05 ott 2011

Come non perdere i contatti passando dai gruppi alle pagine su Facebook

Qualunque sia il prodotto o servizio che pubblicizzi utilizzando Facebook, se hai da tempo uno o più gruppi aperti ti sarai accorto che il social network avverte che ci saranno delle novità in merito. In pratica i gruppi subiranno una sorta si chiusura, con i contenuti che-pare-resteranno online ma non i membri.



Ciò significa che chi si è iscritto al tuo gruppo da un giorno all’altro probabilmente non ne farà più parte e che potresti trovati nella spiacevole situazione di perdere tutti i tuoi contatti-clienti. Per evitarlo, ecco alcune mosse.


La prima cosa da fare è aprire una pagina su Facebook, ovviamente dedicata al prodotto. Meglio se la pagina è simile, anche graficamente, al gruppo, così chi s’iscriverà si riconoscerà meglio come utente di quel prodotto.


Nella pagina aggiungi descrizione, link, immagini e video del tuo prodotto-servizio, collegamenti al blog e tutto quello che può servire per invogliare ad iscriversi. Poi, torna al tuo gruppo. Se hai aperto discussioni, pubblicato note o altre immagini, fai copia e incolla o scarica tutto e trasporta tutto il materiale sulla pagina.


È importante non perdere i contenuti che avevi sul gruppo e renderli disponibili sulla nuova pagina sia agli utenti “storici” sia a chi magari ancora non ti conosce. Ad esempio, se nelle discussioni avevi pubblicato i commenti sul tuo prodotto, puoi inserirlo come post sulla bacheca della pagina, così da non perdere i feedback positivi che ti sono giunti. Ovviamente se qualche contenuto non ti appare rilevante o è stato “superato” da novità che hai apportato al prodotto, non occorre inserirlo nella pagina.


Quando la pagina è pronta, torna sul gruppo e manda un avviso a tutti i membri. Scrivi che il gruppo sarà chiuso ma che è già pronta la pagina fan cui è possibile iscriversi, con contenuti e novità per chi ti segue da sempre ma anche per chi è nuovo. Lascia il link alla pagina o comunque fai capire come trovarla, ad esempio inserendo nel motore di ricerca di Facebook il nome del prodotto.


Quando gli utenti sono “migrati” sulla pagina e Facebook li ha tolti dal gruppo, tramite la pagina controlla nuovamente se ci sono persone che ancora non si sono iscritte e manda loro un invito. In questo modo sarai più sicuro che i tuoi sostenitori ti hanno seguito e se nel frattempo hai aggiunto nuovi contatti al tuo profilo, puoi invitare anche quelli.


Le pagine fan sono più flessibili dei gruppi. Puoi utilizzare anche lo strumento delle domande per coinvolgere i tuoi fan, ad esempio chiedendo se la pagina piace ed eventualmente cosa manca e cosa vorrebbero trovarci. Inoltre a differenza dei gruppi si prestano maggiormente ai commenti e quindi ad un’interazione maggiore tra le persone. In più, puoi visualizzare quanti fan hanno visionato un determinato contenuto, un elemento che nei gruppi non è mai stato presente e che ti può far comprendere come sviluppare al meglio la tua pagina e anche il prodotto che promuovi.


Inizia subito a creare la tua pagina e ad invitare i fan: essenziale è non perdere i contatti che, magari, hai mantenuto nel tempo lavorando sodo.


Lara Zavatteri


Leggete l’ebook “La pubblicità sul Web” di Giovanni Frega






DESCRIZIONE


Conosci il significato di una campagna pubblicitaria attraverso l'analisi del segno, cura l'aspetto linguistico della tua campagna pubblicitaria e scopri il metodo per colpire gli utenti di internet attraverso le tecniche di comunicazione!