3 ottobre 2014

Come presentare un libro per bambini…ai bambini

Fare una presentazione “normale” non è facile, ma pensarla per i bambini richiede qualche accorgimento in più. Se hai scritto un libro o ebook per i bambini, ecco alcuni consigli per la tua presentazione.


Prima di tutto, ricorda che i bambini, specialmente quelli più piccoli, hanno una soglia di attenzione minore di quella degli adulti, perciò non dovrai dilungarti eccessivamente, o non ti seguiranno più. Presentati e spiega in poche parole di cosa parla dil libro, per coinvolgere i più piccoli può essere utile farli partecipi con delle domande. Ad esempio, mentre spiegate la trama, fare una domanda rivolta a tutti, generica come “sarà capitato anche a voi, vero?” o “l’avrete pensato anche voi, o mi sbaglio?”. Fare una domanda generica fa sì che tutti possano rispondere, anche i più timidi e fa sentire i bambini più coinvolti durante la presentazione.


Leggete uno o più brani del libro. Quando avete spiegato per sommi capi di che cosa parla il libro, leggete alcune parti, possibilmente quelle più divertenti o più paurose, cercando di dare un tono ai personaggi o di creare una certa suspance con la vostra voce. Insomma, non limitatevi a leggere, cercate di “interpretare” quello che leggete, anche con l’ausilio di suoni (come quello del vento, del fare silenzio, di qualcuno che bussa alla porta ecc..).


Se il libro è già stato letto dai bambini, per esempio a scuola, potete coinvolgerli ulteriormente facendovi dire quali personaggi sono piaciuti di più e perché, e quali parti hanno gradito maggiormente. Ognuno avrà qualcosa da dire, se c’è un po’ d’imbarazzo potete anche dire voi i nomi dei personaggi e, ad esempio, invitarli per alzata di mano ad esprimere le loro preferenze oppure semplicemente dicendo un sì o un no. Sarà un gioco, ma da quello che i bambini diranno potrete trarre insegnamento per storie future, per capire cosa piace di più ai piccoli lettori. Sarà utilissimo se magari avete pensato di dare un seguito alla storia, con gli stessi personaggi ma con una diversa ambientazione.


Di solito i bambini sono interessati a sapere da quanto tempo scrivete e come eravate alla loro età. Se avete iniziato a scrivere già da bambini, anche piccole favolette, ma le avete conservate, portatele. Mostratele al vostro pubblico, i piccoli potranno farsi un’idea di com’eravate alla loro età e leggere qualcosa scritto da voi quando eravate bambini.


Se ne avete la possibilità e il tempo, prima della presentazione pensate a qualche piccolo ricordo da lasciare ai bambini. Basta anche un segnalibro o una cartolina che potete fare facilmente utilizzando il computer e un programma come Word, Microsoft Publisher o altri, inserendo l’immagine di un personaggio o del libro, una frase, un oggetto da colorare e più in basso le informazioni per trovare il libro. Se avete scritto altri libri, potete scrivere ad esempio il link del vostro blog personale, dove vederli tutti.

Per i bambini sarà un piccolo ricordo della giornata, per voi un modo per farvi conoscere da loro, carpire preziosi consigli per libri successivi dedicati all’infanzia e farvi pubblicità con un segnalibro (o simili).


Presentare con efficacia". Come sopravvivere davanti a un pubblico di Francesco Muzzarelli

Il Libro è disponibile su il Giardino dei libri