07 set 2011

Come conoscere le pietre

Le pietre e i minerali sono bellissime da collezionare, si dice abbiano anche proprietà curative. Ne esistono moltissime, ecco alcuni consigli. 


Prima di tutto, dove trovarle? Le pietre e i minerali normalmente si possono trovare nei negozi specializzati, ma anche durante fiere e mercatini o nei musei dedicati che hanno una parte dedicata anche alla vendita.


Poi, quali sono? Come detto, ne esistono davvero moltissime. Sono differenti per forma, dimensione, colore, screziature. Alcune si trovano in Italia, altre provengono da altre zone del mondo, come il Sudamerica, alcune vengono estratte e poi lavorate per conferire una certa forma, ad esempio rotondeggiante, altre si trovano allo stato “grezzo”. Tra i più conosciuti e i più belli si trovano i quarzi.


Della famiglia dei quarzi fanno parte varie pietre, dal quarzo bianco che è trasparente e in alcuni casi ha al suo interno delle screziature che riflettono la luce a colori, come fosse un prisma, al quarzo rosa, passando per il quarzo fumé, che ha un colore sul grigio.


Molto bella è l’ametista, dal colore viola accesso, mentre la corniola passa dall’arancione al rosso e rosso intenso è invece il diaspro. Particolarissima è la pietra chiamata “occhio di tigre”. Si tratta di una pietra scura che sulla sua superficie ha delle luminescenze dorate, che sembrano “correre” sulla pietra. Sembra una pepita estratta da una miniera la “pirite” mentre ha la forma di una rosa fossilizzata la cosiddetta “rosa del deserto”.


Questo per parlare delle pietre più comuni, ma ne potete trovare davvero molte, tra cui ad esempio anche lo zolfo, di un colore giallo acceso. Ogni pietra ha le sue proprietà, normalmente vengono vendute con la spiegazione su un foglietto. Possono regalare maggiore serenità o energia e solitamente basta tenerle in tasca per usufruire dei loro benefici effetti oppure tenerle sul comodino.


Vi suggerisco, inoltre, un posto dove potrete conoscere le pietre e i minerali. Si tratta del Museo mineralogico della valle Aurina, in Alto Adige, precisamente nel paese di San Giovanni. Si tratta di un luogo magico in cui, dopo decenni di ricerche, sono esposti minerali e pietre eccezionali. Si possono vedere non solo molte varietà, ma anche pietre dalle dimensioni gigantesche, come i quarzi bianchi, i più grandi dell’Alto Adige.


Il museo presenta diverse sale e si trovano riprodotte anche alcune caverne in cui sono stati trovati minerali e pietre, poi esposte per il pubblico. Per tutti gli appassionati un luogo da non perdere per vedere dal vivo una varietà infinita di minerali e pietre, inoltre esiste anche una parte dedicata alla vendita, dove trovare sia un piccolo ricordo, ad esempio per iniziare una collezione, sia pezzi rari e di maggior valore per gli esperti. Se volete dare un’occhiata questo il link del museo:



Vi segnalo inoltre che attualmente si può iniziare ad avvicinarsi a questo mondo anche in edicola, grazie ai fascicoli “Energia delle pietre” che in ogni numero permette di trovare una pietra diversa e di scoprirne caratteristiche e proprietà. Se volete cominciare, questo può essere un buon modo.


Lara Zavatteri



Leggete il libro “Il manuale delle pietre” di Michael Gienger




DESCRIZIONE 
Un pratico manuale illustrato delle gemme e dei minerali terapeutici attualmente reperibili sul mercato.

L'autore, una delle figure più eminenti nel campo della cristalloterapia, e autore del best seller "L'arte di curare con le pietre" (Crisalide Edizioni) presenta le caratteristiche mineralogiche e le proprietà terapeutiche di 430 minerali diversi (nome della pietra, foto a colori, caratteristiche mineralogiche, indicazioni terapeutiche, bibliografia, reperibilità sul mercato).

Un libro utile al lettore non specialista, che desidera informarsi sulle proprietà terapeutiche dei minerali, sia allo specialista (terapia o commercializzazione).

eBook: Ultimissime novità

eBook: Bestseller

Novità eBook di Diritto

eBook: Informatica, Web e Digital Media

eBook: Economia, affari e finanza