28 dic 2011

Come portare avanti i propri obiettivi nonostante i problemi di percorso


Ogni anno, con l’avvicinarsi del nuovo anno, milioni di persone stilano un elenco: i progetti che hanno in mente di portare a termine durante i prossimi dodici mesi. Solitamente si hanno molte idee e l’elenco è abbastanza lungo, ma in molti alla fine dell’anno, rileggendolo, si accorgono di aver realizzato, in concreto, molto poco. Ecco come portare a termine i vostri obiettivi, nonostante i problemi.


Diciamo subito che per qualunque punto della vostra lista esisterà certamente un problema, un ostacolo che tenterà di non farvi progredire o di rimandare il vostro progetto. Uno dei segreti è iniziare dalle cose più piccole, cioè dai progetti più facili da realizzare.


Se iniziate da quelli, le difficoltà saranno minori e una volta concretizzato il punto potrete essere felici di averlo fatto. Ad ogni modo, i problemi possono essere di vario tipo, dalla mancanza di tempo alla ricerca di collaboratori, se è un progetto che lo richiede, dalle vostre lacune, magari in campo informatico, se si tratta di un progetto che prevede di essere messo in Rete.



Prendiamo in esame questi punti. La mancanza di tempo è un fatto che accomuna molte persone ma è anche un’ottima scusa, a volte, per non fare nulla. Insomma, non trinceratevi dietro la mancanza di tempo per non darvi da fare. Il tempo si trova, quando veramente si vuole portare a compimento qualcosa. Potete stabilire di lavorare a questo progetto alcune ore dopo cena, oppure il sabato o, eventualmente se ne avete uno, durante il vostro giorno di riposo. A volte basta avere la costanza di rispettare queste scadenze, di non sgarrare, e anche poche ore a settimana potranno fare la differenza per realizzare il progetto che avete in mente.


Se anziché un progetto individuale mirate a creare qualcosa che ha bisogno di collaboratori per essere finito, cercateli. Le difficoltà potranno essere molte, ma la Rete può aiutarvi. Utilizzate i social network per lasciare messaggi in cui cercate collaboratori, visitate i forum dove si cerca e si offre lavoro, iscrivetevi e lasciate un messaggio, inviate in Internet un comunicato stampa gratuito dove spiegate cos’è il progetto e quali sono i requisiti di chi dovrà collaborare con voi. Siate trasparenti, spiegate tutto per bene e rispondete a tutti coloro che vi contatteranno. Se ci vorranno dei giorni, non scoraggiatevi, prima o dopo qualcuno chiederà informazioni.


Se invece volete mettere in Rete il vostro progetto ma avete lacune in campo informatico, non mollate. Le strade da percorrere possono essere più di una. La prima, ovviamente, è quella di farsi aiutare da un amico che se ne intende e imparare da lui, ma se non conoscete nessuno che, ad esempio, è in grado di creare siti web, potete ancora una volta trovare ispirazione su Internet. Navigate e cercate qualcuno che abbia creato un sito simile  a ciò che vorreste realizzare voi, contattatelo e chiedete se è disposto a darvi alcune dritte su come procedere. Potete, insomma, imparare via mail o chat, se la persona è disponibile. Altrimenti, i forum sono sempre un’ottima fonte di ispirazione, dove trovare i contatti giusti per iniziare.


Se, infine, pensate di non essere in grado. Scrivete il vostro obiettivo, fate una mappa anche con il computer per avere sempre sott’occhio le vostre risorse e ciò che vi manca. Procuratevi ciò di cui avete bisogno, che sia un software, un contatto, disegni, immagini. Trovate il tempo, per il resto vi bastano determinazione e coraggio, se anche le cose non procederanno sempre bene, prendete i problemi come delle sfide, sfide da vincere anche se si dovrà lottare e ne uscirete vincitori.


Lara Zavatteri


Vi propongo l’ebook “Problem Solving” di Stefania Finardi, per imparare a sconfiggere i problemi


DESCRIZIONE 
Spesso, di fronte ai problemi quotidiani, ci troviamo in difficoltà, non riusciamo a superarli e, a volte, presi dallo sconforto, non proviamo nemmeno ad affrontarli. Questo perché nella maggioranza dei casi, non riusciamo ad individuare il problema “reale”. Impara, grazie a questo ebook, a condurre un’indagine oggettiva, scovare il problema e individuarne la soluzione ottimale! Migliora la tua vita affrontando le difficoltà con metodo ed efficacia e cogliendo tutte le opportunità nascoste che si presentano!

Lo Yoga della Risata - Mauro Turrini


Ebook disponibile  su Bruno Editore

GUARDA IL VIDEO: Yoga della risata. Mauro Turrini spiega i benefici.

Nonostante ormai lo Yoga della risata sia una realtà presente oggi
in sessantacinque paesi al mondo e conti quasi settemila club, il
metodo è ancora poco conosciuto tanto in Italia quanto in Europa.

E questo ebook ha proprio la finalità, e l’ambizione, di portare in
ogni casa la pratica dello Yoga della risata. In una casa dove si
ride c’è sempre meno spazio e meno tempo da riservare ai
conflitti, alle preoccupazioni, alle paure. Ci sono naturalmente
alcuni libri validi che presentano lo Yoga della risata e offrono un
buon servizio al benessere di tante persone. Ma niente come un
ebook ha le ali per arrivare a far ridere ogni computer o ogni iPad
che lo accoglie.

Se seguirai con attenzione e ti applicherai per assimilare i
concetti e a praticare gli esercizi, alla fine della lettura di questo ebook avrai
conosciuto lo Yoga della risata. E non voglio anticiparti niente,
ma tante belle risate te le sarai fatte! Sentirai che ho ho, ha ha ha
è una strada offerta al tuo cambiamento.

Una strada semplice ed efficace che piace ai tuoi ormoni del benessere. 
Un’emozione che si accompagna al senso di libertà e di sollievo dallo stress.
E allora non resta che entrare subito nel divertente mondo dello
Yoga della risata: «Molto bene! Molto bene! Yeah!»