10 feb 2012

Come stare meglio con un film

Oggi vi propongo un testo che può essere utile per tirarsi su. Quando si affrontano periodi difficili, una valido aiuto può essere rappresentato dalla terapia a base di film, come spiega questo libro.


Pare strano ma anche i film possono aiutarci a stere meglio, a patto di seguire alcune regole. La prima, la più importante, è di non cedere alla tentazione di vedere film che rispecchiano il nostro stato d’animo. È la prima cosa che normalmente ci viene in mente di fare, quasi senza pensarci, e così vediamo film che alla fine ci fanno stare ancora peggio.

Un esempio classico per far capire questo comportamento. Quando si è giù e si sta guidando, cosa cercate mentre cambiate stazioni sulla radio? Spesso, canzoni malinconiche che vi fanno spuntare subito le lacrime agli occhi. Insomma forse inconsciamente cerchiamo qualcosa che ci faccia stare ancora più male e di solito, neanche a farlo apposta, in quel momento alla radio trasmettono solo canzoni tristi.

Perciò, come prima regola, invertite la tendenza. Se siete giù o non ne potete più, noleggiate film divertenti o cercateli in tv. In questo modo da un lato non continuerete a commiserarvi, dall’altro potrete almeno un po’ tirarvi su con due risate. Ignorate la vocina dentro di voi che non vuole farvi stare meglio e sotto sotto vi dice che non potete vedere quel film perché state male, fate quello che volete e ignoratela.

Se siete in una fase in cui pensate di non farcela a risolvere un problema che magari si trascina da troppo tempo, scegliete un film in cui il o la protagonista ha carattere e nonostante le avversità riesce nel suo intento. Sono film capaci di darvi la carica e pensare che potete farcela anche voi. Meglio ancora se si tratta di una storia vera, così potrete pensare che se ce l’ha fatta quella persona, ce la farete anche voi. Qualche esempio: 28 giorni o Erin Brockovich è quello nella foto sopra, ma anche Il signore degli anelli (alla fine Frodo ce la fa e i pericoli erano moltissimi ) o un film che parla di speranza e che reputo un capolavoro come Le ali della libertà, ma anche Il gladiatore. Sono film che parlano anche di buoni sentimentui, del trionfo dell’onestà e della gioia di vivere.

Un altro consiglio, quando siete davvero a pezzi guardate un film che fa paura. Sul serio e sapete perché? Perché guardandolo sarete tutti concentrati sulla trama, sull’adrenalina che procura e il tutto vi farà scordare quello che state passando, almeno per un po’. Alcuni esempi: Dracula di Bram Stoker (Gary Oldman dalla pallidissima carnagione fa una paura incredibile,), Van Helsing (protagonista Hugh Jackman, Wolverine di X-Men), Il patto dei lupi, tutti quelli di Dario Argento (occhio che questi fanno veramente paura!), tutta la serie de Lo squalo, che terrorizza solo dalla colonna sonora.

Siete persone anticonformiste o giù perché arriva San Valentino e non avete un lui/lei? Noleggiate i due film di Sex and the city, basterà l’anticonformismo di una come Samantha a tirarvi su. Delle quattro protagoniste, è l’unica che alla fine non si sposa e non fa figli. Gli altri la criticano? A lei tutto scivola addosso, oppure risponde per le rime. Non ha qualcuno? Si basta da sola, tanto prima o dopo si aspetta che qualche fusto bussi alla porta, e capita sempre!

Infine, quando volete regalarvi una serata tutta per voi, scegliete qualche film classico come Via col vento dove trovate tutto: comicità (indimenticabile Mamy), dramma (la guerra), anticonformismo (chi è più anticonformista e scaltra di Rossella O’Hara?) amore (Rossella e Rhett, non parliamo dello scialbo Ashley). Rossella è una che si tira sempre su, anche quando l’amore della sua vita, Ashley, sposa Melania, anche quando scoppia la guerra, anche quando muore la madre, poi il padre e la figlia, anche quando resta senza niente da mangiare o Rhett l’abbandona. Insomma, è una tosta. Buona visione!

Lara Zavatteri


Leggete il libro “Cinema&Video Terapia" di Miro Silvera

Il libro è disponibile su il giardino dei libri

DESCRIZIONE
Curarsi con cinema e dvd. Oppure ammalarsi per un eccesso di reality e videogame? Le immagini invadono la nostra vita: film e programmi tv ci accompagnano quotidianamente, non solo nel salotto di casa, ma anche nei metrò, negli autobus e nei nostri telefonini. Ci offrono risate e lacrime quando ne abbiamo bisogno, ma ci possono anche ferire o irritare.

Un viaggio personale, accompagnato da originali fotografie, dagli albori del cinema ai reality show, fianco a fianco con le grandi star di Hollywood, gli esperti di cinema, i teledipendenti e i comuni mortali.

Tra le benefiche pagine di Cinema&Video Terapia troverete anche i consigli in pillole. A voi scegliere da che parte stare, se subire passivamente il mare di storie che ci circonda, oppure usarlo brillantemente per curarsi e stare meglio al mondo.