09 feb 2012

Come realizzare uno spot per il vostro prodotto

Oggi parliamo di creare una sorta di spot pubblicitario per il vostro prodotto, non il booktrailer per i libri, ma il principio è lo stesso. Può esservi utile se create voi degli oggetti e siete quindi degli artigiani, se siete in proprio e vendete prodotti.


Inutile dire che per realizzare uno spot dovete avere un minimo di attrezzatura, se non una videocamera almeno un telefonino, uno smartphone, una webcam che vi possano aiutare nel realizzare il filmato. Se anche non avete mai creato un video fa lo stesso, potete fare delle prove, cancellarle e farne altre finché il video non sarà perfetto.


Parliamo di creare una sorta di spot pubblicitario, fatto da voi, che poi potrete come al solito diffondere in Rete, sul canale Youtube, la pagina Facebook, il sito o blog del prodotto stesso. Potete pensare anche di inviarlo come allegato ai vostri clienti affezionati in modo che possano conoscere il vostro nuovo prodotto e fare a loro volta passaparola, o contattarvi per saperne di più.


Cosa deve contenere uno spot del prodotto:


1) La brevità. Come tutti gli spot, non deve essere troppo lungo. Badate a quelli che passano in tv, ce ne sono di brevissimi eppure magari vi restano in testa.

2) Raccontare una storia. Uno spot deve raccontare qualcosa e per fare questo potrete aver bisogno di più persone che si presteranno a comparire nel video. Per fare un esempio pratico, se vendete prodotti tipici fatti da voi, potete raccontare la storia di come si arriva al prodotto finito. Le persone che compaiono nel video possono effettuare i diversi passaggi mentre una voce narrante racconterà la storia. Se portate avanti questo lavoro da generazioni, potete fare il video in bianco e nero e magari vestire gli “attori” con costumi dell’epoca. Sul finale, si vedrà il prodotto a colori.

3) Molte volte riconosciamo uno spot anche se non stiamo guardando la televisione, dalla canzone che fa da sottofondo. Inserite della musica, stando attenti a fare in modo che non sovrasti le parole del narratore, magari mettetela solo all’inizio e alla fine dello spot.

4) Utilizzate dei modi di dire e trasformateli. Le parole possono essere intese in vari modi. Per fare un esempio, recentemente in tv è apparso uno spot dove la parola ingombrante può significare “pesante” ma anche ingombrante nel vero senso della parola.

5) Puntate sul comico o sul commovente. Raccontate una storia capace di far ridere o di commuovere, sono quelle che si ricordano di più.

Potete aggiungere effetti o suoni utilizzando, una volta creato il video, le opzioni che Youtube vi mette a disposizione. Ci vuole solo un po’ di pratica per capire il funzionamento. Quando siete soddisfatti, lanciate il video in Rete e state a vedere cosa succede. Potete anche pensare di creare più video, come una sorta di storia a puntate e pubblicarli con una certa cadenza o crearne di nuovi quando realizzate e proponete nuovi prodotti. Un consiglio è anche quello di comparire in qualche modo nel video così che i vostri clienti vedano anche il vostro volto, sia chi già vi conosce sia tutti gli altri.


Lara Zavatteri


Leggete l’ebook Comunicare con il video” di Alessandro Bandinelli e Valentina Zaggia


DESCRIZIONE
Le immagini sono il nostro pane quotidiano e imparare a comunicare attraverso il linguaggio audiovisivo ti offre la grande possibilità di trasmettere il tuo messaggio in modo efficace.

Grazie a questo manuale pratico imparerai tutto ciò che serve per realizzare un video, sia esso una video recensione, un video aziendale, un diario di viaggio o un cortometraggio.

Applica le tecniche avanzate per progettare, girare e montare il tuo video professionale o familiare, migliorando la qualità del tuo lavoro con creatività e originalità.