02 nov 2011

Come indicizzare le immagini in un sito o blog

In un sito o blog naturalmente sono molto importanti i contenuti, ma le immagini lo sono altrettanto, per diversi motivi. Innanzitutto graficamente spezzano il testo e rendono più gradevole la pagina, inoltre se scelte bene sintetizzano il contenuto testuale. Ma, soprattutto, anche le immagini possono aiutarti a portare visitatori sul sito/blog, perché è possibile indicizzarle.



 Questo significa che anche le immagini che utilizzi possono essere notate e messe in risalto da Google o dagli altri motori di ricerca e tramite l’immagine il visitatore arriverà sulle tue pagine. Perché ciò accada, però, è necessario seguire poche ma indispensabili regole. Eccole.


1) Usa immagini grandi, perché i motori le preferiscono. Se cerchi un’immagine con Internet, ad esempio utilizzando Google, dopo aver scritto il nome dell’immagine nell’apposito spazio clicca sulla colonna a sinistra su “grandi” e Google seleziona per l’appunto immagini grandi. Puoi vedere, cliccando sull’immagine, le sue proprietà sulla colonna destra.


2) Se scatti tu delle immagini, anche se non sei un fotografo professionista abbi cura che l’oggetto che vuoi immortalare sia in primo piano, ben visibile, impara ad usare bene lo zoom e crea un’immagine che occupi buona parte dello schermo della tua macchina digitale.


3) Scegli immagini nitide. Oltre alle dimensioni, è importante curare anche la qualità delle immagini. Non vanno bene naturalmente immagini sgranate, sfocate, mosse, perciò quando decidi di inserirle in un sito o blog scarta tutte queste. Se le hai scattate tu, fanne altre di migliori.


4) Scegli immagini non usuali. Ad esempio, se vuoi descrivere il contenuto di un blog o sito e utilizzi la ricerca per immagini di Google, non fermarti ai primi risultati. Dopo la prima pagina infatti, basta cliccare in fondo per cercare altri risultati. Sfoglia le pagine, molti utilizzano le prime immagini che vedono nella prima pagina.


5) Per ottimizzare le immagini, impara ad usare i programmi che ti consentono di migliorarle. Ad esempio, ottimo è Picasa, che inoltre fa parte di Google e quindi è già di per sé ben indicizzato. Puoi eliminare occhi rossi, creare contrasti di colori, raddrizzare le foto o aggiungere effetti.


6) Quando carichi l’immagine, scrivi il nome separato da trattini, una piccola descrizione e aggiungi il nome del blog o sito. In questo modo quando apparirà tra le ricerche di Google apparirà anche il nome del tuo sito o blog e i visitatori arriveranno sulle tue pagine.


7) A volte può capitare che se l’immagine è grande quando si arriva sulla pagina questa fatica a caricarsi, proprio per il peso dell’immagine. Per un sito puoi inserire in un’immagine media un link da cliccare per visualizzarla grande, per un blog, poniamo con Blogger, puoi decidere di inserirla usando direttamente Picasa. Puoi caricare direttamente le immagini da Picasa sul tuo blog e quando un utente cliccherà l’immagine questa si aprirà a tutto schermo.


8) Cerca di non usare immagini che hai già inserito. Soprattutto nei blog, dove i post si aggiornano molto spesso, si ha molto bisogno di immagini. Per vedere quali immagini finora hai usato, durante il caricamento clicca sulla scelta “da questo blog” e ti appaiono tutte le immagini già inserite in precedenza. Puoi così essere certo di cercare solamente immagini che non hai mai usato, anche per non rendere monotono il tuo spazio web.


9) Fai attenzione al copyright o ad altre limitazioni sulle immagini che trovi su Internet. Potrebbero provenire da un sito di vendita di immagini, essere di proprietà di un fotografo o di un’agenzia. Leggi sempre le proprietà delle immagini e visita il sito da cui provengono.


10) Verifica se le tue immagini si trovano su Google Immagini, inserisci il nome e sfoglia le pagine. Ovviamente, prima trovi la tua immagine, meglio è perché significa che è indicizzata bene.


Lara Zavatteri



Dal 18 novembre su Bruno Editore leggi l’ebook "Il sito vincente. Come costruire un sito Internet affermato e visibile e renderlo uno strumento di business"di Giorgio Pregnolato, che parla anche delle immagini.


DESCRIZIONE
Hai mai pensato che il tuo sito web potrebbe diventare un valido strumento per ampliare e sviluppare la tua idea di business? Anche se non sei un esperto programmatore, con questo ebook imparerai a sfruttare le infinite possibilità che la rete ti offre, a destreggiarti fra keyword e meta tag, a mettere a frutto l’interazione con i tuoi utenti. Strumenti professionali per ottenere i massimi risultati e portare il tuo sito al successo, ai vertici dei principali motori di ricerca.

Le Sette Leggi Spirituali dei Supereroi di Deepak Chopra e Gotham Chopra

"Attiva un cervello da Super-eroe attraverso la consapevolezza cosciente..."

I supereroi non sono solo frutto della fantasia dei loro inventori, sono anche modelli di crescita personale.

Questo e' il tema del nuovo libro di Deepak Chopra, che vede in Batman le stesse qualita' di Budda, in Superman alcune caratteristiche che appartengono al dio Shiva e cosi' via.

In questo modo Chopra coglie l'opportunita' per spiegarti le sette leggi dei Supereroi: quella dell'Equilibrio, quella della Trasformazione, la legge della Forza, la legge dell'Amore, la legge della Creativita', la legge dell'Intezione e la legge della Trascendenza.

Per ogni legge l'autore fornisce alcuni "esercizi del supereroe" che ti permetteranno di riprogrammare il cervello elevando ulteriormente la consapevolezza della conoscenza interiore.

Buona lettura!


Le Sette Leggi Spirituali dei Supereroi 
Scopri i tuoi Superpoteri con Deepak Chopra e Gotham Chopra

My Life Edizioni - pag. 161 formato 14,5x20,5

Compralo su MyLife Store

Deepak Chopra ti guida con saggezza attraverso le sette leggi spirituali che governano il regno dei Supereroi, rivelandone l'importanza e come applicarle alla nostra vita quotidiana...

Si tratta di leggi di trasformazione che ti aiuteranno a scoprire una felicita' piu' grande insieme al coraggio, all'equilibrio, alla creativita', alla compassione e al senso della nostra vita.

Ciascuna legge ci offre il potenziale per cambiare in meglio la nostra vita.

"Attraverso diversi esercizi mentali e una vita consapevole,
e' possibile riprogrammare il cervello. I neuroni che
si accendono insieme, si programmano insieme..."


Dalla ricerca di Budda della verita' alla lotta interiore di Batman con il suo lato oscuro, dalla rabbia repressa di Hulk alle grandi doti di ispirazione di Hanuman...

Visto e considerato lo stato di instabilita' del mondo, non e' un caso che i Supereroi catturino l'attenzione dell'immaginario popolare oggi piu' che mai.

I Supereroi e il sovrannaturale sono diventati una parte dinamica del nostro tessuto culturale.

I Supereroi sono dotati di poteri magici che sfidano le leggi di spazio e tempo ed esplorano i confini dell'energia e della consapevolezza permettendoci di comprendere meglio noi stessi e il nostro potenziale.


  • Indice
  • Premessa 
  • Introduzione 

Capitolo 1 - La legge dell'Equilibrio
Capitolo 2 - La legge della Trasformazione
Capitolo 3 - La legge della Forza
Capitolo 4 - La legge dell'Amore
Capitolo 5 - La legge della Creativita'
Capitolo 6 - La legge dell'Intezione
Capitolo 7 - La legge della Trascendenza


  • Come attivare il cervello da SuperEroe
  • Letture consigliate sui SuperEroi


AUTORE
Deepak Chopra 
Deepak Chopra e' medico Endocrinologo indiano, ma si e' formato e pratica negli Stati Uniti. La sua metodologia unisce le piu' avanzate scoperte scientifiche nel campo della fisica quantistica e della Psico-Neuro-Immunologia con le millenarie tecniche e conoscenze della medicina Ayurvedica indiana.

E' conosciuto in tutto il Mondo per aver proposto un nuovo paradigma che ha rivoluzionato la saggezza comune nel campo della connessione tra mente, corpo, spirito e salute. Ha letteralmente trasformato la nostra comprensione del significato di salute. Il suo lavoro ha tracciato nuove vie per liberare l'incredibile potenziale che risiede dentro tutti noi e che ci porta verso il benessere fisico, emozionale, spirituale, mentale e sociale.

Ha stabilito il principio fondamentale che la salute perfetta non e' soltanto assenza di malattia, ma bensi' uno stato vitale di equilibrio e integrazione di corpo, mente e spirito, favorendo obiettivi ispirati e al tempo stesso realistici per vivere delle esistenze piu' significative, armoniose e soddisfacenti.

Non prendere gli appunti in modo efficace

Gli 8 errori da evitare all'università: Errore n. 5
Un altro grosso ostacolo per gli studenti universitari è quello di NON
essere in grado di prendere degli appunti in modo efficace. Ci sono
studenti bravissimi a prendere appunti, meglio di una stenografa,
riscrivono pari pari tutto quello che il professore dice a velocità
inaudite! Anche perché ci sono professori che parlano molto
velocemente!


Altri invece, meno dotati degli stenografi sopra indicati, non prendono
quasi per niente appunti, il loro quaderno degli appunti si riduce a un
numero di pagine talmente esiguo da contarsi sulle dita della mano.
Diciamo che principalmente ascoltano o in alcuni casi fanno presenza
alla lezione, per far sì che poi il professore si ricordi del loro viso
all’esame.

Ci sono poi a volte gli inconvenienti dello scrivere velocemente in
corsivo, cioè che quando si va a riprendere in mano gli appunti, giorni se
non mesi dopo che li si è scritti, in alcune parti non si capisce più quello
che si era scritto e magari era una parte fondamentale della quale il
professore aveva più volte sottolineato l’importanza!

Oppure, dato che molto spesso il professore inizia un argomento
durante una lezione per poi riprenderlo magari due, tre, cinque lezioni
più avanti, capita che per leggere tutto su quell’argomento ti tocca
andare a cercare in diverse pagine del quaderno proprio quella parte. E
se magari la devi cercare poco prima dell’esame, perché ti sembra di
non ricordarla più, di certo il cercare freneticamente non aiuta a stare
tranquilli!

Va inoltre considerato che alcuni esami vertono principalmente sugli
appunti delle lezioni del docente. In ogni caso, ricordati che ciò che
spiega il docente a lezione sono quasi sempre i suoi argomenti preferiti,
per cui vi è un’altissima probabilità che siano poi oggetto di domande
all’esame.

In realtà gli appunti devono essere uno strumento utile a chi andrà poi a
leggerlo, NON un altro libro da leggere, né pochi fogli striminziti che
non danno grandi informazioni!

Quindi cosa fare? Come fare per prendere degli appunti efficaci? Esiste una
tecnica  efficace sia per prendere appunti sia per studiare, si chiama: Mappa Mentale.

Questo strumento è ottimo perché elimina tutti i possibili aspetti negativi
del prendere appunti, in quanto ti permette di avere anche in una sola
pagina tutte le informazioni necessarie e grazie all’uso di immagini di
memorizzare velocemente ciò che hai scritto.

La mappa mentale è totalmente diversa dalla concezione di presa di
appunti normale: devi tenere il foglio in orizzontale e le informazioni
vengono scritte in modo concentrico a partire dal centro del foglio, ma
proprio grazie a questa struttura particolare riesci ad avere sott’occhio
tante informazioni in poco spazio, per cui non hai più bisogno di cercare
freneticamente l’argomento prima dell’esame perché ti salterà subito
all’occhio.



Vuoi ricevere i nostri gli articoli via e-mail? Iscriviti ora

eBook: Ultimissime novità

eBook: Bestseller

Novità eBook di Diritto

eBook: Informatica, Web e Digital Media

eBook: Economia, affari e finanza