25 ott 2011

Come trovare idee per scrivere un libro- giardinaggio


Se avete il “pollice verde” e vorreste pubblicare un libro, potete farlo sotto forma di guida con cui il lettore potrà familiarizzare con fiori e piante. Molte persone vorrebbero essere in grado di creare un giardino e di mantenere belle e sane le loro piante, ma molte volte compiono errori fatali. Il vostro libro potrà seguire i potenziali giardinieri nel loro percorso di formazione. 


Chi può farlo. Se siete giardinieri, vivaisti, avete un negozio di fiori, o, come sempre, se siete appassionati del tema, allora potete scrivere un libro “verde”. Se avete un’attività vostra, potete poi anche decidere di vendere il vostro libro quando qualcuno compara da voi fiori o piante. Lasciatelo in bella vista sul bancone, vedrete quanti avranno bisogno dei vostri preziosi consigli.


Cosa scrivere. Questo, dovete deciderlo voi e dipende ovviamente da ciò che sapete fare. Potete pensare di dedicare un libro solamente alla cura delle piante da interno, oppure le piante grasse, o ancora scrivere un testo che spieghi come si realizzano varie tipologie di giardino. Dipende dalla vostra preparazione, da quanto volete scrivere e da cosa manca.


Intendo che nelle librerie troverete scaffali pieni di manuali per la cura delle piante, perciò non fate la stessa cosa. Osservate e cercate di capire cosa manca. Per esempio, potreste pensare di creare una guida per la cura di piante e fiori per negati, ma per negati sul serio, per quelle persone che solitamente si dimenticano di dare da bere alle piante oppure le affogano, o ancora le fanno arrostire al sole e così via. Potrebbe avere un tono divertente e nel contempo aiutare davvero chi non è un asso in questo campo.


Un’altra idea potrebbe essere una guida su come creare oasi verdi nei centri per gli anziani, nei parchi degli ospedali o nei luoghi, insomma, in cui le persone hanno bisogno di trovare un attimo di tranquillità nel verde. Potreste aggiungere anche consigli pratici e facili da effettuare per coinvolgere i malati o le persone anziane nel coltivare una piccola serra e così via.


Iniziate con qualcosa di facile. Se per esempio il libro parla della cura delle piante, iniziate proponendo consigli facilissimi e che il lettore può mettere subito in pratica. Ad esempio, che le orchidee crescono bene se trovano il loro posto ideale, schermate, ad esempio da una tenda, dalla luce del sole, o che le piante grasse devono essere bagnate pochissimo, anche solo una volta a settimana quando fa freddo, due in estate. Chi in casa ha già delle orchidee o delle piante grasse potrà mettere subito in pratica questi consigli.


Proponete soluzioni sia per chi abita in campagna-montagna sia per chi risiede in città. I primi avranno la possibilità di vivere normalmente in grandi spazi aperti e maggiormente a contatto con la natura, per cui se scrivete un testo su come creare un giardino abbastanza esteso potrete proporlo a loro, i secondi hanno poco spazio per le loro piante, perciò potrete proporre soluzioni diverse per abbellire sia l’interno di un appartamento sia un eventuale terrazzo.


Aggiungete un dizionario dei termini. Questa parte sarà dedicata a spiegare alcuni termini, ad esempio la terminologia usata per gli attrezzi da lavoro o tecniche particolari, in modo che chi legge possa trovare qui la risposta ai suoi dubbi.


Lara Zavatteri

Leggete anche il mio articolo per altri spunti per scrivere:
Come trovare idee per scrivere un libro- ricette e consigli culinari



Leggete il libro “Chiacchiere di giardinaggio insolito” di Maria Gabriella Buccioli


DESCRIZIONE 
Come una chiacchierata tra amici che condividono una passione - quindi in un tono piacevolmente informale - questo libro non vuole essere né una guida alle piante, né un manuale di giardinaggio, pur essendo in parte sia l'una sia l'altra cosa. È, in definitiva, una dichiarazione d'amore dell'autrice alle creature del suo giardino, vegetali o animali che siano (insetti compresi!) e un modo di trasmettere la sua straordinaria esperienza a tutti i lettori.

Come trovare idee per scrivere un libro - ricette e consigli culinari


Inizio con questo una serie di post che possono essere d’aiuto a tutte quelle persone che vorrebbero magari cimentarsi con la pubblicazione di un libro ma che non hanno nessuna idea di dove cominciare. Magari non vogliono scrivere racconti o romanzi, ma allora, che scrivere? Ci sono molte alternative.



Quella di cui parlo oggi è la cucina. Ormai in tv e un po’ ovunque impazzano trasmissioni e consigli su come cucinare, se sei un cuoco/a un esperto, un uomo o una donna che amano creare ricette, beh, perché non pensare ad un libro di questo genere?


Come iniziare. Come ho detto, trasmissioni e libri abbondano sull’argomento. Essenziale è differenziarsi. Per esempio, si potrebbe pensare di raccogliere le ricette antiche, quelle di un tempo, legate a un determinato territorio o anche a tutt’Italia, quelle ricette magari di piatti poveri ma ricchi di sapore che oggi non si cucinano più.


Per fare questo, potreste avere nel cassetto molte ricette scritte e tramandate per generazioni. Benissimo! Prendete le ricette e trascrivetele al computer. Occhio ad essere precisi con le misure, o chi leggerà non riuscirà a realizzare il piatto.


Siate semplici ma precisi. Quando scrivete la preparazione, fate in modo che tutti possano capire al volo come procedere. Evitate paroloni di alta cucina o da chef, che non servono a nulla, puntate a essere capiti immediatamente. Questo non significa essere sciatti, perché come detto sopra la precisione è importante. Controllate più volte se le dosi degli ingredienti sono corrette, oltre a tutto il resto.


Ottimo sarebbe abbinare alla descrizione anche un’immagine del piatto già pronto. Oppure, potete fare voi la ricetta e contemporaneamente fotografare fase per fase, così da offrire al lettore anche delle immagini su come la ricetta deve procedere. Vedere il piatto finito fa subito comprendere come deve risultare ma deve anche invogliare a provare. Curate anche le immagini, ad esempio impiattando in piatti colorati o con uno scenario particolare, ad esempio con sullo sfondo una finestra aperta sulle colline.


Se non avete nel cassetto simili ricette, potete pensare ad altro. Per esempio, mini menù per l’ufficio o la pausa pranzo, una cena in cinque minuti, tutta la cucina per chi vive da solo e così via. Sicuramente vi verranno in mente molte altre idee sfiziose.


In tutti i casi, potete aggiungere anche dei consigli alla fine della ricetta e anche delle varianti sul tema, in questo modo preparando un’unica ricetta il lettore avrà la possibilità di servirne in tavola, magari con l’aggiunta di un solo ingrediente, ben due.


Nessuno nasce imparato e tra chi compra libri di cucina c’è non solo l’appassionato, ma anche chi vorrebbe avere un po’ più di talento. Un’idea potrebbe essere quella di aggiungere a fine libro o dopo le ricette un vostro commento sia sulla ricetta sia sui vostri inizi, così da non scoraggiare chi magari è alle prime armi.


Stimolate i commenti. Come sempre vi consiglio di aprire un blog legato al libro e qui indirizzare i vostri lettori. Scrivete l’indirizzo del blog alla fine del libro e invitate i vostri lettori a visitarlo e a condividere successi (ed eventuali insuccessi). Potrebbe essere un buon modo per scambiarsi idee, opinioni e magari per scoprire anche nuove ricette.

  Lara Zavatteri                                                                                                                           
            


Leggete il libro “Il libro delle mie Ricette” di Autori vari


DESCRIZIONE
Questo volume vuole essere il luogo privilegiato dove potrai raccogliere le tue ricette più amate, da tenere sotto mano ogni volta che dovrai pensare a come organizzare la tua passione per la cucina e i tuoi momenti di incontro con il cibo.

Presenta otto "tasche" che suggeriscono una suddivisione delle ricette che potrai interpretare liberamente infilandovi ritagli di giornali, fogli di appunti o bigliettini volanti che rischierebbero altrimenti di andare dispersi. Vicino a ogni tasca trovi una pagina preimpostata per la compilazione di un elenco delle ricette che andrai a inserirvi.

E poi tanto spazio per scrivere le tue ricette, quelle che diventeranno il patrimonio personale a cui potrai attingere con sicurezza in ogni occasione.

Novelle lombarde - Avancini Avancinio

Record bibliografici
  • Autore: Avancini  Avancinio
  • Titolo: Novelle lombarde  
  • Lingua: Italiano 
  • Data di uscita: 12/05/2007
  • Download free ebook: Novelle lombarde - Avancini  Avancinio, 1830-1906


  •  Formato: Solo testo   Dimensione: 162 KB   Download Link:   Scarica gratis
  •  Formato: PDF            Dimensione:  267 KB  Download Link:   Scarica gratis  
Per la tua biblioteca digitale ti consigliamo BeBook store