale, ho schematizzato molti
concetti e inserito delle tabelle per permettere una maggiore
focalizzazione degli argomenti proposti. Ognuno dei capitoli
potrebbe essere espanso in modo quasi infinito, ho cercato di
sintetizzare i contenuti per permettere anche a chi non ha molta
dimestichezza con la lettura di manuali tecnici di entrare in
contatto con argomenti importanti per la professione.

In linea generale il libro riflette la mia esperienza commerciale
principalmente nel business to business, ma si adatta a molte
situazioni organizzative commerciali.

Il testo è strutturato in sette capitoli per permettere al lettore di
affrontare nel dettaglio gli altrettanti aspetti specifici gestionali
che più influiscono sui risultati commerciali:

  • la consapevolezza del ruolo e responsabilità;
  • la gestione operativa dei venditori;
  • l’approccio metodologico alla vendita consultiva;
  • la gestione per obiettivi e l’utilizzo del cruscotto direzionale;
  • la trattativa commerciale win-win;
  • i principi di comunicazione efficace;
  • la fidelizzazione della clientela e i principi di marketing 1.0,
  • 2.0, 3.0.

Dal punto di vista dell’utilizzo, il mio suggerimento è di leggere
tutto il libro e poi, in base alle proprie esigenze, soffermarsi sui
vari capitoli. Questo testo è stato pensato per essere applicato;
suggerisco di utilizzarlo come una specie di bussola operativa.

Ognuno dei lettori potrà valutare quanto nella sua attività
quotidiana di Responsabile commerciale applica o non applica
quanto proposto per produrre quei cambiamenti operativi che più
ritiene funzionali.

Buona lettura! Carlo Andretta

22 mar 2012

Pecoranera

Oggi vi propongo un libro che è anche una filosofia di vita, sorprendente perché ad intraprenderla è stato un ragazzo molto giovane che ha deciso di vivere a contatto con la natura. Il libro si chiama “Pecoranera” e lui è Devis Bonanni, un ragazzo che a vent’anni ha deciso di fare una scelta controcorrente e vivere in maniera il più possibile ecosostenibile. Devis, per dirla in estrema sintesi, ha infatti lasciato le comodità della vita moderna per dedicarsi a un orto, a coltivare prodotti genuini, a vivere ricordandosi che esiste ancora il silenzio della natura.


Questo, senza avere una conoscenza approfondita di come creare un orto e fare crescere le piante e di tutti quei lavori che servono per produrre verdure e frutta e in generale per portare a temine tutte quelle mansioni che servono per far funzionare una casa a contatto con la natura. Nonostante questo, Devis ha fatto la sua scelta e ha iniziato a vivere in questo modo.


Vivere in maniera eco compatibile vuol dire molte cose, ma comporta oltre alla soddisfazione di farcela da sé anche molta fatica: la fatica di apprendere, la fatica del lavoro manuale, ormai quasi dimenticato, la fatica di abituarsi anche alle delusioni, la fatica di stare lontani dal mondo che ha tutto a portata di mano, anche il superfluo, la fatica anche di continuare in una certa direzione anche quando agli altri appare strana.


Devis questa fatica l’ha avuta e probabilmente continua ad averla, eppure non ha mollato. Ha creato un orto ed una grande serra dove coltiva vari tipi di ortaggi, alimenta la casa a legna, alleva galline. Inoltre, cerca di comprare il meno possibile e produrre da solo o scambiare ciò che gli serve, utilizzando anche la bicicletta per gli spostamenti, così da non inquinare.


Certamente non è una vita da eremita, anche se ovviamente un’esistenza di questo tipo presuppone la capacità di affrontare anche la solitudine e di stare bene da soli. Devis infatti ospita anche, periodicamente, chi vuole dare una mano o capire perché ha scelto di vivere in questa maniera.


Questa storia, con tutte le difficoltà ma anche gli entusiasmi, è narrata nel libro che Devis ha scritto per raccontare la sua vita, che per chi l’ha letto ricorda un po’ uno dei protagonisti del romanzo di Andrea De Carlo, Due di due, l’amico che lascia l’Università e la città per andare a vivere in campagna e produrre da solo ciò che gli serve per vivere.


Devis ha creato anche un sito Internet dove racconta i suoi inizi e come prosegue questa sua avventura, basta cercare “Pecoranera” su Google e troverete subito il sito. Fa venire in mente anche lo scrittore-scultore di Erto, Mauro Corona, quando parlando del suo libro “La fine del mondo storto” spiegava che per andare avanti sarà indispensabile recuperare saperi ormai persi quasi del tutto, che ormai restano solamente nella memoria dei vecchi, come il saper fare le cose a mano, non dare per scontato che tutto si possa comprare, riscoprire anche il bello della fatica, dell’essere capaci di fare da sé, recuperando anche il rapporto con la natura.





Lara Zavatteri

Public Relations 2.0 - Davide Mura


Ebook disponibile su Bruno Editore
Public Relations 2.0 è un ebook che intende tracciare lo scenario
e le prospettive di carriera dei communication manager, sulla base
delle loro affermazioni. Sfide e opportunità di questo ruolo
emergono infatti in maniera chiara da un’indagine dedicata che
Manageritalia, la federazione dei manager del terziario con oltre
35.000 associati, ha compiuto su un campione di manager della
comunicazione dal 4 all’11 aprile 2011. Un’indagine sui profili
migliori e i trend legati a questo ruolo, uno stato dell’arte
interessante e aggiornato per capire in sostanza a cosa si va
incontro quando dal punto di vista manageriale ci si occupa di
comunicazione e di PR e quali strade occorre privilegiare in
termini di studi, formazione, esperienze e contatti.

Oltre a presentare i risultati della ricerca, ho voluto interpellare
direttamente alcuni manager del settore, attraverso una serie di
interviste. Senza alcuna pretesa di affrontare tutti i possibili
ambiti di azione o di fornire un quadro esaustivo, ho pensato
tuttavia fosse interessante ascoltare i loro percorsi e le riflessioni
sul loro lavoro. Dal confronto sui temi della comunicazione e
sulle attività quotidiane ho potuto così ricavare alcuni consigli per
chi voglia scegliere questo lavoro, giovane o meno giovane che
sia.

Intraprendere una carriera manageriale nel mondo delle PR e della
comunicazione può offrire sfide affascinanti, eppure in Italia
sopravvivono ancora pregiudizi, a tal punto che molti identificano
chi “fa PR” in maniera impropria come colui – o molto spesso
colei – che organizza feste e aperitivi. Ecco allora che nel primo
capitolo ho voluto sgomberare il campo dagli equivoci, chiedendo
a Giampietro Vecchiato, vicepresidente Ferpi (Federazione
relazioni pubbliche italiana), l’associazione di categoria più
importante in Italia, di definire l’attività di relazioni pubbliche e
ripercorrerne in breve la storia, dalle origini ai giorni nostri,
quando oramai internet e i nuovi media hanno fatto nascere
giocoforza le web PR, con paradigmi nuovi e non sempre
definibili con facilità. Ma l’esistenza di mezzi diversi, più o meno
incisivi, non rappresenta certo un ostacolo, anzi rende più
stimolante questa attività.

Buona lettura! Davide Mura

21 mar 2012

Come scoprire luoghi d’arte con il Fai

Come ormai da tradizione, il FAI - Fondo Ambiente Italiano, organizza la Giornata di Primavera il 24 e 25 marzo, con aperture di musei, castelli e luoghi d’arte solitamente chiusi al pubblico, per festeggiare l’arrivo della bella stagione e valorizzare l’arte italiana.



L’iniziativa del Fai giunge quest’anno alla sua ventesima edizione e propone luoghi unici da scoprire in tutt’Italia, con ben 670 beni aperti a cura dei volontari Fai, cui è possibile accedere con un contributo libero. Tra le tante proposte ne segnalo alcune della Toscana e della Sardegna, ma molte di più se ne possono trovare sul sito del Fai, suddivise per province, inoltre alcuni beni sono riservati a chi è iscritto al Fai.


Partiamo dalla Toscana. Per la provincia di Arezzo da segnalare l’apertura del museo Spadari e i suoi affreschi, con un contorno di iniziative quali la rievocazione storica del gioco del pallone e l’esibizione degli sbandieratori, per la provincia di Firenze a Fiesole sarà aperto al pubblico il Giardino di Villa Peyron e Bosco di Fonte Lucente, un’opera da non perdere per tutti gli amanti della natura, con una favolosa vista sulla città, riservato agli iscritti al Fai.


Sempre a Firenze la chiesa e il museo di Orsanmichele, mentre a Massa Marittima visita al complesso formato dal duomo, il palazzo pretorio, il palazzo comunale, la chiesa di Sant’Agostino ed altri edifici storici.


Per la Sardegna, ad Alghero saranno aperti numerosi palazzi tra cui Palazzo Bolasco e Palazzo del conte Larco, a Sassari sarà visitabile la chiesa campestre di Sant’Eusebio di Kitarone, particolare perché di epoca medievale con la vicinanza anche a grotte calcaree e a ciò che rimane di un antico villaggio.


Questi sono solamente alcuni esempi delle tante proposte che saranno messe in campo dal Fai il 24 e 25 marzo, tra l’altro segnalando quali tra i beni proposti sono facilmente fruibili per persone che presentano disabilità fisica.


Con il Fai è possibile partecipare anche al concorso “Scatta la primavera”, inviando un’immagine che meglio rappresenta questa stagione per cercare di vincere un viaggio in una città europea.  


Il Fai s’impegna costantemente per valorizzare i beni artistici, architettonici, storici dell’Italia intera, non solo durante la Giornata di Primavera, per questo è possibile sostenerlo con l’invio di un sms o una chiamata da rete fissa al numero unico 45504, 2 euro per gli sms, 2, 5 o 10 euro per la rete fissa a seconda del proprio operatore. Si può donare fin d’ora e fino al 25 marzo.


Per conoscere tutti i luoghi aperti e visitabili nella Giornata di Primavera in tutt’Italia, per scoprire il Fai e avere ulteriori informazioni per donare, basta visitare il sito della Giornata di Primavera all’indirizzo http://www.giornatafai.it.


L’Italia è un paese unico al mondo, ricco com’è di storia, arte e cultura, con luoghi più conosciuti ed altri tutti da scoprire. Ecco perché oggi vi suggerisco un testo che esplora la Penisola segnalandovi anche ciò che, magari, non è così noto e per questo ancora più bello da visitare, come dice il titolo, almeno una volta nella vita.


Lara Zavatteri


Leggete il libro “1001 cose da vedere in Italia almeno unavolta nella vita
di Giuseppe Ortolano

 

20 mar 2012

Come vendere un libro o un ebook tramite e-mail

Far conoscere e vendere un vostro libro o ebook tramite l’e-mail può essere un buon modo, specialmente se si seguono alcune regole e si fa in modo che la mail non venga subito cestinata ma susciti curiosità. Ecco alcuni consigli.

Per prima cosa, individuate il target a cui rivolgervi. Se avete scritto un romanzo il target sarà ovviamente più ampio, mentre se avete pubblicato ad esempio un saggio storico o una biografia di un personaggio storico, il target sarà più ristretto. Prendiamo questo ultimo esempio.


A chi può interessare? Questa la domanda che dovete porvi tutte le volte che dovete scrivere una mail o comunque fare marketing anche in altri modi. La biografia di un personaggio storico può interessare:

  • Alle scuole di ogni ordine e grado
  • Alle Università
  • A Fondazioni che si occupano di questi temi
  • Ai Musei storici
  • A tutte le realtà che si occupano di storia
  • Alle biblioteche, pubbliche e private
  • Agli storici


Questo un primo ventaglio di un target cui rivolgervi per far conoscere il vostro lavoro. Tenete presente che, se avete scritto un libro su un personaggio storico, ad esempio su Lorenzo Il Magnifico, potete iniziare a fare conoscere il testo nel vostro territorio, agli enti e realtà sopra citate, passando poi a quelle relative alla zona in cui visse il personaggio a cui vi riferite, in questo caso Firenze e la Toscana. Alcuni testi poi possono avere un rilievo nazionale, per cui potete contattare realtà italiane che potrebbero essere interessate al vostro lavoro.


Come usare la mail. Prima cosa, utilizzate una mail con il vostro nome e cognome, senza nickname strani, perché danno un senso di poca serietà. Poi, impostate la mail in modo che questa non si perda tra le tante che quella determinata realtà riceve ogni giorno. Nella parte dedicata all’oggetto, non scrivete qualcosa di generico come “invio” o “proposta” ma scrivete per esteso la vostra proposta, tipo “proposta acquisto libro su Lorenzo Il Magnifico da parte di ---vostro nome”. Se la vostra casella di posta ve lo consente, utilizzate anche il livello di priorità impostandolo su alto, in modo che appaia come qualcosa di urgente. Si tratta di un modo per attirare l’attenzione e “spiccare” rispetto alle altre mail.


Siate brevi ma non dimenticate nulla. Nessuno leggerà una mail chilometrica, per cui siate sintetici ma cercate di condensare tutto senza dimenticare nulla. Presentatevi scrivendo chi siete e di cosa vi occupate, perché scrivete (avete pubblicato il libro), con chi e quando è stato pubblicato, perché pensate che possa interessare a quella realtà. Continuate illustrando in sintesi il libro e infine spiegando come si può acquistare e i vostri contatti. Allegate la copertina del libro e, se avete pubblicato altri lavori simili, aggiungete il link per vedere anche quelli o allegate un estratto. Se possibile, potete allegare alcune pagine anche del vostro testo. Firmate e inviate, avendo cura di inviare la mail a un destinatario per volta, altrimenti vedersi inseriti in un gruppo di venti o trenta mail non sarà piacevole.



Aggiungete il vostro numero di telefono tra i contatti, a volte si preferisce avere un contatto diretto con la persona. In seguito, anche se si tratta di un libro o un ebook relativo a un determinato argomento, potete anche ampliare il vostro target e proporlo anche a persone o enti differenti rispetto a chi si occupa di storia, non si può mai sapere chi può essere interessato al tema che avete affrontato.


Una volta inviata la mail, aspettate. È quasi impossibile ricevere immediatamente una risposta, tenendo conto che, tra l’altro, chi ha ricevuto il vostro materiale e gli allegati vorrà, giustamente, visionarli, prima di contattarvi. Perciò tenete conto di questo se per un po’ non ricevete risposte. Se passa del tempo, possono verificarsi tre casi:

  • Non ricevete risposta
  • Ricevete risposta negativa
  • Ricevete risposta positiva


Se è passato il tempo e non avete ricevuto risposta, potete provare ad inviare nuovamente la mail o contattare direttamente, al telefono, l’ente cui l’avete spedita, così da capire a che punto sono le cose. Può darsi che non vi sia ancora arrivata risposta perché, ad esempio, gli ordini per i libri si fanno in un determinato periodo dell’anno e quindi è necessario attendere un po’, oppure basterà per ricordare la mail ad un funzionario che, magari, l’aveva tralasciata o non ancora letta.


Se invece ricevete risposta negativa, dipende da come viene giustificata la cosa. Per esempio, se vi rispondono che al momento non hanno fondi da destinare all’acquisto di testi, c’è poco da fare, se invece la risposta non è chiara, inviate una mail in cui chiedete i motivi del diniego. Potrebbero rispondervi che hanno già opere come quella, allora potreste proporre di lasciare una copia in visione, così che l’ente in questione possa leggere il vostro libro e valutare se vale la pena acquistarlo. Spiegate perché il vostro testo, anche se tratta della vita di un personaggio si cui molto è già stato scritto, è differente, cos’ha in più. In tutti i casi, proponete di lasciare una copia per la lettura.


Se vi rispondono di sì, non vi resta altro che capire come vendere i libri. Se l’ente vuole fare da sé, spiegate i passaggi per acquistare via Internet (registrazione, link al libro, modalità di pagamento e tempi di spedizione) altrimenti potete consegnare voi le copie richieste. Mettetevi d’accordo sul giorno in cui le consegnerete (in modo da essere certi che chi è responsabile per queste formalità sia presente) e sulla modalità di pagamento, di solito si preferisce il bonifico bancario, perciò fornite le vostre coordinate. Chiedete se l’ente ha bisogno anche di fattura o altri documenti che attestino l’avvenuta consegna e pagamento e agite di conseguenza.


Quando consegnate i libri, approfittatene per farvi un po’ pubblicità. Se avete già scritto anche altri testi, consegnate anche un volantino in cui li elencate, con una sinossi e un link a un blog per approfondire, anche in questo modo potreste vendere altre copie di libri pubblicati precedentemente. Una volta che i libri sono disponibili nei vari enti, fatelo sapere scrivendolo sul vostro blog, sulla pagina Facebook dedicata e così via. Altri potenziali lettori potrebbero scoprire così il vostro libro, leggerlo e in seguito comprarlo.


Lara Zavatteri



Leggete l'ebook 

"Email Marketing, Invio e Gestione Newsletter e Mailing List. 
Come Creare una Campagna di Direct Marketing Efficace Ottimizzando Target e Messaggio"

Lezioni di Trucco - Annalisa Betti


Ebook disponibile su Bruno Editore
Mi sono sempre chiesta perché ci siano donne che “non si
truccano”. Per loro stessa ammissione, c’è un rifiuto a priori. Non
dico che tutte debbano essere make-up addict come la sottoscritta
– ovvero malate di trucco – ma mi sembra incredibile che una
donna non trovi il make-up utile o divertente. O entrambe le cose.

Non venitemi a dire che ci sono bellezze tali da non averne
bisogno: basti vedere le foto delle attrici o delle top model quando
vengono beccate dai paparazzi senza un filo di trucco, magari
pure spettinate. C’è una bella differenza, mi pare, con l’immagine
patinata di quando appaiono nelle foto ufficiali o nei film!

Ecco, senza arrivare a quei livelli di trasformazione, con questa
guida mi piacerebbe convertire alla gioia del make-up anche chi
non ha mai preso in mano il più trasparente dei lucidalabbra o il
più innocente dei mascara.

Ma vuoi mettere come diventa più carina qualsiasi donna, con un
piccolo ritocco? Una pelle più luminosa e uniforme, uno sguardo
più intenso, una bocca più seducente. Senza contare il
divertimento in sé, perché nel trucco c’è un lato ludico. Per non
parlare di quello terapeutico, che è scientificamente provato e per
il quale posso mettere la mano sul fuoco. Mi è servito molte volte,
lo ammetto!

Se invece il problema è la mancanza di tempo, questa è solo una
scusa bella e buona: per un trucco semplice bastano cinque minuti
d’orologio.

Se infine il motivo è “non essere capace”, la risposta è questo ebook.

Spero con tutto il cuore che, proprio tu che stai leggendo,
rientri nella categoria delle “incapaci”: avrò la gioia e l’onore di
accoglierti nel club di quelle che amano il make-up, ma
soprattutto che adorano ciò che il make-up può fare per noi.

Vedrai come è facile e divertente sottolineare le tue qualità,
nascondere qualche imperfezione e magari scoprire che qualcosa
che chiamavi difetto può diventare invece una caratteristica che ti
rende unica.

Il trucco non deve, secondo me, stravolgere un volto. 
Deve semplicemente tirare fuori il bello e minimizzare quello
che è meglio che non si veda. In altre parole, il mio credo è questo,
come dicono alla Benefit Cosmetics: «Il sorriso è il miglior trucco».
Perché una donna sorridente, possibilmente innamorata, è sempre più bella.

So anche che ci sono in giro tanti manuali che insegnano a
truccarsi, ma questo è diverso. Primo, perché io non l’ho scritto
come farebbe una truccatrice professionista, dato che non lo sono.

L’ho scritto da beauty editor, ovvero da giornalista esperta di
bellezza e di make-up. Soprattutto, però, l’ho realizzato come
l’avrei voluto quando, da ragazza, ero alle prime armi con rossetti
e fondotinta. Quindi, non darò nulla per scontato, anche a costo di
apparire ovvia, perché in fondo questo è un manuale di trucco per
principianti, che nasce proprio per chi non si è mai truccato.

Buona lettura! Annalisa Betti

19 mar 2012

Euroschiavi: scopri i segreti del signoraggio

In questo periodo risulta evidente quanto l’Italia sia sempre più povera a causa di un debito pubblico in continuo aumento che comporta un’elevata pressione fiscale. Ma cos'è il debito pubblico e perchè aumenta? Quali assurdi meccanismi regolano l'economia e le crisi?



Il debito pubblico è un’invenzione costruita da politici e banchieri al fine di arricchire gli azionisti privati della Banca Centrale italiana e europea. In passato, le banche che emettevano denaro lo garantivano con la copertura aurea, si impegnavano a convertire le banconote in oro e sostenevano un costo di emissione. Oggi le monete non sono coperte da riserve di oro, non sono convertibili e il loro costo di emissione è praticamente zero, ma il guadagno di chi le emette, ossia il signoraggio, è del 100% del valore nominale.

Quando lo Stato domanda soldi alla Banca Centrale paga il costo del valore nominale (e non il solo costo tipografico) con titoli del debito pubblico, ossia impegnandosi a riscuotere crescenti tasse dai cittadini e dalle imprese. Tutto ciò avviene attraverso la Banca Centrale Europea, un mostro giuridico creato dal Trattato di Maastricht, esente da ogni controllo democratico come un vero e proprio Stato sovrano, posto al disopra delle parti. Euroschiavi svela i segreti e i meccanismi di questo sistema di potere che si è eretto e mantenuto sul fatto di essere ignorato dalla gente, soprattutto dai lavoratori, dai risparmiatori e dai contribuenti, e indica come porre fine legalmente a questo saccheggio.



"Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perchè se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione."  Henry Ford



Il libro è di facile comprensione sia per chi si interessa di politica e finanza sia per il lettore non specialista. Euroschiavi offre un’impressionante documentazione delle modalità con cui il moderno “Signore” (le Banche Centrali) ha costruito un sistema di potere e di leggi che pone al suo servizio lo Stato, il fisco, la Pubblica Amministrazione e tutti noi. La Costituzione italiana, quella europea, i trattati, le leggi, sono manipolati o disattesi per occultare i traffici e gli interessi dei grandi banchieri proprietari delle Banche Centrali che si arrichiscono sulla pelle dei popoli.

Ciò che chiamiamo democrazia è in realtà una steganocrazia (da stéganos, copertura, tetto), ossia un potere nascosto che si regge sul fatto di celarsi, di non essere capito e conosciuto e accettato. Questo libro scoperchia la sua struttura coperta. Gli Stati appartengono, come feudi, al sistema bancario sovranazionale, il quale è il vero ordinamento sovrano, anche se non ama apparire...


Il Libro è disponibile su Macrolibrarsi.it

AUTORI
Marco Della Luna, avvocato, esercita da anni la professione forense. Laureato in psicologia a Padova è inoltre studioso di strumenti psicologici, economici e giuridici di dominazione sociale.

Antonio Miclavez, dentista, imprenditore e appassionato in tecniche di consapevolezza mentale, ha compiuto i propri studi di formazione a Vienna. Serio studioso, nel 2000 inizia a interessarsi di macroeconomia e in particolare di creazione del denaro.

Il Giornalista Online - Eleonora Gurrieri

Ebook disponibile su Bruno Editore
Lo scopo di questo ebook è di aiutare tutti coloro che vogliano
operare nel mondo del giornalismo online e più in generale
cimentarsi nella stesura di testi per il web. Non bisogna
necessariamente essere giornalisti per scrivere sul web; le
strategie per la buona riuscita di un testo sono, infatti, le
medesime, sia che si tratti di giornali online che di semplici blog.

Quello che conta è saper scrivere contenuti di qualità e riuscire a
renderli reperibili alle migliaia di utenti che cercano notizie e
informazioni sui motori di ricerca.

Spesso, frequentando i miei colleghi universitari, mi chiedevo
come fosse possibile che uno studente di Lettere o di Scienze
della Comunicazione non sapesse nulla sull’iter da seguire per
diventare un giornalista; eppure molti di loro volevano diventarlo!

Ho scritto questo libro non solo per illustrare la corretta stesura di
un articolo
e l’interazione di questo con la pubblicità, le immagini
di corredo e altri fattori importanti, ma anche per rendere noto il
percorso che va seguito se si vuole intraprendere la carriera in
ambito giornalistico
, sia in via diretta che in via trasversale.

Ritengo che sapere come nasca un giornale, conoscere la sua
storia e come muoversi oggi per crearne uno, sia interessante ed
educativo se si vuole operare in questo settore come editore,
giornalista, articolista o semplicemente blogger.

In molti, dopo il boom dei blog, si sono cimentati nella scrittura
sul web
. Alcuni sono persino riusciti a fare della scrittura la
propria fonte di reddito. Per perseguire questo obbiettivo è
indispensabile sapere come strutturare un articolo. Io ho iniziato
scrivendo notizie e recensioni sui portali e, pian piano, istaurando
rapporti continuativi con alcuni di essi, riuscendo così anche a
guadagnare qualcosa. All’inizio non è stato semplice: l’offerta è
bassa e la concorrenza spietata ma con l’esperienza si impara a
selezionare le testate con cui collaborare. Col tempo, dopo aver
dimostrato di essere competenti e capaci si ottengono anche
buone retribuzioni.

L’informazione dei lettori è il fine del buon giornalista. Su
internet è necessario far arrivare il lettore alla notizia e per farlo
bisogna impostare il testo in un determinato modo. Il tutto anche
per catturare l’interesse dell’utente che frequenta occasionalmente
un sito/giornale/blog e trasformarlo in un lettore fedele che torni
spesso a leggere le tue notizie.

Bisogna avere costanza, in questo settore, impegno e
determinazione. Seguendo i consigli che ti fornirò in questo
ebook riuscirai pian piano a capire come muoverti sul web; in
seguito qualcuno noterà i tuoi articoli e ti contatterà o magari
creerai dal nulla un sito/blog/giornale che diventerà popolare.
Tutto nella vita si può realizzare, basta crederci, impegnarsi e
lavorare bene.

Buona lettura! Eleonora Gurrieri

17 mar 2012

Come scoprire qual è il vero scopo della tua vita

Chiudi gli occhi, lasciati guidare dagli Angeli, scegli una delle 44 carte appositamente create da Doreen Virtue e scoprine il significato...

Doreen, la maggiore esperta di Angeli al mondo, con le carte di "Lo scopo della Vita" e la miniguida di 114 pagine inclusa nella confezione, vuole aiutarci a entrare in sintonia con gli Angeli perchè ci aiutino a comprendere il significato profondo della nostra vita.


Da "Come interpretare le Carte dell’oracolo
Lo scopo della vita"


Comprali su  MylifeStore.it

“Qual è lo scopo della mia vita?” è la domanda che mi sento porre più frequentemente, e a ragione! Ciascuno di noi nasce con una missione importante e quando ci impegniamo per realizzarla, tutti gli aspetti della nostra vita si riconciliano. Le condizioni psicofisiche migliorano e succede altrettanto alla nostra situazione economica!

Al contrario, quando perdiamo di vista lo scopo della nostra vita, inizia a manifestarsi un cronico e sottile senso di ansietà, perché sappiamo inconsciamente che non stiamo centrando il bersaglio. Questa condizione porta spesso alle dipendenze e ad altri comportamenti scorretti.

Prima di nascere, hai lavorato con i tuoi angeli personali per pianificare la tua missione: aiutare gli altri ed esserne ricompensato dal punto di vista emotivo. Tale ruolo assicura inoltre la crescita della tua anima e ti garantisce di essere supportato sotto ogni aspetto, come meriti.

La missione di ogni essere umano ha un elemento in comune: l’amore. In sostanza, siamo qui per imparare, ricordare e trasmettere questa potente emozione. Ogni nostra azione è dettata dalla paura o dall’amore. Scegliendo il cammino dell’amore, cresciamo spiritualmente, aiutiamo gli altri e bilanciamo il nostro karma.
La domanda che esige una risposta, si riferisce al tipo di forma che assumerà il tuo percorso d’amore. Sarai un guaritore, un insegnante, un artista, un genitore, qualcuno che si prenderà cura di qualcun altro oppure cosa?

La maggior parte delle persone desidera sapere qual è lo scopo della sua vita perché spera di intraprendere una carriera significativa ed economicamente gratificante, e vorrebbe avere la garanzia di poter lasciare il lavoro attuale ed essere al contempo al sicuro dal punto di vista finanziario.
Una garanzia esiste, a patto che tu ascolti e segui la tua guida Divina interiore. L’arcangelo Michele sa in cosa consiste lo scopo della tua vita e quello della vita degli altri. Egli sovrintende a questo, come un direttore d’orchestra che si assicura che tutti i musicisti suonino la loro partitura. Anche tu sei indispensabile, come tutti gli orchestrali, e il tuo contributo è importante al pari di quello degli altri. Ciascuno di noi assume un ruolo nel piano Divino di pace.

Fortunatamente, lo scopo della tua vita riguarda azioni e propositi per i quali provi interesse. Generalmente, si incentra su un’attività a cui ti dedichi gratuitamente proprio perché ti piace! Se non sei sicuro di quello che ti appassiona, chiedi consiglio a una persona cara e fidata, attenta a ciò che ti entusiasma: lo scopo della tua vita si basa proprio su ciò che suscita il tuo interesse.
Questa missione è così eccitante e gratificante che ti sveglierai al mattino ritemprato per i giorni a venire. Scorrerà in te l’abbondanza perché dedicherai la maggior parte del tuo tempo a questa impresa. Il tuo entusiasmo ti renderà molto competente e capace.


Guarda il video di Doreen registrato durante la crociera organizzata da Hay House nel mese di febbraio


“L’arcangelo Michele può aiutarti a migliorare il tuo futuro se glielo chiedi e se sei disposto a ricevere il suo aiuto.” - Doreen Virtue



Scopri lo scopo della tua vita con la guida degli Angeli




Con queste carte e la miniguida scoprirai:
  • come entrare in sintonia con gli angeli;
  • come farti guidare da loro;
  • le risposte giuste alle tue domande.

“La missione di ogni essere umano ha un elemento in
comune: l’amore. In sostanza, siamo qui per imparare,
ricordare e trasmettere questa potente emozione. Ogni
nostra azione è dettata dalla paura o dall’amore. Scegliendo
il cammino dell’amore, cresciamo spiritualmente,
aiutiamo gli altri e bilanciamo il nostro karma.” - Doreen Virtue


L'AUTRICE:
Doreen Virtue ha iniziato il lavoro di guarigione come psicoterapeuta, specializzandosi in dipendenze e disordini alimentari.
Doreen si laurea in Liberal Arts all’Antelope Valley College. Consegue anche un diploma in psicologia, un master in Supporto Psicologico alla Chapman University, e una specializzazione alla California Coast University (pienamente riconosciuta all’epoca della sua laurea), con una tesi sulla relazione tra abuso infantile e sviluppo di disordini alimentari.
Doreen ha lavorato come psicoterapeuta all’Unità di riabilitazione da droga e alcol, gruppo psichiatrico diretto dal Dottor John Beck, terapeuta specializzato in disordini alimentari.
Ha partecipato a notiziari e talk show in tutto il mondo. Scrive per riviste internazionali ed è commentatrice abituale per l’americano Woman’s World e per la rivista britannica Spirit & Destiny.
Inoltre conduce un programma radiofonico settimanale su HayHouseRadio.

E' una delle massime esperte in materia di Angeli.
Dal 1996, Doreen insegna a migliaia di persone in tutto il mondo come usare l' Angel Therapy. Molti di questi studenti sono diventati specialisti di terapia degli Angeli.

16 mar 2012

Come risparmiare a marzo su Il Giardino dei Libri

Il Giardino dei Libri è uno dei siti verso cui vi indirizzo molte volte quando suggerisco un libro o un ebook al termine di un articolo. Oggi avete un motivo in più per visitarlo, infatti fino a fine mese il sito offre la possibilità di risparmiare su una vastissima scelta di titoli.
Come ho già scritto in passato parlando di altre promozioni de Il Giardino dei Libri, ma lo ripeto per chi non lo conosce ancora, questo sito vende libri, ebook, ma anche dvd e cd dedicati a molti argomenti che spaziano dalla spiritualità al benessere fisico e mentale, ai libri per bambini, passando per testi sulla bioedilizia e le tecniche per risparmiare, fino a tutto ciò che riguarda l’autorealizzazione e il marketing, il fai da te, il paranormale ma anche i temi di attualità. Insomma sono molte le categorie di cui si occupa, ed inoltre il sito è costantemente aggiornato e propone novità di frequente.


Detto questo, potete scegliere di risparmiare comprando un libro o ebook (o anche più di uno) dal sito, fino al 31 marzo, rispamiando grazie ad uno sconto pari al 15% applicato sui prodotti di ben sessanta case editrici che hanno scelto di aderire all’iniziativa. Sessanta case editrici aderenti sono davvero molte e quindi potete scegliere veramente tra un ventaglio di proposte davvero ampio.


In più, a questa offerta è possibile abbinare anche la spedizione gratis con il Corriere Espresso o Posta Raccomandata Tracciata ( per ordini sopra i 29 euro), inoltre per chi magari non paga con Paypal, PostePay o altri metodi simili ma è più comodo utilizzando il contrassegno, non c’è nessuna spesa aggiuntiva, come solitamente avviene per molti altri siti, non solo di libri.


Un'altra offerta da non perdere è quella dei “Remainders”, dei libri dedicati a settori come corpo, mente e spirito che addirittura vengono scontati del 50% sul prezzo di copertina. Fate un salto subito per scoprire anche questa imperdibile offerta.


Sempre dal sito è possibile anche richiedere il catalogo, inoltre si possono scoprire anche dei prodotti, come semi biologici, salse, integratori naturali, ma anche prodotti per il corpo come creme, lozioni, detergenti o profumi ispirati a natura e spiritualità, basta consultare la sezione denominata “bio-catalogo”.


Visitare spesso Il Giardino dei Libri vuol dire non solo usufruire di sconti, come quelli che ho elencato, o scoprire prodotti di questo genere e molti titoli nuovi, ma anche avere la possibilità di conoscere opportunità come corsi o incontri-conferenze con esperti dei settori trattati dal sito, basta scorrere la pagina e si possono vedere nella colonna a destra (quando ne esistono in calendario).


Per questo mese di marzo vi consigli di approfittare degli sconti, ma comunque tornate spesso sul sito che offre promozioni sempre nuove e novità da non perdere un po’ in tutte le categorie di libri ed ebook. Se non volete perderne nessuna, potete anche iscrivervi in un attimo alla newsletter, basta inserire la vostra mail e riceverete sulla vostra casella di posta tutte le novità del Giardino dei Libri. Approfittatene subito!


Lara Zavatteri

L'Ascolto Empatico - Paolo Mambriani


Ebook disponibile su Bruno Editore
L’ascolto è ritenuto dagli addetti ai lavori l’aspetto più importante
dell’intero processo comunicativo e,nello stesso tempo, il meno insegnato.
Che siano libri, meeting, corsi, training, articoli, seminari, l’aspetto
al quale spesso si dà più importanza è la capacità di comunicare 
vista dall’ottica di chi parla: insegnano come riuscire a stabilire
 un contatto immediato con il nostro interlocutore, come essere
 efficaci e persuasivi, senza dubbio, argomenti di grande importanza
e interesse. Purtroppo, il rischio che si corre è quello di tralasciare
o non dare la giusta importanza al fattore ascolto.

Molteplici studi sulla comunicazione hanno evidenziato che quasi
tutte le persone si considerano ascoltatori migliori di quanto non
siano in realtà. È più istintivo sentire il desiderio di parlare: è
legittimo. Meno spesso avvertiamo il desiderio di ascoltare, spinti
dalla voglia di dire la nostra. Senza una dovuta educazione
all’ascolto corriamo il rischio di instaurare una comunicazione
fatta di “monologhi a corrente alternata” dove, mentre ci parlano,
stiamo già pensando a cosa dire quando sarà il nostro turno.

Obiettivo di questo ebook è quello di focalizzare l’attenzione
sull’ascolto attivo ed empatico. Prima buona notizia: non correrai
mai il rischio di essere rimproverato da nessuno per averlo
ascoltato troppo.

Coglierai nell’ascolto empatico uno strumento di crescita, di
scambio, di arricchimento per entrambi le parti. Capirai
l’importanza dell’ascolto attivo, quali sono le barriere che lo
ostacolano e quanto questo strumento possa essere prezioso per te
e per chi ti sta parlando. Vedrai come il metterti in gioco
rappresenti la chiave vincente per fare tue le tecniche presentate
in questo ebook. Scoprirai cosa fa fluire una comunicazione e
cosa invece ne ostacola il proseguimento.

Sviluppare la capacità di “mettersi all’ascolto” dell’altro ti
permetterà di ottenere il massimo risultato da ogni tipo di
rapporto, in famiglia, nel lavoro o con gli amici. Quante volte non
ti sei sentito capito veramente o hai percepito di non essere stato
colto in profondità da chi ti stava di fronte? Gli esperti della
comunicazione concordano sul fatto che questo non sentirci accolti
rappresenta una delle più grandi sofferenze emotive
dell’essere umano. Il taglio pratico di questo ebook ti porterà dalla
consapevolezza di un concetto, alla sua applicazione pratica sul
campo: senza azione e determinazione non esiste apprendimento.

Sarà un viaggio che ti porterà al di là dalle parole e della mente
razionale, perché entreranno in gioco sensibilità e meccanismi
emotivi più profondi legati alla parte di noi più intima e sensibile.

Buona lettura! Pier Paolo Mambriani