12 ott 2011

Come fare dei quadri con le foglie autunnali

Oggi voglio scrivere un post sul “fai da te” in merito a quadri e quadretti che si possono realizzare con le foglie colorate dell’autunno. La stagione è giusta, la materia prima non manca e occorre poco altro. Ecco come fare.


Per prima cosa, aspettate che l’autunno regali i suoi colori più sgargianti prima di iniziare a raccogliere le foglie. Sarebbe inutile fare un quadretto con foglie ancora del tutto verdi e inoltre è poco o per nulla decorativo. Quando la stagione è all’apice-lo vedete dai colori delle foglie-allora potete iniziare.


Passeggiate per i boschi, le campagne ma anche i parchi cittadini e iniziate a raccogliere le foglie. Abbiate cura anche in questa fase di non schiacciarle, perciò non infilatele in un sacchetto di plastica o nelle tasche della giacca, potete tenerle in mano, in un libro, oppure nella tasca di uno zaino, purché non si rompano o si appallottolino.



Raccogliete le foglie che più vi piacciono, abbinando colori diversi, dai rossi ai gialli, ma anche passando dal marrone al violetto. Se siete fortunati potrete trovare molte foglie che non hanno colori ancora del tutto definiti e presentano screziature di colori differenti o macchie di colore opposto allo sfondo, alcune assommano perfino tre o quattro colori insieme.


Inutile dire che dovete raccogliere le foglie cadute, quelle sui rami lasciatele dove stanno, tanto cadranno a breve. Una volta che avrete raccolto il vostro mazzetto di foglie, tornate a casa. Se necessario, pulitele dalla terra con un panno asciutto, non utilizzate acqua. Iniziate subito la preparazione del quadretto, man mano che il tempo passa le foglie tendono ad accartocciarsi e non sarà perciò più possibile utilizzarle. Al massimo, se non potete farlo subito, riponetele tra le pagine di un libro e riprendete la preparazione il giorno dopo, così da farle appiattire.


Prendete un quadretto di quelli che potete comprare dal fotografo per appendere le fotografie, ne esistono di varie misure, l’importante è che su tutti i quattro lati abbia dei gancetti removibili che vi permettano di toglierli e rimetterli. Togliete i gancetti, se necessario pulite con un panno il vetro e togliete la carta inserita tra il vetro e il fondo del quadro, di solito di color legno.


A questo punto non vi resta che inserire le foglie. Cercate di seguire i vostri gusti ma di creare anche un bel contrasto cromatico, quindi, per fare un esempio, non ammassate tutte insieme le foglie gialle, ma cercate di creare un insieme armonioso. Se il quadro non è molto grande dovrete sovrapporle in parte, ma non c’è problema.


Allontanatevi un attimo e fissate la vostra composizione, se vi piace potete procedere, altrimenti cambiate qualcosa. Quando siete convinti, riprendete il vetro, appoggiatelo sulle foglie e abbiate cura di fare in modo che nessuna si sposti o si giri mentre siete intenti in questa operazione. Tenendo fermo il vetro, iniziate a rimettere i ganci sui quattro lati, saranno loro ad appiattire e tenere ferme le foglie.


Fatto questo potete appendere il quadro dove volete. Tutto qui: il colore un po’ si spegnerà con l’andare del tempo, ma a distanza di anni avrete ancora un quadro di foglie molto bello e colorato. Che aspettate ad iniziare?


Lara Zavatteri


libro “Alberi. Come identificare le piante dalle loro foglie” di autori vari
Leggete il libro “Alberi. Come identificare le piante dalle loro foglie” di autori vari


DESCRIZIONE
Come identificare le piante dalle loro foglie, dai fiori e dai frutti.
Una guida completa a oltre 220 tipi di alberi e arbusti.
Dettagli di gemme, foglie, fiori e frutti.
Illustrazioni a colori di tutte le varietà descritte.