24 nov 2011

Come trovare altri modi per utilizzare un libro

Ovviamente, leggerlo. Ma se ne hai ricevuto uno in regalo e non ti piace, oppure ne hai di doppi, o ancora per qualche motivo vuoi sbarazzartene? Prima di gettarli via pensaci bene perché puoi riutilizzarli in molti modi. Eccone alcuni.


Uno dei consigli è di regalarlo. Visto che si avvicina Natale, puoi pensare di fare un dono ad un parente o amico o altri che amano la lettura, oppure in generale regalare un libro anche se non sei sicuro che il genere possa piacere: un libro di solito è uno di quei regali con cui, mediamente, vai sul sicuro. Attenzione a non regalarlo alla stessa persona che l’ha regalato a te! È la classica gaffe che si può fare quando si riciclano i regali….


Un altro è di donarlo. Puoi pensare di donare il libro alla biblioteca o punto di lettura che si trova nella tua città, quartiere o paese, in modo da fare un bel gesto e al contempo contribuire ad arricchire il patrimonio librario della struttura. Se poi il libro è nuovo, ben tenuto e magari tra le novità appena uscite, ancora meglio.


Non ci sono solo le biblioteche. Puoi donare il libro, tenendo presente in questo caso l’argomento e la trama, ad una scuola superiore, se è un classico anche a qualche scuola media. Manda una mail ai responsabili degli istituti scolastici spiegando che vorresti donare il libro e se il testo può andar bene per la fascia d’età degli studenti, se ti rispondono positivamente non ti resta che portare il libro in sede.


Altri luoghi adatti a donare un libro sono gli ospedali, le case di cura, le case di riposo. Ovviamente anche per questi posti valgono le stesse regole (fare attenzione alla trama) ma in genere si trova sempre poco da leggere e i pazienti saranno felici di poter avere qualcosa con cui passare il tempo.


Inserisci il tuo libro nel circuito del Bookcrossing. Questo nome identifica la pratica di lasciare libri di qualunque genere in luoghi pubblici, all’aperto o ovunque vuoi. Per farlo, informati se le biblioteche della tua zona effettuano iniziative di questo genere, oppure visita il sito italiano dedicato al bookcrossing, dove puoi capire di che cosa si tratta e, se vuoi, far partecipare il tuo libro. Visita Bookcrossing-italy per entrare da subito in questo mondo che permette di far “girare” un libro e farlo leggere gratuitamente a moltissime persone.


Valuta il tuo libro. Anche se è proprio un genere che non ti piace, può darsi che acquisti valore con il tempo. Ad esempio, se ti hanno regalato un volume non molto antico ma con in copertina un disegno di un illustratore famoso, o dei simboli che riconducono ad una data epoca storica o cose così, pensa sul lungo periodo. Magari oggi non vale quasi nulla, ma tra vent’anni, forse, saranno introvabili i libri con la copertina di quel disegnatore. Se avrai conservato il libro, potresti ritrovarti con una piccola fortuna.




Infine, visto che ci si avvicina al Natale, puoi regalare il libro a uno sconosciuto, ad un senza tetto, a persone meno fortunate che magari frequentano centri d’accoglienza. Non costa nulla e farai felice qualcuno.


Lara Zavatteri


Leggete il libro “50 cose che puoi fare con un libro” di Bruce McCall


DESCRIZIONE
La lettura sarà pure morta, ma i libri sono vivi e vegeti. A che cosa servono i libri se nessuno ha più intenzione di leggerli? Che cosa ci facciamo di librerie stipate di carta inchiostrata e tagliata?

Niente paura! La novità è che ci sono migliaia di cose da fare con questo pesante ammasso di poltiglia d'albero rilegata! Cose divertenti, eccitanti, avventurose e persino creative.

Oggi che la lettura è caduta (quasi completamente) in disuso, questo familiare oggetto rettangolare offre nuove e folgoranti possibilità d'utilizzo, così tante da riuscire persino a riempire un libro. Questo! Regolare le dispute condominiali, sedare conflitti coniugali, intrattenere gli ospiti dal soporifero rischio del dopocena... le possibilità sono infinite. Insomma, ecco un elenco con le prime cinquanta cose, squisitamente buffe, da fare con tutti i tuoi libri preferiti.