25 mag 2011

Come scoprire i Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano

La città di Merano, in Alto Adige, è famosa per aver ospitato nell’Ottocento l’imperatrice d’Austria-Ungheria Sissi (Elisabetta di Baviera) nel castello Trauttmansdorff, dove soggiornò alcune volte, da sola o con le figlie. Oggi attorno al castello si possono visitare dei giardini unici.




I giardini del castello si sviluppano su un territorio di circa 12 ettari per 80 ambienti botanici: qui grazie al clima della zona nascono e crescono specie vegetali altrove impossibilitate a prosperare, è un vero paradiso per tutti coloro che amano i fiori e le piante.


I giardini si articolano in quattro aree tematiche, “I boschi del mondo”, “I giardini del sole”, “I paesaggi dell’Alto Adige” ed infine “I giardini acquatici e terrazzati”. Partendo dal primo e volendo segnalare alcune caratteristiche per ogni ambiente, da non perdere lo show multimediale che si svolge in una grotta, per scoprire l’origine della vita sulla terra, ma anche la valle delle felci e la voliera con i colorati Ara, oltre a pareti in argilla in cui moltissime varietà di piante crescono verticalmente.


Nei giardini del sole invece si trovano piante agrumate che riportano i profumi del Mediterraneo, oltre all’oliveto più settentrionale d’Italia che conserva un antico olivo di ben settecento anni mentre sulla collina delle succulente si possono scoprire infinite qualità di piante grasse.


Piante di mele, pere, vigneti e boschi di roverella caratterizzano i paesaggi dell’Alto Adige, uno spaccato della vegetazione che caratterizza questa parte d’Italia ed infine nei giardini acquatici e terrazzati vi aspettano un palmeto e il laghetto delle ninfee.


Oltre ai giardini, il castello è visitabile ed ospita un museo interamente dedicato alla storia del turismo in Alto Adige, ma anche alcune sale in cui si possono ammirare oggetti originali dell’imperatrice Sissi, l’ospite più famosa del castello.


Quest’anno, inoltre, i Giardini del castello celebrano dieci anni e per l’occasione festeggiano consentendo ai visitatori di accedere ai giardini anche durante la sera, nei mesi di giugno, luglio e agosto ogni venerdì fino alle 23, per assaporare la bellezza di questi luoghi anche la notte. Inoltre dal 16 giugno prossimo si potrà ammirare anche “Il regno sotterraneo delle piante” un itinerario scavato nella roccia per capire da vicino la crescita delle piante.


Per vedere i giardini l’orario è tutti i giorni dalle 9 alle 19 fino al 31 ottobre e si trovano in via San Valentino a Merano. Da percorrere anche il “Sentiero di Sissi”, passeggiata suggestiva che collega il castello alla città e passa accanto a parchi, giardini, dimore storiche e gli scorci più belli di Merano. Merano è da visitare anche per le sue terme e, in inverno, per il Mercatino di Natale.


In Alto Adige da non perdere anche castel Tirolo, sito nella località Tirolo e museo sulla storia della zona, con la possibilità di visitare il maniero per intero, attraverso stanze, cucine, sale d’armi ed esposizioni sulle vicende antiche e moderne (fino ai nostri giorni) dell’Alto Adige.

Nei pressi di Bolzano, invece, merita una visita anche Castel Firmiano, sede del Messner Mountain Museum, museo creato dall’alpinista Reinhold Messner per far scoprire ai visitatori, attraverso percorsi, oggetti e cimeli, il rapporto esistente tra l’uomo e la montagna.

Lara Zavatteri


Leggete il libroAlto Adige Südtirol - Tra masi e castelli, laghi e cime alpine, strade del vino e sapori mitteleuropei” del Touring Club Italiano -  Compratelo su Il Giardino dei Libri

eBook: Ultimissime novità

eBook: Bestseller

Novità eBook di Diritto

eBook: Informatica, Web e Digital Media

eBook: Economia, affari e finanza