10 nov 2011

Come risparmiare se sei andato a vivere da solo 2

Dopo luce e acqua, un altro problema sono i rifiuti. Fai la raccolta differenziata e vedi se nel tuo Comune sono previsti sconti per chi la attua. Non solo. Puoi anche decidere di non gettare tutto, molti contenitori possono servire ancora. Per esempio, non si sa mai dove mettere oggetti piccoli come chiodini, bulloncini o altro, perché non usare una lattina di alluminio o simili?


Anche gli imballaggi che arrivano quando acquistiamo qualcosa che poi ci viene recapitato a casa si possono utilizzare. Se l’oggetto è fragile di solito viene imballato con dei fogli appositi che non sono plastica e non si possono riciclare. Non buttateli via, possono servire ancora proprio per incartare qualche oggetto prezioso, oppure fungere da isolanti.


Valutate se vale la pena installare un telefono fisso o meno, tenendo conto che molto della bolletta va nei costi fissi. Potete pensare di usare solamente il vostro cellulare, senza spese di installazione o manutenzione, così da tenere sempre sotto controllo anche la spesa. Inoltre molti gestori, se ricaricate direttamente online quando ne avete bisogno, vi premiano con dei bonus, ad esempio con alcuni euro gratis da spendere per chiamare o mandare messaggi.


Tenete d’occhio la pagina del vostro gestore di telefonia. Spesso vengono pubblicate nuove promozioni e potete visualizzarle e scegliere quella che fa per voi. Generalmente ogni volta che si ricarica un cellulare si accumulano dei punti, con quelli potete decidere di attivare una promozione. Attenzione a capire bene se più promozioni sono cumulabili o meno.


In questo modo potete anche pensare di navigare in internet con una Internet Key, magari proprio grazie alle promozioni che potete attivare o con alcuni sconti. Informatevi anche presso i negozi della vostra zona su quale sia la soluzione più economica per voi, tenendo conto anche del perché usate Internet. Un conto è utilizzarlo per lavoro, un altro per navigare e informarsi o giocare. A seconda delle vostre esigenze, scegliete l’offerta che fa per voi, generalmente in abbonamento oppure ricaricabile.


Organizzatevi in modo da usare la macchina per fare più commissioni possibili, così la userete sfruttandola al meglio. Fate una lista dei posti dove dovete andare, di cosa dovete fare e seguitela. Eviterete di prendere le chiavi più volte, sprecando benzina ogni volta. Se dovete cambiare le gomme della macchina, informatevi sui pneumatici ricostruiti: sono ottimi, sicuri e arrivano a costare anche la metà di quelli nuovi che normalmente sono un vero salasso.


Un altro consiglio per la casa. Quando accendete la caldaia, vedete voi se utilizzare contemporaneamente l’acqua calda per il riscaldamento (termosifoni) o solo, appunto, come acqua calda. Le caldaie più nuove permettono l’accensione e la decisione di utilizzare, ad esempio, solo l’acqua calda. Basta non avviare il termostato e non si consumerà due volte.


Un ultimo consiglio è quello di tenersi informati su tutti gli oggetti che vengono prodotti e sono disponibili (o lo saranno) che funzionano ad energia solare. Si tratta di un’energia pulita, gratuita e che vi farà risparmiare un bel po’. Sul sito Casa Energia e dal 16 al 19 novembre se vuoi puoi anche approfondire queste tematiche partecipando a “Greenenergy, produrre energia risparmiando il Pianeta”, alla Fiera Milano-Rho con oltre cento espositori incentrati sulle energie rinnovabili.


Lara Zavatteri


Leggete il libro 
Come risparmiare su tutto” e vivere bene lo stesso di Vittorio Collini


DESCRIZIONE
Braccino corto non si nasce, si diventa. Basta imparare alcune semplici regole di condotta per risparmiare circa il 30% su tutto quello che spendiamo.

Lo insegna ogni sabato mattina Vittorio Collini in arte Braccino Corto dai microfoni della "Bomba", uno dei programmi più seguiti di Radio Deejay condotto da Luciana Littizzetto, e sul suo blog. Braccino da consigli su come navigare in Internet in cerca del viaggio più conveniente ed essere sempre sicuro che il tuo vicino di posto in aereo abbia pagato molto più di te.

Insegna come risparmiare sulle tariffe del cellulare con la strategia del "figliol prodigo", come affrontare la "sindrome da Porta Portese"; e adottare il comandamento "va' dove ti porta l'offerta speciale" e poi assicurazioni, carburante, riscaldamento...

Come risparmiare se sei andato a vivere da solo 1

Se da poco tempo sei andato/a a vivere per conto tuo, dovrai fare fronte a diverse spese per la casa e non solo. Ecco alcuni consigli per risparmiare sempre e in modo costante.


Luce e acqua sono due delle spese più influenti di una casa. Come ho già scritto su questo blog, per la luce una soluzione ottimale sono le luci Led, che fanno risparmiare fino all’80% sulla bolletta. Ci sono però degli inconvenienti: non si trovano ancora dappertutto e alcune volte sono solamente per lampadari (ad esempio per la cucina), essendo molto ingombranti.


Nell’attesa di convertirti al Led puoi optare comunque per le lampadine a basso consumo che durano tantissimo (parliamo di anni) e consumano almeno la metà di quelle tradizionali. Si trovano ovunque e in tutti i formati, puoi anche decidere di sostituire i faretti che puoi aver messo nel corridoio o in altre zone, facendoti aiutare da un elettricista e quindi risparmiando anche lì, fai la stessa cosa anche se hai dei lampadari “a muro”, quelli cioè che coprono del tutto la lampadina e che si usano spesso in bagno.


Fai attenzione a come usi la luce. Almeno l’80% o più delle volte che accendiamo la luce in realtà non ne avremmo bisogno. Lo si fa per abitudine, passando da una stanza all’altra, ma se ci vedi che bisogno c’è? Spegni sempre la luce quando ti sposti, può sembrare fastidioso, ma se sei in una stanza non puoi essere contemporaneamente in un’altra, perciò spegni e riaccendi quando torni, ad esempio, dallo studio in cucina.


Clicca sull'immagine per ingrandire
Sto sperimentando personalmente un oggetto che può sembrare strano, ma che è invece utilissimo. Anche di questo avevo già parlato, ma dopo averlo testato lo consiglio. Si chiama Sun Jar, lo trovate in vendita su Internet ed è un barattolo in vetro opaco con un pannello solare incorporato nel tappo. Di giorno lo mettete al sole, di sera girate il pulsantino e il barattolo si accende. Si tratta di una luce che può andare bene per avere un punto luminoso durante la notte (dura alcune ore) o in bagno, così basta accendere Sun Jar, e non la luce, per risparmiare. Un consiglio: anche se è brutto tempo, mettete lo stesso i barattoli alla luce. Certo illumineranno molto meno, ma immagazzinano sempre energia. Magari per quel giorno potete non accenderlo e usare la luce insieme a quella che Sun Jar catturerà il giorno dopo.

SUN JAR Lampada solare ecologica - Video presentazione




Fate la lavatrice quando avete molte cose da lavare. Se vivete soli ci vorrà un po’ per accumulare panni sporchi, ma è inutile fare una lavatrice per due paia di calzini e una maglietta. Informatevi dal vostro gestore di energia su quali sono le fasce orarie più convenienti e inoltre acquistate i prodotti appositi per poter lavare insieme bianchi e colorati, così da fare un’unica lavatrice.



Lavate meno i piatti: voglio dire, se a colazione sporcate solo una tazza e un piattino, vi pare il caso di star lì a sprecare acqua? Aspettate il pranzo (ovviamente se non attendete ospiti) e lavate tutto insieme. Se abitate in montagna e avete un focolare, lasciate una pentola d’acqua a scaldare, così eviterete di dover usare l’acqua calda o di doverla scaldare sul gas.


Lara Zavatteri


Leggete il libro 
La casa intelligente. Risparmio, tecnologia e comfort” di Roberto Rizzo


DESCRIZIONE
Per limitare l'enorme livello di spreco di energia a casa è spesso sufficiente mettere in pratica piccoli accorgimenti, che accrescono il livello di comfort domestico e aiutano a risparmiare denaro.

Questo libro analizza le principali fonti di sperpero di energia nelle abitazioni e descrive in maniera semplice in che modo porvi rimedio: come raffrescare e riscaldare in maniera efficiente, quali materiali usare per isolare la casa, che cosa significa domotica e architettura bioclimatica. Una parte consistente del libro è dedicata all'utilizzo dell'energia solare termica e fotovoltaica, con consigli pratici sui passi da intraprendere da chi intende auto-prodursi energia pulita: a quali installatori bisogna rivolgersi, come chiedere gli incentivi statali e regionali, quanta energia producono i pannelli, etc. Chiude il libro un ricco glossario in cui sono spiegati i termini di carattere ambientale e tecnico più utilizzati.

Farsi distrarre da amici o fattori esterni più del necessario

Gli 8 errori da evitare all'università: Errore n. 6
Un altro errore tipico degli studenti (e questo errore vale per tutti gli
studenti non solo per quelli universitari) è che ci si lascia troppo
distrarre da fattori esterni in quei momenti in cui invece si era deciso
di studiare.


Questo è essenzialmente un problema di organizzazione. Come abbiamo
detto nelle pagine precedenti, una buona organizzazione dello studio ti
permette di NON rinunciare al tempo libero e di conciliare lo studio con
il divertimento.

Divertirsi, svagarsi è fondamentale per un buon equilibrio psico-fisico,
fare i topi da biblioteca senza alcun amico non è utile a nessuno! Bisogna
solo saper gestire al meglio le due cose, in modo tale da avere del tempo
per distendersi senza rimanere indietro con gli esami.

Molte volte modificare le proprie abitudini negative può sembrare
apparentemente un’impresa difficoltosa. L’esperienza ci insegna invece
che, nel momento in cui uno studente sperimenta i benefici derivati da
un buon rispetto dei tempi di studio e di svago, riesce facilmente ad
integrarli nelle proprie abitudini di studio.

Svagarsi ed uscire con gli amici dopo aver studiato quanto ci si era
prefissati è enormemente più gratificante rispetto al farlo sapendo
benissimo che quel giorno era da dedicare allo studio.

Prova a sperimentarlo di persona. Prendi la tua agenda e, per la
prossima settimana, fissati con precisione i momenti che intendi
dedicare allo studio ed i momenti da dedicare agli svaghi e agli amici.
Mantieni i tuoi impegni per tutta la settimana e verifica sulla tua pelle
quanto è gratificante rispettare gli impegni presi con se stessi.

Vuoi ricevere i nostri gli articoli via e-mail? Iscriviti ora



Galatea di Barrili Anton Giulio, 1836-1908

Record bibliografici
  • Autore: Barrili Anton Giulio, 1836-1908
  • Titolo: Galatea 
  • Lingua: Italiano 
  • Data di uscita: 01/10/2006
  • Download free ebook: Barrili Anton Giulio - Galatea 1836-1908



  •  Formato: Solo testo   Dimensione: 383 KB   Download Link:   Scarica gratis
  •  Formato: PDF            Dimensione:  513 KB  Download Link:   Scarica gratis  

Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store
Vuoi ricevere gli articoli via e-mail? Iscriviti ora