25 nov 2011

Come regalare un libro pieno di bizzarrie e vedere cose insolite dal vivo

In tempo di Natale, si comincia a pensare a che cosa regalare e un libro è sempre una buona scelta per chiunque, questo che vi propongo anche per quelle persone che non leggono tanto e non sono proprio delle appassionate di libri.


Si tratta di un libro divertente da leggere perché raccoglie quelle che normalmente vengono definite ovunque come “leggende metropolitane” e quindi classificate subito come non vere, con la differenza che ciò che si legge è accaduto realmente, in un passato recente oppure millenni fa.


Perché regalarlo? Perché il libro non è il classico testo che si deve per forza leggere pagina per pagina, cosa che chi non ama molto i libri odia. Si può partire dove si vuole, leggendo le notizie che più ci appassionano. Sono notizie incredibili, buffe, divertenti, ma anche disgustose come si legge nella descrizione.


A chi può essere adatto. In genere a tutti, ma soprattutto a quelle persone che sono curiose dei fatti della storia e del mondo e apprezzeranno di certo un libro tanto insolito. Inoltre il testo è vario, non tratta di un unico argomento ma esplora fatti inediti e spesso mai rivelati di storia, geografia, fisica, ma anche l’ambiente naturale e molto altro. Spazia insomma in vari ambiti e discipline.


Si tratta insomma di un libro leggero, facile da leggere e che diverte, un testo che si può leggere anche con i bambini, specie per le parti più repellenti, che solitamente sono quelle che apprezzano di più.


Vedere qualcosa di insolito dal vivo. Oltre al libro, potete scoprire di persona molte cose insolite. Non tutti sanno infatti che sparsi per tutta l’Italia si trovano infatti molti musei definiti “insoliti” per il materiale che espongono e per le tematiche che affrontano. A volte possono essere inquietanti, come il museo delle streghe a Bidonì (Oristano) o le Catacombe dei cappuccini a Palermo, o il museo delle anime del Purgatorio a Roma.


Altri sono invece sono davvero insoliti, dal museo del corallo a Ravello (Salerno), a quello del soldatino a Bologna, passando per quello dedicato al paracarro a Trento. Per chi ama le bambole di una volta e magari le colleziona, da non perdere il museo della bambola al Castello Rocca Borromeo ad Angera (Varese), un tuffo nel passato tra manufatti di squisita fattura.


Tra i musei ingegnosi troviamo invece il museo della carta e della filigrana, non a caso ubicato a Fabriano (Ancona) famosa da secoli per le sue cartiere, il museo della farmacia a Bressanone (Bolzano), altri sono quello del motociclo a Rimini o il museo Ducati a Bologna.


Tutto questo l’ho scoperto per caso navigando in Internet, dove mi sono imbattuta nel sito di Insoliti Musei, che riporta la descrizione dei musei più strambi che si possono visitare nel nostro Paese. Inoltre il sito è anche su Facebook e ha un canale Youtube.


L’ideale sarebbe abbinare il libro che ti propongo alla visita di uno o più di questi musei, così da rendersi conto di persona di quante bizzarrie sono esistite o esistono.


Lara Zavatteri


Leggete il libro “Fatti Incredibili e assolutamente veri


DESCRIZIONE
Fatti bizzarri. Gli astronauti in orbita non usano letti, bensì fluttuano nella navicella trattenuti da cinghie!

Fatti inquietanti. In Kansas, nel 1990, un tornado sollevò dalle rotaie un treno merci con 88 vagoni!

Fatti repellenti. Nell'antico Egitto come cura contro il mal di denti i medici raccomandavano di tenere un topo morto tra le gengive!

Fatti straordinari. Uno dei telefoni cellulari più cari del mondo ha l'anima in platino ed è incastonato di brillanti!

Fatti a dir poco assurdi. In Nord America, nel 1811, un terremoto invertì il corso del fiume Mississippi!