28 ott 2011

Analisi tecnica per il Forex

 Sapevi che esistono 3 Trucchi per fare la differenza nel Forex?

Quando li conosci e li usi, aumentano notevolmente le tue possibilità di riuscita:

1) Usare e leggere i grafici strategicamente. Come sai un grafico è la rappresentazione precisa di un andamento, e senza di essa sarebbe molto più difficile capire chiaramente come procedere, se c'è continuità oppure se ci sono delle inversioni e così via...

2) Utilizzare le divergenze. Ciò ti aiuterà ad anticipare le forti inversioni di tendenza, e come sai bene saper giocare d'anticipo porta sempre i suoi vantaggi.

3) Usare efficacemente l'Awensome Indicator. Questo ti permetterà di generare validi segnali di ingresso, sarà proprio un indicatore al quale prestare molta attenzione.

Sono diverse le persone che si lasciano incantare dall'innegabile fascino che da sempre riscuote il mondo finanziario, ma sono pochissime quelle che conoscono le giuste strategie per regnare vincenti nel tempo.

Se desideri saperne di più sulle Applicazioni Pratiche per Investire con Le Rappresentazioni Grafiche e La Teoria delle Bande di Bollinger, allora questo speciale manuale di Marco Puzzarini fa proprio al caso tuo e con esso scoprirai:

  • Come acquisire le principali nozioni di analisi tecnica per il Forex;
  • Come interpretare intuitivamente le più importanti formazioni grafiche;
  • Come fare trading di successo con indicatori e oscillatori;
  • Come guadagnare con 5 strategie operative vincenti.


Per approfondire:
Analisi Tecnica per il Forex
Applicazioni Pratiche per Investire con Le Rappresentazioni Grafiche e La Teoria delle Bande di Bollinger




E se ti interessa l'argomento, ecco altre 3 strategie che possono fare al caso tuo:
Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store
Vuoi ricevere i nostri gli articoli via e-mail? Iscriviti ora 

Non avere un buon metodo di studio

Gli 8 errori da evitare all'università: Errore n. 4
Molti studenti universitari NON hanno un metodo di studio efficace!
QUESTO PERCHÉ NESSUNO HA INSEGNATO LORO A STUDIARE!
Se ci pensi bene, nessun professore ti ha mai spiegato come bisogna
studiare, ma ti ha solamente detto : “per domani devi studiare n. x di
pagine” e se il giorno dopo non avevi imparato la lezione “a memoria” ti
dava un brutto voto!


Questo fattore è molto importante perché non avere un metodo di
studio efficace rende il momento dello studio pesante e noioso, facendo
calare la tua motivazione sotto le scarpe!
Non avendo quindi avuto nessuno che ti dicesse come fare, ti sei dovuto
arrangiare e tramite una serie di tentativi ed errori hai creato un tuo
metodo di studio più o meno efficace.

Normalmente la maggior parte degli studenti usa uno dei seguenti
metodi di studio: sottolineatura e ripetizione, schemi e ripetizione,
nessuna sottolineatura e ripetizione. Noti qualcosa che li accomuna?
Tutti usano la ripetizione! Ma la ripetizione è un buon metodo di studio?
In parte può funzionare, perché comunque alla fine memorizzi quello
che ti serve, ma in realtà NON E’ UN BUON METODO DI STUDIO
perché è una memorizzazione di tipo passivo.

La nostra mente per funzionare al meglio, ha invece la necessità di
essere coinvolta in modo ATTIVO nella memorizzazione e non di subire
la semplice ripetizione. Essa inoltre migliora decisamente il proprio
rendimento se si associano delle IMMAGINI ai contenuti da
memorizzare.

Ecco perché già l’utilizzo di semplici schemi magari arricchiti da qualche
disegno, porta certamente maggior risultati rispetto al provare a
ripetere quanto si è sottolineato sul libro.

Esistono però delle tecniche di studio e di memorizzazione create
specificamente per sfruttare l’uso di IMMAGINI e di uno studio di tipo
ATTIVO, per cui mentre stai leggendo per la prima volta il libro sei già
in grado di estrapolare i concetti chiave e di ricordare con più facilità
ciò che hai appena letto.

Queste tecniche dimezzano i tempi di studio e facilitano enormemente
il tuo lavoro. Conoscere queste tecniche semplificherà notevolmente la
tua vita universitaria!

Quando le avrai apprese non potrai far altro che pensare : “quanto mai
non le ho imparate prima!” questa è normalmente la frase che tutti gli
studenti ci dicono dopo che gli abbiamo insegnato queste tecniche ed è
la stessa che noi stessi abbiamo detto quando le abbiamo apprese per la
prima volta!

Vuoi ricevere i nostri gli articoli via e-mail? Iscriviti ora