28 set 2011

Come vendere offline un proprio prodotto in ogni momento

Con l’avvento di Internet per tutti coloro che hanno iniziato a mettere a frutto le proprie capacità e attitudini per realizzare dei prodotti o dei servizi da vendere, si è aperto un mondo. È innegabile che la pubblicità che Internet può portare è immensa, se sfruttata bene, ma non bisogna non ricordarsi del mondo reale, quello in cui viviamo tutti i giorni, in poche parole di tutto ciò che non è Internet, cioè ciò che viene chiamato offline.

Come vendere offline un proprio prodotto in ogni momento
L’offline è costituito da tutte quelle situazioni che viviamo quotidianamente o quasi e dalle persone che incontriamo, persone vere, fisiche e non icone di un social network. Perché allora non pensare anche all’offline, a tutte queste situazioni che viviamo e che, in potenza, potrebbero portarci ad avere anche nuovi clienti?


La prima cosa da tenere a mente è: non fare selezione. Con questo intendo che se vuoi vendere un tuo prodotto offline, non devi assolutamente “scartare” persone o luoghi perché li reputi poco adatti alla promozione del tuo prodotto o perché te ne vergogni un po’. Mettiamo il caso che hai inventato un software e stai cercando di venderlo, ogni luogo può andar bene per fare promozione, anche lo studio del dentista.


Perché? Semplicemente perché, anche se dall’esterno può apparire che nessuno sarà interessato ad un software in un luogo così, dal dentista ci va chiunque, dalla maestra al programmatore. Chi può sapere se un giorno un tuo volantino capiterà nelle mani proprio di quest’ultimo? Oppure, se è un software sulla gestione dei bilanci, pure alla maestra potrebbe andar bene per gestire i costi della classe o il suo bilancio familiare.


Perciò, tutti sono potenziali clienti, tutti. Ciò detto, ovviamente anche ogni luogo è da tenere presente. Vai dal benzinaio? Fatti pubblicità. Esci a cena? Idem. Compri in un negozio? Pubblicità, dappertutto. Chiaro che per poterlo fare devi avere il permesso delle persone e un volantino o simili.


Ti basta creare da solo, con Word, Open Office, Picasa o qualunque altro programma una locandina-volantino con il tuo prodotto, la descrizione, l’immagine, prezzo e contatti, evidenziando gli aspetti positivi (ad esempio il buon prezzo) senza dare l’idea che vuoi vendere a tutti i costi. Per esempio, evitando di scrivere TUTTO IN MAIUSCOLO, perché è come gridare che tu devi vendere! Ovviamente è così, ma che compra non deve sentirsi obbligato nelle sue scelte.


Fatto questo, stampane varie copie e tienile sempre con te, in macchina o in borsa, ovunque vai. Chiedi a negozi, esercizi pubblici, giornalai, benzinai o altri se possono esporre la tua locandina e lasciala anche tu alle persone, affinché la tengano per sé. Viene l’idraulico a casa? Danne una anche a lui. Il postino suona alla tua porta? Uguale. In realtà la commenteranno con altri e in tal caso si avvierà pian piano un circolo virtuoso.


Infine, pensa a questa come ad una strategia a lungo termine. Non credere che una volta distribuite alcune locandine ti ritroverai sommerso di ordini, perché non capiterà. Ci vuole tempo, se sul volantino hai lasciato l’indirizzo di un blog le persone andranno a vederlo, leggeranno, si informeranno e dopo verranno da te. Allora tu sarai lì, pronto ad accoglierle e a vendere con successo il tuo prodotto.


Lara Zavatteri


Leggete il libro “Come vendere tutto a tutti” di Joe Girard


DESCRIZIONE
Un bestseller che ha aiutato milioni di lettori a raggiungere i propri obiettivi.
Joe Girard ha venduto 13.001 automobili nei quindici anni della sua carriera, entrando così nel Guinness World Record. Non ha frequentato scuole esclusive, anzi, ha capito stando in prima linea ogni giorno che nulla vale più della classica arte delle vendite.
È convinto che basandosi sui principi fondamentali della fiducia del cliente e del duro lavoro, chiunque possa fare ciò che ha fatto lui. Il suo bestseller ha aiutato milioni di lettori a raggiungere i propri obiettivi... ora aiuterà anche te. Joe ti mostrerà come chiudere la vendita, sfruttando le tecniche che lui ha perfezionato durante la sua carriera da record.